Deposito titoli in successione
ENI: analisti vedono terzo trimestre debole, l?impatto della crescita in Norvegia
Tempi difficili per le oil company, strette fra la perdurante debolezza del prezzo del petrolio e la svolta dell?economia globale verso orizzonti sostenibili. Così, analisti e investitori stanno cominciando a …
Banco Bpm incontenibile in Borsa, tutti i pro e i contro di una fusione con UBI
La possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi Banca continua a tenere banco a Piazza Affari. L?unione tra il terzo e quarto gruppo bancario italiano porterebbe alla creazione di un …
Trump minaccia sanzioni potenti contro la Turchia, lira scende ma non affonda. Trader scettici
Così il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg: "E' assurdo pensare a sanzioni per un Paese e allo stesso tempo parlare dell'adesione all'Ue".
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    81
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    859004

    Deposito titoli in successione

    Ciao a tutti,
    dopo il decesso di mio padre avvenuto qualche mese fa, la banca ha bloccato il conto corrente legato a un deposito titoli. La banca ha voluto l'atto notorio per consegnarci il certificato degli attivi/passivi che poi noi abbiamo consegnato al notaio per avviare la pratica di successione da questo punto poi successivamente presumo che il notaio ci rilasci una carta sul quale sono designati gli eredi e le quote spettanti ad ognuno ( comunque gli unici eredi siamo io e mia madre, entrambi su quel conto avevamo, insieme a mio padre sia la delega che la firma ). Ma da questo punto in poi per me è buio completo, e vorrei capire il meccanismo che la banca adotta in questo caso (successione) per quanto riguarda il deposito titoli nel quale sono presenti alcune azioni titoli di stato fondi comuni e obbligazioni della banca stessa. Qualcuno mi ha detto che la banca vende le azioni e le ricompra con i nomi dei nuovi intestatari (gli eredi). Ma in questo caso si genera un capital gain; non solo la vendita e il successivo riacuisto comporta delle commissioni richieste dalla banca. Giusto?
    Lo stesso discorso vale anche per gli altri prodotti finanziari tipo bot e btp?
    Il capital-gain generato viene calcolato al giorno del decesso di mio padre oppure alla data di acquisto delle azioni? Ad esempio se ho aquistato delle azioni fiat nel 2000 a 200, mentre nel giorno del decesso di mio padre quotavano 100 e oggi quotano 110, genero una plus-valenza di 10 oppure una minus-valenza di 90?
    Scusate ma non capisco il procedimento, potreste gentilmente farmi capire meglio magari con qualche esempio che cosa accade al deposito titoli in successione? Ma soprattutto vorrei sapere se e quanto dovrebbe costarmi tutto questo (io ho Intesa San Paolo)? Magari anche sapreste gentilmente consigliarmi qualche sistema più economico?

    Ringraziando per i vostri preziosi consigli.
    Saluti Galatea

  2. #2

    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    1,484
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    11 Post(s)
    Potenza rep
    15422052
    Citazione Originariamente Scritto da galatea Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    dopo il decesso di mio padre avvenuto qualche mese fa, la banca ha bloccato il conto corrente legato a un deposito titoli. La banca ha voluto l'atto notorio per consegnarci il certificato degli attivi/passivi che poi noi abbiamo consegnato al notaio per avviare la pratica di successione da questo punto poi successivamente presumo che il notaio ci rilasci una carta sul quale sono designati gli eredi e le quote spettanti ad ognuno ( comunque gli unici eredi siamo io e mia madre, entrambi su quel conto avevamo, insieme a mio padre sia la delega che la firma ). Ma da questo punto in poi per me è buio completo, e vorrei capire il meccanismo che la banca adotta in questo caso (successione) per quanto riguarda il deposito titoli nel quale sono presenti alcune azioni titoli di stato fondi comuni e obbligazioni della banca stessa. Qualcuno mi ha detto che la banca vende le azioni e le ricompra con i nomi dei nuovi intestatari (gli eredi). Ma in questo caso si genera un capital gain; non solo la vendita e il successivo riacuisto comporta delle commissioni richieste dalla banca. Giusto?
    Lo stesso discorso vale anche per gli altri prodotti finanziari tipo bot e btp?
    Il capital-gain generato viene calcolato al giorno del decesso di mio padre oppure alla data di acquisto delle azioni? Ad esempio se ho aquistato delle azioni fiat nel 2000 a 200, mentre nel giorno del decesso di mio padre quotavano 100 e oggi quotano 110, genero una plus-valenza di 10 oppure una minus-valenza di 90?
    Scusate ma non capisco il procedimento, potreste gentilmente farmi capire meglio magari con qualche esempio che cosa accade al deposito titoli in successione? Ma soprattutto vorrei sapere se e quanto dovrebbe costarmi tutto questo (io ho Intesa San Paolo)? Magari anche sapreste gentilmente consigliarmi qualche sistema più economico?

    Ringraziando per i vostri preziosi consigli.
    Saluti Galatea
    mi meraviglio che nella tua banca non ti abbiano dato queste risposte, comunque se chi seguiva papa' vi conosceva anche prima dovrebbe fare tutto quanto puo' per agevolarvi anche perche' voi probabilmente siete esenti dalla tassazione in quanto beneficiate di 2000000 di franchigia.
    le obbligazioni e i fondi passeranno a voi due (salvo Vs.indicazioni diverse) le azioni a chi volete (ma ad una solo) senza che siano vendute

  3. #3
    L'avatar di brushless
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,796
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    132 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da galatea Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    dopo il decesso di mio padre avvenuto qualche mese fa, la banca ha bloccato il conto corrente legato a un deposito titoli. La banca ha voluto l'atto notorio per consegnarci il certificato degli attivi/passivi che poi noi abbiamo consegnato al notaio per avviare la pratica di successione da questo punto poi successivamente presumo che il notaio ci rilasci una carta sul quale sono designati gli eredi e le quote spettanti ad ognuno ( comunque gli unici eredi siamo io e mia madre, entrambi su quel conto avevamo, insieme a mio padre sia la delega che la firma ). Ma da questo punto in poi per me è buio completo, e vorrei capire il meccanismo che la banca adotta in questo caso (successione) per quanto riguarda il deposito titoli nel quale sono presenti alcune azioni titoli di stato fondi comuni e obbligazioni della banca stessa. Qualcuno mi ha detto che la banca vende le azioni e le ricompra con i nomi dei nuovi intestatari (gli eredi). Ma in questo caso si genera un capital gain; non solo la vendita e il successivo riacuisto comporta delle commissioni richieste dalla banca. Giusto?
    Lo stesso discorso vale anche per gli altri prodotti finanziari tipo bot e btp?
    Il capital-gain generato viene calcolato al giorno del decesso di mio padre oppure alla data di acquisto delle azioni? Ad esempio se ho aquistato delle azioni fiat nel 2000 a 200, mentre nel giorno del decesso di mio padre quotavano 100 e oggi quotano 110, genero una plus-valenza di 10 oppure una minus-valenza di 90?
    Scusate ma non capisco il procedimento, potreste gentilmente farmi capire meglio magari con qualche esempio che cosa accade al deposito titoli in successione? Ma soprattutto vorrei sapere se e quanto dovrebbe costarmi tutto questo (io ho Intesa San Paolo)? Magari anche sapreste gentilmente consigliarmi qualche sistema più economico?

    Ringraziando per i vostri preziosi consigli.
    Saluti Galatea
    Cosa intendi per "avere sia la delega che la firma?"
    Se eravate cointestatari del c/c potete esigere subito una parte del saldo liquido alla data del decesso, anche se e' bloccato. Se eravate solo delegati, c'e' da aspettare.
    I titoli non vengono venduti e ricomprati ma trasferiti sul nuovo dossier titoli, e non dovrebbe essere conteggiato nessun capital gain in quanto nell'ambito di una successione non viene considerata "cessione" di beni.
    Non ci sono costi, se non quelli legati all'apertura di nuovo c/c e dossier titoli. ovvero i bolli e le spese di tenuta conto/amministrazione titoli.
    Non ci sono altre soluzioni piu' economiche.

  4. #4

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    81
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    859004
    Quindi intendi dire che semplicemente verrà aperto un nuovo dossier titoli e quindi un nuovo C/C con il nome di mia madre e il mio e su questo vengono semplicemente girate le azioni i titoli di stato ecc ecc.
    Ma l'impiegata della banca mi ha parlato di capital-gain......
    Io avevo richiesto oltre al certificato degli attivi e passivi anche un estratto conto delle minus e plus valenze a carico di mia madre. E l'impiegata mi ha rispossto che per averlo aggiornato bisogna aspettare almeno un mese dopo la successione. Per questo mi è venuto il dubbio che vengano vendute e riacquistate......
    Inoltre vorrei chiedere a successione avvenuta posso comunque mantenere le mie quote ereditate nello stesso conto corrente con mia madre senza doverne aprire un'altro?
    Nel senso che vorrei lasciare tutto così com'è ora. Non so se mi sono spiegata!

    Molte grazie Galatea

  5. #5
    L'avatar di brushless
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    2,796
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    132 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da galatea Visualizza Messaggio
    Quindi intendi dire che semplicemente verrà aperto un nuovo dossier titoli e quindi un nuovo C/C con il nome di mia madre e il mio e su questo vengono semplicemente girate le azioni i titoli di stato ecc ecc.
    Ma l'impiegata della banca mi ha parlato di capital-gain......
    Io avevo richiesto oltre al certificato degli attivi e passivi anche un estratto conto delle minus e plus valenze a carico di mia madre. E l'impiegata mi ha rispossto che per averlo aggiornato bisogna aspettare almeno un mese dopo la successione. Per questo mi è venuto il dubbio che vengano vendute e riacquistate......
    Inoltre vorrei chiedere a successione avvenuta posso comunque mantenere le mie quote ereditate nello stesso conto corrente con mia madre senza doverne aprire un'altro?
    Nel senso che vorrei lasciare tutto così com'è ora. Non so se mi sono spiegata!

    Molte grazie Galatea
    il conto che viene aperto agli eredi e' un conto ordinario che potra' essere usato chiaramente anche dopo la successione.
    il fatto che tua madre avesse delle minus/plus generate precedentemente e che tu ne voglia una certificazione e' diverso dal fatto che gli attuali titoli debbano essere trasferiti senza generare nuove plus/minus.
    Le vecchie minus /plus non sono trasferibili agli eredi.
    I titoli vanno trasferiti al prezzo storico, e non producono capital gain, trattandosi di successione.
    Quindi nulla da pagare, nulla da far caricare sul nuovo dossier a livello di vecchie minus/plus, ne' a credito, ne' a debito.
    Di' all'impiegata che te l'ho detto io !

  6. #6
    L'avatar di amoanto
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    9,770
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Non sò sei sia il posto giusto , e eventualmente mi scuso , volevo sapere da qualcuno se sa dirmi se ci sono problemi nel trasferire parte di quote di btp , cct e obbligazioni ad un'altra persono su altro conto ??????????? Per esempio un di 50000 quote btp ne voglio dare 25000 a mio fratello , devo obbligatoriamente vendere e dare il contante equivalente o posso trasferire le quote direttamente sul proprio dossier titoli ??????

  7. #7

    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da amoanto Visualizza Messaggio
    Non sò sei sia il posto giusto , e eventualmente mi scuso , volevo sapere da qualcuno se sa dirmi se ci sono problemi nel trasferire parte di quote di btp , cct e obbligazioni ad un'altra persono su altro conto ??????????? Per esempio un di 50000 quote btp ne voglio dare 25000 a mio fratello , devo obbligatoriamente vendere e dare il contante equivalente o posso trasferire le quote direttamente sul proprio dossier titoli ??????
    puoi trasferire i titoli nominali a tuo fratello senza dover vendere sul mercato e dargli i soldi. questo trasferimento però viene calcolato dalla banca come fosse una vendita, dunque tuo fratello prende in carico i titoli al prezzo del giorno di girata e tu paghi la plus se ce n'è.


    P.S.: vedo adesso il tuo avatar da 'gobbo' (senza offesa, eh !): pensa te, un interista che parla con uno juventino......dai che è l'inizio della 'distensione' !!! ciao, mauro

  8. #8
    L'avatar di airluke
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Messaggi
    3,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    251 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da galatea Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    dopo il decesso di mio padre avvenuto qualche mese fa, la banca ha bloccato il conto corrente legato a un deposito titoli. La banca ha voluto l'atto notorio per consegnarci il certificato degli attivi/passivi che poi noi abbiamo consegnato al notaio per avviare la pratica di successione da questo punto poi successivamente presumo che il notaio ci rilasci una carta sul quale sono designati gli eredi e le quote spettanti ad ognuno ( comunque gli unici eredi siamo io e mia madre, entrambi su quel conto avevamo, insieme a mio padre sia la delega che la firma ). Ma da questo punto in poi per me è buio completo, e vorrei capire il meccanismo che la banca adotta in questo caso (successione) per quanto riguarda il deposito titoli nel quale sono presenti alcune azioni titoli di stato fondi comuni e obbligazioni della banca stessa. Qualcuno mi ha detto che la banca vende le azioni e le ricompra con i nomi dei nuovi intestatari (gli eredi). Ma in questo caso si genera un capital gain; non solo la vendita e il successivo riacuisto comporta delle commissioni richieste dalla banca. Giusto?
    Lo stesso discorso vale anche per gli altri prodotti finanziari tipo bot e btp?
    Il capital-gain generato viene calcolato al giorno del decesso di mio padre oppure alla data di acquisto delle azioni? Ad esempio se ho aquistato delle azioni fiat nel 2000 a 200, mentre nel giorno del decesso di mio padre quotavano 100 e oggi quotano 110, genero una plus-valenza di 10 oppure una minus-valenza di 90?
    Scusate ma non capisco il procedimento, potreste gentilmente farmi capire meglio magari con qualche esempio che cosa accade al deposito titoli in successione? Ma soprattutto vorrei sapere se e quanto dovrebbe costarmi tutto questo (io ho Intesa San Paolo)? Magari anche sapreste gentilmente consigliarmi qualche sistema più economico?

    Ringraziando per i vostri preziosi consigli.
    Saluti Galatea
    ciao scusa ma in cosa consiste questo atto notorio?

  9. #9
    L'avatar di Andrea4891
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    25,617
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1510 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da airluke Visualizza Messaggio
    ciao scusa ma in cosa consiste questo atto notorio?
    dopo 2 anni e mezzo

    dal contesto deduco sia un'autocertificazione sostitutiva

    l'atto notorio le banche lo chiedono, semmai, per l'attribuzione definitiva delle quote ereditarie ai veri eredi (e solo per eredità sostanziose)

  10. #10
    L'avatar di airluke
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Messaggi
    3,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    251 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea4891 Visualizza Messaggio
    dopo 2 anni e mezzo

    dal contesto deduco sia un'autocertificazione sostitutiva

    l'atto notorio le banche lo chiedono, semmai, per l'attribuzione definitiva delle quote ereditarie ai veri eredi (e solo per eredità sostanziose)
    Mi hanno richiesto l'atto notorio per un deposito titoli di € 100.000 (è sostanzioso).
    Volevo capire cosa c'è scritto nell'atto notorio...

Accedi