Comunicazione di recesso inviata dalla banca via posta ordinaria. Che valore ha?
Le 7 migliori citazioni di Warren Buffett sui crolli dei mercati come opportunità per il vero investitore
Warren Buffett ha ripetutamente esortato gli investitori a non cedere alla paura durante il caos dei mercati. L’investitore considera i periodi di preoccupazione e incertezza come fantastiche opportunità per fare …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, Saipem “solo” al secondo posto
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 4 posizioni short aperte per una quota …
Petrolio a prezzi “stratosferici”, ecco la previsione shock di JP Morgan in base a come risponderà Putin al price cap
I prezzi del petrolio potrebbero raggiungere un livello “stratosferico” di $ 380 dollari al barile. E’ la previsione da incubo fatta dagli analisti di JP Morgan nel caso le sanzioni …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    273
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    157 Post(s)
    Potenza rep
    3711026

    Comunicazione di recesso inviata dalla banca via posta ordinaria. Che valore ha?

    Buongiorno a tutti.

    Ho ricevuto da una banca una comunicazione di recesso da una carta di credito tramite posta ordinaria.

    Il recesso ha il classico termine di 60 giorni, ma dalla data della comunicazione, che però ci ha messo quasi un mese ad arrivare.

    Che valore ha questo genere di comunicazione? Non dovrebbe essere tracciabile o comunque i termini non dovrebbero decorrere a partire dalla data di ricezione e non dalla data di spedizione?

  2. #2

    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    1,667
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    668 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Non è una questione di tracciabilità, ma di valore legale. Sino a vent'anni fa le raccomandate non erano tracciate, ma hanno sempre avuto valore legale, che esiste da ben prima della tracciatura.
    Del resto, esistono metodi tracciati che, ciononostante, non hanno valore legale.

    Una notificazione effettuata a mezzo posta ordinaria (posta massiva, posta 1, posta 4, posta prioritaria) è nulla, ma tale nullità è sanabile dal destinatario che affermi di avere ricevuto la comunicazione o che con i suoi comportamenti dimostri di averne avuto cognizione. Se la ignori (meglio ancora se la distruggi), la controparte non possono opporla in sede giudiziaria e se le fai causa le potresti far male.

  3. #3
    L'avatar di lampadino
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    52,069
    Mentioned
    465 Post(s)
    Quoted
    11998 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da GekiPower Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti.

    Ho ricevuto da una banca una comunicazione di recesso da una carta di credito tramite posta ordinaria.

    Il recesso ha il classico termine di 60 giorni, ma dalla data della comunicazione, che però ci ha messo quasi un mese ad arrivare.

    Che valore ha questo genere di comunicazione? Non dovrebbe essere tracciabile o comunque i termini non dovrebbero decorrere a partire dalla data di ricezione e non dalla data di spedizione?
    per non disperdere informazioni,
    meglio postare nella discussione esistente

    Sul Recesso Brutale Unilaterale IMMOTIVATO ed ILLEGITTIMO di alcune banche online

Accedi