Mediolanum MyLife e consiglio fondi - Pagina 2
Banche italiane promosse da DBRS: risultati semestrali solidi, ecco i fattori chiave
Promosse a pieni voti le grandi banche italiane. Intesa Sanpaolo, UniCredit, fino a Banco BPM, BPER e MPS, hanno registrato nel secondo trimestre del 2022
Sorpresa inflazione USA: a luglio rallenta crescita prezzi al consumo (+8,5%), sospiro di sollievo per la FED. I mercati festeggiano
A luglio i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati dell?8,5% rispetto a un anno fa, un ritmo in rallentamento rispetto al mese precedente (+9,1%) dovuto principalmente al calo dei prezzi della benzina. Mentre su base mensile, i prezzi sono rimasti invariati poiché i prezzi dell?energia sono diminuiti sostanzialmente del 4,6% e la benzina è
Volatilità sui mercati nel giorno dell’inflazione Usa. Ftse Mib tra i migliori in Europa  
  Volatilità sui mercati europei nel giorno della pubblicazione dell’inflazione Usa di luglio, il dato clou della settimana visto che l'a
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di Berserk85
    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    4,069
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    2443 Post(s)
    Potenza rep
    42756329
    Citazione Originariamente Scritto da oceanic815 Visualizza Messaggio
    E due...stesso giorno, stessa ora

    Sezione sbagliata

    Assicurazioni
    Come mai questo non è stato spostato

    @oceanic815 fatti valere

  2. #12

    Data Registrazione
    Oct 2021
    Messaggi
    139
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    92 Post(s)
    Potenza rep
    1630826
    Citazione Originariamente Scritto da fqt Visualizza Messaggio
    Si tratta di un investimento relativo ad un fondo TFM che se investito in prodotti assicurativi è deducibile, impignorabile e insequestrabile. Uso gli ETF per investimenti personali ma come azienda hanno una serie di svantaggi (inefficienza fiscale, obbligo registrazione LEI, maggiori costi commercialista, ...) inoltre nel caso specifico del TFM lo strumento assicurativo ha i vantaggi di cui sopra.
    Perdonami, ma il tfm, per quello che mi risulta, non ha nessun tipo di deducibilità fiscale se investito o meno in un prodotto assicurativo.

    Per gli ETF sull'azienda anche li non capisco dove sia l'inefficienza fiscale (l'azienda lavora da lordista) e non c'e' nessun maggior costo di registrazione, in quanto ci sono fior di circolari dell'agenzia delle entrate che indicano come, per un'azienda non finanziaria, un prodotto finanziario può essere messo a bilancio al costo storico e all'atto della vendita (magari fra boh, 10 anni) registri l'eventuale plus o minus

  3. #13
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,816
    Mentioned
    201 Post(s)
    Quoted
    2227 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da fqt Visualizza Messaggio
    Vi scrivo per un consiglio.
    Cito da quanto riporti:

    Commissione "salvaguardia e monitoraggio": da 1% a 1,75%

    IE00BJYLJG06 Mediolanum Best Brands European Small Cap Equity (solo il primo di quelli 'della casa'): Mediolanum Best Brands European Collection L Acc|IE0005372291

    Spese correnti annue (Morningstar): 3,06%

    ma è un fondo di fondi... primo fondo (morningstar) della lista: MFS European Research, altri +0,82% di spese correnti annue

    Quindi: 1,75+3,06+0,82 = 5,63% l'anno solo di commissioni correnti.

    E' una polizza con costi di gestione che oscillano tra il 5 e il 6% l'anno... una follia.

    Sì, parla di rebate sulle mediolanum... il meccanismo dei rebate raramente è vantaggioso, comunque saremmo a 4% l'anno buono.

    Qualsiasi siano le convenienze fiscali è solo da evitare un prodotto così caro, secondo me.

    Per le aziende esistono apposite polizze RAMO V: però va cercato un assicuratore vero.

  4. #14
    L'avatar di zanne84
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,596
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    497 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Cito da quanto riporti:

    Commissione "salvaguardia e monitoraggio": da 1% a 1,75%

    IE00BJYLJG06 Mediolanum Best Brands European Small Cap Equity (solo il primo di quelli 'della casa'): Mediolanum Best Brands European Collection L Acc|IE0005372291

    Spese correnti annue (Morningstar): 3,06%

    ma è un fondo di fondi... primo fondo (morningstar) della lista: MFS European Research, altri +0,82% di spese correnti annue

    Quindi: 1,75+3,06+0,82 = 5,63% l'anno solo di commissioni correnti.


    E' una polizza con costi di gestione che oscillano tra il 5 e il 6% l'anno... una follia.

    Sì, parla di rebate sulle mediolanum... il meccanismo dei rebate raramente è vantaggioso, comunque saremmo a 4% l'anno buono.

    Qualsiasi siano le convenienze fiscali è solo da evitare un prodotto così caro, secondo me.

    Per le aziende esistono apposite polizze RAMO V: però va cercato un assicuratore vero.
    Lungi da me difendere Mediolanum ma i costi non sono quelli da te espressi; il ter include già le commissioni dei sottostanti, al massimo resta fuori circa uno 0,5% di costi per turnover ma questi son sempre difficili da imputare.
    In più Mediolanum restituisce il 50% delle commissioni di gestione.
    La polizza, quindi, gli costerà circa: 1,75%+1,5%=3,25% (più un probabile 0,5% di turnover ma servirebbe leggere i bilanci dei vari fondi).
    Al massimo gli si possono imputare le commissioni di sottoscrizione.

  5. #15

    Data Registrazione
    Aug 2021
    Messaggi
    225
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    122 Post(s)
    Potenza rep
    406536
    Citazione Originariamente Scritto da Berserk85 Visualizza Messaggio
    Come mai questo non è stato spostato

    @oceanic815 fatti valere
    Devi fare qualcosa io per spostarlo. Ho chiesto ad Oceanic. Non sono esperto di spostamenti, se devo fare qualcosa ditemi.
    Mi scuso per l'errore.

  6. #16

    Data Registrazione
    Aug 2021
    Messaggi
    225
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    122 Post(s)
    Potenza rep
    406536
    Citazione Originariamente Scritto da bancale Visualizza Messaggio
    Gli svantaggi evidenziati non costerebbero quanto questa polizza.
    Volendo rimanere nel settore polizze questa di Mediolanum non è certo la migliore.
    Se però ha già scelto Mediolanum, si faccia consigliare dal loro stessi, inutile chiedere in giro.
    Non ho ancora fatto una scelta finale su Mediolanum e se qualcuno conosce e può indicarmi altre polizze megliori ve ne sarei grato.
    Specifico che per la commissione annua il consulente mi ha detto che dovrebbe riuscire a stare su 1-1,25% quindi in tutto con il costo dei fondi si dovrebbe stare sul 2,25-2,5% annuo (al netto delle spese di spedizione che pagherei un'unica volta). Per me l'ideale sarebbe stare sul 2%.
    Ultima modifica di fqt; 10-04-22 alle 22:33

  7. #17

    Data Registrazione
    Aug 2021
    Messaggi
    225
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    122 Post(s)
    Potenza rep
    406536
    Citazione Originariamente Scritto da TecliS Visualizza Messaggio
    Perdonami, ma il tfm, per quello che mi risulta, non ha nessun tipo di deducibilità fiscale se investito o meno in un prodotto assicurativo.

    Per gli ETF sull'azienda anche li non capisco dove sia l'inefficienza fiscale (l'azienda lavora da lordista) e non c'e' nessun maggior costo di registrazione, in quanto ci sono fior di circolari dell'agenzia delle entrate che indicano come, per un'azienda non finanziaria, un prodotto finanziario può essere messo a bilancio al costo storico e all'atto della vendita (magari fra boh, 10 anni) registri l'eventuale plus o minus
    Sulla deducibilità ho verificato che hai ragione. Avevo capito male io ed in effetti già questo cambia molto.

    L'inefficienza in parte rimane, perché se ho capito bene gli switch/vendita/cambio di fondi all'interno del silos assicurativo non generano Minus/plus che vengono calcolate alla fine. Viceversa se vendo e riacquisto ETF genererei minus/plus e avrei costi più alti di commercialista e broker. Inoltre dovrei metterci un po' di testa in più (rispetto al mio portafoglio di ETF comprati per non essere mai venduti ed essere tenuti lì 30 anni). Detto ciò tutto questo forse non vale il 2% annuo.
    Se l'orizzonte fosse di 10+ anni non avrei dubbi ma su un orizzonte di 5-7 la situazione mi sembra meno lampante perché credo che serva una gestione un po' più attiva.
    Ultima modifica di fqt; 10-04-22 alle 22:49

  8. #18

    Data Registrazione
    Oct 2021
    Messaggi
    139
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    92 Post(s)
    Potenza rep
    1630826
    Citazione Originariamente Scritto da fqt Visualizza Messaggio
    Sulla deducibilità ho verificato che hai ragione. Avevo capito male io ed in effetti già questo cambia molto.

    L'inefficienza in parte rimane, perché se ho capito bene gli switch/vendita/cambio di fondi all'interno del silos assicurativo non generano Minus/plus che vengono calcolate alla fine. Viceversa se vendo e riacquisto ETF genererei minus/plus e avrei costi più alti di commercialista e broker. Inoltre dovrei metterci un po' di testa in più (rispetto al mio portafoglio di ETF comprati per non essere mai venduti ed essere tenuti lì 30 anni). Detto ciò tutto questo forse non vale il 2% annuo.
    Se l'orizzonte fosse di 10+ anni non avrei dubbi ma su un orizzonte di 5-7 la situazione mi sembra meno lampante perché credo che serva una gestione un po' più attiva.

    Piccolo dubbio. Su queste polizze si paga lo 0,2% di imposta di bollo?
    Doverosa premessa: a mio parere il compensare plus e minus di un fondo/etf non è un vantaggio così rilevante rispetto a pagare, con certezza, un "cappello" assicurativo (anche se fosse solo dell'1%).

    Questo perché, da privato, ci sono altri modi per recuperare le minsuvalenze (che di norma se uno è un investitore di lungo periodo, sono poche).

    In ogni caso per l'azienda, come scrivevo sopra, lavori da lordista, cioè quando vendi un etf la banca te lo accredita al lordo delle tasse, in quanto poi la tassazione la pagherai dichiarandolo in bilancio.
    Indi una società compensa plus e minus, ma non solo degli etf che vende/compra, ma anche della sua gestione ordinaria.

    Nel mio caso reale se compro etf per 100.000 euro e dopo 3 anni li vendo a 130.000, la banca non mi fa da sostituito d'imposta, ma dichiarerò 30.000 in più di utili dervianti dalla gestione finanzaria e fine anno ci pagherò ires e irap come una qualsiasi componente di reddito positivo.
    Al contrario se lo vendo a 70.000 euro, farò una minusvalenza di 30.000 che posso compensare con il normale utile che deriva dalla mia gestione ordinaria, se ovviamente chiudo l'anno in attivo, o riportare come perdita a nuovo.

    Di fatto ti comporti come una gestione patrimoniale.

    L'imposta di bollo ovviamente si paga su tutto ciò che non è ramo primo (che è l'unico che non la paga)

    Le polizze già hanno poco senso da privato, per la società non hanno proprio nessun senso, a meno che tu faccia un ramo primo puro o, come dice Bowman, una ramo quinto.

    Altro capitolo sarebbe perché ti vuoi dare un TFM, che anche quello ha ben poco senso (se l'azienda è tua).
    Ultima modifica di TecliS; 10-04-22 alle 22:48

  9. #19
    L'avatar di zanne84
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,596
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    497 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da TecliS Visualizza Messaggio
    Perdonami, ma il tfm, per quello che mi risulta, non ha nessun tipo di deducibilità fiscale se investito o meno in un prodotto assicurativo.

    Per gli ETF sull'azienda anche li non capisco dove sia l'inefficienza fiscale (l'azienda lavora da lordista) e non c'e' nessun maggior costo di registrazione, in quanto ci sono fior di circolari dell'agenzia delle entrate che indicano come, per un'azienda non finanziaria, un prodotto finanziario può essere messo a bilancio al costo storico e all'atto della vendita (magari fra boh, 10 anni) registri l'eventuale plus o minus
    In realtà a me risulta che sia deducibile il TFM…
    In base all’art. 105, co. 4, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi TUIR “gli accantonamenti annuali relativi all’indennità di fine mandato sono deducibili per competenza, in misura corrispondente alla quota maturata nell’esercizio”.

  10. #20
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,816
    Mentioned
    201 Post(s)
    Quoted
    2227 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da zanne84 Visualizza Messaggio
    il ter include già le commissioni dei sottostanti,
    Quelle indicate sono le spese correnti.
    Le spese correnti includono (copio e incollo da prospetto): "Sono costituite dalla somma della commissione di gestione annua e delle spese aggiuntive associate alla gestione del fondo, quali costi di carattere legale, contabile e di custodia del patrimonio ed eventuali commissioni di distribuzione".

    I costi dei fondi sottostanti non ci sono, che poi è il motivo per cui si utilizzano i fondi-di-fondi per incrementare i costi.

    I rebates nelle unit linked hanno un meccanismo assolutamente svantaggioso e pro-gestore. Essenzialmente a periodicità stretta (solitamente mensilmente o al massimo trimestralmente) alcune QUOTE dei fondi in polizza vengono disinvestite e pagate alla filiera (quindi banca collocatrice, società assicurativa gestore, società di gestione del fondo sottostante). A cadenze molto più rade (solitamente annualmente) si fa il conto di quante di queste commissioni sono arrivate a livello provvigionale a chi colloca (quindi no oneri legali e tante altre fette delle spese fisse), da quelle una parte viene 'restituita' (rebate appunto), e spesso non è che ci possono 'ricomprare' nuove quote, ma io le ho viste spesso scontare (in altre polizze, eh) dalle future vendite di quote da effettuare successivamente (come un anticipo già pagato diciamo). In ogni caso 'ste polizze con commissioni atroci, fondi-di-fondi e rebates quando il mercato non dico scende, ma rimane piatto vanno giù a piombo, quando sale salgono un passettino alla volta.
    la certezza è che una marea di soldi (secondo me su una cosa del genere 4-5% l'anno... ci vorrebbe rendiconto costi ed oneri, ma metto faccina che ride ) escono come un fiume dalle tasche del sottoscrittore.

Accedi