SALTO DELLA QUAGLIA, tutto quello che c’è da sapere - Pagina 62
L’energy crunch decreta due grandi vincitori: settore oil e azionario Russia
I mercati hanno ripreso vigore nella prima parte di ottobre dopo il settembre incolore con Wall Street e Borse UE. Tra i settori a fare la voce grossa spicca ancora …
Enel si risveglia dal letargo, per il peso massimo di Piazza Affari sponda da rumor in Spagna. Analisti vedono upside di almeno il 25%
Ulteriore accelerazione a Piazza Affari per il titolo Enel che arriva a segnare oltre +2% in area 7,05 euro. A dare slancio all'utility guidata da Francesco Starace sono le notizie …
Squid Game effect anche a Wall Street, riflettori su Netflix. Attese per 3° trimestre e analisi tecnica del titolo
La tornata di trimestrali di Wall Street in arrivo nei prossimi giorni vede in primo piano i numeri di Netflix che alzerà il velo sui conti oggi a mercati chiusi. …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #611
    L'avatar di Mecablitz
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    847
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    544 Post(s)
    Potenza rep
    38954626
    Citazione Originariamente Scritto da fallendaydreamer Visualizza Messaggio
    da quanto scrivi mi sembra di capire che [...] stai parlando[...] del farsi carico esclusivamente del minimo di 1 euro richiesto qualora ci sia solo questo da pagare. Ho capito bene?
    Sì, intendevo proprio questo.
    Citazione Originariamente Scritto da fallendaydreamer Visualizza Messaggio
    Puoi fare qualche esempio di banche che si comportano così, per curiosità?
    Oltre a quella che ha citato @Checklist, anche Santander non fa pagare l'euro minimo. Inoltre, anche se sul conto rimangono frazioni di euro, il conto viene considerato come se fosse a zero.
    Citazione Originariamente Scritto da fallendaydreamer Visualizza Messaggio
    suppongo che optino per farsene carico soltanto se l'euro minimo viene fuori da un CD a saldo zero a fine rendicontazione oppure, eventualmente, con saldo a fine rendicontazione tale per cui l'imposta in percentuale è <1 euro e quindi scatta comunque l'euro fisso richiesto per legge, mentre se per esempio uno ci lascia esattamente 500 [...], la banca non se ne farebbe più carico perché quell'euro non è più il minimo richiesto per legge ma è anche esattamente il risultato del calcolo in percentuale dell'imposta. Giusto?
    Dovrebbe essere così. Uso il condizionale, perché a tale riguardo la banca fa quello che vuole, nel senso che potrebbe decidere, ad esempio, di non far pagare al cliente tutte le imposte che a qualsiasi titolo non superano 1 euro. Il fatto di non applicare al cliente l'euro minimo di bollo non sta scritto da nessuna parte nelle condizioni contrattuali, è solo un dato di fatto che diversi clienti hanno appurato in un periodo (alcuni anni) sufficiente a considerarla una pratica ormai consolidata. Ma tutto può cambiare, in qualsiasi momento e senza preavviso, dato che, come dicevo, il contratto non specifica nulla a riguardo, fermo restando che lo Stato il suo euro di bollo lo vuole comunque, a prescindere da chi materialmente lo paga.

  2. #612

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    297
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    237 Post(s)
    Potenza rep
    9964486

    30 settembre 2021 = fine trimestre (ai fini del bollo)

    Si sta avvicinando il 30 settembre (fine del terzo trimestre dell'anno). Chiaramente mi sto riferendo al possibile addebito del bollo a detta data.

    Quali sono le banche sulle quali viene applicato un quarto dell'imposta di bollo (0,20% annuo) sulla giacenza a fine settembre ?

    Per quanto a mia conoscenza, io sono sicuro che questo accade per IBL Banca (calcolano l'imposta sulla giacenza alla fine di ognuno dei quattro trimestri dell'anno e l'addebitano allo 0,05%; con quella banca non è consentito chiedere la rendicontazione annuale ai fini del bollo).

    Ma le banche online sono molte: ad esempio, io da poco tempo ho Illimity: in quel caso prendono tutto (0,20%) sull'eventuale giacenza al 31 dicembre/fine anno (come FCA Bank), oppure prendono un quarto sulla giacenza registrata anche al 30 settembre (a parte i cosiddetti "progetti di spesa" che per adesso sono con bollo a carico banca in promozione)??

    Se qualcuno sa di quali siano le banche (oltre a IBL, che ad esempio ho qui segnalato io) che addebitano sicuramente l'imposta di bollo alla fine di ogni trimestre, penso che farebbe cosa utile a riportarlo in questo T a beneficio di tutti i lettori...

  3. #613
    L'avatar di Atakanoseki
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    5,007
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    3061 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da megliospenderlitutti Visualizza Messaggio
    Si sta avvicinando il 30 settembre (fine del terzo trimestre dell'anno). Chiaramente mi sto riferendo al possibile addebito del bollo a detta data.

    Quali sono le banche sulle quali viene applicato un quarto dell'imposta di bollo (0,20% annuo) sulla giacenza a fine settembre ?

    Per quanto a mia conoscenza, io sono sicuro che questo accade per IBL Banca (calcolano l'imposta sulla giacenza alla fine di ognuno dei quattro trimestri dell'anno e l'addebitano allo 0,05%; con quella banca non è consentito chiedere la rendicontazione annuale ai fini del bollo).

    Ma le banche online sono molte: ad esempio, io da poco tempo ho Illimity: in quel caso prendono tutto (0,20%) sull'eventuale giacenza al 31 dicembre/fine anno (come FCA Bank), oppure prendono un quarto sulla giacenza registrata anche al 30 settembre (a parte i cosiddetti "progetti di spesa" che per adesso sono con bollo a carico banca in promozione)??

    Se qualcuno sa di quali siano le banche (oltre a IBL, che ad esempio ho qui segnalato io) che addebitano sicuramente l'imposta di bollo alla fine di ogni trimestre, penso che farebbe cosa utile a riportarlo in questo T a beneficio di tutti i lettori...
    Per i soli conti corrente il Cliente ha diritto di chiedere la rendicontazione che più gli aggrada tra mensile, trimestrale, semestrale ed annuale.

    Per i cd invece è la banca a decidere, es. Chebanca solo annuale, mentre altre ammettono variazioni, es. cd Rendimax rendicontazione di default trimestrale può essere variata in annuale.

  4. #614

    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2,048
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    167 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Non avendo possibilità di fare il salto "gratuito" (per gratuito intendo possibilità di non pagare nessun tipo di spesa), conviene pagare il bollo sul conto corrente o sul cd?

  5. #615

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    154
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    91 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ago82 Visualizza Messaggio
    Non avendo possibilità di fare il salto "gratuito" (per gratuito intendo possibilità di non pagare nessun tipo di spesa), conviene pagare il bollo sul conto corrente o sul cd?
    L'imposta sul conto deposito è proporziale, quindi per importi superiori a 17,1k risulterà sempre meno conveniente di quella applicata sul conto corrente che invece è fissa e con limite massimo di 34,20€. Per stabilirlo in maniera accurata bisogna considerare la cifra in questione, la rendicontazione del c/c e la relativa giacenza.
    Ultima modifica di zeroeuro; 29-09-21 alle 16:04

  6. #616
    L'avatar di Checklist
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    1,887
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    1265 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Anche se non è molto chiaro perché non sarebbe gratuito fare questo salto... Se ce li hai sul cc e hai già superato la giacenza media dei 5k (sempre rapportati al periodo rendicontato) è anche inutile saltare sul cd, perché in tal caso pagheresti due bolli; se ce li hai sul cd e sul cc non hai una giacenza molto prossima ai 5k direi che il salto (da cd a cc, e poi di nuovo a cd) risulterebbe ugualmente gratuito.

  7. #617

    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2,048
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    167 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ciao ragazzi, grazie per le risposte.

    Quando faccio riferimento al salto "gratuito", faccio riferimento al fatto che spostavo il tutto sulla db contocarta e quindi non c'era nessun tipo di bollo. Ora che mi è stata chiusa da db contocarta, non c'è più possibilità di fare il salto gratuitamente, ma tocca pagare o il bollo sul conto corrente o sul conto deposito e da quello che ho capito, più conveniente il primo.

  8. #618
    L'avatar di fallen
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    758
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    486 Post(s)
    Potenza rep
    32587342
    Citazione Originariamente Scritto da ago82 Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi, grazie per le risposte.

    Quando faccio riferimento al salto "gratuito", faccio riferimento al fatto che spostavo il tutto sulla db contocarta e quindi non c'era nessun tipo di bollo. Ora che mi è stata chiusa da db contocarta, non c'è più possibilità di fare il salto gratuitamente, ma tocca pagare o il bollo sul conto corrente o sul conto deposito e da quello che ho capito, più conveniente il primo.
    Ma considerando che la db contocarta ha un plafond di 50K, per arrivare a una giacenza media superiore a 5K supponendo di spostare 50K, devi averci costantemente parecchi soldi sul conto su cui sposti i soldi.

  9. #619
    L'avatar di Mecablitz
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    847
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    544 Post(s)
    Potenza rep
    38954626
    Citazione Originariamente Scritto da ago82 Visualizza Messaggio
    [...] tocca pagare o il bollo sul conto corrente o sul conto deposito e da quello che ho capito, più conveniente il primo.
    Nella maggior parte dei casi è più conveniente pagare l'imposta sul conto corrente. Possiamo analizzare qualche situazione:
    1. la giacenza media sul conto corrente è normalmente superiore a 5.000 euro: in questo caso, puoi riversare sul conto corrente tutto quel che vuoi, l'imposta di bollo sarà sempre la stessa, a prescindere dall'entità dell'importo. In particolare, se la rendicontazione è trimestrale, pagherai € 8,55 di imposta (negli altri trimestri hai già pagato), se è annuale € 34,20;
    2. la giacenza media è sensibilmente inferiore a 5.000 euro: in questo caso, non paghi l'imposta di bollo. Ovviamente, il periodo da considerare è sempre quello della rendicontazione (solitamente trimestrale oppure annuale);
    3. la giacenza media è di poco inferiore ai 5.000 euro: bisogna farsi qualche calcolo per determinare se i pochi giorni di giacenza di un importo consistente sono sufficienti a far superare i 5.000 euro di giacenza media nel periodo di rendicontazione.

    Con una rendicontazione annuale, non si può fare molto per limitare la giacenza media (può darsi infatti che ad oggi la giacenza sia già superiore ai 5.000 euro, anche lasciando il conto a zero per i prossimi 3 mesi). Con una rendicontazione trimestrale, è invece possibile limitare la giacenza a partire dal 1° ottobre, visto che l'imposta di bollo verrà riferita solo all'ultimo trimestre. Tuttavia, in quest'ultimo caso di parla di pagare al massimo 8,55 euro, ben poco rispetto all'imposta del due per mille sul conto deposito, in cui basta lasciare 4.275 euro per essere assoggettati all'imposta di pari valore.

  10. #620

    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2,048
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    167 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Grazie a tutti per le spiegazioni. A questo punto, dopo le vs analisi, credo che pagare l'imposta sul conto corrente, sia la spesa più "conveniente".


    Avevo pensato anche di bonificare verso paypal, ma l'operazione richiederebbe molto tempo.

Accedi