Conversazione tra anakin455 e Keller

Conversazione tra anakin455 e Keller

5 Messaggi dei Visitatori

  1. Keller un abbraccio a te e tantissi auguriiiiii
  2. Ciao Anakin...Non leggo il messaggio...ma non hai scritto nulla!
  3. CRISI: GERMANIA, PIU' PESSIMISMO SU SOLUZIONE A VERTICE UE

    (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 07 dic - Il governo
    tedesco fa trapelare pessimismo sul vertice europeo di
    domani e venerdi'. "Mi dispiace constatare - fa sapere una
    fonte vicina all'esecutivo - che sono piu' pessimista che la
    scorsa settimana sulla possibilita' di arrivare a un accordo
    totale" perche' le discussioni degli ultimi giorni
    mostrerebbero che "alcuni partner non si rendono conto della
    gravita' della situazione". Per questa ragione potrebbero
    esserci altri vertici prima di Natale. La Germania, in ogni
    caso, anticipa, senza citarle, alcune obiezioni alle
    proposte che saranno presentate dal presidente della Ue,
    Hermann Van Rompuy. Berlino dice, ad esempio, no a far
    diventare il meccanismo salva-stati Esm una banca e a
    dotarlo di risorse supplementari rispetto ai 500 miliardi di
    euro previsti (compresi quelli gia' utilizzati dall'Efsf).
    Red-Mau

    (RADIOCOR) 07-12-11 12:27:50 (0151) 3 NNNN
  4. Forexpros - Il dollaro USA è salito nei confronti dello yen oggi, la domanda di valuta rifugio ha trovato sostegno dopo che una riunione dei leader della zona euro non è riuscita a rassicurare i mercati, mentre le dichiarazioni della Banca del Giappone hanno pesato sullo yen.

    USD/JPY ha toccato 78,11 alla chiusura degli scambi asiatici, il massimo giornaliero, la coppia successivamente si è consolidata a 77,98, con un calo dello 0,06%.

    Supporto a 77,61, minimo di martedì e resistenza a 77,93, massimo del 2 novembre.

    In una riunione martedì, i ministri delle finanze della zona euro hanno approvato delle misure per aumentare la capacità di prestito del Fondo europeo di stabilità finanziaria, il fondo di salvataggio del blocco dell'euro.

    Una delle misure creerà dei "certificati di protezione" da allegare alle nuove obbligazioni emesse dai paesi indebitati della zona euro. I certificati che attribuiscono diritti di rivendicare 20% al 30% del valore dell'obbligazione in caso di un default del debito sovrano.

    I ministri hanno inoltre firmato in Grecia, una nuova tranche di aiuti di salvataggio.

    Nel frattempo, lo yen è andato sotto pressione dopo che il vice Governatore della Banca del GiapponeKiyohiko Nishimura ha dichiarato che i politici giapponesi devono intraprendere un'azione risoluta, se il mercato delle valute non dovesse muoversi in linea con i fondamenti economici.

    Stamane i dati preliminari hanno mostrato che la produzione industriale in Giappone è salita più del previsto nel mese di ottobre, salendo del 2,4% da un calo del 3,3% del mese precedente.

    Gli analisti avevano atteso un aumento della produzione industriale dell'1,1% nel mese di ottobre.

    Lo yen è salito contro l'euro con EUR/JPY in calo dello 0,16%, a 103,58.

    Nel corso della giornata, gli Stati Uniti presenteranno un'attesa relazione sull'occupazione non agricola, compilata dalla società ADP di elaborazione buste paga, nonché i dati sull'attività manifatturiera nell'area di Chicago e le vendite di case in corso.
  5. Forexpros - Il dollaro USA è salito nei confronti dello yen oggi, la domanda di valuta rifugio ha trovato sostegno dopo che una riunione dei leader della zona euro non è riuscita a rassicurare i mercati, mentre le dichiarazioni della Banca del Giappone hanno pesato sullo yen.

    USD/JPY ha toccato 78,11 alla chiusura degli scambi asiatici, il massimo giornaliero, la coppia successivamente si è consolidata a 77,98, con un calo dello 0,06%.

    Supporto a 77,61, minimo di martedì e resistenza a 77,93, massimo del 2 novembre.

    In una riunione martedì, i ministri delle finanze della zona euro hanno approvato delle misure per aumentare la capacità di prestito del Fondo europeo di stabilità finanziaria, il fondo di salvataggio del blocco dell'euro.

    Una delle misure creerà dei "certificati di protezione" da allegare alle nuove obbligazioni emesse dai paesi indebitati della zona euro. I certificati che attribuiscono diritti di rivendicare 20% al 30% del valore dell'obbligazione in caso di un default del debito sovrano.

    I ministri hanno inoltre firmato in Grecia, una nuova tranche di aiuti di salvataggio.

    Nel frattempo, lo yen è andato sotto pressione dopo che il vice Governatore della Banca del GiapponeKiyohiko Nishimura ha dichiarato che i politici giapponesi devono intraprendere un'azione risoluta, se il mercato delle valute non dovesse muoversi in linea con i fondamenti economici.

    Stamane i dati preliminari hanno mostrato che la produzione industriale in Giappone è salita più del previsto nel mese di ottobre, salendo del 2,4% da un calo del 3,3% del mese precedente.

    Gli analisti avevano atteso un aumento della produzione industriale dell'1,1% nel mese di ottobre.

    Lo yen è salito contro l'euro con EUR/JPY in calo dello 0,16%, a 103,58.

    Nel corso della giornata, gli Stati Uniti presenteranno un'attesa relazione sull'occupazione non agricola, compilata dalla società ADP di elaborazione buste paga, nonché i dati sull'attività manifatturiera nell'area di Chicago e le vendite di case in corso.
Visualizzazione Messaggi dei Visitatori da 1 a 5 di 5

Accedi