Quirico su Zelenski
USA, Nonfarm Payrolls superiori alle attese, mercati in rosso, Dow cede 200 punti in apertura
Le assunzioni negli Stati Uniti a luglio sono state di gran lunga migliori del previsto, sfidando i segnali che la ripresa economica sta perdendo vigore, ha riferito venerdì il Bureau of Labor Statistics.Le buste paga, escluso il settore agricolo sono aumentate di 528.000 a luglio mentre il tasso di disoccupazione è sceso a 3,5%, migliori
Mps-Day: nei conti bomba legale da 1,8 MLD. Lovaglio cerca di tamponare lo shock, ma il titolo affonda
Mps "va a tutta velocità nell'esecuzione del piano industriale e sarà impossibile fermare la nostra determinazione". Così il numero un
Tante soluzioni di trading in un?unica piattaforma innovativa. L?offerta di XTB
I trader necessitano di strumenti tecnologicamente avanzati che permettano di destreggiarsi in contesti come quello attuale. XTB presenta le sue soluzioni
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di deltamarco
    Data Registrazione
    Nov 1999
    Messaggi
    44,529
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    15424 Post(s)
    Potenza rep
    42949695

    Quirico su Zelenski

    quirico: zelensky ha capito che i popoli, e i loro leader, seguono piU le passioni che gli interessi - Dagospia

    È accaduto che una guerricciola locale per una ammuffita provincia dell'Ucraina è diventata addirittura un confronto per procura di enorme pericolosità tra la Nato e la Russia. Di più: una guerra mondiale in cui (per ora) ci si batte con furore sui terreni della economia, dell'energia e del cibo coinvolgendo ormai milioni e milioni di uomini.



    Come è successo? Si badi contro la volontà stessa di molti di coloro, come gli europei, che non avrebbero mai accettato alcuni mesi fa di compiere un percorso così duro e pericoloso se avessero seguito le orme della prudenza e dell'interesse.

    La colpa, o il merito, è di Zelensky che imponendo la sua immagine e il suo talento di comunicatore ossessivo, martellante, onnipresente ha creato una guerra, non soltanto di cannoni e mosse diplomatiche, ma di emozioni. Il suo grimaldello è stata la colpevolizzazione sistematica e seduttiva dell'Occidente….

  2. #2
    L'avatar di gmc
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    22,878
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    8261 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Certo avendo a che fare con dei parvenu senza spessore e per lo piu' compromessi con le multinazionali usa la cosa e' riuscita abbastanza facile

  3. #3
    L'avatar di sidereusnuncius
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Messaggi
    4,804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2681 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da deltamarco Visualizza Messaggio
    quirico: zelensky ha capito che i popoli, e i loro leader, seguono piU le passioni che gli interessi - Dagospia

    È accaduto che una guerricciola locale per una ammuffita provincia dell'Ucraina è diventata addirittura un confronto per procura di enorme pericolosità tra la Nato e la Russia. Di più: una guerra mondiale in cui (per ora) ci si batte con furore sui terreni della economia, dell'energia e del cibo coinvolgendo ormai milioni e milioni di uomini.



    Come è successo? Si badi contro la volontà stessa di molti di coloro, come gli europei, che non avrebbero mai accettato alcuni mesi fa di compiere un percorso così duro e pericoloso se avessero seguito le orme della prudenza e dell'interesse.

    La colpa, o il merito, è di Zelensky che imponendo la sua immagine e il suo talento di comunicatore ossessivo, martellante, onnipresente ha creato una guerra, non soltanto di cannoni e mosse diplomatiche, ma di emozioni. Il suo grimaldello è stata la colpevolizzazione sistematica e seduttiva dell'Occidente….
    una spiegazione troppo semplicistica.
    Personalmente non gli darei nessun credito
    1. i popoli europei non contano una mazza se fosse altrimenti la guerra non ci sarebbe
    2. i loro governanti ankora non ci hanno spiegato le vere ragioni profonde della catastrofe che hanno pianificato e messa in atto.

  4. #4
    L'avatar di gmc
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    22,878
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    8261 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da sidereusnuncius Visualizza Messaggio
    una spiegazione troppo semplicistica.
    Personalmente non gli darei nessun credito
    1. i popoli europei non contano una mazza se fosse altrimenti la guerra non ci sarebbe
    2. i loro governanti ankora non ci hanno spiegato le vere ragioni profonde della catastrofe che hanno pianificato e messa in atto.




    sai , temo che la verita' sia di basso livello , ho paura che se confessassero la verita' ,altro non potrebbero dire che

    -scusate ,siamo stati dei cazz.oni-

    non li farei piu' intelligenti di quel che sono.

  5. #5
    L'avatar di loucyfer
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    14,178
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    5319 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da gmc Visualizza Messaggio
    [/B]


    sai , temo che la verita' sia di basso livello , ho paura che se confessassero la verita' ,altro non potrebbero dire che

    -scusate ,siamo stati dei cazz.oni-

    non li farei piu' intelligenti di quel che sono.
    ...altro che c.......i, sono dei criminali "dolosi", alla stessa stregua dei due "galli dell'est" che se le danno disanta ragione.

  6. #6
    L'avatar di Waller70
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    4,378
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    3811 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Quello di Quirico mi sembra il "ragionamento" di chi si lamenta delle urla di una donna mentre la stuprano:
    "Che te urli, stavo a dormì", gridò un Quirico agitato dal balcone di casa.

  7. #7
    L'avatar di torre1
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    41,625
    Blog Entries
    8
    Mentioned
    73 Post(s)
    Quoted
    7638 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da deltamarco Visualizza Messaggio
    quirico: zelensky ha capito che i popoli, e i loro leader, seguono piU le passioni che gli interessi - Dagospia

    È accaduto che una guerricciola locale per una ammuffita provincia dell'Ucraina è diventata addirittura un confronto per procura di enorme pericolosità tra la Nato e la Russia. Di più: una guerra mondiale in cui (per ora) ci si batte con furore sui terreni della economia, dell'energia e del cibo coinvolgendo ormai milioni e milioni di uomini.



    Come è successo? Si badi contro la volontà stessa di molti di coloro, come gli europei, che non avrebbero mai accettato alcuni mesi fa di compiere un percorso così duro e pericoloso se avessero seguito le orme della prudenza e dell'interesse.

    La colpa, o il merito, è di Zelensky che imponendo la sua immagine e il suo talento di comunicatore ossessivo, martellante, onnipresente ha creato una guerra, non soltanto di cannoni e mosse diplomatiche, ma di emozioni. Il suo grimaldello è stata la colpevolizzazione sistematica e seduttiva dell'Occidente….
    Mi sembra molto più completa e credibile l'analisi di Barbero di cui si discute in un'altra discussione. Il problema e le responsabilità vanno ripartite, in modi diversi in tempi diversi, tra occidente, NATO e USA da una parte e Russia (e in parte Cina) dall'altra

    Zelensky non c'entra niente. Premetto che parlo in generale e non agli utenti che partecipano a questa discussione

    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) che se gli ucraini in massa non avessero voluto combattere, semplicemente non l'avrebbero fatto, mica potevano fucilarli tutti e comunque si sarebbero ribellati
    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) che Zelensky prima dell'invasione era detestato e scarsamente considerato dagli Ucraini proprio in quanto appariva troppo debole e accomodante nei confronti di Putin
    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) a non capire (o a non voler capire ...) che il resto del governo ucraino (a partire dalla sua vice) sono infinitamente molto più radicali di Zelensky, ci si prepari a rimpiangerlo se dovesse uscire di scena
    Se Zelensky cercasse di scendere a patti in questo momento si ritroverebbe contro una buona parte del suo popolo (non tutto, ci sono e ci mancherebbe altro, profughi che non ne possono più)
    Comunque si insiste a non capire che se anche ci fosse la pace oggi, per stanchezza, una volta ripresa un minimo di normalità partirà comunque una guerriglia continua e sanguinosa contro gli occupanti, a cui i russi non potranno non rispondere se non nel modo più brutale, cosa che aumenterà esponenzialmente il livello di scontro
    L'occidente sovvenzionerà a mille la resistenza: ci si prepari al peggio se Putin non si ritirerà, e visto che non lo farà, ci si prepari al peggio.

  8. #8
    L'avatar di Maupassant
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    28,959
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    8177 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Waller70 Visualizza Messaggio
    Quello di Quirico mi sembra il "ragionamento" di chi si lamenta delle urla di una donna mentre la stuprano:
    "Che te urli, stavo a dormì", gridò un Quirico agitato dal balcone di casa.
    di un cinismo agghiacciante, ha considerato tutto tranne i morti e i milioni di persone disperate senza casa e futuro: un dettaglio trascurabile, per Quirico.

    Poi un giornalista che definisce 'provincia ammuffita' la parte dell'Ucraina che ha gas, petrolio e terre rare da soddisfare mezza Europa dovrebbe fare un altro mestiere: non ha capito nulla della guerra in Ucraina

  9. #9
    L'avatar di deltamarco
    Data Registrazione
    Nov 1999
    Messaggi
    44,529
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    15424 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Citazione Originariamente Scritto da torre1 Visualizza Messaggio
    Mi sembra molto più completa e credibile l'analisi di Barbero di cui si discute in un'altra discussione. Il problema e le responsabilità vanno ripartite, in modi diversi in tempi diversi, tra occidente, NATO e USA da una parte e Russia (e in parte Cina) dall'altra

    Zelensky non c'entra niente. Premetto che parlo in generale e non agli utenti che partecipano a questa discussione

    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) che se gli ucraini in massa non avessero voluto combattere, semplicemente non l'avrebbero fatto, mica potevano fucilarli tutti e comunque si sarebbero ribellati
    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) che Zelensky prima dell'invasione era detestato e scarsamente considerato dagli Ucraini proprio in quanto appariva troppo debole e accomodante nei confronti di Putin
    Si insiste a non capire (o a non voler capire ...) a non capire (o a non voler capire ...) che il resto del governo ucraino (a partire dalla sua vice) sono infinitamente molto più radicali di Zelensky, ci si prepari a rimpiangerlo se dovesse uscire di scena
    Se Zelensky cercasse di scendere a patti in questo momento si ritroverebbe contro una buona parte del suo popolo (non tutto, ci sono e ci mancherebbe altro, profughi che non ne possono più)
    Comunque si insiste a non capire che se anche ci fosse la pace oggi, per stanchezza, una volta ripresa un minimo di normalità partirà comunque una guerriglia continua e sanguinosa contro gli occupanti, a cui i russi non potranno non rispondere se non nel modo più brutale, cosa che aumenterà esponenzialmente il livello di scontro
    L'occidente sovvenzionerà a mille la resistenza: ci si prepari al peggio se Putin non si ritirerà, e visto che non lo farà, ci si prepari al peggio.
    Guarda che quello che ho postato è un estratto dell’articolo. Se apri il link l’analisi è molto più articolata…

  10. #10
    L'avatar di deltamarco
    Data Registrazione
    Nov 1999
    Messaggi
    44,529
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    15424 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Non è possibile vincere una guerra moderna contro una superpotenza se non si dispone di una artiglieria poderosa con missili a lunga gittata e se non si ha una superiorità aerea». Richard D. Hooker, ufficiale della 82esima Divisione aviotrasportata, una lunghissima carriera nelle forze armate americane e membro del Consiglio per la Sicurezza nazionale con ben tre presidenti da Clinton a Trump, non ha la sfera di cristallo, ma è quantomeno scettico sulle possibilità dell'Ucraina di prevalere anche se alla fine di una lunga chiacchierata confessa: «Spero di sbagliarmi stavolta, ma sono quasi 40 anni che studio la Russia e Putin ha ambizioni smodate, immaginare la pace è una follia».



    Non crede in una via negoziale con Mosca?

    «Al contrario, ritengo che Stati Uniti ed Europa negozieranno con Mosca ma sulle basi che vuole Putin».

    Non è quello che sostengono però le cancellerie occidentali: «Tocca a Zelensky - è il ritornello - definire se le condizioni di una tregua o una pace sono accettabili».

    «Zelenski prima o poi dovrà fare i conti con la realtà. E questa non è dalla parte degli ucraini. Certo hanno dimostrato una grande capacità di combattere, hanno persino dimostrato che la Russia si può sconfiggere, ma manca un tassello».



    Quale?

    «Mancano le armi giuste, quelle potenti, quelle che trasformano un conflitto da battaglia difensiva a uno dove si può conseguire la vittoria. Che significa respingere i russi».

    Perché non ci sono?

    «Perché la Nato ha deciso di limitarsi a sostenere la resistenza, la difesa. C'è il timore di estendere il conflitto e che questo possa sfuggire di mano. E questo Putin l'ha capito, è consapevole che l'Occidente ha paura. Macron dice che non bisogna umiliare Putin; quanti occidentali - e qui mi riferisco più agli europei - sono disposti a cambiare il loro stile di vita se il gas russo non ci sarà più e il contraccolpo economico si farà sentire? La verità è che l'Europa e la Nato sono terrorizzati da un confronto diretto con Mosca».

    Anche Biden però

    «Anche il presidente Usa ha posto limiti evidenti e chiari sul sostegno a Kiev».



    Le sanzioni non stanno piegando la Russia?

    «In due o tre anni la situazione economica russa sarà ristabilita e vedremo Putin muoversi lungo lo stesso copione verso altri Paesi, e come ha fatto in passato in Georgia».

    Il suo schema è riassumibile in: l'Ucraina non esisterà più e Putin ha vinto perché la Nato non interviene. Giusto?

    «L'Ucraina non diventerà uno Stato fallito perché quel che resta sarà aiutato, sovvenzionato, finanziario dagli occidentali, magari aderirà alla Ue».



    Perché ritiene che Mosca sopravviverà alla stretta economica dell'Occidente?

    «Sul breve termine ci sono gli aiuti e gli scambi commerciali ed energetici con India e Cina a sostenerla, ma vi è una ragione molto più importante"

    Prendo a prestito la tesi di Rick Waddell,già viceconsigliere per la Sicurezza nazionale con il generale McMaster. Ha spiegato che quando si decide di affrontare un grande Paese come la Russia, autosufficiente per l'agricoltura e l'energia, ci vogliono molta pazienza e sforzi ingenti per fiaccarne l'economia. Putin ha a disposizione diverse armi, e non mi riferisco solo a missili, droni o lanciarazzi. La Russia è uno dei più grandi produttori di grano e questo gli dà un potere "ricattatorio" elevato; ha energia e il suo export è fondamentale; produce il 30% dei fertilizzanti usati nel mondo. Sono settori strategici che è difficile mettere in ginocchio. Per farlo l'Occidente dovrebbe restare unito a lungo proprio quando i costi del conflitto si alzano. Mi domando: ne siamo capaci? Rispondo: ne dubito».


    A. Sim. Per “la Stampa”

    Dunque la Stampa è ufficialmente contro la guerra …forse la manina degli Elkan??

    😂😂😂

Accedi