Fiorentina officiale thread parte IV
Wall Street mette il turbo dopo 100 giorni da incubo, ecco l’entità dei rimbalzi dell’S&P 500 in situazioni simili del passato
Settimana in poderoso recupero per i listini azionari, in particolare Wall Street. A supportare il movimento nelle ultime sedute sono state in prima battuta le minute Fed e poi le …
Tim accelera su rete unica, vicina la firma del MoU con CDP
Seduta all?insegna della bassa volatilità per Tim dopo il CdA di ieri che ha fatto il punto su rete unica e altri temi in vista della presentazione della riorganizzazione del …
Confindustria, l’affondo di Carlo Bonomi contro partiti e sindacati e l’appello a Draghi. Italia come nella ‘selva oscura’ di Dante
Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, non fa sconti: in occasione dell'assemblea dell'associazione degli industriali, la prima in presenza dall'inizio della sua presidenza, al cospetto di 580 imprenditori arrivati da tutta …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691

    Fiorentina officiale thread parte IV

    si ricomincia dal pari annacquato con sospensione al 28' di Marassi

    Ferrara scrive: “Dal sole al temporale e anche il gioco viola annega nella pioggia”
    Un solo tiro con Ilicic su punizione. Juric urla sotto il diluvio, Sousa no
    di Redazione VN, 12/09/2016, 07:51 180 1 Commento

    Vi proponiamo un estratto dell’articolo di Benedetto Ferrara su la Repubblica Firenze:
    “Ivan Juric è in piedi, sotto la doccia violenta che arriva dal cielo improvvisamente scuro. Capelli zuppi, maglietta bianca appiccicata alla pelle, i piedi che fanno ciaf ciaf nelle sneakers fradice. L’allenatore del Genoa grida infoiato, la pioggia non gli fa paura. Quella mette in fuga gli abitanti della tribuna centrale, metà coperta e metà insomma. C’è anche un vento improvviso a complicare tutto. Intanto Sousa si ripara sotto la tettoia della sua panchina. Ha il K-way, i capelli a posto e poca voglia di bagnarsi. I suoi soffrono. Ma, soprattutto, non tirano mai nella porta di Perin. Lo fa Ilicic su punizione un attimo prima che Banti sospenda la doccia collettiva. Un sinistro floscio, un tiro malinconico che mette fine a un pomeriggio fantozziano. Perché poi il meteo di Genova diceva sole pieno. Ma le notizie meteo ormai sono come quelle del calcio mercato. Forse, pare che, si dice. Quindi t-shirt per tutti. Fa un caldo che nemmeno a Dakar. I tifosi arrivano in motorino direttamente dal mare. Se guardi bene laggiù c’è un nuvolone nero. Ma non è possibile immaginare che il paesaggio da domenica buona per un’abbronzatura da oscar si trasformi in un buio fitto che ti rimanda a casa dopo nemmeno mezz’ora. Beh, il fatto è che quando la bomba d’acqua cade su Marassi ti accorgi che qualcosa non funziona. Nel giro di tre minuti la parte del campo che corre davanti alla tribuna insieme a Maxi Olivera è già allagata. Sembra di stare al Gualandi, o alla Reman negli anni 80, quando nei torneini dell’Aics le partite si giocavano anche nel fango ad altezza ginocchia. Hai pagato. Mica puoi tornare un’altra volta? L’incubo del rinvio avanza insieme al Genoa, che colpisce una traversa con Laxalt, uno della nazionale degli ex obiettivi viola. La Fiorentina fa poco. E quando inizia a scendere la pioggia fa anche meno. Il Genoa ha la grinta del suo allenatore, la Fiorentina anche. E questo sembra il problema. Ce n’è anche uno tecnico-tattico, anzi un paio. Il primo vede protagonista il mitico Tata, che esce di testa per una respinta e la passa a Rigoni. Il suo tiro sembra facile: la porta è vuota, ma è Astori a salvare la pelle ai suoi e al suo portiere. Poi c’è Kalinic, solo, troppo solo. Il croato si sbatte ma non sa con chi discutere di calcio. Lo capisci quando prende la palla, supera l’avversario e punta la porta. Ci vorrebbe qualcuno per un uno-due. Ma non c’è. Ilicic è altrove, Borja chissà. Kalinic si arrende a tre difensori”.

  2. #2
    L'avatar di capibara
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    5,377
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    1393 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Direi che la sospensione sia stata cosa saggia ma frettolosa.
    Certo se avessimo continuato su quel binario avremo potuto puntare sui 3 punti.
    Genoa quest'anno ostico per tutti.
    Trovo scandaloso invece l'eventuale data di recupero,si parla di novembre/dicembre.

  3. #3

    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    8,075
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1582 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da capibara Visualizza Messaggio
    Direi che la sospensione sia stata cosa saggia ma frettolosa.
    Certo se avessimo continuato su quel binario avremo potuto puntare sui 3 punti.
    Genoa quest'anno ostico per tutti.
    Trovo scandaloso invece l'eventuale data di recupero,si parla di novembre/dicembre.
    Non è scandaloso, è normalissimo.
    Ci sono turni infrasettimanali, europa league e nazionale. Quando la recuperi? Prova a guardare il calendario e trovare una data. Io vedo che sempre là vai a finire.

  4. #4
    L'avatar di Meltemi
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    13,397
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    5723 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da capibara Visualizza Messaggio
    Direi che la sospensione sia stata cosa saggia ma frettolosa.
    Certo se avessimo continuato su quel binario avremo potuto puntare sui 3 punti.
    Genoa quest'anno ostico per tutti.
    Trovo scandaloso invece l'eventuale data di recupero,si parla di novembre/dicembre.
    non trovo invece così saggio il rinvio. le previsioni sono affidabili e non davano nessun fenomeno intenso, la bomba d'acqua di mezzora non crea pericoli, neanche a genova. Valeva la pena aspettare, soprattutto in questo periodo con temperature non rigide e un calendario pieno

  5. #5
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Ecco l’incipit dell’articolo di Benedetto Ferrara, che trovate nella versione integrale su La Repubblica di questa mattina, con il commento del pareggio di ieri sera contro il Paok Salonicco:
    “Niente gol ma qualche buona impressione. Intanto la Fiorentina esce dal Toumba senza mostrare un filo di paura. La partita la fa lei. Niente gol, ok. Ma la personalità sta tornando. Poi i nuovi: ottimo Salcedo, bene anche Maxi Olivera, il dopo Alonso. Insomma, un passo avanti c’è. Piccolo ma vistoso. Per questa sfida europea Sousa lavora di cesello sulla sua idea di equilibrio. Alla fine deve aver capito anche lui che il povero Kalinic stava per telefonare a un analista causa crisi di solitudine e così decide che è arrivata l’ora di mettergli accanto qualcuno. Babacar, come era facile prevedere, col quale il croato ha giocato un paio di volte nella scorsa stagione. Due prime punte insomma. L’idea serve ad allentare la pressione su Kalinic, che finalmente ha qualcuno con cui dialogare (…)”.

  6. #6
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    GAZZETTA, I tre principali difetti di questa Viola
    L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport analizza quelli che sono ad oggi i principali problemi della Fiorentina, che se conferma una ritrovata solidità in difesa, manifesta grandi difficoltà non solo a macinare gioco ma anche a trovare la via del gol: secondo la rosea, a "stoppare" la Viola in questa fase di stagione sono una condizione fisica non ottimale, la scarsa ispirazione di Ilicic ed un centrocampo che fatica a proporsi in fase conclusiva: tre cause che rendono la Fiorentina poco incisiva negli ultimi metri.

  7. #7
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Roma giù. Sul gol di Badelj c’era Kalinic sulla traiettoria, in fuorigioco. Ma questo non basta a spiegare del tutto la sconfitta. Mezza squadra sotto tono. Un palo di Nainggolan è troppo poco per una notte che serviva per sognare il primato nel giorno della sconfitta della Juve. Questa era l’occasione, ma la Fiorentina ha cuore e orgoglio. Così basta quel rasoterra a mezzo passo dalla fine per spostare la notte dalla parte del viola.
    Già, proprio così: la Roma deve ancora metabolizzare la nottataccia con il Porto. E’ qui per approfittare del black out della Juventus e rivestirsi di nuova autostima. Più o meno stessa storia per Sousa e i suoi. Certo, in versione low cost, però pure la Fiorentina deve ritrovare l’anima buttata via in quel gennaio soporifero, quando dalla vetta della classifica lentamente calò al quinto posto quasi per scelta esistenziale. Da allora Sousa deve ritrovare gioco e gol. Per questo una partita che dovrebbe regalare emozioni per un bel po’ ti lascia addosso un senso di incompiuto.


    (…)

    Certo, il secondo tempo è altra storia. Intanto Szczesny inizia a lavorare un po’ (parata su Milic) e Manolas salva i suoi calciando altrove un pallone per cui Kalinic è disposto a tutto. La Roma trova un tiro di un grigio Perotti ma il gioco non è fluido. Kalinic sbaglia la deviazione di testa a un metro dalla porta. Poi Sousa butta dentro Bernardeschi, Spalletti El Shaarawy. Poi arrivano anche Babacar e Totti. E il gol partita di Badelj, un colpo da fuori che sbatte sul palo interno ed entra dentro. C’è Kalinic in fuorigioco attivo. E’ davanti a Szczesny. E’ il primo gol su azione della Fiorentina in questa stagione. La Roma è confusa. Tatarusanu salva su El Shaarawy. Niente da fare. Giallorossi a terra. Botta di autostima rimandata. Quella è tutta per Firenze e la sua squadra. Una gioia che mancava da un pezzo.

    L’articolo completo di Benedetto Ferrara in edicola con La

  8. #8
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Fortunata ma audace, e i tre punti sono della Fiorentina. Adesso serve continuare a crescere e migliorare
    Pubblicato il: 19 Set 2016 02:00 Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it

    Fortunata e audace. La Fiorentina batte la Roma e per una volta la dea bendata è stata dalla parte dei viola. Perché se è vero che alla fine la vittoria della squadra di Sousa è meritata (lo stesso Spalletti ha sottolineato che alla fine la Fiorentina non ha rubato niente) è anche vero che probabilmente per la Roma c’è un calcio di rigore (fallo di Tomovic su Dzeko) e sul bel gol di Badelj c’è Kalinic in fuorigioco che partecipa all’azione.

    Sono comunque tre punti che cambiano la classifica della Fiorentina (ricordiamo che ha una gara in meno delle altre che giocherà il 15 dicembre contro il Genoa), e che danno nuovo entusiasmo e motivazioni a tutto l’ambiente viola.

    Sicuramente è una squadra in crescita di condizione fisica, di gioco, e nella consapevolezza delle proprie forze. Una Fiorentina che col passare delle partite scopre un Carlos Sanchez sempre più indispensabile per la mole di gioco, la quantità di ‘legna’ che fa a centrocampo e i chilometri percorsi in ogni partita.

    C’è Kalinic che si sacrifica sempre molto per la squadra e per sé stesso, gli manca il gol ma è un altro giocatore fondamentale dello scacchiere di Sousa. C’è Borja Valero che nella versione di quest’anno addirittura durante le partite ricopre due ruoli, domandate a Florenzi quanti problemi gli ha creato (nel primo tempo non è mai praticamente sceso sulla fascia). C’è in sostanza una squadra che sta cercando di diventare sempre più un gruppo (al gol di Badelj tutta la panchina è schizzata in campo) unito, coeso, per sorprendere e centrare obiettivi prestigiosi.

    La strada imboccata sembra essere quella giusta. Le gare contro Udinese, mercoledì, e Milan, domenica, daranno anche questo repo

  9. #9

    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    7,056
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    2973 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Ma Toledo, quello della canzonetta su whatsapp, che fine ha fatto ?

  10. #10
    L'avatar di locco68
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    10,602
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1178 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    La Fiorentina si salva grazie alla nuova B2. Kalinic-Ilicic con il Milan
    Pubblicato il: 22 Set 2016 09:01 Autore: Redazione Fiorentina.it

    La Fiorentina si salva grazie alla sua nuova B2, scrive La Gazzetta dello Sport. Una magia di Babacar, a segno con un fantastico colpo di tacco e un rigore trasformato da Bernardeschi consentono alla squadra di Sousa di portare a casa un punto prezioso contro un’ottima Udinese. Due volte in vantaggio ma incapace di piazzare il colpo del kappaò. Finisce 2-2 ed è un risultato che, in fondo, non scontenta nessuno. La Fiorentina, con una partita in meno, resta vicina alla zona Europa e la formazione di Iachini si rimette in moto dopo la brusca sconfitta casalinga contro il Chievo. Un pareggio con protagonisti i giovani. Babacar e Bernardeschi sono due «nuovi» titolari per la Fiorentina mentre l’Udinese si gode le invenzioni di De Paul (un vero numero dieci) e la furia agonistica di uno scatenato Zapata. Il Napoli, che è ancora proprietario del cartellino del centravanti, farà bene a non perderlo di vista. Questo Zapata è già decisivo e ha ancora grandi margini di crescita.

    DUE MODULI La Fiorentina riparte dai gioielli del suo vivaio. Sousa ripropone Bernardeschi nel ruolo a lui caro di trequartista e promuove Babacar al centro dell’attacco. Con Kalinic e Ilicic risparmiati probabilmente per la prossima sfida di campionato contro il Milan al Franchi

Accedi