Ucraina, I referendum per annettere Lugansk e Donetsk il 23-27 settembre
Luigi Marattin: “Ecco cosa va cambiato nella Manovra 2023 e perché serve il price cap su gas ed elettricità”
Il governo sta apportando le ultime modifiche nella Manovra di bilancio 2023. Abbiamo intervistato Luigi Marattin, Deputato di Italia Viva, sulle modifiche richieste dal Terzo Polo su Reddito di cittadinanza, price cap sul prezzo del gas ed elettricità, PNRR, Industria 4.0 e giovani e sul dossier Telecom Italia e sul caso Juventus.Qui potete vedere l?intera
Odissea crypto: crack BlockFi, il miliardario Peter Thiel tra le vittime illustri
Si allunga la lista delle vittime del crollo di FTX. Ora BlockFi, prestatore di criptovalute, ha presentato istanza di fallimento. Il deposito in un tribunale del New Jersey arriva nel bel mezzo di quella che è una crisi profonda del settore crypto acuita dal fallimento di FTX, seconda maggiore piattaforma crypto degli Stati Uniti. Caos
Con Elon Musk è guerra Twitter-Apple. Se il free speech diventa hate speech
Scontro frontale tra Elon Musk ed Apple: il neo proprietario e ceo di Twitter, Tesla e Space X ha postato nelle ultime ore alcuni tweet al vetriolo contro
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    1,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    816 Post(s)
    Potenza rep
    42949675

    Ucraina, I referendum per annettere Lugansk e Donetsk il 23-27 settembre

    Erdogan: "Ho l'impressione che Putin voglia concludere la guerra"

    La Duma, la camera bassa del Parlamento russo, ha approvato una serie di emendamenti al codice penale che prevedono il rafforzamento delle pene in caso di "mobilitazione", "legge marziale", "tempo di guerra" e "conflitto armato".

    Per la renitenza alla leva è prevista una pena fino a dieci anni di reclusione.

    Gli emendamenti andranno in votazione domani al Consiglio della Federazione, il Senato russo prima di essere promulgati dal presidente Vladimir Putin.

    Dal 23 al 27 settembre avranno luogo i referendum sull'annessione con la Russia nell'autoproclamata Repubblica di Lugansk, in quella di Donetsk e nella parte del territorio occupato dai russi della regione ucraina di Zaporizhzhia.

    "Ricatto ingenuo con minacce e storie dell'orrore di 'referendum' e 'mobilitazioni' di chi sa combattere solo contro bambini e persone pacifiche. Ecco come appare la paura della sconfitta. Il nemico ha paura, manipola primitivamente. L'Ucraina risolverà la questione russa. La minaccia può essere eliminata solo con la forza". Così il capo dell'Ufficio del presidente ucraino Zelensky, Andriy Yermak, commenta su Telegram l'annuncio di referendum nelle regioni occupate e l'inasprimento della Duma delle pene in caso ai renitenti alla leva di "mobilitazione generale".

    Erdogan, terre invase da Russia devono tornare a Ucraina - Mondo
    Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, in un'intervista alla tv americana Pbs, ripresa dal Guardian, ha dichiarato che le terre invase dalla Russia dovrebbero essere restituite all'Ucraina, compresa la Crimea. (ANSA)
    Gli indici della Borsa di Mosca sono crollati di oltre il 10% subito dopo l'annuncio dei referendum per l'annessione alla Russia nel Donbass e nella regione di Kherson. Successivamente c'è stata una parziale ripresa, con l'indice Moex che poco dopo le 15 ora locale (le 14 in Italia) segnava un arretramento di quasi l'8% e quello Rts in calo del 7,76%.

    'In Uzbekistan, mi sono incontrato con il presidente Putin e abbiamo avuto discussioni molto approfondite con lui. E mi sta dimostrando che e' disposto a porre fine a questa situazione il prima possibile. Questa e' stata la mia impressione, perche' il modo in cui si stanno svolgendo le cose ora e' piuttosto problematico; 200 ostaggi saranno scambiati in seguito a un accordo tra le parti. Penso che si fara' un passo avanti significativo'. Cosi' il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, in un'intervista alla tv americana Pbs, ripresa dal Guardian aggiungendo che il suo obiettivo 'e' porre fine a questa battaglia con la pace'.

    "I referendum nel Donbass sono di grande importanza non solo per la protezione sistemica dei residenti della Repubblica del Lugansk e del Donetsk e di altri territori liberati, ma anche per il ripristino della giustizia storica". Così il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, spinge su Telegram a fare i referendum di annessione nelle cosiddette repubbliche separatiste filorusse in Ucraina. "L'invasione del territorio della Russia è un crimine che consente l'uso di tutte le forze di autodifesa", aggiunge Medvedev, spiegando che per questo i referendum "sono così temuti a Kiev e in Occidente" e "devono essere tenuti".

    Le forze armate ucraine hanno affondato un traghetto che trasportava truppe e attrezzature russe attraverso il fiume Dnieper, nei pressi di Nova Kakhovka, nella regione di Kherson. Lo riferisce il Kyiv Independent. In una dichiarazione su Facebook, l'esercito ucraino ha affermato che: "I tentativi di costruire un passaggio non hanno resistito al fuoco delle forze ucraine e sono stati fermati".

  2. #2
    L'avatar di genngattu
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    3,163
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1951 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Enix Visualizza Messaggio
    Erdogan: "Ho l'impressione che Putin voglia concludere la guerra"

    La Duma, la camera bassa del Parlamento russo, ha approvato una serie di emendamenti al codice penale che prevedono il rafforzamento delle pene in caso di "mobilitazione", "legge marziale", "tempo di guerra" e "conflitto armato".

    Per la renitenza alla leva è prevista una pena fino a dieci anni di reclusione.

    Gli emendamenti andranno in votazione domani al Consiglio della Federazione, il Senato russo prima di essere promulgati dal presidente Vladimir Putin.

    Dal 23 al 27 settembre avranno luogo i referendum sull'annessione con la Russia nell'autoproclamata Repubblica di Lugansk, in quella di Donetsk e nella parte del territorio occupato dai russi della regione ucraina di Zaporizhzhia.

    "Ricatto ingenuo con minacce e storie dell'orrore di 'referendum' e 'mobilitazioni' di chi sa combattere solo contro bambini e persone pacifiche. Ecco come appare la paura della sconfitta. Il nemico ha paura, manipola primitivamente. L'Ucraina risolverà la questione russa. La minaccia può essere eliminata solo con la forza". Così il capo dell'Ufficio del presidente ucraino Zelensky, Andriy Yermak, commenta su Telegram l'annuncio di referendum nelle regioni occupate e l'inasprimento della Duma delle pene in caso ai renitenti alla leva di "mobilitazione generale".

    Erdogan, terre invase da Russia devono tornare a Ucraina - Mondo
    Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, in un'intervista alla tv americana Pbs, ripresa dal Guardian, ha dichiarato che le terre invase dalla Russia dovrebbero essere restituite all'Ucraina, compresa la Crimea. (ANSA)
    Gli indici della Borsa di Mosca sono crollati di oltre il 10% subito dopo l'annuncio dei referendum per l'annessione alla Russia nel Donbass e nella regione di Kherson. Successivamente c'è stata una parziale ripresa, con l'indice Moex che poco dopo le 15 ora locale (le 14 in Italia) segnava un arretramento di quasi l'8% e quello Rts in calo del 7,76%.

    'In Uzbekistan, mi sono incontrato con il presidente Putin e abbiamo avuto discussioni molto approfondite con lui. E mi sta dimostrando che e' disposto a porre fine a questa situazione il prima possibile. Questa e' stata la mia impressione, perche' il modo in cui si stanno svolgendo le cose ora e' piuttosto problematico; 200 ostaggi saranno scambiati in seguito a un accordo tra le parti. Penso che si fara' un passo avanti significativo'. Cosi' il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, in un'intervista alla tv americana Pbs, ripresa dal Guardian aggiungendo che il suo obiettivo 'e' porre fine a questa battaglia con la pace'.

    "I referendum nel Donbass sono di grande importanza non solo per la protezione sistemica dei residenti della Repubblica del Lugansk e del Donetsk e di altri territori liberati, ma anche per il ripristino della giustizia storica". Così il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, spinge su Telegram a fare i referendum di annessione nelle cosiddette repubbliche separatiste filorusse in Ucraina. "L'invasione del territorio della Russia è un crimine che consente l'uso di tutte le forze di autodifesa", aggiunge Medvedev, spiegando che per questo i referendum "sono così temuti a Kiev e in Occidente" e "devono essere tenuti".

    Le forze armate ucraine hanno affondato un traghetto che trasportava truppe e attrezzature russe attraverso il fiume Dnieper, nei pressi di Nova Kakhovka, nella regione di Kherson. Lo riferisce il Kyiv Independent. In una dichiarazione su Facebook, l'esercito ucraino ha affermato che: "I tentativi di costruire un passaggio non hanno resistito al fuoco delle forze ucraine e sono stati fermati".
    Medvedev come detto in un altro post può incutere "fastidio" all'utente medio occidente che lo sente, ma chi lo conosce bene (e gli ucraini lo conoscono bene) sanno che è il salvini russo. Per farla breve può rendere l'aria piu pesante a chi legge e si fa prendere, ma l'ucraino medio sa che una dichiarazione del genere vuol dire solo una cosa. La russia è in forte difficoltà e gli ucraini sono sulla giusta strada nel ricacciare i russi a casa loro, e tale mobilitazione come ho scritto in altri post può essere estremamente controproducente per la russia stessa.

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    16,665
    Mentioned
    122 Post(s)
    Quoted
    8307 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Facciano un referendum tra la popolazine residente prima del 2014 e vediamo che risultati escono.
    Questo che faranno loro sarà l'ennesimo senza riconoscimento internazionale e senza risultati concreti, visto che l'eventuale annessione non sarebbe riconosciuta da nessuno e porterebbe solo al consolidamento delle sanzioni già in corso...

  4. #4
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    13,882
    Mentioned
    92 Post(s)
    Quoted
    6701 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    Facciano un referendum tra la popolazine residente prima del 2014 e vediamo che risultati escono.
    Questo che faranno loro sarà l'ennesimo senza riconoscimento internazionale e senza risultati concreti, visto che l'eventuale annessione non sarebbe riconosciuta da nessuno e porterebbe solo al consolidamento delle sanzioni già in corso...
    Potrebbe essere una mossa ad esclusivo uso interno per aggirare la legge russa, che vieta l'uso di coscritti al di fuori del territorio russo, senza necessariamente passare per la mobilitazione generale.

    Sull'impossibile riconoscimento "esterno" di referendum con in corso un'occupazione militare non c'è neanche da discutere.

  5. #5
    L'avatar di tutmosi
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Messaggi
    14,960
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5202 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Servono a dichiararli territori russi .
    Con tutte le conseguenze del caso e ben note .

  6. #6
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    13,882
    Mentioned
    92 Post(s)
    Quoted
    6701 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tutmosi Visualizza Messaggio
    Servono a dichiararli territori russi .
    Con tutte le conseguenze del caso e ben note .
    Esattamente, in quanto territori russi i coscritti potrebbero essere inviati in loco senza alcuna dichiarazione di mobilitazione generale.

    Sul consueto mantra dell'intoccabilità dei territori russi perché altrimenti si scatena la risposta nucleare, continuo a ritenere che tra il "...mettere in pericolo lo stato russo..." specificato dalla dottrina russa, che è un vincolo forte, e il "...basta il colpire i territori russi..." ci sia distanza, e non solo Putin è chiamato a decidere (non credo tutti appoggerebbero una equivalenza delle due condizioni, a maggior ragione i c.d. alleati, soprattutto con referendum in presenza di occupazione militare).
    Ultima modifica di FogOnLine; 20-09-22 alle 20:42

  7. #7
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    29,026
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    10883 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da tutmosi Visualizza Messaggio
    Servono a dichiararli territori russi .
    Con tutte le conseguenze del caso e ben note .
    Tra il dire ed il fare .... anche perchè se la suona e se la canta, ed il punto è che è Ucraina senza se e ma e se dovesse fare l'ennesima scemenza se adesso è isolata la russia letteralmente diventerà il paria della scena internazionale.
    Basti pensare al fatto che -tutti- lo hanno fatto attendere ... Pure Erdogan grande parahulo lo ha mollato...

    Familiarizzare con il concetto: è uno stato enorme con costi di gestione enormi, senza una industria significativa che non sia di estrazione, che si badi bene, è nulla senza l'apporto di tecnologia estera, che non produce nulla di valido e tecnologicamente avanzato che non sia -forse- qualche missile e siluro e sottomarino- il tutto tenuto insiene da un PIL ridicolo per le ambizioni dello zar.

  8. #8
    L'avatar di tutmosi
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Messaggi
    14,960
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5202 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Ma basta con sta caxxata che i russi sono solo minatori,ma per piacere.
    Nella tecnologia spaziale sono alla pari degli usa, dagli anni ‘50, e mentre gli usa hanno ora delegato alle società private , loro continuano ad andare avanti. vedi i progetti per la nuova stazione spaziale Ross, i progetti orlyonok e oryol (questo in collaborazione cinese,) la nuova navicella spaziale Zeus a propulsione nucleare.
    Le sanzioni potrebbero rallentare la tempistica realizzativa, ma certo non il know how .
    .

  9. #9

    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1,053
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    606 Post(s)
    Potenza rep
    42527591
    Quindi se il referendum è favorevole ai russi e qualcuno prova a riprenderli mandandogli qualche missile, i russi sarebbero legittimati ad utilizzar3le armi nucleari?

  10. #10

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    33,930
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    27440 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Il politologo russo Yakovina commenta i referendum per l’annessione di regioni ucraine in Russia: «Nessuno riconoscerà l’esito. Ma con questa farsa potrà dire subito che l’operazione militare è finita, che ha “liberato” le terre che voleva»


    https://www.corriere.it/esteri/22_se...f266f7f2.shtml

Accedi