Conto cointestato in Italia di cui un intestatario è iscritto aire e residente estero
Bce, tutto fermo: dai tassi al Pepp ribaditi i 4 punti chiave
Tassi invariati, prosegue il Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, Pepp) e viene ribadità la disponibilità ad adeguare tutti i suoi strumenti, se necessario. Queste in …
Gli ETF macinano record in Italia e nel mondo, Vanguard spodesta iShares negli Usa per afflussi
Numeri da record per il mercato italiano degli ETF così come a livello globale. Il bilancio della prima metà dell’anno è ampiamente positivo con gli ETF che hanno mantenuto il …
In Cina scoppia il caso Moutai, Pechino attacca il titolo più amato per la paura di una bolla borsistica
La Borsa cinese va al tappeto proprio nel giorno in cui il PIL evidenzia una ripresa migliore del previsto. A causare il sell-off violento di quasi il 5% per l’indice …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    199 Post(s)
    Potenza rep
    15933036

    Conto cointestato in Italia di cui un intestatario è iscritto aire e residente estero

    E' regolare come cosa o bisogna optare per un conto per stranieri?

    Ci sono problematiche legali o burocratiche all'apertura?

  2. #2

    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    4,164
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    3392 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Io all'aire mi sono iscritto almeno 3 volte nella mia vita.

    Non ho mai comunicato la cosa alla banca Italiana perche' sapevo che mi avrebbe complicato la vita.

    Purtroppo ultimo giro una furba che lavora in banca quando parlando ha capito che vivevo all'estero mi ha subito obbligato a trasformare il mio conto come residente estero.

    E' stata una rottura di maroni a livello di documenti e firme. Ma le funzionalita' del conto sono rimaste immutate.

    Cmq il consiglio e non dire nulla alla banca, sopratutto se non ti chiede.

  3. #3

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    645
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    679 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da cisiamoquasi Visualizza Messaggio
    Io all'aire mi sono iscritto almeno 3 volte nella mia vita.

    Non ho mai comunicato la cosa alla banca Italiana perche' sapevo che mi avrebbe complicato la vita.

    Purtroppo ultimo giro una furba che lavora in banca quando parlando ha capito che vivevo all'estero mi ha subito obbligato a trasformare il mio conto come residente estero.

    E' stata una rottura di maroni a livello di documenti e firme. Ma le funzionalita' del conto sono rimaste immutate.

    Cmq il consiglio e non dire nulla alla banca, sopratutto se non ti chiede.
    Pensa che a me è successo il contrario.

    Gli avevo fatto capire che stavo pensando di chiuderlo perché in Italia a breve non avrei avuto più movimenti e li è stata la tizia a dirmi "nono ma lascia tutto cosi che ti frega, te lo tieni può sempre essere utile".

    Non so se perchè per politica loro lo facevano fare o solo perchè non voleva che chiudessi il conto.

  4. #4
    L'avatar di jmad
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    878
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    283 Post(s)
    Potenza rep
    40539594
    Citazione Originariamente Scritto da Itachi Visualizza Messaggio
    Gli avevo fatto capire che stavo pensando di chiuderlo perché in Italia a breve non
    avrei avuto più movimenti e li è stata la tizia a dirmi "nono ma lascia tutto cosi che ti frega, te lo tieni può sempre essere utile"..
    Be', non aveva tutti i torti. Può capitare per qualche motivo (per es. pagamento imposta di successione) per cui pur essendo
    residenti all'estero si debbano effettuare pagamenti particolari (F24).

  5. #5
    L'avatar di Sirswatch
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    6,977
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2122 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    io ho un conto cointestato con mio fratello che stà in italia. Io abito in swiss e sono regolarmente iscritto all'AIRE. L'apertura è uno sbattimento per il funzionario bancario. Per quello di solito non te lo fanno adducendo millemila scuse

  6. #6

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    199 Post(s)
    Potenza rep
    15933036
    Vi ringrazio per le info quindi deduco non ci siano irregolarità legali se si apre un conto normale?

  7. #7

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    661
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    180 Post(s)
    Potenza rep
    15987031
    Citazione Originariamente Scritto da Monte_Cristo Visualizza Messaggio
    Vi ringrazio per le info quindi deduco non ci siano irregolarità legali se si apre un conto normale?
    basta dichiarare il falso, checcevo'.. la responsabilità di cio' che firmi è tua, checchè ne dicano o se ne freghino gli sportellisti o i direttori bancari

    La verità è - per esperienza personale - che se ti assumi tu il rischio di dichiarare il falso (o di non comunicare che un conto aperto all'epoca magari gratuito da residente in Italia, oggi da residente estero dovresti chiuderlo ed aprirne uno costosissimo), finchè va liscia tutto ok.

    Ma se da residente estero vuoi fare le cose per bene:
    1) aprire un conto da remoto, senza passare fisicamente in Italia, è pressochè impossibile
    2) se lo fai, pagherai decine o centinaia di € all'anno di spese tenuta conto che in Italia sarebbe gratuito, magari solo perchè ti serve di pagare 2/3 F24 all'anno perchè incassi un affitto ereditato o hai un misero terreno agricolo su cui pagare le imposte..

    Pertanto lo stato ti costringe praticamente a fare il furbo, a tuo rischio e pericolo.
    Ultima modifica di steadi; 27-04-20 alle 08:57

Accedi