Conto bancario con titoli azionari ereditato - Pagina 2
Outlook Kairos: contesto sfidante anche i prossimi mesi, Fugnoli individua l’elemento che in futuro innescherÓ la svolta per Fed e mercati
Siamo quasi giunti al termine di un anno che rimarrÓ nella storia per diversi motivi, dalla guerra in Ucraina, all?inflazione sui massimi da decenni, ma anche per le performance negative dei mercati, con nessuna asset class che Ŕ riuscita a sfuggire alle vendite. Il mercato obbligazionario a livello globale ha registrato un -20% nominale da
Impennata rendimenti Btp rende meno attraenti gli yield di Enel e delle altre utility di Piazza Affari. Pesa anche il rebus bollette/pagamenti
Alea iacta est, il dado Ŕ tratto. Il timore di stop delle forniture di gas dalla Russia si era giÓ concretizzato con l?annuncio da parte di Gazprom della chiusura a tempo indeterminato di Nord Stream 1, come risposta di Putin al tetto al prezzo del petrolio russo deciso dai Paesi del G7. Nella giornata di
UniCredit, Orcel su governo Meloni: ‘mercati esagerati con Italia, cresce pi¨ di Italia e Germania e ricchezza famiglie supera 10.000 MLD’
Il numero uno di UniCredit Andrea Orcel conferma di riporre fiducia  nelle potenzialità dell'Italia e non vede grandi problemi per il paese dop
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di marc_
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    687
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    7 Post(s)
    Potenza rep
    23637418
    Citazione Originariamente Scritto da xmagox Visualizza Messaggio
    A e B hanno un conto cointestato Y a firme disgiunte nella banca X.
    B ha anche un altro conto singolo Z intestato solo a B nella stessa banca X.
    Secondo voi, nel momento in cui A viene a mancare, B pu˛ pretendere dalla banca il trasferimento di tutto ci˛ che Ŕ nel conto cointestato Y (contanti+titoli di stato+azioni) nel suo conto singolo Z presso la stessa banca X e la chiusura del conto cointestato Y senza attendere gli esiti della successione?
    assolutamente no

  2. #12
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,118
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    654 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da marc_ Visualizza Messaggio
    assolutamente no
    per quale motivo?

    non mi Ŕ chiaro perchŔ se il conto Ŕ cointestato vuol dire che appartiene anche a B, dunque perchŔ B deve aspettare gli esiti della successione per prendersi ci˛ che Ŕ giÓ suo?
    se fosse davvero cosý allora che difefrenza c'Ŕ tra conto cointestato e conto con singolo intestatario?

  3. #13
    L'avatar di FrankB
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    18,217
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    156 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Se e' cointestato io credo la disponibilita sia immediata, come era prima del decesso. La tassazione potrebbe riguardare il 50% del valore. Questo sarebbe bello se un esperto ce lo dicesse con certezza.

  4. #14
    L'avatar di marc_
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    687
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    7 Post(s)
    Potenza rep
    23637418
    Citazione Originariamente Scritto da xmagox Visualizza Messaggio
    per quale motivo?

    non mi Ŕ chiaro perchŔ se il conto Ŕ cointestato vuol dire che appartiene anche a B, dunque perchŔ B deve aspettare gli esiti della successione per prendersi ci˛ che Ŕ giÓ suo?
    se fosse davvero cosý allora che difefrenza c'Ŕ tra conto cointestato e conto con singolo intestatario?

    ..Ŕ vero, le somme su un c,c cointestato si presumono di proprietÓ dei cointestarari in egual misura, fino a prova contraria..
    in caso di decesso di un cointestario, l'altro ha piena disponibilitÓ del saldo anche dopo la morte,ma e ci˛ fino ad opposizione degli eredi che potrebbero far sorgere responsabilitÓ della banca qualora questi autorizzi utilizzi del cointestario vivo oltre la quota di sua spettanza.., da qui la prassi bancaria che opta per un congelamento del conto appena ha notizia del decesso, cio evita alla banca qualsiasi responsabilitÓ qualora GLI EREDI abbiano notificato alla banca di non autorizzare operazioni compiute dall'intestatario in vita oltre la sua quota..,..

  5. #15
    L'avatar di ontherun
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    63
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    4 Post(s)
    Potenza rep
    859014
    Citazione Originariamente Scritto da FrankB Visualizza Messaggio
    Non ci capisco piu niente. Ma allora voi gia avevate accesso al conto ?


    Questo invece ha un senso. L'importo ereditato e' il valore di mercato fissato il giorno dell' eredita. Non c'entra niente averle vendute o no.


    Questo credo sia il caso. Voi non potete disporre delle azioni prima di entrare legalmente in possesso dell' eredita. Aver chiesto di venderle non conta in quanto non avevate titolo per farlo e giustamente l'impiegato non ha eseguito.
    Le azioni non "sono sul mercato" ma nel, a questo punto vostro, deposito titoli, fino a quando non fate l'ordine di vendita. L'ordine che credete di aver fatto in precedenza non e' valido, ne dovete fare uno nuovo.
    Salve,

    ho omesso di riportare un particolare anche se non so se nel caso di eventuali operazioni sul conto titolo possa avere (avuto) importanza...

    io avevo un documento dove ero autorizzato a porre la mia firma per effettuare movimenti di denaro sul c/c di mio padre, emittere assegni e probabilmente altro che non saprei meglio.

    Marco

  6. #16
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,118
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    654 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da marc_ Visualizza Messaggio
    ..Ŕ vero, le somme su un c,c cointestato si presumono di proprietÓ dei cointestarari in egual misura, fino a prova contraria..
    in caso di decesso di un cointestario, l'altro ha piena disponibilitÓ del saldo anche dopo la morte,ma e ci˛ fino ad opposizione degli eredi che potrebbero far sorgere responsabilitÓ della banca qualora questi autorizzi utilizzi del cointestario vivo oltre la quota di sua spettanza.., da qui la prassi bancaria che opta per un congelamento del conto appena ha notizia del decesso, cio evita alla banca qualsiasi responsabilitÓ qualora GLI EREDI abbiano notificato alla banca di non autorizzare operazioni compiute dall'intestatario in vita oltre la sua quota..,..
    posto che NON ci sono opposizioni degli eredi e che la cosa Ŕ del tutto pacifica, la domanda Ŕ questa: in che modo la banca ha notizia del decesso?
    se non lo si comunica alla banca e si chiede il trasferimento del contante+titoli di stato+azioni sul conto di B e la chiusura del conto cointestato e dell'annesso deposito titoli la banca pu˛ rifiutarsi?

  7. #17
    L'avatar di FrankB
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    18,217
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    156 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da ontherun Visualizza Messaggio
    io avevo un documento dove ero autorizzato a porre la mia firma per effettuare movimenti di denaro sul c/c di mio padre, emittere assegni e probabilmente altro che non saprei meglio.
    Cosa era ? Una procura ? Cessa di validita col decesso.

    Citazione Originariamente Scritto da xmagox Visualizza Messaggio
    in che modo la banca ha notizia del decesso?
    Quando ero piccolo e i miei genitori prendevano l'aereo mi lasciavano sempre un assegno firmato, just in case...

  8. #18
    L'avatar di marc_
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    687
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    7 Post(s)
    Potenza rep
    23637418
    Citazione Originariamente Scritto da xmagox Visualizza Messaggio
    posto che NON ci sono opposizioni degli eredi e che la cosa Ŕ del tutto pacifica, la domanda Ŕ questa: in che modo la banca ha notizia del decesso?
    se non lo si comunica alla banca e si chiede il trasferimento del contante+titoli di stato+azioni sul conto di B e la chiusura del conto cointestato e dell'annesso deposito titoli la banca pu˛ rifiutarsi?

    se la banca non ha conoscenza del decesso non si configura nessuna responsabilitÓ della stessa, anche se per operazioni di chiusura di conto cointestato a firme disgiunte non Ŕ scontato che a tutte le banche basti una sola firma..,..il decesso viene cmq comunicato dagli eredi...

  9. #19
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,118
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    654 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da marc_ Visualizza Messaggio
    se la banca non ha conoscenza del decesso non si configura nessuna responsabilitÓ della stessa, anche se per operazioni di chiusura di conto cointestato a firme disgiunte non Ŕ scontato che a tutte le banche basti una sola firma..,..il decesso viene cmq comunicato dagli eredi...
    ...quindi se gli eredi non comunicano...

  10. #20
    L'avatar di FrankB
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    18,217
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    156 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Ho letto un thread un po' di tempo fa di un erede che si e' presentato in banca si e' sentito dire che il comune (piccolo paese) aveva comunicato non solo il decesso, ma anche la malattia grave.

    Un caso da scriverci un racconto stile Giovanni Verga

Accedi