Energia Elettrica alle stelle : chi ci guadagna?
Report lavoro USA indigesto per Wall Street, analisti non hanno dubbi su cosa far la Fed il 2 novembre
Il mercato del lavoro negli Usa non mostra segnali di cedimento e i mercati hanno subito tradotto i dati odierni come un segnale di via libera a un altro r
Un Etf per speculare contro le previsioni di Jim Cramer
Dopo lo short ARK ETF, che ha permesso di puntare contro il fondo di punta di Cathie Wood, adesso si appresta ad arrivare un altro ETF inverso, questa volta contro le previsioni non sempre centrate di Jim Cramer. Tuttle Capital Management ha presentato domanda alla SEC per lanciare due ETF, uno long e l?altro short,
Attacco hacker a Binance: rubati token BNB per $570 milioni. Ecco come successo
Hacker all?attacco, rubati $570 milioni di token BNB di Binance, la piattaforma di trading di criptovalute numero uno al mondo per volumi di scambio. Il danno stato molto pi alto di quanto stimato fino a qualche ora fa, quando si parlava di un furto di $100-$110 milioni. E invece no: dalle informazioni che arrivano
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di luonto
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    3,883
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    745 Post(s)
    Potenza rep
    42949695

    Energia Elettrica alle stelle : chi ci guadagna?

    In Italia vengono consumati ogni anno circa 300 Miliardi di KWh di energia elettrica pari a circa 300TWh.
    In Italia il prezzo all'ingrosso viene stabilito giornalmente il giorno prima, per questo si parla del Mercato del Giorno Prima.
    Semplificando molto si tratta di un meccanismo di asta simile a quello dei book sui titoli, dove si vanno ad incrociare i produttori con gli acquirenti e ciascuno di essi espone una quantit da vendere/comprare e il relativo prezzo.

    Detto questo teniamo conto che il prezzo all'ingrosso a livelli di 10 volte tanto rispetto a quello di 2 anni fa, diciamo pure che 1TWh passato da costare 50 Milioni di euro a 450 milioni di euro.
    Giusto per dare un ordine di idee 1TWh l'energia prodotta in un anno da un parco eolico medio/piccolo da 7 MW.
    In pratica i produttori si sono visti aumentare in modo spropositato i ricavi.
    Se questi prezzi dovessero perdurare per un anno intero ai produttori verrebbe riconosciuto un bonus di 300*400 Milioni di euro ovvero 120 Miliardi di euro.
    Soldi presi dalle tasche dei cittadini, delle Imprese a favore di pochissimi soggetti.
    A questa festa partecipano in modo indistinto tutti i produttori, anche quelli che per assurdo hanno la materia prima gratis come gli eolici e i fotovoltaici.

    Cosa ha fatto Draghi, l'assoluto e il migliore, per evitare questo scempio?
    Considerato che stato una degli attori dell'avvio della privatizzazione del settore elettrico a partire dall'inizio degli anni 90.
    Ci sarebbe da vergognarsi se poi i risultati sono quelli che si possono in tutta trasparenza notare.

    Comincio inoltre a pensare che la guerra stata solo un pretesto per far inghiottire questa pillola amara al popolo bue, e non ci sono elementi oggettivi che giustifichino questi prezzi folli.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: MGP.jpg‎ 
Visualizzazioni: 8 
Dimensione: 78.0 KB 
ID: 2843110  

  2. #2
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    57,396
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    11386 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Gli operatori che hanno impianti fotovoltaici e eolici mi sa che stanno facendo un sacco di soldi

  3. #3
    L'avatar di Sency
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    3,796
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2010 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Il mercato elettrico in Italia non liberalizzato ma monopolizzato dallo stato che, se anche non controlla pi il prezzo (concetto fortunatamente improponibile a livello europeo), controlla tutto il resto tramite autorizzazioni e politica estera coi paesi fornitori. Il risultato del fallimento statale sotto gli occhi di tutti.

    Interventi per bloccare i prezzi al ribasso non farebbero altro che far scappare all'estero eventuali fornitori, che invece possono mitigare il problema nel medio e lungo periodo.

    Chi investirebbe mai in Italia col precedente di uno stato che interviene per limitare gli utili dell'investitore?!?!

  4. #4
    L'avatar di luonto
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    3,883
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    745 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Citazione Originariamente Scritto da Sency Visualizza Messaggio
    Il mercato elettrico in Italia non liberalizzato ma monopolizzato dallo stato che, se anche non controlla pi il prezzo (concetto fortunatamente improponibile a livello europeo), controlla tutto il resto tramite autorizzazioni e politica estera coi paesi fornitori. Il risultato del fallimento statale sotto gli occhi di tutti.

    Interventi per bloccare i prezzi al ribasso non farebbero altro che far scappare all'estero eventuali fornitori, che invece possono mitigare il problema nel medio e lungo periodo.

    Chi investirebbe mai in Italia col precedente di uno stato che interviene per limitare gli utili dell'investitore?!?!
    Falso.
    Il settore elettrico stato liberalizzato gia a partire dagli anni '90 con conseguenza che lo Stato si tenuta solo la funzione di Dispacciamento e Gestione della Rete, affidata in concessione alla Societ TERNA, che per statuto ha l'obbligo di connettere alla Rete di Trasmissione tutti i produttori che ne facciano richiesta.
    E' stata la fine dell'allora ENEL che stava per " ENTE NAZIONALE PER L'ENERGIA ELETTRICA" quella si che aveva il monopolio.
    Lo Stato pertanto non ha nessun monopolio sulla produzione e distribuzione.
    Il problema quindi non secondo me la forte presenza dello Stato ma esattamente il contrario ossia la totale assenza dello Stato in un settore molto delicato e di pubblica utilit e che possa intervenire per ribilanciare i rapporti tra produttori e consumatori
    Ultima modifica di luonto; 16-08-22 alle 11:16

  5. #5
    L'avatar di loucyfer
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    14,681
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    5503 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da luonto Visualizza Messaggio
    In Italia vengono consumati ogni anno circa 300 Miliardi di KWh di energia elettrica pari a circa 300TWh.
    In Italia il prezzo all'ingrosso viene stabilito giornalmente il giorno prima, per questo si parla del Mercato del Giorno Prima.
    Semplificando molto si tratta di un meccanismo di asta simile a quello dei book sui titoli, dove si vanno ad incrociare i produttori con gli acquirenti e ciascuno di essi espone una quantit da vendere/comprare e il relativo prezzo.

    Detto questo teniamo conto che il prezzo all'ingrosso a livelli di 10 volte tanto rispetto a quello di 2 anni fa, diciamo pure che 1TWh passato da costare 50 Milioni di euro a 450 milioni di euro.
    Giusto per dare un ordine di idee 1TWh l'energia prodotta in un anno da un parco eolico medio/piccolo da 7 MW.
    In pratica i produttori si sono visti aumentare in modo spropositato i ricavi.
    Se questi prezzi dovessero perdurare per un anno intero ai produttori verrebbe riconosciuto un bonus di 300*400 Milioni di euro ovvero 120 Miliardi di euro.
    Soldi presi dalle tasche dei cittadini, delle Imprese a favore di pochissimi soggetti.
    A questa festa partecipano in modo indistinto tutti i produttori, anche quelli che per assurdo hanno la materia prima gratis come gli eolici e i fotovoltaici.

    Cosa ha fatto Draghi, l'assoluto e il migliore, per evitare questo scempio?
    Considerato che stato una degli attori dell'avvio della privatizzazione del settore elettrico a partire dall'inizio degli anni 90.
    Ci sarebbe da vergognarsi se poi i risultati sono quelli che si possono in tutta trasparenza notare.

    Comincio inoltre a pensare che la guerra stata solo un pretesto per far inghiottire questa pillola amara al popolo bue, e non ci sono elementi oggettivi che giustifichino questi prezzi folli.
    Loro sicuramente:

    https://madrugada.blogs.com/il-mio-b...a-sul-gas.html

  6. #6
    L'avatar di Sency
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    3,796
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2010 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da luonto Visualizza Messaggio
    Falso.
    Il settore elettrico stato liberalizzato gia a partire dagli anni '90 con conseguenza che lo Stato si tenuta solo la funzione di Dispacciamento e Gestione della Rete, affidata in concessione alla Societ TERNA, che per statuto ha l'obbligo di connettere alla Rete di Trasmissione tutti i produttori che ne facciano richiesta.
    E' stata la fine dell'allora ENEL che stava per " ENTE NAZIONALE PER L'ENERGIA ELETTRICA" quella si che aveva il monopolio.
    Lo Stato pertanto non ha nessun monopolio sulla produzione e distribuzione.
    Il problema quindi non secondo me la forte presenza dello Stato ma esattamente il contrario ossia la totale assenza dello Stato in un settore molto delicato e di pubblica utilit e che possa intervenire per ribilanciare i rapporti tra produttori e consumatori
    Al di l dei tuoi slogan, prova ad aprire in Italia una centrale elettrica, anche a carbone o oliocombustibile. Non parliamo poi di eoloco o idroelettrico.
    Poi torna qui e dimmi come andata.

    In Italia nel settore energetico la libert d'impresa non esiste. Esiste il disastro creato dallo stato e dai suoi elettori somari.

    Fortunatamente, con fatica e non sempre puoi metterti sul tetto qualche pannello e usare camino e termocamino e renderti energeticamente autonomo, ma se porti in condominio proposte del genere te le bocciano 19 volte su 20.

  7. #7

    Data Registrazione
    Jun 2002
    Messaggi
    15,651
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2164 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    Strano....ancora nessuno che ha detto.....il PD!

  8. #8
    L'avatar di Sency
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    3,796
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2010 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da maxplaymaker Visualizza Messaggio
    Strano....ancora nessuno che ha detto.....il PD!
    Io non ci vado lontano: gli accordi con Gazprom per ridurre i contratti di lunga durata sono stati fatti da Eni i cui vertici sono di nomina dello stato italiano. Quindi, in ultima istanza, colpa dei politici e relativi elettori.

    Per fare un'analogia a chi dice che il settore energetico italiano non in mano allo stato (ladro): non mi pare che i vertici di Shell, Bp, Esso o Chevron siano nominati dai politici.
    Ultima modifica di Sency; 16-08-22 alle 14:57

  9. #9
    L'avatar di luonto
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    3,883
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    745 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Citazione Originariamente Scritto da Sency Visualizza Messaggio
    Al di l dei tuoi slogan, prova ad aprire in Italia una centrale elettrica, anche a carbone o oliocombustibile. Non parliamo poi di eoloco o idroelettrico.
    Poi torna qui e dimmi come andata.

    In Italia nel settore energetico la libert d'impresa non esiste. Esiste il disastro creato dallo stato e dai suoi elettori somari.

    Fortunatamente, con fatica e non sempre puoi metterti sul tetto qualche pannello e usare camino e termocamino e renderti energeticamente autonomo, ma se porti in condominio proposte del genere te le bocciano 19 volte su 20.
    Io parlo di fatti oggettivi e tu li definisci slogan.
    Non capisco
    Come dovrei definire allora la tua affermazione quando sostieni che in Italia lo Stato ha il monopolio elettrico?
    Come volere dire ad esempio nel 1970 che c' la Monarchia quando in realt gi da 30 anni si passati alla Repubblica.

    Per la questione dei produttori parlo per il campo della Alta Tensione ovvero della Rete di Trasporto Nazionale.
    Mi risulta che nel giro di 15 anni diversi centinaia di impianti eolici siano stati collegati alla Rete di Trasporto Nazionale, adesso dovrebbero collegarsi i fotovoltaici.
    Non si potuto fare di pi perch in Italia per qualsiasi cosa la burocrazia rallenta enormemente e buona parte dei progetti venivano cassati al vaglio delle Soprintendenze per le parti ambientali.
    Da qui a dire che il settore non decollato perch lo Stato ha ancora il monopolio elettrico, mi pare che ci sia un pelino di differenza

  10. #10
    L'avatar di maxbank
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    45,704
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    22162 Post(s)
    Potenza rep
    42949681

Accedi