Metodologie per risparmiare, stile di vita, consigli e suggerimenti! Cap. II - Pagina 192
Impennata rendimenti Btp rende meno attraenti gli yield di Enel e delle altre utility di Piazza Affari. Pesa anche il rebus bollette/pagamenti
Alea iacta est, il dado è tratto. Il timore di stop delle forniture di gas dalla Russia si era già concretizzato con l?annuncio da parte di Gazprom della chiusura a tempo indeterminato di Nord Stream 1, come risposta di Putin al tetto al prezzo del petrolio russo deciso dai Paesi del G7. Nella giornata di
UniCredit, Orcel su governo Meloni: ‘mercati esagerati con Italia, cresce più di Italia e Germania e ricchezza famiglie supera 10.000 MLD’
Il numero uno di UniCredit Andrea Orcel conferma di riporre fiducia  nelle potenzialità dell'Italia e non vede grandi problemi per il paese dop
Tassi BTP 10y a un soffio dal 5%, e nel più breve Italia peggio di Grecia. Spread oltre soglia pericolo Bce
Premessa per chi, guardando ai BTP e a Piazza Affari, è tentato di parlare subito di attacco dei mercati contro l?Italia di Giorgia Meloni: il sentiment è negativo ovunque, con le vendite che si abbattono sull?azionario e sui bond.  E? tuttavia vero che, oltre alla carica di sell contro la sterlina e il debito UK,
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1911

    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    3,057
    Mentioned
    39 Post(s)
    Quoted
    2075 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da aemme1 Visualizza Messaggio
    chiunque ha lavorato in una cucina sa che la cottura della pasta dipende dalla temperatura dell'acqua e che l'acqua deve essere a contatto della pasta in modo uniforme (che è il motivo per cui ci vuole tanta acqua). L'unico modo per mantenere la temperatura abbastanza a lungo per cuocere la pasta a fuoco spento è portarla al massimo di temperatura (l'ebollizione) dentro a una pentola a pressione. Ovviamente la qualità del risultato finale sarà inversamente proporzionale al tempo richiesto dalla cottura: i tortiglioni non saranno mai cotti a regola. Per quanto riguarda la pasta risottata, sì certo, ma aldilà del gusto, già il nome segnala che è un'altra cosa rispetto a quello che dici tu, perché stai parlando di una cosa che nella ristorazione professionale non esiste proprio per ragioni di sicurezza alimentare, e cioè la pasta "a bagno maria". Se proprio vuoi trovare un escamotage "alternativo" di cui vantarti, allora versa nell'acqua il doppio o il triplo delle porzioni di pasta usuali e cuocile normalmente in una volta sola estraendo la pasta un minuto prima della cottura finale. Poi, la conservi in frigo e per mangiarla ti basterà scaldarla in padella o come ti pare riducendo drasticamente l'uso di acqua e energia. E' quello che fa il 90% dei ristoranti per risparmiare tempo (però al ristorante viene scaldata sempre in acqua bollente)
    Quel che scrivi contraddice la realtà dei fatti. Ho cotto pasta per anni in maniera perfetta senza usare una pentola a pressione e senza tener acceso il fuoco.
    Non sono cuoco ma un piatto di pasta so farlo.

    Per quanto riguarda la pasta risottata come ho scritto non la so fare, non pretendo di dare lezioni, so solo che esiste.

    Riguardo il tuo suggerimento alternativo in parte già lo faccio ma cuocio anche la pasta a fuoco spento.

  2. #1912

    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    238
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    147 Post(s)
    Potenza rep
    4482220
    Uso anche io questo metodo. E concordo quanto scritto da maestr

  3. #1913
    L'avatar di donsalieri
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    2,828
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    2067 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    A proposito di pasta tempo fa ebbi una discussione con mia moglie su quando esattamente la pasta andava versata.
    Secondo me nel momento in cui cominciava il bollore andava versato il sale seguito immediatamente dalla pasta.
    Secondo lei nel momento in cui iniziava il bollore andava buttato solo il sale che faceva immediatamente regredire il bollore.
    Poi si doveva attendere fino a che il bollore fosse ripreso diffusamente per poter versare infine la pasta.
    Non siamo mai andivenuti ad un accordo per cui chiedo se possibile agli esperti in materia la procedura corretta.

  4. #1914

    Data Registrazione
    Aug 2021
    Messaggi
    136
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    106 Post(s)
    Potenza rep
    1717989
    Credo siano veramente questioni di lana caprina, a meno di non stare in una cucina 3 stelle michelin...

  5. #1915

    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26,903
    Mentioned
    177 Post(s)
    Quoted
    10394 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da donsalieri Visualizza Messaggio
    A proposito di pasta tempo fa ebbi una discussione con mia moglie su quando esattamente la pasta andava versata.
    Secondo me nel momento in cui cominciava il bollore andava versato il sale seguito immediatamente dalla pasta.
    Secondo lei nel momento in cui iniziava il bollore andava buttato solo il sale che faceva immediatamente regredire il bollore.
    Poi si doveva attendere fino a che il bollore fosse ripreso diffusamente per poter versare infine la pasta.
    Non siamo mai andivenuti ad un accordo per cui chiedo se possibile agli esperti in materia la procedura corretta.
    Dipende anche dal grado di cottura della pasta ,per chi come me preferisce la pasta “molto al dente” buttare il sale e subito la pasta non determina una differenza sostanziale al livello di gusto ,forse per chi la preferisce cotta “al dente” o leggermente stracotta sia il risultato che il risparmio del gas può essere percepibile

  6. #1916
    L'avatar di donsalieri
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    2,828
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    2067 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Leo2015 Visualizza Messaggio
    Dipende anche dal grado di cottura della pasta ,per chi come me preferisce la pasta “molto al dente” buttare il sale e subito la pasta non determina una differenza sostanziale al livello di gusto ,forse per chi la preferisce cotta “al dente” o leggermente stracotta sia il risultato che il risparmio del gas può essere percepibile
    Io ad esempio preferisco la pasta al dente.
    Secondo me non è una questione banale, se verso prima il sale al bollire dell'acqua e subito dopo la pasta il tempo di cottura inzia quando l'acqua è calda ma "ferma" perchè il sale ha fatto regredire il bollore.
    Se invece verso prima il sale, attendo il ripresentarsi del bollore e solo allora verso la pasta allora la pasta trova già un'acqua che bolle.
    In entrambi i casi il tempo di cottura sarà lo stesso perchè parte dal momento in cui verso la pasta ma in quale dei due casi la pasta viene più al dente?

  7. #1917

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    1,426
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1179 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da donsalieri Visualizza Messaggio
    Se invece verso prima il sale, attendo il ripresentarsi del bollore e solo allora verso la pasta allora la pasta trova già un'acqua che bolle.
    In entrambi i casi il tempo di cottura sarà lo stesso perchè parte dal momento in cui verso la pasta ma in quale dei due casi la pasta viene più al dente?
    Io la mangio molto al dente e faccio esattamente come fa tua moglie...ma a quanto pare dovrebbe venire ugualmente al dente anche se spegnessi subito tutto...boh

  8. #1918

    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26,903
    Mentioned
    177 Post(s)
    Quoted
    10394 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    La preparazione di un piatto di pasta può essere fatta in maniera semplice ,portandola al dente e poi scolandola e condendola ,oppure ,ed è quella che si fa di solito nella ristorazione ,facendo i 2/3 della cottura in bollitore e 1/3 in padella con i condimenti,solo come esempio il classico spaghetto alle vongole o i paccherri alla trabaccolare,e il risultato che si ottiene è quello di amalgamare ed esaltare i sapori finali (mantecatura) quindi se l’obbiettivo è quello oggetto della discussione ovvero risparmiare sul gas il procedimento corretto è quello buttare subito la pasta perchè in ogni caso ,come detto ,se invece l’obbiettivo è ottenere un piatto di gusto eccellente la cottura è più complicata è la variabile “passaggio in bollitore” meno determinante di quanto si pensi

  9. #1919
    L'avatar di toth
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    1,913
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    354 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Il piano cottura a gas ha un rendimento del 50%. Quindi in estate il 50% del calore scalda la cucina. Calore che va abbattuto col climatizzatore. Altra energia buttata.
    Il piano cottura ad induzione ha un rendimento del 90%. Se abbinato ad un impianto fotovoltaico in estate la cottura è gratuita nelle ore in cui c'è il sole.
    Beati coloro che possiedono il piano ad induzione ed il fotovoltaico. Come me.

  10. #1920

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    1,426
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1179 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da toth Visualizza Messaggio
    Il piano cottura a gas ha un rendimento del 50%. Quindi in estate il 50% del calore scalda la cucina. Calore che va abbattuto col climatizzatore. Altra energia buttata.
    Il piano cottura ad induzione ha un rendimento del 90%. Se abbinato ad un impianto fotovoltaico in estate la cottura è gratuita nelle ore in cui c'è il sole.
    Beati coloro che possiedono il piano ad induzione ed il fotovoltaico. Come me.
    paradossalmente, più soldi si hanno e più si può risparmiare...

Accedi