Rosa Milan 2020/2021 Vol. II - Pagina 7
Italia, cresce l?ottimismo sull?economia: fiducioso l?89% degli investitori
Aumenta l’ottimismo nei confronti dell’economia italiana: l’89% degli investitori del Bel Paese infatti si dice fiducioso, facendo segnare così un +6% rispetto al primo trimestre del 2021. Un trend emerso …
UniCredit lancia la nuova gamma di Cash Collect Worst of con Maxi Premio iniziale condizionato
UniCredit lancia una nuova emissione di 15 certificati Cash Collect Worst Of Maxi Premio Iniziale Condizionato. Questi prodotti si aggiungono agli altri Cash Collect emessi dalla banca italiana negli ultimi …
Banche, sta per scoccare gong bilanci: preview Banco BPM, Bper & Co. I nuovi target price con focus stress test, M&A e dividendi
Banche sempre più protagoniste, tra rumor di M&A - che vedono protagoniste, in particolare, quelle che vengono considerate come gli anelli deboli del sistema bancario del made in Italy, ovvero …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #61
    L'avatar di Graham Melamert
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    23,558
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1489 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da tamerlano Visualizza Messaggio
    Ci avevo fatto la bocca alla vittoria, ma il Lilla, oltre a giocare bene, ha anche avuto fortuna, come la volta scorsa, e ha pareggiato casualmente con quello che fa un assist perfetto quando invece voleva stoppare la palla... e poi Kjaer la devia che se no finiva tra le braccia di Gigio
    Va beh. Altra esperienza per i giovani. Tonali migliora, direi, e ha fatto un gran assist a Rebic per il goal
    ci fosse stato un difensore a chiudere invece di Dalot... si gira per non prendere la pallonata e non prova manco a intervenire... in miniera!

  2. #62
    L'avatar di belanda
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    44,204
    Mentioned
    60 Post(s)
    Quoted
    21643 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Sono d'accordo sul fatto che , a volte ,un bel rinvio lungo preferibilmente verso l'out laterale, costringendo il difensore avversario a colpire di testa come viene viene , sia un'eccellente maniera di rovesciare il fronte d'attacco e portarsi nella meta' campo avversaria . Il giochetto di passarsela ai limiti dell'area è produttivo se si riesce a liberare l'uomo che vada a campo aperto palla al piede verso l'area avversaria , ma se gli avversari sono attenti si rischia di sbagliare come ieri e regalare palla all'avversario. Ma non penso dipenda da Donnaruma ma da istruzioni dell'allenatore . Cosi' faceva gattuso e cosi' sta facendo Pioli

  3. #63
    L'avatar di mitomi54
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    7,670
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    3940 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Heart Visualizza Messaggio
    oh ma Pioli quando casso si negativizza? con lui direttore d'orchestra siamo più stabili.
    Ma soprattutto con lui in panchina a Napoli ne avremmo fatti almeno 6, giusto?...

  4. #64
    L'avatar di havokiano
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    38,406
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    6697 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    20punti in 8 giornate io non me li ricordo da molto molto tempo, quanto indietro bisogna andare?

  5. #65
    L'avatar di nearby
    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    6,236
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    3533 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Affare Rebic, la Bild svela le cifre dell'accordo: ecco quanto incassa la Fiorentina


    ....Secondo quanto riporta la Bild, la Fiorentina ha incassato circa 2,5 milioni di euro dal trasferimento in rossonero a titolo definitivo di Ante Rebic. La società viola – lo ricordiamo – deteneva una percentuale del 50% sulla cessione (plusvalenza) dell’attaccante croato. Come è stato possibile? Abbassando le cifre dello scambio con André Silva: il portoghese è stato pagato 3 milioni dall’Eintracht, mentre i rossoneri hanno versato 5 milioni per Rebic.....

    Bon, ora la finiranno di rompere le palle almeno per questo.

    @Olly riesci a fare un calcolo se c'è minus? 3 per Silva son pochini, dal punto di vista prettamente tecnico 5 per Rebic sono un affarone.
    Ultima modifica di nearby; 27-11-20 alle 20:27

  6. #66
    L'avatar di mitomi54
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    7,670
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    3940 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da havokiano Visualizza Messaggio
    20punti in 8 giornate io non me li ricordo da molto molto tempo, quanto indietro bisogna andare?
    Il bello è che meritavamo di vincere anche contro Roma e Verona, non abbiamo rubato niente, anzi....
    Peccato che Pioli il secondo anno rovina sempre tutto...

  7. #67
    L'avatar di DoutdesArtem
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    5,441
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2299 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da nearby Visualizza Messaggio
    Affare Rebic, la Bild svela le cifre dell'accordo: ecco quanto incassa la Fiorentina


    ....Secondo quanto riporta la Bild, la Fiorentina ha incassato circa 2,5 milioni di euro dal trasferimento in rossonero a titolo definitivo di Ante Rebic. La società viola – lo ricordiamo – deteneva una percentuale del 50% sulla cessione (plusvalenza) dell’attaccante croato. Come è stato possibile? Abbassando le cifre dello scambio con André Silva: il portoghese è stato pagato 3 milioni dall’Eintracht, mentre i rossoneri hanno versato 5 milioni per Rebic.....

    Bon, ora la finiranno di rompere le palle almeno per questo.

    @Olly riesci a fare un calcolo se c'è minus? 3 per Silva son pochini, dal punto di vista prettamente tecnico 5 per Rebic sono un affarone.
    Ma ricordo 9 mln per Silva..

  8. #68
    L'avatar di 7ilmarco
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    2,689
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    845 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da mitomi54 Visualizza Messaggio
    Ma soprattutto con lui in panchina a Napoli ne avremmo fatti almeno 6, giusto?...
    Per quello ci voleva Conte che tutti volevano strapagare

  9. #69
    L'avatar di tamerlano
    Data Registrazione
    Feb 2000
    Messaggi
    12,314
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    3465 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Bravo Davide
    Calabria a StarCasinò: "All'inizio discussi con Pioli, Ibra ci ha insegnato la mentalità. Perché non credere allo Scudetto?"
    27.11.2020 19:10 di Matteo Calcagni

    Carlo Pellegatti ha intervistato Davide Calabria per StarCasinò Sport. Una lunga chiacchierata dove il terzino rossonero ha ripercorso la sua carriera, soffermandosi ovviamente anche sull'attualità e sul bel momento personale e di squadra.

    Sui primi passi nel calcio: "I primi calci li ho tirati con i miei amici nella squadra del mio paese, la Virtus Adrense, ho bellissimi ricordi. I miei vivono ancora lì, mi capita di passare a trovare i dirigenti che lavorano lì e i ragazzi. Feci due provini col Milan, loro mi scelsero, avevo altre richieste ma essendo nato in una famiglia milanista a dieci anni decisi di intraprendere questo percorso".

    Sui ruoli: "Ero un centrocampista, lo sono stato fino agli Allievi dove iniziai a ricoprire il ruolo di terzino per mancanza di giocatori. Ho fatto un po' tutti i ruoli, poi sono stato spostato a destra fino alla Primavera".

    Sugli idoli del passato: "Sono cresciuto col Milan di Ancelotti, erano tutti dei grandissimi giocatori, una squadra che ha vinto tanto. Paolo è stato un esempio da seguire, ma tutti. Seedorf, Pirllo... Faccio fatica a lasciar fuori qualcuno".

    Sui compagni del settore giovanile: "Tutt'ora sento Davide Di Molfetta e Ferrari, sono cresciuto insieme a loro. Sono rimasto legato a loro, li ho rivisti non molto tempo fa. Mi fa piacere sentire i ragazzi con cui ho fatto questo lungo percorso. Colgo l'occasione per salutarli".

    Sul debutto in Serie A: "Era da gennaio che con Inzaghi ero quasi fisso in prima squadra, venni chiamato dalla Primavera per andare a Napoli, ma per una botta abbiamo evitato la convocazione. In quella gara esordì Felicioli, il mister mi disse che mi avrebbe voluto far esordire e che presto sarebbe successo anche a me. Da lì ho intuito che avrei potuto esordire, è successo la partita successiva a Bergamo. E' uno stadio a cui sono legato, è stata una bellissima esperienza. E' stata un'emozione incredibile, il primo pallone che tocchi è un ricordo indelebile e ringrazio ancora mister Inzaghi".

    Sul momento più bello: "Probabilmente il primo gol a Roma, un cucchiaio all'Olimpico con Totti in tribuna, ad Alisson. Era un momento felice, la squadra stava facendo molto bene e anche io. E' stata la ciliegina sulla torta. Il ricordo della corsa sotto la curva, è stato un momento emozionante".

    Sul momento più difficile: "Lo scorso anno ho avuto dei momenti di difficoltà personali, non ho avuto troppo aiuto ma non l'ho neanche cercato. Ho cercato di non farmi influenzare dalle voci, un ragazzo di 22/23 può passare un periodo di appannamento, la squadra non stava andando bene e anche a livello personale ne risenti. Ho anche pensato se fosse il percorso giusto in quel momento, mi sono autoconvinto che non avrei dovuto mollare. Devi sbattertene ed andare per la tua strada. Nessuno mi ha regalato niente e ne sono uscito".

    Sulla riscossa nel 2020: "E' scattato più per rivalsa, lo sto vivendo per dimostrare a me stesso e a qualcuno che si sbagliava su di me. Al posto che subire ne sto traendo convinzione. E' uno scatto mentale che da giocatore devi avere se vuoi restare a certi livelli. Mi sto nutrendo dell'avere pressioni, sono molto contento del mio percorso post lockdown, così come quello della squadra".

    Su Pioli: "Col mister i primi tempi abbiamo avuto qualche discussione di troppo. Da uomini ci siamo affrontati, abbiamo discusso su quello che non andava. Dal giorni dopo siamo riusciti a creare un rapporto che è molto forte, così come quello con tutta la squadra. Non è un caso se una squadra fa bene o male. Se si lega molto uno inconsciamente dà qualcosa in più. Noi stiamo dando tanto e il mister sta dando tanto a noi, speriamo possa tornare il più presto possibile".

    Sulla squadra: "Guardiamo ad una partita alla volta, non ci facciamo influenzare dall'esterno. Dobbiamo lavorare come stiamo facendo, guardando gara per gara. Non mi è mai piaciuto guardare troppo in là, pensiamo al presente. Se lavoriamo bene raccoglieremo i frutti più avanti".

    Sullo Scudetto: "Perché non crederci? Non ci sono limiti. I limiti te li poni tu personalmente. Penso si debba pensare il più in grande possibile, poi si vedrà quanto questa squadra potrà fare bene. E' presto per parlare degli obiettivi, dobbiamo continuare su questa strada, pensando alle prossime gare. Se ne parlerà tra qualche mese".

    Sul sacrificio in campo: "E' un momento fondamentale per la squadra, dobbiamo superare i nostri limiti. Siamo in un periodo storico con partite ravvicinate, non ci sono pause, è molto stressante per il fisico e si cerca di superare i propri limiti, dando tutto per aiutare i compagni nei momenti di difficoltà. In campo si vede, siamo disposti l'uno per l'altro".

    Su Ibrahimovic: "Penso sia stato fondamentale soprattutto all'inizio. Ci ha fatto capire cosa vuol dire voler vincere a tutti i costi. Non bisogna mai essere soddisfatti. Non ha senso porsi dei limiti, non ha senso accontentarsi di un risultato. La mentalità che ho riscontrato in Ibrahimovic non l'ho mai vista in nessun giocatore. Ha fatto bene a tutti anche per il futuro, è venuto da noi a rimettersi in gioco".

    Sull'assenza dello svedese: "Abbiamo affrontato il periodo senza Ibra nel migliore dei modi, ci è già capitato purtroppo. Ci dovrà dare ancora più stimolo, siamo una squadra forte, bisogna dare qualcosa in più perché non si senta la sua mancanza, ovviamente uno come lui è sempre meglio averlo in campo. Non vediamo l'ora che torni".

    Sulla passione extra calcio: "Ho una passione per l'enologia, me l'ha trasmessa mio nonno. Sto studiando quando posso, forse è l'unica passione che ho. Non ho mai giocato ai videogiochi, ho sempre preferito uscire con gli amici".

    Su Milano: "E' una città bellissima, mi sono sempre trovato bene, ormai è casa. E' una città moderna, puoi trovare sempre qualcosa da fare e da vedere. Le persone sono aperte e disponibili, penso sia una città perfetta".

    Sul piatto preferito: "I risotti a me piacciono talmente tanto, visto che siamo in tema il risotto alla milanese è uno dei miei preferiti".

    Sulla serie preferita: "Prison Break o Breaking Bad".

    Sulla Nazionale: "E' stata un'emozione forte, è stato un premio per il percorso, è stata una soddisfazione enorme dopo periodi non belli. Sono contento e ringrazio il mister, anche se purtroppo non l'ho conosciuto causa virus. E' una squadra che già conoscevo ma mi sono trovato benissimo da subito".

    Sul sogno da bambino: "Da piccolino ho sempre avuto il sogno di vincere la Champions col Milan".

  10. #70
    L'avatar di DoutdesArtem
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    5,441
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2299 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Thauvin potrebbe anche fare il trequartista eventualmente Maldini dixit.

Accedi