Riscatto laurea parte seconda - Pagina 47
Risparmi fermi sui conti correnti, le donne litigano con i soldi perché non sanno come investirli
Si avvicina il mese dell’educazione finanziaria e sono tanti gli italiani che virtualmente dovrebbero andare alla lavagna per recuperare il gap in termini di conoscenze legate al mondo del risparmio …
Piazza Affari piomba ai minimi da giugno, settimana nera da oltre -10% per tre big del Ftse Mib
Piazza Affari archivia una nuova settimana infelice con tanti titoli di spessore del Ftse Mib che hanno pagato fortemente dazio in questi giorni. L’indice Ftse Mib segna oggi -1,1% a …
CreVal sposa perfetta per quattro motivi, mentre Banco BPM per analisti rischia di perdere treno M&A
Tengono banco a Piazza Affari le sirene di M&A sul settore bancario. Ieri a fare rumore è stata l’indiscrezione Bloomberg secondo cui Credit Agricole ha acceso i fari sulle banche …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #461

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    I versamenti si detraggono, mi risulta. Non si deducono.

    Piccola correzione:
    Mi sono riletto tutto il topic, e sembra che
    1) nel caso di versamenti a titolo di "pace contributiva" i versamenti di detraggono dalle tasse,
    2) in caso di versamento per riscatto anni di laurea si possano dedurre dall'imponibile (e su questa cosa non ho nessuna fonte normativa; sarò grato a chi volesse fornirmela).
    Ultima modifica di nonalias; 03-08-20 alle 15:08

  2. #462

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    Citazione Originariamente Scritto da davide92 Visualizza Messaggio
    Ciao anguss, ho qui le carte ricevute per posta. Riporto solo le parti più significative:

    Codice:
    Oggetto: RISCATTO LAUREA NELL'AGO (domanda del 01/11/2018)
    
    L'importo dovuto è di €17.280,86.
    Una volta effettuato il pagamento per intero, sulla posizione assicurativa nel periodo dal 01/11/2013 al 31/10/2018 sarà accreditata una contribuzione:
    
    -utile per il diritto a pensione: 258 settimane.
    -utile per la misura della pensione: 258 settimane.
    
    Calcolo effettuato (sez B, contributivo):
    
    Retribuzione degli ultimi 12 mesi o del minor periodo maturato precedenti la data della domanda: €10554,44
    Aliquota 33%
    Onere lordo €17280,86
    
    Sezione detrazioni tutto vuoto a parte:
    Abbattimento del 50%: NO.
    Come puoi notare ho fatto fare la domanda non appena fosse stato possibile (laureata a luglio, non ha potuto fare la domanda prima del 01/11, data in cui già lavorava per cui forse l'importo poteva essere stato più basso). Saresti troppo gentile se potresti analizzare questa situazione, ti ringrazio
    Molto interessante.....

  3. #463

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    Citazione Originariamente Scritto da Pampirola Visualizza Messaggio
    Nel discorso che si stava affrontando:
    - i contributi ad una forma di previdenza complementare fino a 5165 euro anno si possono dedurre. Inoltre quanto non versato nei primi 5 anni di adesione puo' essere recuperato nei successivi 20 senza superare il massimale complessivo annuo indicato nel precedente intervento (7.746 ossia il massimale annuo di 5.165 piu' il 50% legato a quanto non versato nel primo quinqennio - quindi se NON ho versato 100€ i primi 5 anni potro' una volta sola richiedere 5.265, se nei 5 anni ho versato complessivamente 16.660, potro' versare per 5 anni 6.165, ecc...)
    - il riscatto di contributi e' sempre deducibile (tranne che per i versamenti fatti per soggetto a carico, in quel caso detraibile al 19%)
    - la pace contributiva e' invece detraibile al 50% ma in 5 rate: non recuperi nel 730 dell'anno successivo il 50% del versato nell'anno ma solo il 10% (gli altri 10-10-10-10% nelle successive dichiarazioni)


    Esemplificando, il riscatto del contributi per il periodo di laurea (quello che nel proprio profile inps è Home / Prestazioni e Servizi / Riscatto di laurea) rientra nel punto 2, dunque è deducibile?
    Se è così, è possibile averne la fonte giuridica o normativa?

  4. #464
    L'avatar di Pampirola
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    113
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    8147170
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio


    Esemplificando, il riscatto del contributi per il periodo di laurea (quello che nel proprio profile inps è Home / Prestazioni e Servizi / Riscatto di laurea) rientra nel punto 2, dunque è deducibile?
    Se è così, è possibile averne la fonte giuridica o normativa?
    Ciao. Deduco (io) che tu non abbia dimestichezza col mezzo e degli argomenti. Niente di male. In ogni caso e' l'art. 10 del TUIR. Per non perderti in letture che ti saranno ostiche ti invito a guardare: Riscatto laurea agevolato, e prevista la detrazione dall'Irpef o la deduzione? - la Repubblica

    In ogni caso sono temi abbastanza banali, nessuna particolare gestione. Un CAF non fiatera' vedendo l'attestato annuale INPS

  5. #465

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    Citazione Originariamente Scritto da Pampirola Visualizza Messaggio
    Ciao. Deduco (io) che tu non abbia dimestichezza col mezzo e degli argomenti. Niente di male. In ogni caso e' l'art. 10 del TUIR. Per non perderti in letture che ti saranno ostiche ti invito a guardare: Riscatto laurea agevolato, e prevista la detrazione dall'Irpef o la deduzione? - la Repubblica

    In ogni caso sono temi abbastanza banali, nessuna particolare gestione. Un CAF non fiatera' vedendo l'attestato annuale INPS
    Grazie.
    Esatto, non ho molta dimestichezza con il tema.
    Da quanto comprendo, quanto verso per riscattare il periodo di laurea o dottorato o master universitario viene interamente dedotto, e quanto verso per riscattare i periodi non coperti da contribuzione viene parzialmente detratto (50%, in 5 quote, una per ogni anno fiscale).
    Ok, ci siamo......

    Domanda: in entrambi i casi vengono vengono riconosciute le settimane che poi concorrono sia al diritto, sia alla misura?


    Esempio

    Sono stato iscritto all'università dal settembre 1998 al marzo 2004. Laurea a marzo 2004. Da aprile 2004 a dicembre 2004 non ho lavorato.
    Mi hanno assunto il 1/1/2004.

    Faccio domanda per riscatto della laurea per 3 mesi solari (1.1.2004-31.3.2004), pago e mi riconoscono 13 settimane al diritto.
    Quello che verso me lo deduco al 100%.

    Poi faccio domanda per il riscatto di 9 mesi non coperti da contribuzione (1.4.2004-31.12.2004), pago e mi riconoscono altre 39 settimane al diritto.
    Quello che verso me lo detraggo al 50% in 5 anni.



    Ho fatto una simulazione sul sito dell'INPS.
    Ho provato a vedere quanto costava riscattare solo 1 mese: gennaio 2004.
    Premesso che sono dipendente a tempo indeterminato e che non mi risulta che io abbia un reddito da lavoro lordo mensile di 3350 euro, non capisco se la simulazione mi sta dicendo che devo pagare la cifra in rosso o quella in verde.


    Riscatto laurea parte seconda-2.jpg


    Mi aiutate a capire?
    Grazie
    Ultima modifica di nonalias; 04-08-20 alle 11:10

  6. #466
    L'avatar di Pampirola
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    113
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    8147170
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    Grazie.
    Esatto, non ho molta dimestichezza con il tema.
    Da quanto comprendo, quanto verso per riscattare il periodo di laurea o dottorato o master universitario viene interamente dedotto, e quanto verso per riscattare i periodi non coperti da contribuzione viene parzialmente detratto (50%, in 5 quote, una per ogni anno fiscale).
    Ok, ci siamo......

    Domanda: in entrambi i casi vengono vengono riconosciute le settimane che poi concorrono sia al diritto, sia alla misura?


    Esempio

    Sono stato iscritto all'università dal settembre 1998 al marzo 2004. Laurea a marzo 2004. Da aprile 2004 a dicembre 2004 non ho lavorato.
    Mi hanno assunto il 1/1/2004.

    Faccio domanda per riscatto della laurea per 3 mesi solari (1.1.2004-31.3.2004), pago e mi riconoscono 13 settimane al diritto.
    Quello che verso me lo deduco al 100%.

    Poi faccio domanda per il riscatto di 9 mesi non coperti da contribuzione (1.4.2004-31.12.2004), pago e mi riconoscono altre 39 settimane al diritto.
    Quello che verso me lo detraggo al 50% in 5 anni.



    Ho fatto una simulazione sul sito dell'INPS.
    Ho provato a vedere quanto costava riscattare solo 1 mese: gennaio 2004.
    Premesso che sono dipendente a tempo indeterminato e che non mi risulta che io abbia un reddito da lavoro lordo mensile di 3350 euro, non capisco se la simulazione mi sta dicendo che devo pagare la cifra in rosso o quella in verde.


    Riscatto laurea parte seconda-2.jpg


    Mi aiutate a capire?
    Grazie
    Ciao. Guarda, in realta' e' molto semplice e l'esempio che hai fatto presenta gia' dei problemi.
    - Il riscatto laurea: per l'INPS ogni anno di corso (solo durata legale, non fuori corso) vale dal 1' novembre al 31-12 dell'anno e dal 1' gennaio al 31 ottobre dell'anno seguente. Quindi non esistono ne' settembre ne' marzo.
    - Il riscatto costa: o il 33% della tua ultima RAL (ultimi 12 mesi) per ogni anno riscattato, oppure, come nell'esempio, circa 5.200€ all'anno se lo fai in agevolato (su RAL di circa 17.000€). In entrambi i casi al 100% DEDUCIBILE (senza limiti se non il reddito utile stesso)
    - la pace contributiva costa sempre e solo il 33% della tua ultima RAL (12 mesi) ed e' DETRAIBILE al 50% in 5 rate del 20% (quindi del 10%).

    Cosa puoi fare?
    - riscatti l'ultimo anno di universita' (o le ultime settimane dello stesso) in rata unica e dal 1' novembre all'assunzione fai successivamente al pagamento domanda per la PACE (io ho fatto cosi')
    - riscatti le PRIME settimane di universita' in rata unica in modo da chiudere successivamente sia il buco dal 1' novembre del termine dal V' anno all'assunzione (p.to precedente) e in piu' il periodo 1' gennaio-31 ottobre dell'anno di iscrizione all'universita'. Il resto dell'universita' lo riscatti quando ne hai voglia rateizzato in 10 anni, con agevolato o in base alla tua RAL.

  7. #467

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    Citazione Originariamente Scritto da Pampirola Visualizza Messaggio
    - Il riscatto laurea: per l'INPS ogni anno di corso (solo durata legale, non fuori corso) vale dal 1' novembre al 31-12 dell'anno e dal 1' gennaio al 31 ottobre dell'anno seguente. Quindi non esistono ne' settembre ne' marzo.

    Dunque non è possibile riscattare solo una parte dell'anno svolto all'università?
    Eppure il simulatore da la possibilità di "provare" anche solo 1 mese.......

    Mi resta il dubbio di quale cifra dovrei poi versare: quella verde o quella in rosso?

  8. #468
    L'avatar di Pampirola
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    113
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    8147170
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    Dunque non è possibile riscattare solo una parte dell'anno svolto all'università?
    Eppure il simulatore da la possibilità di "provare" anche solo 1 mese.......

    Mi resta il dubbio di quale cifra dovrei poi versare: quella verde o quella in rosso?
    Ciao.
    Si che puoi riscattare un solo mese, ma non potrai mai riscattare il mese di gennaio 2004 se la tua laurea quinquennale si e' conclusa, come durata per l'INPS, il 31 ottobre del 2003. Potrai riscattare dal 1-10-2003 al 31-10-2003. Il periodo "fuori corso" non vale. Su quello potrai fare la Pace in un secondo tempo.
    La cifra maggiore e' col calcolo ordinario, il 33% della tua RAL. La cifra inferiore e' col riscatto agevolato, che ti accredita contributi come se tu avessi avuto una RAL di circa 16K/annui (la meta' del tuo attuale stipendio). In sostanza, una soluzione costa la meta' dell'altra ma ti "carica" anche il 50% dei contributi, ergo pensione inferiore a fronte di spesa inferiore.
    Questo vale per il riscatto laurea. Per la pace contributiva sara' sempre e solo il 33% del tuo stipendio.

  9. #469

    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    790
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    18465204
    Citazione Originariamente Scritto da Pampirola Visualizza Messaggio
    Ciao.
    Si che puoi riscattare un solo mese, ma non potrai mai riscattare il mese di gennaio 2004 se la tua laurea quinquennale si e' conclusa, come durata per l'INPS, il 31 ottobre del 2003. Potrai riscattare dal 1-10-2003 al 31-10-2003. Il periodo "fuori corso" non vale. Su quello potrai fare la Pace in un secondo tempo.
    La cifra maggiore e' col calcolo ordinario, il 33% della tua RAL. La cifra inferiore e' col riscatto agevolato, che ti accredita contributi come se tu avessi avuto una RAL di circa 16K/annui (la meta' del tuo attuale stipendio). In sostanza, una soluzione costa la meta' dell'altra ma ti "carica" anche il 50% dei contributi, ergo pensione inferiore a fronte di spesa inferiore.
    Questo vale per il riscatto laurea. Per la pace contributiva sara' sempre e solo il 33% del tuo stipendio.
    Tutto chiarissimo.

    E (come scritto sopra) i versamenti a titolo di riscatto della Laurea si deducono, mentre i versamenti a titolo di "pace contributivi" si detraggono.


    Ti faccio una domanda, Pampirola: esiste un limite di deducibilità annuale per i versamenti fatti per il riscatto della Laurea?
    Quelli che verso al fondo pensione personale hanno un tetto annuale di 5.164,57 euro.
    Potrebbe essere che esiste il medesimo tetto anche per i versamenti fatti all'Inps a titolo di riscatto della Laurea?

  10. #470
    L'avatar di Pampirola
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    113
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    8147170
    Citazione Originariamente Scritto da nonalias Visualizza Messaggio
    Tutto chiarissimo.

    E (come scritto sopra) i versamenti a titolo di riscatto della Laurea si deducono, mentre i versamenti a titolo di "pace contributivi" si detraggono.


    Ti faccio una domanda, Pampirola: esiste un limite di deducibilità annuale per i versamenti fatti per il riscatto della Laurea?
    Quelli che verso al fondo pensione personale hanno un tetto annuale di 5.164,57 euro.
    Potrebbe essere che esiste il medesimo tetto anche per i versamenti fatti all'Inps a titolo di riscatto della Laurea?
    Ciao. No, non esiste. Logico che se in rata unica versi 50k e hai redditi IRPEF per 35k, perderai la parte che non e' compensabile. Ma questo vale per ogni deduzione.

Accedi