Polizza TCM: temporanea caso morte ... questa sconosciuta - Pagina 4
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Posizioni nette corte: scendono gli short su Banco Bpm e Ubi, Azimut al quarto posto
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Banco BPM con 9 posizioni short aperte per una …
Trading online: trader attivo su WallStreetBets ‘trasforma’ $766 in più di $100.000 con due opzioni put
Il primo contratto put gli ha assicurato un guadagno del 6.500% in una sola notte.
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di Mr Bull
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    984
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    39417124
    per gli esperti del settore, chi fa buone polizze per coprire solo il rischio INVALIDITA' PERMANENTE (NO caso morte, gli eredi vivrebbero bene ugualmente ).

    GRAZIE

  2. #32

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    1,382
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    16850756
    Citazione Originariamente Scritto da Seboz Visualizza Messaggio
    Ciao a te
    grazie per i complimenti, ma il merito è indubbiamente anche della tua disponibilità e competenza




    Ciao Dark Pool
    nessun problema a confrontarsi...condivido volentieri la mia esperienza e le mie considerazioni. Come ti ha detto Tuareg io parlo di TCM e non di polizze miste.
    prima però una premessa:
    non è mia intenzione, e non lo è mai stato, sottoscrivere una polizza vita perché è dimostrato che sia utile. Ho deciso di sottoscriverla dopo un'attenta valutazione della mia situazione familiare ad ampio raggio, ovvero inclusi anche i miei genitori.
    Non ho la pretesa di convincere qualcuno a fare la mia stessa scelta, ma sono sereno nell'affermare che credo di aver fatto un
    a buona scelta per la mia famiglia.
    Questa discussione a mio avviso dovrebbe aiutare le persone ad acquisire maggior consapevolezza della propria situazione e a scegliere le relative tutele (che non necessariamente devono essere polizze TCM) e non tanto a dimostrare numericamente che lo strumento conviene/non conviene.

    Io ho agito così:
    - letto tutte le discussioni del fol e di altri forum inerenti le polizze TCM
    - aspettare e pensare
    - riflettuto a lungo insieme alla mia compagna sulle risorse, le esigenze, il futuro, ecc
    - aspettare e pensare
    - richiesto alcuni (mi sembra 3) preventivi
    - aspettare e pensare
    - letto accuratamente i prospetti informativi in questione
    - aspettare e pensare
    - individuata la polizza che mi sembrava migliore
    - aspettare e pensare
    - tempestato di domande l'assicuratore fino alla completa, se possibile, comprensione del prodotto

    I prodotti da me presi in esame sono:
    - SaraDefender di Sara Assicurazioni
    - Casomai e Casomai plus di GenertelLife
    - Affetti Protetti di Poste Italiane
    - Temporanea convertibile privilegiata di Pramerica Life

    Ora non ho tempo per mettere i link ai fogli informativi. Mi riprometto di farlo prossimamente.

    Se vuoi sapere quali sono le considerazioni soggettive e personali che mi hanno portato a decidere a favore di un prodotto di questo tipo chiedi pure e risponderò volentieri il prima possibile.

    A presto.
    complimenti (la premessa suona come un desclaimer ma capisco) e quello che volevo leggere un esperienza di confronto se la polizza della compagnia di tuareg è valida per non farla?

    Se poi vuoi essere + dettagliato e condividere + del dettaglio i motivi della tua scelta ti sarò anzi ti saremo grati (ma capisco anche la riservatezza)
    Ultima modifica di Dark Pool; 31-08-12 alle 09:00

  3. #33

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    1,382
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    16850756
    Citazione Originariamente Scritto da tuareg63 Visualizza Messaggio
    secondo me sarebbe già una bella partenza l'attualizzazione dei redditi futuri
    Cosa ne dite con un capitale tale da garntire una rendita immediata pari al reddito attuale?

  4. #34

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    1,382
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    16850756
    Citazione Originariamente Scritto da tuareg63 Visualizza Messaggio
    l'utilità di stipulare una tcm pluriennale è innanzi tutto quello di vincolare la compagnia ad assicurarti fino alla scadenza e indipendentemente dal peggioramento dello stato di salute, secondariamente è quello di bloccare il costo del premio per tutta la durata del contratto.

    NON DOVREBBERO ESISTERE compagnie che recedono da un contratto pluriennale a causa del peggioramento dello stato di salute. Se tu l'hai fatto notare è perchè ti sarà capitato. Io ti invito a segnalarne il nome qui sul 3d così, tanto per cominciare, facciamo la lista nera delle compagnie da evitare

    Nella compagnia per cui lavoro, per esempio, la variazione dello stato di salute non va comunicata, il cambio di lavoro neppure, se inizi a fumare manco, se invece smetti di fumare sì perchè ti riducono il premio

    Dovrebbe essere per tutte così, invece so di compagnie (es.poste italiane) dove anche sui contratti pluriennali devi dichiarare l'eventuale peggioramento dello stato di salute e possono di conseguenz applicare un sovrappremio. Se non lo fai può essere motivo di mancato pagamento o riduzione del capitale assicurato. Non so se arrivano a recedere dal contratto in caso di sopraggiunta grave patologia, ma è chiaro che basta applicare un sovrappremio elevatissimo ed è lo stesso assicurato a recedere dal contratto.

    Mentre invece questa è la prassi per i contratti annuali (es. onlife): lì ogni anno viene rinegoziato il premio, il sovrappremio e l'assicurabilità.
    Secondo me è da evitare, sia perchè alla fine costa di più, ma soprattutto perchè il contratto è in mano alla compagnia e può negare il rinnovo ad ogni scadenza annuale (o come detto prima, applicando un sovrappremio tale da non essere più sostenibile e inducendo l'assicurato al recesso).

    In conclusione direi che sono da evitare le tcm annuali, quelle con l'obbligo di dichiarare la variazione dello stato di salute e le tcm solo caso morte.

    Da preferire quindi quelle pluriennali (il più a lungo possibile), senza variazione dello stato di salute e sicuramente almeno caso morte e invalidità permanente.

    Sull'estensione della garanzia successivamente alla fine del contratto credo che sia cratteristica delle polizze sanitarie, non delle tcm.
    Cmq non c'è un obbligo generalizzato e quindi dipende da quanto previsto nel fascicolo informativo.
    complimenti (sono troppo buono dopo le ferie ) ma farei una riflessione non solo su quello che è scritto nel contratto ma sulle norme del codice civile e sulla giurisprudenza (che in generale non approva variazioni dei rapporti di rischio fra le parti taciute dolosamente) ... non sono cosi sicuro che la cosa regga.
    In generale sconsiglio di credersi + furbi di una compagnia o dello stato si rischiano amare sorprese.
    Sono curioso di leggere il vostro pare in merito è un punto fondamentale insieme all’analisi dei periodi di carenza su certe patologie.

  5. #35
    L'avatar di defaber
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    404
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    11515597
    Citazione Originariamente Scritto da tuareg63 Visualizza Messaggio
    Capito.

    La risposta è sì: tu paghi un certo premio ed hai la copertura caso morte per tutta la vita.

    Sicuramente esiste collegata alla GS, non so se esista linked, non credo che ne esistano di altro tipo.

    Con 20k devi essere proprio giovanissimo per arrivare a 100k a 80 anni, ma diciamo che un 30enne arriva tranquillamente ad almeno 80K.
    Se la gestione separata collegata ha reso bene, allora i 100k sono superati anche dal 30enne.
    Insisto perchè la tua risposta mi sembra un NI....
    1 - esiste (ok siamo d'accordo)
    2- esiste scollegata dalla GS?

    Domando perchè potrebbero presentarsi situazioni in cui il contraente non è focalizzato alla rivalutazione del capitale assicurato in favore del beneficiario


    Forse mi spiego male.... in ogni caso con la polizza suddetta, contratta oggi a 20k€(premio) il beneficiario si assicura "almeno 100ke nominali" alla mia morte?
    (nel senso che potrebbe prenderene al minimo 100k€ o + di 100k€ ma non meno di 100k)

    In sintesi (e scusatemi se mi manca tale dono) esistono POLIZZE A VITA INTERA CASO MORTE CON PREMI DEFINITI E CONTRIBUZIONE MINIMA GARANTITA ? (ossia che quando firmo mi stanno già mettendo nero su bianco, mal che vada ti daremo 100)

  6. #36
    L'avatar di defaber
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    404
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    11515597
    Citazione Originariamente Scritto da Mr Bull Visualizza Messaggio
    per gli esperti del settore, chi fa buone polizze per coprire solo il rischio INVALIDITA' PERMANENTE (NO caso morte, gli eredi vivrebbero bene ugualmente ).

    GRAZIE


    Cioè mi stai dicendo che mia figlia, nata nel 2008, orfana di madre, unica mia erede naturale oltre che legittima, vivrebbe bene ugualmente se domani "schiatto" lasciandogli i quattro "piccioli" che ho in banca???

    Mah......

  7. #37
    L'avatar di defaber
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    404
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    11515597
    Citazione Originariamente Scritto da tuareg63 Visualizza Messaggio
    l'utilità di stipulare una tcm pluriennale è innanzi tutto quello di vincolare la compagnia ad assicurarti fino alla scadenza e indipendentemente dal peggioramento dello stato di salute, secondariamente è quello di bloccare il costo del premio per tutta la durata del contratto.

    NON DOVREBBERO ESISTERE compagnie che recedono da un contratto pluriennale a causa del peggioramento dello stato di salute. Se tu l'hai fatto notare è perchè ti sarà capitato. Io ti invito a segnalarne il nome qui sul 3d così, tanto per cominciare, facciamo la lista nera delle compagnie da evitare

    Nella compagnia per cui lavoro, per esempio, la variazione dello stato di salute non va comunicata, il cambio di lavoro neppure, se inizi a fumare manco, se invece smetti di fumare sì perchè ti riducono il premio

    Dovrebbe essere per tutte così, invece so di compagnie (es.poste italiane) dove anche sui contratti pluriennali devi dichiarare l'eventuale peggioramento dello stato di salute e possono di conseguenz applicare un sovrappremio. Se non lo fai può essere motivo di mancato pagamento o riduzione del capitale assicurato. Non so se arrivano a recedere dal contratto in caso di sopraggiunta grave patologia, ma è chiaro che basta applicare un sovrappremio elevatissimo ed è lo stesso assicurato a recedere dal contratto.

    Mentre invece questa è la prassi per i contratti annuali (es. onlife): lì ogni anno viene rinegoziato il premio, il sovrappremio e l'assicurabilità.
    Secondo me è da evitare, sia perchè alla fine costa di più, ma soprattutto perchè il contratto è in mano alla compagnia e può negare il rinnovo ad ogni scadenza annuale (o come detto prima, applicando un sovrappremio tale da non essere più sostenibile e inducendo l'assicurato al recesso).

    In conclusione direi che sono da evitare le tcm annuali, quelle con l'obbligo di dichiarare la variazione dello stato di salute e le tcm solo caso morte.

    Da preferire quindi quelle pluriennali (il più a lungo possibile), senza variazione dello stato di salute e sicuramente almeno caso morte e invalidità permanente.

    Sull'estensione della garanzia successivamente alla fine del contratto credo che sia cratteristica delle polizze sanitarie, non delle tcm.
    Cmq non c'è un obbligo generalizzato e quindi dipende da quanto previsto nel fascicolo informativo.
    QUOTO DARK! Questa è un ottima risposta, oltre che un nozionismo che dovrebbero sapere tutti. Dovrebbero insegnarcele a scuola queste cose, mica la "divina commedia" a memoria nel 2012.......

    Adesso vado un'pò a ripassare la mia TCM

  8. #38
    L'avatar di tuareg63
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    3,443
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    162 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Dark Pool Visualizza Messaggio
    Cosa ne dite con un capitale tale da garntire una rendita immediata pari al reddito attuale?
    ottimo

    Ricapitolando...

    Come calcolare il capitale da assicurare:
    - attualizzazione dei redditi futuri
    - un capitale tale da garantire una rendita immediata pari al reddito attuale

    ... altre idee?

  9. #39
    L'avatar di Mr Bull
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    984
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    39417124
    Citazione Originariamente Scritto da defaber Visualizza Messaggio


    Cioè mi stai dicendo che mia figlia, nata nel 2008, orfana di madre, unica mia erede naturale oltre che legittima, vivrebbe bene ugualmente se domani "schiatto" lasciandogli i quattro "piccioli" che ho in banca???

    Mah......
    ragazzo, parlavo del MIO caso personale: ho domandato chi copre SOLO invalidità permanete per me, perchè se IO passo a miglior vita i miei eredi mangiano bene per diversi anni (ssendo già coperto dal caso morte), mentre se a me succedesse qualcosa, non so se il mio tenore di vita rimarrebbe invariato...

  10. #40
    L'avatar di defaber
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    404
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    11515597
    Citazione Originariamente Scritto da Dark Pool Visualizza Messaggio
    Cosa ne dite con un capitale tale da garntire una rendita immediata pari al reddito attuale?
    Per questa esigenza DARK, ci sono le LONG TERM CARE.

    Se diventi "INABILE" ti garantiscono una rendita rivalutabile che tu assicuri all'atto di stipula del contratto.


    Occhio però che ce ne sono di vari tipo, sia ramo danni (delle sole) che ramo vita (le migliori)

Accedi