Btc & Crypto - Considerazioni integrative, analisi, scenari e trading - Pagina 47
Fca può stupire in Borsa, Equita alza target price del 48%. Ora focus su sinergie con fattore Tavares
La fusione tra Fiat Chrysler Automobiles(Fca) e il gruppo Peugeot procede senza intoppi, dopo la revisione dei termini annunciata a metà settembre. Oggi è stato svelata la composizione del consiglio …
Scontro Atlantia-governo su manleva e futuro Autostrade: torna spettro revoca concessione ad ASPI
Atlantia-governo sempre più ai ferri corti, con l'arma della minaccia della revoca della concessione che l'esecutivo giallorosso ha deciso di tornare a sfoderare: o la holding della famiglia dei Benetton, …
Confronto conti correnti: arriva l’Indicatore dei costi complessivi (ICC), cos’é e a cosa serve
Le nuove norme sulla trasparenza bancaria vedono l'introduzione del nuovo Indicatore dei costi complessivi (ICC) che mostra il costo indicativo annuo del conto corrente, espresso in euro, e sostituisce il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #461

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    52
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    37 Post(s)
    Potenza rep
    2703785
    si ho letto Capriole nel frattempo, ma non ho capito perchè l'hashrate è un indicatore

    mi hai fatto l'esempio del cuore, usare l'hashrate in questo modo dal mio punto di vista è come sentire le pulsazioni per sapere se hai corso o piuttosto in altri termini vedere il numero di auto di lusso vendute per decidere se in futuro l'economia salirà

    secondo me sta confondendo causa con effetto, non è l'hashrate che condiziona il prezzo, ma il prezzo di btc che condiziona l'hashrate, proprio per un principio economico di base

    il fatto poi che una capitolazione di miners quando minare non è sostenibile sia un segnale di ipervenduto o discesa da un ipercomprato certo, ma è una conseguenza e il segnale che ti arriva è però più lento di altri e soprattutto secondo me tralascia tutto il resto, lasciamo perdere che chiaramente non ti può dare gli ipercomprati in cui vendere per ovvie ragioni, ma anche i segnali di ipervenduto sono molto rari, ad esempio 3 in 4 anni

    cmq interessante, leggere anche le cose che non condivido e i ragionamenti che fanno è sempre utile a prescindere, l'ho letto volentieri Capriole

  2. #462

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,296
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    1196 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Francamente non ti seguo.

    Citazione Originariamente Scritto da Ebay Visualizza Messaggio
    mi hai fatto l'esempio del cuore, usare l'hashrate in questo modo dal mio punto di vista è come sentire le pulsazioni per sapere se hai corso o piuttosto in altri termini vedere il numero di auto di lusso vendute per decidere se in futuro l'economia salirà
    Ho scritto della similitudine tra frequenza cardiaca e hashrate quale criterio di salute e non di predittività.
    Trovo più che legittimo muovere da considerazioni sulla hashrate incrociando altre metriche per fare delle ipotesi.
    Che è ciò che fa generosamente il signor capriole_charles.

    Citazione Originariamente Scritto da Ebay Visualizza Messaggio
    secondo me sta confondendo causa con effetto, non è l'hashrate che condiziona il prezzo, ma il prezzo di btc che condiziona l'hashrate, proprio per un principio economico di base
    Dove dice che la "hashrate condiziona il prezzo" ?
    Lui parla di relazione, non di una causalità tra andamento del prezzo ed hashrate.
    Cosa a mio avviso più che condivisibile.

    Sostiene nello specifico che la migliore occasione di acquisto è quella nella quale la hashrate mostri segni di recupero dopo una capitolazione, avendo quale conferma un momentum positivo del prezzo.

    Una concomitanza di fattori ed un concetto chiaro, netto e semplice in termini di AT.
    Giusto o sbagliato che sia, trovo che non abbia a che fare con quanto scrivi sopra rispetto a causa ed effetto.

  3. #463
    L'avatar di Illuminato10
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    8,340
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    3212 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    L'hashrate in rialzo negli ultimi giorni segna l'inizio della battaglia da parte dei miners per accaparrarsi i pochissimi bitcoin a disposizione dopo l'halving. Da tutti gli indicatori come RSI, S2F e quant'altro, compreso questo sull'hashrate, si capisce come il bitcoin è tremendamente over venduto ora, ed è un buon momento per comprare.

  4. #464

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,296
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    1196 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Illuminato10 Visualizza Messaggio
    a tutti gli indicatori come RSI, S2F e quant'altro, compreso questo sull'hashrate, si capisce come il bitcoin è tremendamente over venduto ora, ed è un buon momento per comprare.
    :|

    1) RSI non è ipervenduto o ... "over venduto" su nessun timeframe a scendere dal mensile, al settimanale, al giornaliero e giù fino all'orario ( quello è al limite ).
    2) S2F non contempla neppure la nozione di ipervenduto, non essendo un oscillatore.
    3) il chart di cui sopra non dice ancora che sia un buon momento per comprare, il segnale ( che è lagging ) non c'è.

    Se è un buon momento per comprare per il medio termine non sono queste le ragioni e detto francamente sotto 7200$ non avrei tutta questa fretta ...
    a meno che si voglia fare swing trading intraday beninteso. Nel qual caso guarderei al test dell'area 6500-6600$ ( vd. analisi TV ).

  5. #465

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    52
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    37 Post(s)
    Potenza rep
    2703785
    Citazione Originariamente Scritto da fabrizioT Visualizza Messaggio
    Lui parla di relazione, non di una causalità tra andamento del prezzo ed hashrate.
    Cosa a mio avviso più che condivisibile.

    Sostiene nello specifico che la migliore occasione di acquisto è quella nella quale la hashrate mostri segni di recupero dopo una capitolazione, avendo quale conferma un momentum positivo del prezzo.

    non è una relazione, è causa ed effetto, il prezzo del btc condiziona le strategie dei miners e l'hashrate,

    in pratica ne fai una sintesi tu nella frase successiva, se il prezzo del btc ha un crollo l'hashrate scende perchè i miners sono costretti a spegnere la macchine, dopo di che se il prezzo sale dando margine e sicurezza ai miners questi riaccendono le macchine

    sintetizzando al massimo sta dicendo il miglior momento di acquisto è dopo un crollo quando il mercato si stabilizza e ricomincia a salire, che un ragionamento logico, è esattamente quello che prima del suo indicatore stanno facendo i miners quando decidono di accendere la macchine o normalmente i trader dopo un dump o se vogliamo qualsiasi imprenditore dopo una crisi

    in pratica confeziona e infiocchetta un trading system su un ragionamento base di trading infilandoci dentro inutilmente l'hashrate, che è conseguenza

    scusami se sembro critico, come ti dicevo hai fatto bene a postarlo, è sempre interessante, ma cerca di comprendere il mio punto di vista, sto parlando solo del suo trading system che mi lascia perplesso tutto qui

  6. #466
    L'avatar di diego800
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    953
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    584 Post(s)
    Potenza rep
    18824563
    seguo con interesse, volevo solo dire una cosa: attenzione però perché se non ricordo male l'indicatore in questione aveva già segnalato una end of capitulation a fine anno se non sbaglio. Tra l'altro breve, mentre se non ricordo male gli altri più remoti nel passato erano stati periodi più lunghi: la correlazione in quegli altri casi poteva sembrare più strutturale

  7. #467

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,296
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    1196 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da diego800 Visualizza Messaggio
    seguo con interesse, volevo solo dire una cosa: attenzione però perché se non ricordo male l'indicatore in questione aveva già segnalato una end of capitulation a fine anno se non sbaglio. Tra l'altro breve, mentre se non ricordo male gli altri più remoti nel passato erano stati periodi più lunghi: la correlazione in quegli altri casi poteva sembrare più strutturale
    Certo, come anche nel 2015 e 2011 se non erro.
    L'impressione è che queste successive conferme costituiscano le "reni" di un bottom.

    A dicembre il segnale scattò poco sopra 7000$, il balzo successivo fu a 10.500$.
    Il fatidico +50% del quale accennavo in precedenza.

    Ora, non è mia intenzione forzare oltremodo le interpretazioni, mi fermo qui.
    Ho condiviso perchè lo ritengo un indicatore utile da mettere nell'arsenale dell'AT, specie cercando le dovute conferme al momento opportuno.
    Un indicatore lagging di questo genere può tornare piuttosto utile per una conferma.

  8. #468
    L'avatar di diego800
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    953
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    584 Post(s)
    Potenza rep
    18824563
    Citazione Originariamente Scritto da fabrizioT Visualizza Messaggio
    Certo, come anche nel 2015 e 2011 se non erro.
    L'impressione è che queste successive conferme costituiscano le "reni" di un bottom.

    A dicembre il segnale scattò poco sopra 7000$, il balzo successivo fu a 10.500$.
    Il fatidico +50% del quale accennavo in precedenza.

    Ora, non è mia intenzione forzare oltremodo le interpretazioni, mi fermo qui.
    Ho condiviso perchè lo ritengo un indicatore utile da mettere nell'arsenale dell'AT, specie cercando le dovute conferme al momento opportuno.
    Un indicatore lagging di questo genere può tornare piuttosto utile per una conferma.
    mh ho capito cosa intendi

    io invece lo avevo visto a suo tempo come indicatore per valutare una ripartenza strutturale, che -mi diede l'impressione- in passato aveva segnalato periodi di capitulation con box molto più duraturi.

    Siccome questa volta (parliamo di quel periodo di fine anno quindi) aveva evidenziato un ciclo breve appunto e per un altro spunto che non ricordo bene, l'avevo un po' archiviato, classificandolo al limite come un "falso positivo".

    però tutto quello che scrivo lo sto scrivendo a memoria, senza nemmeno ricordo dei timeframe. e poi ovviamente detto da me.. : me lo andrò a rivedere sicuramente

  9. #469

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,296
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    1196 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da diego800 Visualizza Messaggio


    mh ho capito cosa intendi

    io invece lo avevo visto a suo tempo come indicatore per valutare una ripartenza strutturale, che -mi diede l'impressione- in passato aveva segnalato periodi di capitulation con box molto più duraturi.

    Siccome questa volta (parliamo di quel periodo di fine anno quindi) aveva evidenziato un ciclo breve appunto e per un altro spunto che non ricordo bene, l'avevo un po' archiviato, classificandolo al limite come un "falso positivo".

    però tutto quello che scrivo lo sto scrivendo a memoria, senza nemmeno ricordo dei timeframe. e poi ovviamente detto da me.. : me lo andrò a rivedere sicuramente
    Vedremo.

    E' comunque quantomeno degno di menzione il fatto che sovrapponendo i dati del chart di cui sopra a quelli di questo studio precedente sulle 3 peggiori capitolazioni daily di Bitcoin basato Chaikin Money Flow e non su hashrate :
    3 Worst Bitcoin days ever ... and why they (may) matter.



    Si rileva una notevole prossimità temporale tra i primi due impulsi di capitolazione ed un successivo segnale di conferma Hash Ribbons ( il "Blue Dot" ).

    Capitolazione: 3 dicembre, 2011
    Segnale "Blue Dot": 26 dicembre, 2011 ( scadenza weekly )

    Capitolazione: 14 Gennaio, 2015
    Segnale "Blue Dot": 26 Gennaio, 2015 ( scadenza weekly )

    Quelle prime 2 capitolazioni marcarono di fatto un trend reversal, come scrissi un mese fa.
    Restava e resta da valutare la terza ed ultima "capitolazione" risalente al 12 marzo scorso.
    Il "blue dot", con tutte le cautele del caso, potrebbe in tal caso costituire una conferma ove e quando si materializzi.
    Specie se lo facesse non troppo in là.

    Mi fermo qui, vi saluto: ci si risente più in là quando usciremo da questa fase "range bound" tra MA100/W e MA200/W ( vd. TV ).
    Ultima modifica di fabrizioT; 15-04-20 alle 16:37

  10. #470

    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    1,847
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    22060089
    E' possibile fare qualche domanda rudimentale e "filosofica" (ma anche pratica) sulle crypto? Questo mi è sembrato il thread più adatto ma se ho sbagliato basta che mi indichiate quello giusto e tolgo il distrubo. Premetto che le mie conoscenze di crypto sono poche e confuse. Le domande sono queste.

    1. Si dice che le crypto sono "decentralizzate", cioè non hanno un padrone, sono "della rete". Ma non mi pare sia così, dietro ogni cripto c'è una entità privata che non solo ha creato il protocollo informatico ma in qualche modo le controlla anche dopo, tanto che ogni valuta ha un sito Bitcoin - Moneta P2P open source . Chi gestisce quel sito? Il “gestore” della crypto. Ad esempio ha stabilito il numero massimo di bitcoin, ma domani potrebbe variarlo. Può variare il protocollo informatico. Ma a quel punto mi fido più di una banca centrale che di una società privata. E da cosa guadagna il gestore di quel sito che dovrebnbe coincidere col gestore della crypto?

    2. non capisco la conveneinza di effettuare pagamenti in crypto. Anche i bonifici online sono gratuiti da tempo. E se ti danno Euro invece che crypto non sei soggetto ad oscillazioni di valore. Forse c'è un vantaggio nei pagamenti internazionali per evitare le commissioni di conversione, ma rimane il rischio della volatlilità che mi sembra molto peggio di una commissione fissa.

    3. Anche ammettendo che la quantità della crypto X in circolazione non aumenti, aumenta però il numero complessivo di crypto(s) in circolazione (credo oggi siano una ventina) e se vengono usate anche queste come mezzo di pagamento, tutte quante come "sistema crypto" tenderanno a svalutarsi e porteranno a svalutazione anche delle monete fiat. Cioè le banche centrali perdono il controllo della massa monetaria. Come è possibile?

    4. Depositando le crypto effettive, i wallet corrispondono un interesse (mi sembra) e se le prendi in prestito paghi un interesse, come le normali valute. Sui CFD su crypto tenuti aperti per più giorni invece, siamo nel regno della soggettività più totale (o diciamo pure dell'arte o della follia): alcuni broker chiedono un interesse sia se sei long che short, altri invece pagano se sei short e incassano se sei long, altri broker l'esatto opposto . Quando ho chiesto spiegazioni mi hanno risposto tutti che loro rimbalzano al cliente i tassi applicati dai loro "liquidity provider", che sono grosse banche internazionali.
    Ora non è possibile che con alcuni si guadagna prestando una certa crypto, con altri prendendola (la stessa crypto) in prestito.....
    Poi si potrebbe parlare degli spread denaro lettera aberranti (dal 2 al 9% per il Litecoin parlando sempre di CFD) ma qui si può rispondere facilmente che una certa crypto è più liquida di una altra, benchè uno spread del 9% ha senso solo se penso di rivendere tra 20 anni e parlaimo sempre di una crypto molto diffusa....

    Comunque in generale vi sarei grato se mi segnalate una sorta di articolo esplicativo in italiano del mondo crypto però non troppo tecnico, perché quello che ho trovato finora, mi sembra scritto per gente che già conosce ampiamente il settore. Gli stessi concetti di blockchain e miner non sono banali e devono essere spiegati per bene a chi usa il pc, ma non è un informatico e quindi "catena di blocchi" non dice assoltamente niente.
    Grazie
    Ultima modifica di sabbb; 16-04-20 alle 15:14

Accedi