Ufficiali russi caduti in ucraina - Pagina 47
Posizioni nette corte: Maire in vetta ai più shortati di Piazza Affari, nelle prime posizioni anche Fincantieri e Webuild
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 4 posizioni short aperte per una quota pari al 4,63% del capitale sociale.Bio-On conquista il secondo gradino più alto del podio con 2 PNC pari al 2,59% del capitale.Fincantieri si posiziona al
Settembre da incubo per Wall Street: occhio ad alcuni indicatori che lanciano dei segnali d’acquisto
Indici azionari di Wall Street in profondo rosso a settembre. Quando manca una seduta al termine del mese e del trimestre lo S&P 500 e gli altri principali indici viaggiano sui minimi annui. L?indice S&P 500 è capitolato del 7,9% a settembre, il Dow Jones ha sofferto un tonfo del 7,2% e peggio fa il
Porsche in Borsa vale più del doppio di Ferrari. Confronto con le altre big auto e prospettive dopo l’IPO più attesa del 2022
Porsche si è quotata sulla Borsa di Francoforte con il ticker P911 in quella che era l?Ipo più attesa dell?anno e non ha deluso le aspettative. Si tratta infatti della maggiore IPO dell?ultimo decennio in Europa. Il debutto è avvenuto in una giornata debole per i mercati, ma Porsche dopo aver aperto a 84 euro,
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #461

    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    9,603
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    5478 Post(s)
    Potenza rep
    42888374
    Citazione Originariamente Scritto da franz.old Visualizza Messaggio
    (...)
    Con soldati che vedevano che in ukraina stavano bene mentre loro stavano nella emme al loro paese
    Eh, ma loro sono dei veri duri, mica molli e decadenti come l'occidente.
    Poi vanno a rubare la Coca Cola dalle case

    Soldati russi autorizzati al saccheggio

  2. #462

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    9,637
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    3093 Post(s)
    Potenza rep
    42906690
    Citazione Originariamente Scritto da franz.old Visualizza Messaggio
    Con almeno 50 Mila morti dalla loro parte.
    Sì proprio un bel suc.*****
    Un paese fratello e sorella distrutto,hanno arrubbato ciò che potevano,distrutto tutto.
    Con soldati che vedevano che in ukraina stavano bene mentre loro stavano nella emme al loro paese
    Ma dai 50.000 morti non esistono, forse siamo nell intorno di 5.000 caduti. Tra L altro il numero delle loro perdite si è ridotto verticalmente nelle ultime settimane.

  3. #463

    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    73,329
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    23353 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da amartya78 Visualizza Messaggio
    Ma dai 50.000 morti non esistono, forse siamo nell intorno di 5.000 caduti. Tra L altro il numero delle loro perdite si è ridotto verticalmente nelle ultime settimane.
    Sono partiti da 1000 x arrivare a 9000...dichiarati in intercettazioni ..
    Di sicuro a vedere lo sbrago fatto dovunque saranno almeno 50 Mila da ogni parte..
    Hai presente quei poveretti che scavavano trincee a cernobil?
    Quanti erano e quanti di loro di salveranno?
    Tanto vivi e morti vengono portati in bielo russia quindi ciao che sai tutto

  4. #464
    L'avatar di ToriToriTori
    Data Registrazione
    Mar 2004
    Messaggi
    29,946
    Blog Entries
    13
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    3474 Post(s)
    Potenza rep
    42949691

    Post Piú passa il tempo, piú sembra profilarsi sconfitta epocale per la Russia putiniana

    <<



    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: Immagine.jpg 
Visualizzazioni: 6 
Dimensione: 123.4 KB 
ID: 2821919


    Il generale italiano Giulio Douhet nel 1921 ha rivoluzionato l'idea di guerra, inventando i "bombardamenti strategici", ma la Regia Aeronautica non ha mai avuto mezzi e strutture per concretizzare le sue idee: le applicarono poi le "fortezze volanti" americane sulle nostre città. Il comandante russo Valery Gerasimov invece passerà alla storia come il generale che ha concepito la guerra ibrida del futuro ma ha condotto la sua armata a una disfatta con metodi del passato. Il raid degli elicotteri a Belgorod non è che l'ultima di una lunga serie di deficienze della macchina bellica di Mosca, così profonde da apparire incredibili: peccati capitali nell'organizzazione, nelle tattiche e negli strumenti.

    In cinque settimane i russi hanno cambiato tre diversi piani di battaglia, senza incassare una vittoria. Il primo, quello dell'invasione, resta un enigma. Gli assalti dei paracadutisti su due aeroporti di Kiev si sono trasformati in un massacro, mentre le colonne di tank lanciate verso Sumy, Karkhiv e Chernihiv erano troppo deboli per espugnare le città: meno della metà dei reparti disponibili è entrata in azione. Gli unici risultati ci sono stati a sud, dove l'intera regione tra Donbass e Crimea è stata occupata con l'eccezione di Mariupol. Perché? Probabilmente l'offensiva sulle città non aveva obiettivi militari ma politici: doveva servire per un cambio di regime, un golpe o qualcosa del genere, che riportasse al governo gli amici di Mosca. Putin è sempre stato un giocatore di scacchi, invece si è seduto a una partita di poker puntando su una scala a incastro: fallito il blitz della prima notte nella capitale, ha perso molte delle sue fiches. Forse voleva ripetere lo schema di Praga e Kabul: parà, presa del palazzo del potere e insediamento del governo collaborazionista. La quinta colonna promessa dai suoi servizi segreti però non s'è vista mentre gli ucraini hanno reagito in maniera straordinaria.

    A quel punto i generali hanno buttato contro Kiev e le altre città il resto delle forze: 100mila soldati e seimila blindati si sono mossi però come un esercito del secolo scorso, finendo in trappola. La débacle più grave è sintetizzata in una sigla: C3 ossia Comando, Controllo e Comunicazione, l'ossatura di ogni conflitto. Il comando non controllava i reparti, che non riuscivano a comunicare, né tra loro, né con i vertici. Una bolgia infernale, in cui i singoli battaglioni avanzavano alla cieca fino all'esaurimento del carburante; i convogli dei rifornimenti si perdevano tra le imboscate; aerei e cannoni agivano per fatti loro senza coordinamento. Tanto più che la direzione delle operazioni - come ha scritto il New York Times - è rimasta nei bunker di Mosca, lontanissimo dall'Ucraina, e i generali per capire cosa stesse accadendo ai loro uomini sono corsi in prima linea, finendo spesso nel mirino dei cecchini.

    Gli eserciti della Nato hanno l'ossessione del C3, che viene affidato ad apparati satellitari, per "combattere in rete" condividendo tutte le informazioni in tempo reale persino sui tablet delle pattuglie. I russi invece sono all'anno zero: gli uomini a terra non hanno modo di contattare gli aerei e guidarne gli interventi ma faticano pure a dialogare con l'artiglieria. L'aviazione non ha preso il dominio del cielo, nonostante sia venti volte superiore a quella di Kiev. La scarsità di armi di precisione, poi, le impedisce di dare sostegno ai reparti in crisi. Ma non riesce neppure a scoprire i velivoli avversari, perché ha pochi radar volanti, tanto che gli elicotteri sono arrivati indisturbati fino a Belgorod. Tutta l'attività di ricognizione è carente: non scoprono dov'è il nemico, non hanno droni che accompagnano i reparti. Insomma, un corpaccione con grandi muscoli ma senza una testa, che mena mazzate a casaccio.

    L'ultima pianificazione, la terza, prende atto di queste drammatiche debolezze e riporta l'orologio al 1943: una lenta guerra sovietica, con ambiguità difficili da decifrare. Sparano senza sosta sulle città, ma non staccano luce e internet. Vogliono soffocare i rifornimenti, ma non distruggono ponti e ferrovie. L'attacco nel Donbass e a Mariupol viene lasciato nelle mani dei miliziani ceceni, caucasici o separatisti. Perché il soldato russo non è più quello di Stalingrado: per un mese ha obbedito e si è sacrificato; adesso fatica a capire per cosa sta combattendo. >>

    Insomma, finora Russia degradata a nazione militarmente sottosviluppata

  5. #465
    L'avatar di pulviscolo
    Data Registrazione
    Sep 2002
    Messaggi
    14,783
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5616 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    il costo occulto delle dittature governate da despoti: nepotismo, corruzione, inettitudine, lec.cc.aculismo come carrierismo senza limitismo,...

    che il milite russo oggi utilizzi il kalashnikov recuperato dalle armerie dai tempi dell'afganistan, perchè i figli dei burocrati russi di potessero vestire prada, studiare e vivere a londra non mi stupirebbe per niente.

  6. #466

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    9,637
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    3093 Post(s)
    Potenza rep
    42906690
    Citazione Originariamente Scritto da franz.old Visualizza Messaggio
    Sono partiti da 1000 x arrivare a 9000...dichiarati in intercettazioni ..
    Di sicuro a vedere lo sbrago fatto dovunque saranno almeno 50 Mila da ogni parte..
    Hai presente quei poveretti che scavavano trincee a cernobil?
    Quanti erano e quanti di loro di salveranno?
    Tanto vivi e morti vengono portati in bielo russia quindi ciao che sai tutto
    Per sapere i veri numeri ci vorranno decenni. E' verosimile un numero di caduti russi tra i 5.000 ed i 10.000, mentre per le forze militari ucraine si arriva tra 20.000-50.000

  7. #467

    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    20,279
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    8521 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da franz.old Visualizza Messaggio
    Però la più bella è quella di ieri

    Gli elicotteri presunti ucraini che di 8 serbatoi sparando tanti proiettili ne hanno distrutto solo 1,magari era anche quasi vuoto,e per forza,se fosse stato pieno sarebbe stato comunque un disastro.
    Però sono stati molto educati neanche un ferito lieve,una unghia incarnita da marcare visita insomma
    Attacco russo in suolo russo su risorse russe
    Trump ha fatto scuola!


  8. #468

    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    20,279
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    8521 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da ToriToriTori Visualizza Messaggio

    Insomma, finora Russia degradata a nazione militarmente sottosviluppata
    La Russia ahinoi ha ormai vinto militarmente in Ucraina è tutto distrutto e le città cadono giorno dopo giorno senza aiuti occidentali

  9. #469

  10. #470
    L'avatar di ToriToriTori
    Data Registrazione
    Mar 2004
    Messaggi
    29,946
    Blog Entries
    13
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    3474 Post(s)
    Potenza rep
    42949691

    Cosi continuando si profila sconfitta epocale della Russia putiniana

    Citazione Originariamente Scritto da wizardgsz Visualizza Messaggio
    La Russia ahinoi ha ormai vinto militarmente in Ucraina è tutto distrutto e le città cadono giorno dopo giorno senza aiuti occidentali
    Strano concetto che hai tu della vittoria militare. Per te radere al suolo e contemporaneamente avere perdite abnormi, è vittoria militare. Per me ti sbagli... li hanno mandati a fare una invasione facendo subire a ragazzi russi di leva un tiro al piccione.

    Complimentoni

    Guarda nel video fresco fresco che perdite delle forze russe...

    PS: distruggere le città non è prendere le città. Tra l'altro stiamo vedendo che i russi non sono capaci a mantenerle.

    Lo scudo di cartone per difendersi dai droni - la Repubblica
    Ultima modifica di ToriToriTori; 02-04-22 alle 12:40 Motivo: PS - video

Accedi