BTP ITALIA rideterminerà un aumento dei tassi dei CD - Pagina 13
Unicredit e Intesa Sanpaolo suonano la carica a Piazza Affari, Ftse Mib chiude a +1,3%
Piazza Affari rialza la testa a fine ottava dopo il quasi -2% della vigilia. Il Ftse Mib ha chiuso a +1,34% a 19.767 punti sotto la spinta dei sorprendenti riscontri …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, sul podio anche Banco e Bper
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una …
Il trading non è un gioco e scotta tanti giovani americani, l’App Robinhood sotto accusa. L’inchiesta del NYT
Mentre in Italia la reazione alla crisi è stata quella di incrementare la quota di risparmio, oltreoceano nei mesi del lockdown ha preso ancor più piede la tendenza di molti …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #121

    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    169
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    144 Post(s)
    Potenza rep
    3705136
    Citazione Originariamente Scritto da FinInfo Visualizza Messaggio
    dalle tue parole si nota che sei un'ottimista...ci stava anche un "ricordati che devi morire..."
    ottimista o non ottimista è che oggi tutti hanno il braccino corto e piangono solamente…..una volta non era cosi

  2. #122
    L'avatar di @ntonio
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    6,153
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    1810 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Hanno fatto il botto !
    22,297 miliardi di euro.

    Il precedente record emissione novembre 2013 quando il BTp Italia raccolse ordini per 22,271 miliardi

    Secondo me lo ripetono

  3. #123
    L'avatar di lampadino
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    49,807
    Mentioned
    385 Post(s)
    Quoted
    11756 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da @ntonio Visualizza Messaggio
    Hanno fatto il botto !
    22,297 miliardi di euro.

    Il precedente record emissione novembre 2013 quando il BTp Italia raccolse ordini per 22,271 miliardi

    Secondo me lo ripetono
    se parla abbondantemente qui
    BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.14

    discussione molto interessante

  4. #124
    L'avatar di JohannesBrahms
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    4,444
    Mentioned
    43 Post(s)
    Quoted
    2767 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da lampadino Visualizza Messaggio
    se parla abbondantemente qui
    BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.14

    discussione molto interessante
    Anche perché lì c'è @Encadenado che è molto esperto, vale proprio la pena di leggerlo. Per fare un paragone matematico, si potrebbe impostare una proporzione come segue:
    @Encadenado : BtpItalia = @lampadino : CD

  5. #125
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,149
    Blog Entries
    7
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1697 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da ForseSiForseNo Visualizza Messaggio
    Prendiamo l'esempio della Grecia; un risparmiatore greco durante l'haircut aveva, per ipotesi:

    - 50k in bond greci
    - 50k vincolati in un CD di una banca greca.

    Domanda: quale delle due somme ha subìto la perdita maggiore?
    In ogni discussione in cui si fa il confronto tra CD e BTP finisce che ci si attorciglia in discorsi sulla Grecia...
    Personalmente non credo all’ipotesi default (o quasi default) dell’Italia e se mai accadesse... la sforbiciata ai titoli di Stato non sarebbe certo l’unico problema. Se davvero si teme un patatrac dello Stato italiano si dovrebbe temere anche per il sistema bancario italiano, per cui bisognerebbe diversificare geograficamente, non mettere tutte le uova in panieri tricolori.
    Ma se abbiamo i soldini in un CD italiano, forse al patatrac italiano non ci crediamo davvero.

    Per me il vero punto da considerare è un altro: la tolleranza ai drawdown. Il Btp varrà 100 a scadenza ma lungo il tragitto può andare su e può andare giù. Se prima della scadenza ti serviranno quei soldi, non è detto che il capitale valga 100 (mentre nessuno ti toglie gli interessi maturati). Per i CD vincolati è l’inverso: il capitale vale sempre 100, però se esci prima della scadenza potresti rimetterci gli interessi in tutto o in parte.

  6. #126
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,149
    Blog Entries
    7
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1697 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Raphael_Ltd Visualizza Messaggio
    Buongiorno, secondo voi, a seguito dell'emissione del nuovo BTP italia quinquennale al 1.4% si vedrà una qualche revisione verso l'alto dei tassi dei conti deposito?

    Ciao R.
    Non lo so ma spero che sentano il fiato sul collo della “concorrenza”

  7. #127
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,149
    Blog Entries
    7
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1697 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Leo2015 Visualizza Messaggio
    2)il BTP Italia è un titolo con valore facciale di 1000€ in sostanza se compri 100 BTP Italia investi 100.000€ (la cosa è un po’ più complessa ma il concetto è quello)
    La taglia minima è 1.000 euro ma quando fai l’ordine devi inserire 1.000 o multipli, non 1.

  8. #128
    L'avatar di @ntonio
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    6,153
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    1810 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    La taglia minima è 1.000 euro ma quando fai l’ordine devi inserire 1.000 o multipli, non 1.
    Buona la precisazione, ma in fondo dite la stessa cosa.
    Lui parla dell'investimento, tu della procedura di acquisto

  9. #129

    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    271 Post(s)
    Potenza rep
    38664081
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    In ogni discussione in cui si fa il confronto tra CD e BTP finisce che ci si attorciglia in discorsi sulla Grecia...
    Personalmente non credo all’ipotesi default (o quasi default) dell’Italia e se mai accadesse... la sforbiciata ai titoli di Stato non sarebbe certo l’unico problema. Se davvero si teme un patatrac dello Stato italiano si dovrebbe temere anche per il sistema bancario italiano, per cui bisognerebbe diversificare geograficamente, non mettere tutte le uova in panieri tricolori.
    Ma se abbiamo i soldini in un CD italiano, forse al patatrac italiano non ci crediamo davvero.
    Nemmeno io credo al default, ma a una ristrutturazione sì, se governi attuali e futuri non dimostreranno di saper invertire (in modo costante) il trend perennemente in crescita, non vedo come un debito oltre 160% possa continuare a essere sostenibile.

    Il sistema bancario, italiano e non solo, è troppo importante, critico e sistemico per lasciarlo andare in malora o alla deriva senza interventi, e infatti si è visto pure nel recente passato come si sia fatto di tutto per proteggerlo e metterci una pezza, tra liquidità a sostegno e salvataggi da banche maggiori; risultato: nessun semplice correntista o depositante ha mai perso un cent,... al contrario di investitori possessori di obbligazioni o azioni delle banche coinvolte.

    Una ristrutturazione del debito potrebbe avere esiti simili, secondo me: mettiamo che per l'Italia basti un haircut del 25% ... chi avrà in portafoglio btp saprà già che alla scadenza sarà rimborsato non a 100 ma a 75... Dubito fortemente che pure chi avrà somme su CC e CD subirà la stessa perdita in proporzione... come già detto altrove, un danno potrà esserci pure per loro, seppur in modalità diverse (aumento trattenute, bolli, patrimoniali),... anche fosse un 5 o 10% del totale sui conti sarebbe una enormità a rischio guerra civile o tenuta sociale, ma in ogni caso 5-10% sarebbe meno di 25...

  10. #130
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,149
    Blog Entries
    7
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1697 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da ForseSiForseNo Visualizza Messaggio
    Nemmeno io credo al default, ma a una ristrutturazione sì, se governi attuali e futuri non dimostreranno di saper invertire (in modo costante) il trend perennemente in crescita, non vedo come un debito oltre 160% possa continuare a essere sostenibile.

    Il sistema bancario, italiano e non solo, è troppo importante, critico e sistemico per lasciarlo andare in malora o alla deriva senza interventi, e infatti si è visto pure nel recente passato come si sia fatto di tutto per proteggerlo e metterci una pezza, tra liquidità a sostegno e salvataggi da banche maggiori; risultato: nessun semplice correntista o depositante ha mai perso un cent,... al contrario di investitori possessori di obbligazioni o azioni delle banche coinvolte.

    Una ristrutturazione del debito potrebbe avere esiti simili, secondo me: mettiamo che per l'Italia basti un haircut del 25% ... chi avrà in portafoglio btp saprà già che alla scadenza sarà rimborsato non a 100 ma a 75... Dubito fortemente che pure chi avrà somme su CC e CD subirà la stessa perdita in proporzione... come già detto altrove, un danno potrà esserci pure per loro, seppur in modalità diverse (aumento trattenute, bolli, patrimoniali),... anche fosse un 5 o 10% del totale sui conti sarebbe una enormità a rischio guerra civile o tenuta sociale, ma in ogni caso 5-10% sarebbe meno di 25...
    Io sono meno pessimista. Ma in ogni caso volevo dire che chi la vede nera dovrebbe, per non rischiare, rifugiarsi in bond nordeuropei, non nei CD italici. Se invece ha il CD, sotto sotto al dissesto dello Stato italiano non crede neanche lui, mi sa.

Accedi