Partita IVA e messa in regola
Bio-on: il grande crollo in Borsa era prevedibile?
A scommettere al ribasso su Bio-on non è stato solo il fondo speculativo Quintessential. Già ben prima dell’emergere a luglio delle accuse sulla società di bioplastiche da parte del fondo …
Manovra: braccio di ferro Renzi-Di Maio su quota 100. A mezzanotte scade termine invio bilancio a Ue
Alta tensione nel governo M5S-PD, con l'importo della manovra per il 2020 che rischia anche di salire oltre quota 30 miliardi. E' caccia alle coperture, mentre si litiga su Quota …
ENI: analisti vedono terzo trimestre debole, l?impatto della crescita in Norvegia
Tempi difficili per le oil company, strette fra la perdurante debolezza del prezzo del petrolio e la svolta dell?economia globale verso orizzonti sostenibili. Così, analisti e investitori stanno cominciando a …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    1,486
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    1368 Post(s)
    Potenza rep
    42949676

    Partita IVA e messa in regola

    Salve a tutti, ho un quesito che vorrei proporvi che non riesco a risolvere da solo (causa mia ignoranza, magari a voi apparirà ridicolo).

    Da qualche mese lavoro per una impresa locale (scuola privata) della mia città che fa doposcuola e lezioni individuali per studenti universitari, liceali e scuole inferiori come docente. Svolgo anche l'attività di docente privato per conto mio da svariato tempo. Ancora non ho discusso col titolare della regolarizzazione del lavoro (vengo pagato direttamente dopo la lezione) ma vorrei chiedervi: se fossi un dipendente regolare - cosa che chiederò prossimamente - avrei anche io la partita IVA dell'impresa presso la quale lavoro? E se così fosse, potrei usare quella stessa partita IVA per regolarizzare un eventuale mio lavoro da docente privato "in proprio"? (ovvero per i fatti miei, non da dipendente presso quella scuola privata)

    Se invece non potessi, per regolarizzare la mia attività da docente privato (non quella che faccio con la scuola privata) dovrei aprire la mia partita IVA. Ho trovato in questo link delle utili indicazioni: Partita IVA da docente privato: come aprire e quali sono i costi?

    Potete dirmi se il link è veritiero al 100%? Potrei quindi avviare la mia attività da docente privato (per i fatti miei) e pagare solo il 5% di quello che guadagno annualmente? Ci sono altre spese?

    Ciò che mi infastidirebbe sarebbero eventuali spese che non tengono conto del fatturato (che trovo infami).

    Infine, lavorando da docente privato per i fatti miei e come docente presso la scuola privata di cui ho parlato all'inizio, dovrei comunque aprire soltanto una partita IVA?

  2. #2

    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    1,486
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    1368 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Nessuno sa rispondermi ...?

Accedi