Bunq.com la apple delle mobile bank? - Pagina 125
Payrolls Usa galvanizzano le Borse (+2,88% il Ftse Mib), ma dati nascondono 4 rischi a breve per gli Usa
Giovedì da incorniciare per i mercati azionari con la sponda del balzo delle payrolls Usa. Il Ftse Mib, che già prima dei dati Usa viaggiava in deciso rialzo, ha portato …
Tesla spopola tra i trader amatoriali. Tra gli altri ‘best buy’ su RobinHood anche un titolo da +750% in 3 mesi e mezzo
Tesla continua a catalizzare gli acquisti e anche oggi promette una seduta avanti tutta. Il titolo segna in avvio +9% a 1.227 dollari, livello che corrisponde con i nuovi massimi …
Countdown al BTP Futura, governo a caccia risparmi retail. Investimento attraente, ma a una condizione
BTP Futura, ormai ci siamo. Obiettivo investitori retail. La prima emissione di questo nuovo titolo di stato partirà lunedì prossimo, 6 luglio, proseguendo fino a venerdì 10 luglio (fino alle …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1241
    L'avatar di fallendaydreamer
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    96 Post(s)
    Potenza rep
    3514970
    Citazione Originariamente Scritto da Oudi Visualizza Messaggio
    Cioè i vecchissimi clienti saranno costretti ad avere il piano della Travel se vogliono avere il conto gratis?
    Sì mi sembra l'unica soluzione, ma in questo caso non hanno più il conto, passano semplicemente a un piano di altro tipo che è l'unico gratuito.

  2. #1242
    L'avatar di Juunij
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    861
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    597 Post(s)
    Potenza rep
    29125313
    Non è altro che la vecchia e collaudata modifica unilaterale del contratto.

    Dispiace. Per quanto sia comprensibile che la Compagnia vada a correggere tutti quei piani che non sono più profittevoli (è una Banca, non una ONLUS), questa è la mossa da banca tradizionale, una di quelle che non ti guarda in faccia perché sei solo un numero. Tra l’altro, lo fa nascondendosi dietro a un dito (da qui, la rivolta sulla community). Sinceramente ero convinto bunq fosse diversa. :/

  3. #1243

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    269
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    189 Post(s)
    Potenza rep
    6566367
    Ho giocato un po con gli shared spaces di N26.
    Mi duole ammetterlo ma non ci sono storie.... Bunq altro pianeta. E' ancora troppo avanti tecnologicamente rispetto alle altre per allontanarmi... Confido che facciano un Joint 2.0 ...anche solo limitato a 2 persone andrebbe bene.

  4. #1244

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    552
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    323 Post(s)
    Potenza rep
    15707166
    C’è una cosa che vorrei capire da chi conosce meglio le procedure; mi rivolgo in particolare all’illuminato @Juunij

    Su Together c’è chi lamenta il mancato rilascio da parte di Bunq, anche oltre i 30 giorni, degli importi prenotati dall’autonoleggio, nonostante il regolare pagamento dele somme dovute (ignoro se con la medesima o con altra carta). Secondo questi utenti, Bunq starebbe fornendo risposte elusive e dilatorie, oltre che incongruenti, avendo dichiarato dapprima che gli importi erano stati addebitati e che il cliente avrebbe dovuto rivolgersi all’esercente per la loro restituzione (mentre nella timeline essi risulterebbero tuttora solo prenotati), poi la propria impossibilità a procedere allo sblocco, anche a tempo indeterminato, fino a quando non vi provvedesse lo stesso esercente; in alternativa, chiedendo una liberatoria scritta da parte di quest’ultimo. Al cliente era capitato un problema analogo in passato, e quando infine la prenotazione era stata sbloccata egli aveva potuto accorgersi che il rilascio da parte dell’esercente era avvenuto ben 16 giorni prima...

    In tutto questo vorrei capire se esiste all’interno del circuito Visa o Mastercard un limite di tempo massimo obbligatorio e condiviso per trasformare la reserval in collection, a pena di decadenza, e se in un caso di questo tipo il cliente possa ottenere supporto dai due circuiti. Personalmente le mie operazioni con la Travel card sono spot e gli addebiti istantanei, ma considerando che c’è anche chi vede il prodotto come un’alternativa alla carta di credito proprio per le prenotazioni, forse è meglio conoscere in anticipo a quali rischi si va incontro anche solo nel caso di un disguido telematico.

  5. #1245

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    972
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    640 Post(s)
    Potenza rep
    18351130
    Citazione Originariamente Scritto da SorryForTehTypo Visualizza Messaggio
    Ho giocato un po con gli shared spaces di N26.
    Mi duole ammetterlo ma non ci sono storie.... Bunq altro pianeta. E' ancora troppo avanti tecnologicamente rispetto alle altre per allontanarmi... Confido che facciano un Joint 2.0 ...anche solo limitato a 2 persone andrebbe bene.
    curiosità. cosa non ti ha convinto? Tanto per capire cos'ha in più bunq

  6. #1246

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    269
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    189 Post(s)
    Potenza rep
    6566367
    Citazione Originariamente Scritto da Lay Visualizza Messaggio
    curiosità. cosa non ti ha convinto? Tanto per capire cos'ha in più bunq
    1. Shared Spaces (N26) vs Conti correnti condivisi (Bunq): con i primi la user experience è la seguente: Paghi con i soldi che hai sul tuo conto personale, poi da uno degli shared spaces vai a prenderti i soldi con importo pari a quella commissione. Quindi anche nella cronologia dei pagamenti vedrai uscita ed entrata di pari importo, creando molta entropia ai fini del tracciamento. Con Bunq hai dei veri e propri conti condivisi, quando stai per pagare, scegli da quale conto scalare l'importo e lo attingi direttamente da li, mantenendo una cronologia e una tracciabilità molto più pulita, e inoltre non devi avere per forza l'importo sul tuo conto personale (potendolo prendere appunto dal conto condiviso). Inoltre essendo dei veri e propri conti ognuno con IBAN dedicato, puoi farci dei RID. Io ad esempio nel conto "Casa" ho messo l'addebito RID di Vodafone.

    2. Interfaccia molto più intuitiva rispetto ad N26. Forse è solo abitudine, ma in Bunq trovo tutto al volo mentre su N26 devo smanettare di più.

    3. Carte virtuali: su Bunq puoi creare delle carte virtuali da usare online.

    4. Puoi vedere il numero della carta di Credito o Debito dentro l'app di Bunq. Voi direte: "a che ti serve?". Beh, se non ho con me la carta fisica, basta che apro l'app e copio il numero della carta, il CCV ecc... e faccio la transazione.

    5. CCV dinamico, ovvero dopo ogni registrazione della carta su un sito online puoi cambiare il CCV, ed è una chicca di security niente male

    6. Puoi "ricaricare" il conto con una carta di credito, se hai bisogno immediatamente di fondi. / puoi "ricaricare" immediatamente il conto con Sofort

    7. Hai una carta di credito oltre alla debit

    8. Puoi fare dei conti Slice, se vai in vacanza con amici (ma ovviamente devono avere Bunq anche loro)

    9. Estratto conto di ogni conto creato in vari formati, sia in PDF, XLS, CVS.

    10. Puoi creare un link bunq.me per farti inviare soldi da altri, anche via carta di credito.

    11. Bonifici sia in ingresso che in uscita istantanei. (o anche no se preferisci una data).

    12. Gestione facile dei RID sui conti. Puoi inoltre settare un limite per il RID, che non è una banalità.

    non mi viene in mente altro

  7. #1247

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    972
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    640 Post(s)
    Potenza rep
    18351130
    Citazione Originariamente Scritto da SorryForTehTypo Visualizza Messaggio
    1. Shared Spaces (N26) vs Conti correnti condivisi (Bunq): con i primi la user experience è la seguente: Paghi con i soldi che hai sul tuo conto personale, poi da uno degli shared spaces vai a prenderti i soldi con importo pari a quella commissione. Quindi anche nella cronologia dei pagamenti vedrai uscita ed entrata di pari importo, creando molta entropia ai fini del tracciamento. Con Bunq hai dei veri e propri conti condivisi, quando stai per pagare, scegli da quale conto scalare l'importo e lo attingi direttamente da li, mantenendo una cronologia e una tracciabilità molto più pulita, e inoltre non devi avere per forza l'importo sul tuo conto personale (potendolo prendere appunto dal conto condiviso). Inoltre essendo dei veri e propri conti ognuno con IBAN dedicato, puoi farci dei RID. Io ad esempio nel conto "Casa" ho messo l'addebito RID di Vodafone.

    2. Interfaccia molto più intuitiva rispetto ad N26. Forse è solo abitudine, ma in Bunq trovo tutto al volo mentre su N26 devo smanettare di più.

    3. Carte virtuali: su Bunq puoi creare delle carte virtuali da usare online.

    4. Puoi vedere il numero della carta di Credito o Debito dentro l'app di Bunq. Voi direte: "a che ti serve?". Beh, se non ho con me la carta fisica, basta che apro l'app e copio il numero della carta, il CCV ecc... e faccio la transazione.

    5. CCV dinamico, ovvero dopo ogni registrazione della carta su un sito online puoi cambiare il CCV, ed è una chicca di security niente male

    6. Puoi "ricaricare" il conto con una carta di credito, se hai bisogno immediatamente di fondi. / puoi "ricaricare" immediatamente il conto con Sofort

    7. Hai una carta di credito oltre alla debit

    8. Puoi fare dei conti Slice, se vai in vacanza con amici (ma ovviamente devono avere Bunq anche loro)

    9. Estratto conto di ogni conto creato in vari formati, sia in PDF, XLS, CVS.

    10. Puoi creare un link bunq.me per farti inviare soldi da altri, anche via carta di credito.

    11. Bonifici sia in ingresso che in uscita istantanei. (o anche no se preferisci una data).

    12. Gestione facile dei RID sui conti. Puoi inoltre settare un limite per il RID, che non è una banalità.

    non mi viene in mente altro
    Non so, la stragrande maggioranza dei punti sono disponibili su revolut free (che adesso mi pare molto più vicino alle tue esigenze rispetto ad N26), mentre alcuni punti (tipo il 9) non vedo come possano influire (trasformare l'estratto conto in un altro formato è una banalità), mentre per altri punti ci sono alternative più che valide (ad esempio al posto di fare SDD (RID ormai non c'è più dal 2014) per ogni cosa si può addebitare tutto su carte virtuali con budget settato che si possono anche mettere in pausa e che possono anche essere usa e getta (tutte funzionalità di revolut), premesso che la gestione degli SDD è semplice anche su Revolut e pure su N26, ma non mi si può settare un limite), mentre la travel card (che gira solo su circuito credit, non è una vera carta di credito visto che non ti fa credito) è comunque gratuita quindi anche rinunciassi a bunq non dovresti rinunciare alla travel card. Per il numero di carta la cosa è disponibile su revolut, ma volendo uno potrebbe benissimo segnarselo su un appunto su smartphone senza dipendere per forza dall'app anche per N26.
    Guardando i tuoi punti le uniche cose che mancano a revolut sono gli spazi condivisi, il supporto ai bonifici istantanei, carta di credito e limite SDD (gli ultimi sono già esclusi, i bonifici istantanei in entrata si possono in parte sostituire con top up e i salvadanai di revolut sostituiscono in parte gli spazi condivisi)... d'altra parte però ci sono anche tante funzionalità che bunq non ha (ad esempio revolut è multi-valuta).
    Insomma, un minimo di elasticità quando si cambia ci vuole. Non sono quelli di bunq che sono "troppo avanti", semplicemente alcune funzionalità le vuole solo una nicchia (io ad esempio non uso praticamente mai addebiti diretti su conto corrente, né gli spazi/vault e simili, mentre uso tanto google pay, carte virtuali, top up, bonifici... infatti sia su revolut sia su n26 quel che più mi manca sono i bonifici istantanei in uscita (revolut posso comunque fare il top up, mentre n26 accetta bonifici istantanei in entrata) cosa che però vorrei gratuita altrimenti mi aggiusto con i bonifici normali (gli istantanei posso comunque farli tramite xme anche se mi costano 60 centesimi a bonifico in casi di emergenza)).

    Ovviamente ognuno fa le sue scelte, a mio parere però il canone non è minimamente giustificato (almeno dai punti che hai scritto).

  8. #1248

    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    269
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    189 Post(s)
    Potenza rep
    6566367
    Citazione Originariamente Scritto da Lay Visualizza Messaggio
    Non so, la stragrande maggioranza dei punti sono disponibili su revolut free (che adesso mi pare molto più vicino alle tue esigenze rispetto ad N26), mentre alcuni punti (tipo il 9) non vedo come possano influire (trasformare l'estratto conto in un altro formato è una banalità), mentre per altri punti ci sono alternative più che valide (ad esempio al posto di fare SDD (RID ormai non c'è più dal 2014) per ogni cosa si può addebitare tutto su carte virtuali con budget settato che si possono anche mettere in pausa e che possono anche essere usa e getta (tutte funzionalità di revolut), premesso che la gestione degli SDD è semplice anche su Revolut e pure su N26, ma non mi si può settare un limite), mentre la travel card (che gira solo su circuito credit, non è una vera carta di credito visto che non ti fa credito) è comunque gratuita quindi anche rinunciassi a bunq non dovresti rinunciare alla travel card. Per il numero di carta la cosa è disponibile su revolut, ma volendo uno potrebbe benissimo segnarselo su un appunto su smartphone senza dipendere per forza dall'app anche per N26.
    Guardando i tuoi punti le uniche cose che mancano a revolut sono gli spazi condivisi, il supporto ai bonifici istantanei, carta di credito e limite SDD (gli ultimi sono già esclusi, i bonifici istantanei in entrata si possono in parte sostituire con top up e i salvadanai di revolut sostituiscono in parte gli spazi condivisi)... d'altra parte però ci sono anche tante funzionalità che bunq non ha (ad esempio revolut è multi-valuta).
    Insomma, un minimo di elasticità quando si cambia ci vuole. Non sono quelli di bunq che sono "troppo avanti", semplicemente alcune funzionalità le vuole solo una nicchia (io ad esempio non uso praticamente mai addebiti diretti su conto corrente, né gli spazi/vault e simili, mentre uso tanto google pay, carte virtuali, top up, bonifici... infatti sia su revolut sia su n26 quel che più mi manca sono i bonifici istantanei in uscita (revolut posso comunque fare il top up, mentre n26 accetta bonifici istantanei in entrata) cosa che però vorrei gratuita altrimenti mi aggiusto con i bonifici normali (gli istantanei posso comunque farli tramite xme anche se mi costano 60 centesimi a bonifico in casi di emergenza)).

    Ovviamente ognuno fa le sue scelte, a mio parere però il canone non è minimamente giustificato (almeno dai punti che hai scritto).
    I Vault di Revolut non mi servirebbero a nulla per come li uso io in famiglia, in quanto se lo condividi con qualcuno, questo qualcuno può solo depositare e non prendere. Non sono quindi minimamente paragonabili.
    La credit card è "finta" concordo, ma in certi ambiti è quello che basta, tipo noleggio auto ecc... basta che ci sia il cash sopra e la accettano, mentre non accetterebbero una semplice debit.
    Del multi valuta non me ne faccio nulla, in quanto con Bunq ho comunque zero commissioni sulle transazioni e conversione "reale" mastercard. Senza dovermi preoccupare della storia del Week-end che ha Revolut.
    Ho prelevamenti illimitati, anche li, senza il limite dei 200 di Revolut.

    In pratica te hai dovuto mettere assieme due conti, Revolut e N26 per fare quello che io faccio con Bunq. E comunque non hai ottenuto tutte le funzionalità da me citate.
    Aggiungo anche il supporto, che magari non a tutti serve, ma su Bunq lo puoi avere in italiano, cosa che su Revolut te la scordi.
    Per il costo... beh 7.99 di Bunq contro 9.90 di N26 se vuoi mettere N26 di provare a giocare ad armi pari.

    ah e non ho mai menzionato le API, che ti permettono di sviluppare te stesso (se ne hai le capacità) o di utilizzare app di terze parti per collegarti al tuo conto.
    Aggiungo anche che Bunq mi da pure degli interessi su quello che tengo sul CC, mentre Revolut e N26 no.

    ...dimenticato, Revolut non ha interfaccia web, Bunq si.
    Ultima modifica di SorryForTehTypo; 05-04-20 alle 22:33

  9. #1249
    L'avatar di Juunij
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    861
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    597 Post(s)
    Potenza rep
    29125313
    Citazione Originariamente Scritto da maimo Visualizza Messaggio
    In tutto questo vorrei capire se esiste all’interno del circuito Visa o Mastercard un limite di tempo massimo obbligatorio e condiviso per trasformare la reserval in collection, a pena di decadenza, e se in un caso di questo tipo il cliente possa ottenere supporto dai due circuiti.
    Io personalmente non ho mai avuto problemi con le carte bunq. Dando un’occhiata su together ho trovato il thread al quale fai riferimento, così come altri thread passati dove si discuteva di argomenti simili.
    protip: queste discussioni sono presenti su TUTTE le community collegate direttamente a strumenti finanziari (e non solo): bunq, Revolut, Curve, Monzo, ecc... Si trovano thread sull’argomento non perché sono fintech ma semplicemente perché offrono un luogo dove discutere e queste discussioni ciclicamente tornano fuori. L’argomento è stato dibattuto più volte negli anni anche sul forum ING, qui in Italia vera pioniera con la sua community.

    Da risposte del supporto presenti qui e là su together, sembra che bunq applichi infatti la politica richiesta da MasterCard: le autorizzazioni che non vengono completate in 7 giorni vengono annullate, mentre le preautorizzazioni (usate di solito da hotel, noleggiatori, ecc...) hanno una durata massima di 30 giorni.
    Il motivo sul rulebook di MasterCard è abbastanza chiaro: passato questo periodo, per il merchant scade una specifica tutela contro i chargeback e la transazione deve considerarsi nulla. Nello specifico: “The Issuer must release any hold placed on the Cardholder’s Account after the expiration of the message reason code 4808 chargeback protection period for a particular Transaction, at the latest. [...] The approved amount of any authorization with an expired message reason code 4808 chargeback protection period is deemed to be zero.”.
    Tra parentesi, l’Issuer ha la facoltà di annullare anticipatamente una preautorizzazione se lo ritiene opportuno, ovvero se il cliente ha prove sufficienti per dimostrare che il pagamento è stato completato con un altro strumento o se la transazione non è andata in porto.

    VISA ha un regolamento molto simile, così come sono molto simili i periodi di validità delle preautorizzazioni.


    Quindi sì, comportarsi diversamente va contro gli accordi stipulati col network. Non mi esprimo sul caso specifico, in ogni caso in una disputa come questa penso sia una buona idea segnalare al supporto la presenza di alcune deadline abbastanza lontane dalla libera interpretazione presenti nel rulebook.



    @Lay non te la prendere, la mia non vuole essere una ramanzina ma piuttosto un punto di riflessione: non vedo per quale motivo hai chiesto a @SorryForTehTypo i punti per i quali ritiene bunq più completo rispetto a N26 o Revolut per poi provarli a smontare.
    Aggiungo inoltre che ti saresti potuto fermare già al primo punto: paragonare un conto cointestato a un conto esclusivamente personale è una lotta già persa in partenza.
    Detto ciò, se vogliamo aiutarlo a trovare un’altra soluzione non è simpatico uscirsene con “ti devi adattare”, è una risposta che semplicemente non porta nulla alla crescita della discussione.
    Ultima modifica di Juunij; 05-04-20 alle 23:18

  10. #1250

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    609
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    375 Post(s)
    Potenza rep
    1994314
    Scusatemi ma 125 pagine non sono facili da leggere bene tutte...

    Può considerarsi un alternativa a N26 per avere una banca ed un IBAN non italiano?

Accedi