Deposito titoli in successione - Pagina 2
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di PassionFruit
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    1,921
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    partendo dal fondo: l'atto notorio è una attestazione degli eredei del de cuius fatta davanti a notaio o pubblico ufficiale, alla presenza di testimoni.

    poi: i titoli caduti in successione verranno girati agli eredi AL VALORE INDICATO DAGLI EREDI NELLA DICH DI SUCCESSIONE.
    la banca non commenta.. prende la dichiarazione e gira i titoli a quel valore (che sarà stato indicato a cura degli eredei appunto).

    per cronaca il valore corretyto da indicare nella dich di successione, ai fini fiscali, non è il costo storico di acquisto, ma il valore al momento del decesso (per le azioni è la media degli ultimi 3 mesi prima del decesso.. sì insomma, ci sono un pò di particolarità).

    le minus in capo al de cuius non sono utilizzabili dagli eredi.

    per girare una parte della somma ad es al fratello bisognerà prima ricevere i titoli in qualità di eredi, poi se ne potrà liberamente disporre.
    il giro al fratello, se concesso dalla banca (non tutte lo fanno fare perchè vogliono sia fatta una vendita ed eventuale successivo riacquisto, ai fini fiscali non cambia ma cambia a livello commissionale per la banca) equivarrà cmq ad una compravendita (genererà quindi plus o minus).

    il costo della successione in ISP è elencato nei fogli informativi, chiedi alla tua filiale. si va da un minimo di 16 e a un massimo di 105 +, in teoria, 100 € per ogni titolo girato... ma qui quanto viene applicato effettivamente dipende da filiale a filiale, c'è un pò di discrezionalità sul tema.

    dovrai per forza aprire un nuovo conto con tua mamma (quello con il nome del papà dovrà essere chiuso). sappi cmq che sempre in ISP hai la possibilità di avere il c/c gratuito (almeno per dcue anni, o forse anche a tempo indeterminato.. non ricordo di preciso) in quanto erede.
    informati e non aver para di chiedere in banca, sono lì apposta!

  2. #12
    L'avatar di Andrea4891
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    25,628
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1516 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da PassionFruit Visualizza Messaggio
    partendo dal fondo: l'atto notorio è una attestazione degli eredei del de cuius fatta davanti a notaio o pubblico ufficiale, alla presenza di testimoni.

    ...
    solo per mettere qualche puntino sulle i ... e magari pure sulle u

    nell'atto notorio i ""testimoni"" dichiarano
    a) di non essere parenti affini etc nè del de cuius nè degli eredi
    b) che "per quanto a loro conoscenza" gli eredi del cadavere sono Tizio, Caia, Sempronio, Pinco, Pallina, etc, e non esistono altri eredi

    ... che poi io non ho mai capito chi vogliamo prendere per i fondelli ... se uno non è di famiglia come fa a essere a conoscenza di certe cose

    credo che l'atto notorio non venga richiesto nel caso di successione testamentaria

    ps - l'atto notorio si può fare davanti al cancelliere del tribunale, mettendosi in fila settimane o mesi, e trovando due "testimoni" che non si facciano intimidire dalle formule di rito del giuramento; il costo consiste nei bolli per l'atto e per ciascuna delle copie conformi (con una copia sola mi pare si spendano meno di 80 € se non ci sono stati aumenti recenti)
    Ultima modifica di Andrea4891; 17-11-11 alle 20:59

  3. #13

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    3257362
    Citazione Originariamente Scritto da PassionFruit Visualizza Messaggio
    p
    ...
    dovrai per forza aprire un nuovo conto con tua mamma (quello con il nome del papà dovrà essere chiuso).
    scusate ho un caso simile, ho letto il forum e cercato ma non trovo risposta chiara, se potete per favore indicarmi le norme corrette che la banca deve applicare.

    Il caso e': decede il titolare di un conto + deposito titoli, unico intestatario.

    Ci sono 2 eredi, in parti eguali 50%; per ricevere la successione devono per forza aprire un conto cointestato ? non puo' la banca dividere in parti e trasferire sui singoli c/c e deposito titoli che gia' hanno gli eredi singolarmente ? e' svantaggioso o impossibile ?
    grazie
    Ultima modifica di marlas; 26-09-12 alle 13:00

  4. #14
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,050
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    446 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da marlas Visualizza Messaggio
    scusate ho un caso simile, ho letto il forum e cercato ma non trovo risposta chiara, se potete per favore indicarmi le norme corrette che la banca deve applicare.

    Il caso e': decede il titolare di un conto + deposito titoli, unico intestatario.

    Ci sono 2 eredi, in parti eguali 50%; per ricevere la successione devono per forza aprire un conto cointestato ? non puo' la banca dividere in parti e trasferire sui singoli c/c e deposito titoli che gia' hanno gli eredi singolarmente ? e' svantaggioso o impossibile ?
    grazie
    per rispondere a questa domanda bisogna conoscere cosa c'è effettivamente nel deposito titoli del De Cuius.
    soprattutto sapere se si tratta di titoli al portatore o nominativi (come le azioni)

  5. #15
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,050
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    446 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da PassionFruit Visualizza Messaggio
    partendo dal fondo: l'atto notorio è una attestazione degli eredei del de cuius fatta davanti a notaio o pubblico ufficiale, alla presenza di testimoni.

    poi: i titoli caduti in successione verranno girati agli eredi AL VALORE INDICATO DAGLI EREDI NELLA DICH DI SUCCESSIONE.
    la banca non commenta.. prende la dichiarazione e gira i titoli a quel valore (che sarà stato indicato a cura degli eredei appunto).

    per cronaca il valore corretyto da indicare nella dich di successione, ai fini fiscali, non è il costo storico di acquisto, ma il valore al momento del decesso (per le azioni è la media degli ultimi 3 mesi prima del decesso.. sì insomma, ci sono un pò di particolarità).

    le minus in capo al de cuius non sono utilizzabili dagli eredi.

    per girare una parte della somma ad es al fratello bisognerà prima ricevere i titoli in qualità di eredi, poi se ne potrà liberamente disporre.
    il giro al fratello, se concesso dalla banca (non tutte lo fanno fare perchè vogliono sia fatta una vendita ed eventuale successivo riacquisto, ai fini fiscali non cambia ma cambia a livello commissionale per la banca) equivarrà cmq ad una compravendita (genererà quindi plus o minus).

    il costo della successione in ISP è elencato nei fogli informativi, chiedi alla tua filiale. si va da un minimo di 16 e a un massimo di 105 +, in teoria, 100 € per ogni titolo girato... ma qui quanto viene applicato effettivamente dipende da filiale a filiale, c'è un pò di discrezionalità sul tema.

    dovrai per forza aprire un nuovo conto con tua mamma (quello con il nome del papà dovrà essere chiuso). sappi cmq che sempre in ISP hai la possibilità di avere il c/c gratuito (almeno per dcue anni, o forse anche a tempo indeterminato.. non ricordo di preciso) in quanto erede.
    informati e non aver para di chiedere in banca, sono lì apposta!
    questa è una operazione che fa il singolo erede oppure la banca con tutti suoi potenti mezzi?

  6. #16
    L'avatar di PassionFruit
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    1,921
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da marlas Visualizza Messaggio
    scusate ho un caso simile, ho letto il forum e cercato ma non trovo risposta chiara, se potete per favore indicarmi le norme corrette che la banca deve applicare.

    Il caso e': decede il titolare di un conto + deposito titoli, unico intestatario.

    Ci sono 2 eredi, in parti eguali 50%; per ricevere la successione devono per forza aprire un conto cointestato ? non puo' la banca dividere in parti e trasferire sui singoli c/c e deposito titoli che gia' hanno gli eredi singolarmente ? e' svantaggioso o impossibile ?
    grazie
    se gli eredi sono già clienti singolarmente della banca è facile che venga girato ad ognuno la sua quota di eredità, per semplicità.

    c'è da dire cmq che se si becca l'impiegato pignolo la norma corretta da seguire (più che altro per il cpaital gain che poi va in carico agli eredi) è quella di aprire un dep titoli + c/c cointestato fra gli eredi come primo step, e poi da lì operare i vari spostamenti sui conti singoli.

    per il calcolo del valore dei titoli azionari, solitamente le banche lo forniscono, benche non obbligate a farlo, ma ci si rende conto che per un comune mortale sarebbero dati irreperibili quindi si collabora.

  7. #17

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    3257362
    Citazione Originariamente Scritto da PassionFruit Visualizza Messaggio
    se gli eredi sono già clienti singolarmente della banca è facile che venga girato ad ognuno la sua quota di eredità, per semplicità.

    c'è da dire cmq che se si becca l'impiegato pignolo la norma corretta da seguire (più che altro per il cpaital gain che poi va in carico agli eredi) è quella di aprire un dep titoli + c/c cointestato fra gli eredi come primo step, e poi da lì operare i vari spostamenti sui conti singoli.
    Passion e magox: grazio x le risposte

    1) eredi non clienti della banca
    2) deposito titoli con titoli di stato, non so se nominativi o al portatore.

    non ho capito la questione del capital gain. il caso e' titoli btp acquistati dal decuius alcuni anni addietro a 100 (in emissione, tramite l'impiegato allo sportello). valore attuale 85. anche se come primo passo si spostano sul conto cointestato a quale valore di carico vengono spostati ? se poi da li si spostano sui conti nominativi (a parte la noia e le spese di aprire un conto cointestato e pagare le commissioni per spostare o vendere) non tocca lo stesso il problema del capital gain ?

    grazie

  8. #18
    L'avatar di xmagox
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    3,050
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    446 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da marlas Visualizza Messaggio
    Passion e magox: grazio x le risposte

    1) eredi non clienti della banca
    2) deposito titoli con titoli di stato, non so se nominativi o al portatore.

    non ho capito la questione del capital gain. il caso e' titoli btp acquistati dal decuius alcuni anni addietro a 100 (in emissione, tramite l'impiegato allo sportello). valore attuale 85. anche se come primo passo si spostano sul conto cointestato a quale valore di carico vengono spostati ? se poi da li si spostano sui conti nominativi (a parte la noia e le spese di aprire un conto cointestato e pagare le commissioni per spostare o vendere) non tocca lo stesso il problema del capital gain ?

    grazie
    - i Titoli di stato sono per loro natura titoli al portatore, quindi per riceverli è sufficiente anche un conto generico cointestato a n persone purchè nelle n persone compaia il nome dell'erede.

    Non sono sicuro ma mi sembra di aver capito che Bot-Btp-CCt NON vanno riportati nella dichiarazione di successione.

  9. #19
    L'avatar di primipassi
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    18,418
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    235 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Mi ricollego a questo thread per fare alcune domande riguardo alla situazione "particolare" di una mia conoscente(vicina di casa) se riesco vorrei provare ad aiutarla.....
    allora la situazione è questa conto corrente intesatato marito/moglie e deposito titoli(composto da solo 3 titoli azionari) intestato al solo marito i fondi della banca invece cointestati.
    figli a carico 2 una ragazza studente di 20 anni e un bambino 12 anni
    Il marito di questa signora ora è ricoverato in ospedale(in gravi condizioni)
    ok ora cerco di fare alcune domande:
    conviene secondo voi vendere i titoli in prf(in perdita) e trasferire la liquidità in un nuovo cc intestato a madre/figlia?
    oppure lasciare tutto come sta e la banca poi provvederà a trasferire i titoli agli eredi mantenendo il prezzo di carico di quando sono stati acquistati dal marito?
    ringrazio fin d'ora chi mi può dare qualche suggerimento/consiglio!
    non ci sono grandi cifre in gioco(qualche decina di migliaia di €) ma vorrei cercare di aiutare questa famiglia di operai a diffendere i pochi risparmi di una vita di lavoro..
    grazie a tutti

  10. #20
    L'avatar di skymap
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    18,641
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    710 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da primipassi Visualizza Messaggio
    conviene secondo voi vendere i titoli in prf(in perdita) e trasferire la liquidità in un nuovo cc intestato a madre/figlia?
    Semplifica la dichiarazione di successione e il carteggio burocratico, ammesso che si dia per scontato il decesso.


    oppure lasciare tutto come sta e la banca poi provvederà a trasferire i titoli agli eredi mantenendo il prezzo di carico di quando sono stati acquistati dal marito?
    E' la solita scommessa, se i titoli perdono ulteriormente si aggiunge perdita a quella esistente. Dipende dalle situazioni personali, se hanno bisogno del denaro forse è meglio incassare la perdita, difficile darti (e tu a loro) un consiglio su questo...

Accedi