Costruisci il tuo primo fondo in leva 2! (non fatelo a casa). - Blogs - Forum di Finanzaonline.com
View RSS Feed

Cercando di essere chiari

Costruisci il tuo primo fondo in leva 2! (non fatelo a casa).

Rate this Entry
Sottotitolo: come un ETP altera il mercato.

Allora, supponiamo che io porti a cena un po' di market makers e a un certo punto gli dica: «Voglio creare un fondo che raddoppia la performance dell'azione "X", le volete un po' di quote? (per guadagnare con la differenza bid - ask)».
E tutti i market makers visto che sono un rinomato produttore di fondi che vanno sempre a ruba mi rispondono in coro: «Certo!».
Ecco piazzate 100.000 quote del mio nuovo ETFx2Xlong - l'ho chiamato così - al valore di 100€ l'una, mettendomi dritto in tasca 10 milioni di €.
Il sottostante del mio ETFx2Xlong è, certo, X: quindi compro 10 milioni di € di azioni X al prezzo corrente supponiamo di 25€ per un totale di 400.000 azioni. In questo modo però il mio ETFx2Xlong seguirebbe linearmente - più o meno - l'andamento di X, mentre io voglio che ne raddoppi la performance.
Quindi decido di comprare altre 400.000 azioni X e così chiamo la mia banca: «Visto che sono un rinomato produttore di fondi che vanno a ruba, mi presteresti 10 milioni di € per comprare altre 400.000 azioni di X?».
E la banca, poiché sono il rinomato produttore: «Come no! Tiè!».
Fatto: compro altre 400.000 azioni X, sempre a 25€ l'una.
Come sono messo a questo punto?
Il mio fondo ETFx2Xlong (cioè io) ha un capitale totale di 20 milioni di euro in 800.000 azioni X a 25€ di cui 10 milioni di debito con la banca e 10 milioni propri.
Qual'è il valore netto del fondo?
Facile: 20 milioni (con X che quota 25€) - 10 milioni (debito con la banca) = 10 milioni, che, divisi per le 100.000 quote vendute, fa 100€ a quota.
I 20 milioni vengono chiamati "assets", cioè risorse.
I dieci milioni, invece, "liabilities", debiti.
Il valore della singola quota del fondo, 100€, è il famoso NAV, o "Net Asset Value", cioè Assets meno Liabilities diviso il numero di quote.
A volte i 10 milioni di valore netto del fondo (100€ x 100,000) sono anche detti "AUM" cioè "Asset Under Management".

Ora la parte seria: riuscirà ETFx2Xlong a performare il doppio di X?
Supponiamo che X faccia +6%, da 25€ a 26,5€. Le mie 800.000 azioni varranno 800.000 x 26,5€ = 21.200.000€.
Quale sarà il NAV? 21.200.000 (assets) -10.000.000 (liabilities: il debito con la banca quello è) = 11.200.000 che diviso per 100.000 quote fa 112, esattamente +12€ a quota e +12% rispetto al NAV iniziale di ETFx2Xlong, 100€, cioè esattamente il doppio della performance dell'azione X (+6%).
Il mio fondo quindi funziona alla perfezione.
Sono contento?
Quasi.
Il secondo giorno X mette a segno un altro +4%: da 26,5€ si passa a 27,56€. Ci aspettiamo che il NAV aumenti da 112€ a 120,96€ (+8%, il doppio di +4%).
Calcoliamo gli assets: 27,56€ x 800.000 = 22.048.000€, le liabilities sempre 10.000.000€.
Il NAV di ETFx2Xlong sarà: 22.048.000€ - 10.000.000€ = 12.048.000€ diviso per le solite 100.000 quote = 120,48€ di NAV, cioè la performance di ETFx2X non sarà stata +8%, ma +7,571%, da 112€.
Come mai?
Perché solo il primo giorno gli assets (20M€) sono esattamente il doppio dell'AUM (10M€).

Ma non disperiamo: vogliamo che da 112€ si passi a 120,96€, noi siamo a 120,48€, mancano 0,48€ che, in termini di valore dell' ETFx2Xlong, equivale a dire che mancano 48.000€ (12.096.000€ - 12.048.000€ oppure 0,48€ x 100.000 quote dell'ETF).
Ma dove mancano?
Entriamo nel dettaglio della variazione degli assets: da 21.200.000€ a 22.048.000€ cioè +848.000€ che vanno sommati all'AUM iniziale di 11.200.000€ per un totale di 12.048.000€, cioè l'AUM finale.
Aumentare quest'ultimo di 48,000€ a 12.096.000€ significherebbe passare da 848.000€ a 896.000€ di variazione positiva degli assets e per ottenerla, poiché essi sono aumentati del 4%, avremmo dovuto incrementarli entro la fine del primo giorno di 48.000€ / 4% = 1.200.000€, cioè esattamente del profitto di quello stesso primo giorno, quindi comprare 1.200.000€ / 26,5€ = 45.283 azioni X portando il valore totale degli assets all'inizio del secondo giorno a 845.283 x 26,5€ = 22.400.000€.
Poi, alla fine del secondo giorno, gli assets sarebbero aumentati a 23.296.000€ = 22.400.000€ x (1+4%) con un profitto di 896.000€ che sommato all'AUM iniziale di 11.200.000€ ci danno 12.096.000€ che a sua volta diviso per le 100.000 quote del nostro ETFx2Xlong ci restituirà un NAV di 120,96€, ciò che volevamo ottenere, cioè in aumento del 8% da 112€ (esattamente il doppio della variazione, +4%, del prezzo di X).

Quindi, per mantenere costante il valore della leva, ETFx2Xlong deve per forza comprare e vendere azioni (o fare altre cose), cioè il "rebalancing".
Ed ecco come il moltiplicarsi degli ETF altera il mercato delle azioni, futures, e altri strumenti finanziari.
Nel nostro caso l'acquisto di azioni per 1.200.000€ viene fatto sempre chiedendo i soldi in prestito alla banca, quindi all'inizio del secondo giorno anche le nostre liabilities saranno aumentate a 11.200.000€.
Alla fine della giornata Assets (23.296.000€) - Liabilities (11.200.000€) = 12.096.000€ di AUM, cioè ancora 120,96€ di NAV.

Submit "Costruisci il tuo primo fondo in leva 2! (non fatelo a casa)." to Facebook Submit "Costruisci il tuo primo fondo in leva 2! (non fatelo a casa)." to Google

Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
Uncategorized

Comments

Accedi