Assegno impagato: la posta dopo 4 mesi non accredita l'importo!
Petrolio esposto a rischio nuovi shock, ma nessuna fiammata duratura
Gli eventi accaduti domenica scorsa in Medio Oriente hanno provocato una riduzione della produzione di petrolio stimata tra i 5 e i 6 milioni di barili al giorno, generando uno …
Posizioni nette corte: Bio-on sale al quarto posto dei più shortati, dentro Italgas
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 7 posizioni short aperte per una …
Carige è salva: svanisce l’incubo liquidazione grazie a passo indietro di Malacalza
Alla fine Malacalza Investimenti ha disertato l'assemblea dei soci di Banca Carige permettendo che il piano di rafforzamento patrimoniale non incontrasse ostacoli. L'assemblea degli azionisti di Carige ha infatti approvato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    253
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    191 Post(s)
    Potenza rep
    5124348

    Assegno impagato: la posta dopo 4 mesi non accredita l'importo!

    Salve gente.

    Mi rivolgo a voi perchè siamo all'assurdo, spero possiate aiutarmi in qualche modo.

    ad inizio aprile un parente, erroneamente, mi ha fatto un assegno di piccolo importo, ma ha confuso un libretto con un altro, e così è andato impagato.

    arrivata la lettera, come da istruzioni, ad inizio maggio, ha costituito il deposito maggiorato degli interessi onde evitare iscrizione al CAI, e la posta aveva assicurato che in massimo 2 mesi sarebbe arrivato l'accredito al beneficiario, cioè io.

    Ad oggi, DOPO 4 MESI DALLA COSTITUZIONE DEL DEPOSITO, la posta si è tenuta i soldi e non ha accreditato a me beneficiario l'importo.
    Ho chiamato 3000 volte ma dicono sempre che sollecitano, che bla bla ma non se ne esce.

    Come faccio a riavere i soldi dell'assegno? anche se è poca roba, ormai è una questione di principio

    grazie

  2. #2

    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    15,962
    Mentioned
    95 Post(s)
    Quoted
    5546 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Senza entrare nello specifico della vicenda la strada da seguire è ,per così dire,codificata : lettera (raccomandata o PEC) di reclamo alle Poste ,trascorsi 30 giorni ,se non si riceve risposta ,ci si rivolge al ABF ; ovviamente puoi rivolgerti direttamente a un avvocato e agire in sede giudiziarie ma non penso che valga la pena considerato che parliamo di un evento monetariamente di importo non elevato

  3. #3

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    253
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    191 Post(s)
    Potenza rep
    5124348
    grazie per il consiglio!
    Ma il reclamo devo farlo io creditore o il mio parente che ha emesso l'assegno?

Accedi