RE-Lender | Reconversion crowdfunding - Pagina 37
Piazza Affari continua a districarsi tra trimestrali: conti in crescita per le big Intesa e Poste
Per Piazza Affari la seduta infrasettimanale si chiude in rialzo, nonostante la debolezza di Wall Street. A dominare a Milano, anche oggi, è stata la stagione degli utili con i …
Luigi Gubitosi: ?TIM continua a investire sull?Italia?
Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di TIM, parla dell?impegno del Gruppo che definisce come il ?motore dell?innovazione?, con attenzione alla sostenibilità, in Italia.
Novavax: Ue firma contratto per 200 mln di dosi vaccino sperimentale anti-Covid, balzo del titolo
Balzo del titolo Novavax a Wall Street. In una seduta intonata alla cautela, con gli indici statunitensi intorno alla parità, l’azione del gruppo biotecnologico Usa vola a quota 210 dollari …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #361

    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    17
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    6 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Buongiorno a tutti,

    allo stato attuale RE-Lender è stato autorizzato come soggetto sostituto d’imposta, come esistono migliaia di aziende in grado di farlo in tutta Italia, non solo enti finanziari e istituti di pagamento.
    L’opzione in cui la piattaforma svolge direttamente l’attività di sostituto d’imposta a titolo definitivo è la più semplice ma non è certamente l’unica.
    Avevamo già lavorato a suo tempo con il nostro team di fiscalisti affinchè ci fossero alternative nel caso non avessimo ottenuto l’autorizzazione, perché siamo fermi sostenitori che la liquidazione netta sia la soluzione che più conviene a voi utenti.
    Lavorando in questo settore da anni sappiamo che la fiscalità è un tema molto importante per la nostra community, per cui se in un dato momento ci verrà revocata l’autorizzazione informeremo i nostri investitori a riguardo e metteremo in pratica una delle alternative che stiamo valutando per poter continuare ad erogare gli interessi al netto dello imposte.

    Restiamo a disposizione come sempre attraverso i canali ufficiali del servizio clienti RE-Lender

  2. #362

    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    56172
    Citazione Originariamente Scritto da RE-Lender Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti,

    allo stato attuale RE-Lender è stato autorizzato come soggetto sostituto d’imposta, come esistono migliaia di aziende in grado di farlo in tutta Italia, non solo enti finanziari e istituti di pagamento.
    L’opzione in cui la piattaforma svolge direttamente l’attività di sostituto d’imposta a titolo definitivo è la più semplice ma non è certamente l’unica.
    Avevamo già lavorato a suo tempo con il nostro team di fiscalisti affinchè ci fossero alternative nel caso non avessimo ottenuto l’autorizzazione, perché siamo fermi sostenitori che la liquidazione netta sia la soluzione che più conviene a voi utenti.
    Lavorando in questo settore da anni sappiamo che la fiscalità è un tema molto importante per la nostra community, per cui se in un dato momento ci verrà revocata l’autorizzazione informeremo i nostri investitori a riguardo e metteremo in pratica una delle alternative che stiamo valutando per poter continuare ad erogare gli interessi al netto dello imposte.

    Restiamo a disposizione come sempre attraverso i canali ufficiali del servizio clienti RE-Lender
    Scusate, io capisco che la vostra priorità è quella di dare i rendimenti netti e che siano agevoli al 26%, facendo da sostituti.

    Qui però il tema è sempre il solito: la trasparenza delle comunicazioni. Se dite di essere “autorizzati” basta condividere la vostra autorizzazione (cosa che tra l’altro dovrebbe essere Bankitalia a dare l’autorizzazione).
    Voi pensate che gli investitori si fidino della sola parola? Soprattutto quando è stato PUBBLICATO UN INTERPELLO della medesima situazione che diventa una prova inconfutabile di come si dovrebbe fare? Perché allora l’agenzia delle entrate risponde in un modo molto preciso e specifico (e diverso da quello che dite voi), mentre a voi avrebbe dato l’autorizzazione? Cosa avete di diverso?

    Per rendere tutti sereni e tranquilli, e far cadere qualsiasi potenziale accusa, potete condividere l’autorizzazione?

  3. #363

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    327
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    192 Post(s)
    Potenza rep
    3518810
    Citazione Originariamente Scritto da Maurock Visualizza Messaggio
    Scusate, io capisco che la vostra priorità è quella di dare i rendimenti netti e che siano agevoli al 26%, facendo da sostituti.

    Qui però il tema è sempre il solito: la trasparenza delle comunicazioni. Se dite di essere “autorizzati” basta condividere la vostra autorizzazione (cosa che tra l’altro dovrebbe essere Bankitalia a dare l’autorizzazione).
    Voi pensate che gli investitori si fidino della sola parola? Soprattutto quando è stato PUBBLICATO UN INTERPELLO della medesima situazione che diventa una prova inconfutabile di come si dovrebbe fare? Perché allora l’agenzia delle entrate risponde in un modo molto preciso e specifico (e diverso da quello che dite voi), mentre a voi avrebbe dato l’autorizzazione? Cosa avete di diverso?

    Per rendere tutti sereni e tranquilli, e far cadere qualsiasi potenziale accusa, potete condividere l’autorizzazione?
    Vabbè sulla medesima situazione non sono d'accordo, RE-Lender è una S.p.A. capitalizzata per 3MLN, non è agente di pagamento di Lemonway. Quindi partiamo già confondendo mele con pere.
    L'interpello è pubblico e giustamente è stato pubblicato da Ade, ma vale solo per l'interpellante. L'interpello non è legge!
    In più si continua a fare disinformazione, essere sostituti d'imposta non c'entra NULLA con Bankitalia, chiunque può essere sostituto d'imposta facendone richiesta. Se hano rifiutato la possibilità alla piattaforma che ha fatto l'interpello ciò non significa che un'altra piattaforma non possa farlo, ci sono mille motivi per cui può essere stata rifiutata una richiesta.
    Siamo in Italia dai, non vi è mai successo di andare in due uffici pubblici diversi e ricevere risposte diverse?

  4. #364

    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    56172
    Citazione Originariamente Scritto da findpes Visualizza Messaggio
    Vabbè sulla medesima situazione non sono d'accordo, RE-Lender è una S.p.A. capitalizzata per 3MLN, non è agente di pagamento di Lemonway. Quindi partiamo già confondendo mele con pere.
    L'interpello è pubblico e giustamente è stato pubblicato da Ade, ma vale solo per l'interpellante. L'interpello non è legge!
    In più si continua a fare disinformazione, essere sostituti d'imposta non c'entra NULLA con Bankitalia, chiunque può essere sostituto d'imposta facendone richiesta. Se hano rifiutato la possibilità alla piattaforma che ha fatto l'interpello ciò non significa che un'altra piattaforma non possa farlo, ci sono mille motivi per cui può essere stata rifiutata una richiesta.
    Siamo in Italia dai, non vi è mai successo di andare in due uffici pubblici diversi e ricevere risposte diverse?
    Credo che tu non abbia ben chiaro di cosa si stia parlando:
    1- il fatto che una società sia srl o spa non c’entra nulla, in quanto c’è un regolamento che dice chiaramente quali sono le società che nel peer to peer lending possono operare come sostituti d’imposta a titolo definitivo.
    2- relender è agente di un istituto di pagamento estero (che poi sia LemonWay o Payarea o Mangopay nulla cambia). Quindi si stanno mettendo esattamente a confronto mele con mele.
    3- certo che l’interpello non è legge e vale singolarmente, ma dal momento che relender non ha fatto interpello e ora è stato reso pubblico l’interpello di un’altra piattaforma, il dubbio che viene è quando (cosa comunque probabile) l’AdE dovesse fare dei controlli e magari dopo due anni che uno ha fatto da sostituto d’imposta senza poterlo fare, si scopre che non Era abilitato a farlo, quali sono le conseguente e le multe?

    5- il P2p in italia è regolato da Bankitalia e i soggetti autorizzati a operare come IP o intermediari (gli unici che possono fare da sostituti a TITOLO DEFINITIVO al 26%), sono autorizzati Da Bankitalia.
    Se uno vuole fare da sostituto in altro modo non sarà a titolo
    Definitivo ma a titolo di ACCONTO (che sarebbe comunque ben diverso da quello che dice Relender)
    6- come ho già detto la soluzione è molto semplice (e gioverebbe sia alla piattaforma che agli investitori), basta sapere dove verificare che esiste questa l’autorizzazione o che mostrino l’autorizzazione. È davvero molto semplice. Altrimenti continuiamo a discutere io e te del nulla.

    Se davvero ci sono altri modi (mi chiedo ancora quali visto che il regolamento è uno solo), e ti facessero vedere l’autorizzazione non saresti più tranquillo?

  5. #365

    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    126
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    88 Post(s)
    Potenza rep
    59254
    Citazione Originariamente Scritto da Maurock Visualizza Messaggio
    Credo che tu non abbia ben chiaro di cosa si stia parlando:
    1- il fatto che una società sia srl o spa non c’entra nulla, in quanto c’è un regolamento che dice chiaramente quali sono le società che nel peer to peer lending possono operare come sostituti d’imposta a titolo definitivo.
    2- relender è agente di un istituto di pagamento estero (che poi sia LemonWay o Payarea o Mangopay nulla cambia). Quindi si stanno mettendo esattamente a confronto mele con mele.
    3- certo che l’interpello non è legge e vale singolarmente, ma dal momento che relender non ha fatto interpello e ora è stato reso pubblico l’interpello di un’altra piattaforma, il dubbio che viene è quando (cosa comunque probabile) l’AdE dovesse fare dei controlli e magari dopo due anni che uno ha fatto da sostituto d’imposta senza poterlo fare, si scopre che non Era abilitato a farlo, quali sono le conseguente e le multe?

    5- il P2p in italia è regolato da Bankitalia e i soggetti autorizzati a operare come IP o intermediari (gli unici che possono fare da sostituti a TITOLO DEFINITIVO al 26%), sono autorizzati Da Bankitalia.
    Se uno vuole fare da sostituto in altro modo non sarà a titolo
    Definitivo ma a titolo di ACCONTO (che sarebbe comunque ben diverso da quello che dice Relender)
    6- come ho già detto la soluzione è molto semplice (e gioverebbe sia alla piattaforma che agli investitori), basta sapere dove verificare che esiste questa l’autorizzazione o che mostrino l’autorizzazione. È davvero molto semplice. Altrimenti continuiamo a discutere io e te del nulla.

    Se davvero ci sono altri modi (mi chiedo ancora quali visto che il regolamento è uno solo), e ti facessero vedere l’autorizzazione non saresti più tranquillo?
    condivido, chiediamo la possibilità di vedere l'autorizzazione. attendiamo risposte da relender in merito.

  6. #366
    L'avatar di claudito77
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    161
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    119 Post(s)
    Potenza rep
    7129080
    PArtendo dal presupposto che Re-lender abbia l'autorizzazione ad agire come sostituto d'imposta, perchè sarebbe una truffa ai danni non solo degli utenti ma anche dello Stato e dunque perseguibile nel penale, e andando a vedere bene come funziona l'interpello:


    Interpello: che valore ha la risposta dell'Agenzia Entrate?

    in realtà non ci sarebbe da preoccuparsi

  7. #367

    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    56172
    Citazione Originariamente Scritto da claudito77 Visualizza Messaggio
    PArtendo dal presupposto che Re-lender abbia l'autorizzazione ad agire come sostituto d'imposta, perchè sarebbe una truffa ai danni non solo degli utenti ma anche dello Stato e dunque perseguibile nel penale, e andando a vedere bene come funziona l'interpello:


    Interpello: che valore ha la risposta dell'Agenzia Entrate?

    in realtà non ci sarebbe da preoccuparsi
    Infatti basta solo mostrare l’autorizzazione. La domanda è: arriverà? Oppure dove si può controllare se esiste un’autorizzazione di questo tipo? (E l’autorizzazione la da l’AdE o Banca d’Italia)?
    #relender?

  8. #368
    L'avatar di claudito77
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    161
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    119 Post(s)
    Potenza rep
    7129080
    Citazione Originariamente Scritto da Maurock Visualizza Messaggio
    Infatti basta solo mostrare l’autorizzazione. La domanda è: arriverà? Oppure dove si può controllare se esiste un’autorizzazione di questo tipo? (E l’autorizzazione la da l’AdE o Banca d’Italia)?
    #relender?
    Ma più semplicemente basterebbe sapere se qualcuno degli utenti che ha investito già nel 2019 abbia ricevuto da re-lender la certificazione unica (con quella noi utenti siamo a posto)
    qualcuno che ha investito dall'anno scorso ci dice qualcosa?

  9. #369

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    80
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    1670823
    voi vi preoccupate troppo
    tutte le piattaforme di crowdfunding italiane operano da sostituto d'imposta per i residenti in italia,come descritto nei loro siti che LORO fanno da sostituto d'imposta,se non fosse così in tribunale nelle centinaia/migliaia di cause che ci saranno perderebbero al 100%.
    Ultima modifica di bob75; 13-06-20 alle 19:44

  10. #370
    L'avatar di claudito77
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    161
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    119 Post(s)
    Potenza rep
    7129080
    Citazione Originariamente Scritto da bob75 Visualizza Messaggio
    voi vi preoccupate troppo
    tutte le piattaforme di crowdfunding italiane operano da sostituto d'imposta per i residenti in italia,come descritto nei loro siti che LORO fanno da sostituto d'imposta,se non fosse così in tribunale nelle centinaia/migliaia di cause che ci saranno perderebbero al 100%.
    In ogni caso, anche se è tutto lecito, la CU sono obbligati a rilasciarla, tu contribuente in caso di qualsiasi accertamento la devi presentare.
    Quindi il problema non siamo io o altri che ci preoccupiamo troppo, piuttosto tutti quelli che proprio lasciano andare.
    Ora non dico che sia questo il caso, ma le truffe in generale funzionano proprio per quelli che non si preoccupano e facendo i faciloni pensano che sia sempre tutto a posto.

Accedi