Milano, la rivolta delle gonne fara sospendere il prof “bacchettone” - Pagina 3
Allergia a regole Covid, si dimette presidente Credit Suisse che viol quarantena per godersi finali Wimbledon (vinte da Djokovic)
La violazione delle regole anti-Covid non perdona, che si tratti di un'icona dello sport, come il campione di tennis Novak Djokovic o di una star del mondo della finanza, come …
Partita Generali, patto in azione: mercato osserva mosse Caltagirone e Del Vecchio
Sembra di assistere a una avvincente partita di scacchi, dove ogni mossa è calcolata con estrema attenzione e nulla è lasciato al caso. Si tratta della partita per il controllo …
Piazza Affari naviga a vista, disputa per presidente della Repubblica pu far saltare il banco. Berlusconi e il rischio Italia orfana di Draghi
I massimi pluriennali toccati a inizio anno sopra i 28mila punti sono ancora a portata di mano per il Ftse Mib, ma l’impressione che questa seconda met di mercato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di mib30
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    41,304
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    18558 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    esiste una petizione on line a sostegno del prof?
    dove si firma?

  2. #22

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    11,944
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1478 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Oramai si perso il lume della ragione.

    Delegittimiamo la funzione di un docente a favore di ragazzini scappati di casa con la minigonna...

    La scuola non un circo equestre.

  3. #23

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    11,944
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1478 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Il sottoscritto disposto a retrocedere dalle sue posizioni soltanto quando gli saranno dimostrati razionalmente e logicamente (secondo il "logos") i seguenti 3 assunti:
    1) Che per manifestare contro la violenza che colpisce le donne occorra vestirsi da donna.
    2) Che non solo occorra vestirsi da donna, ma che ci vada fatto durante le lezioni scolastiche.
    3) Che tutto questo non significhi svilire l'istituzione scolastica trasfomandola nel carnevale di Viareggio.
    Fino a quel momento non saranno gli insulti, le proteste, la raccolta di firme, n la minaccia di sanzioni disciplinari a smuoverlo di un millimetro. Perch esistono dei principi che non sono negoziabili.
    Aggiungo che qui vi un paradosso di enorme entit. La scuola italiana stata pensata e impostata da quattro essenziali figure storico-culturali, tre delle quali furono anche ministro della Pubblica Istruzione: Francesco De Sanctis (1817-1883), Benedetto Croce (1866-1952), Giovanni Gentile (1875-1944) ed Antonio Gramsci (1891-1937,il cui modello di pensiero plasm la cultura politica egemone nella scuola del Secondo dopoguerra).
    Il sottoscritto non si riconosce negli ideali di nessuno dei quattro, che per erano grandi uomini di cultura, dei quali la cui sola unghia del piede sinistro varrebbe pi di tutta la paccottiglia sub-culturale anglosassone e politicamente coretta che sta prendendo il sopravvento anche qui. Ebbene, io che sono tradizionalista e anticomunista, difendo la scuola di Gramsci da chi sta trasformandola nella scuola dei videoclip, degli hastag, dei telefonini, dei clown e dell'assenza di ogni pensiero.
    Sono costretto a difendere la scuola di Gentile e di Gramsci dalla scuola di Lady Gaga.


    90 minuti di applausi

  4. #24

    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    42,020
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    20077 Post(s)
    Potenza rep
    0
    La scuola ormai si ridotta ad un covo di progressisti europeisti quindi per quieto vivere il prof. doveva farsi i quazzi suoi...si poteva vendicare con una bella interrogazione a quello che si messo lo smalto...
    Fatevi furbi

  5. #25
    L'avatar di torre1
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    38,953
    Blog Entries
    8
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    5858 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Milordpiero Visualizza Messaggio
    Sar strano io ma penso che in uno spazio pubblico, per definizione , devi mantenere un comportamento decoroso , abbigliamento incluso

    Che poi non si possa sbattere fuori surreale , non lo sapevo ,per me era norma
    Il giorno che il mio amico si mise a nitrire venne appunto cacciato dall'aula, ma per noi era normale ( che se facevi il furbo venivi fatto accomodare in corridoio)

    Sempre pensato male della scuola , se possibile mi sembra peggiorata
    Non so in che lingua ripeterlo, credo molto molto poco, quasi per niente, a iniziative di facciata tipo quella a cui hanno aderito i ragazzi e, sicuramente in altri paesi (da noi non so) alcuni professori (uomini ovviamente).
    E non sto a ripetere, proprio in questo stesso ambito, rispetto della donna verso se stessa e rispetto dell'uomo verso la donna, a quante schifezze ho visto da femministi e femministe negli anni 70 a sostegno della tesi che l'abito e la forma non fa il monaco, tutti bravi a parole di giorno, poi praticavano entrambi il contrario di notte.
    Ne ho viste di femministe sfegatate che svendevano la propria dignit per i maschi alfa.

    Quindi massima distanza dall'iniziativa, che per non criminalizzo, la considero inutile e di gusto discutibile.

    Lo stesso per vale per l'abbigliamento. Che il prof vesta in modo decoroso il minimo, la giacca e cravatta tanto citata qui molto meno. I migliori insegnanti che ho conosciuto sul campo, a parte pochissime eccezioni, non li ho mai visti in giacca e cravatta, io stesso (che cos tanto schifo non facevo come insegnante, almeno per il ritorno che ho sempre avuto, anche quando ho smesso) ero noto per abbinare sistematicamente giacca con scarpe da ginnastica rigorosamente economiche e non firmate.

    Intanto, in queste ore, sono molti gli episodi sgradevoli che vengono riportati e che coinvolgono proprio il professore. Come quando un anno fa disse a una studentessa prova a leggere questo testo, ammesso che voi donne sappiate leggere.
    Una frase cos non si dice per caso ma per convinzione. E chi se ne esce con una cosa di questo tipo non lo fa una volta sola.
    Se vera (e ripeto se), la ripropongo sopra, questa uscita del prof gi citata (personaggi simili ne ho conosciuti pochissimi in tanti anni di insegnamento, forse uno o due, ma li ho conosciuti di persona) squalifica ogni riferimento a Gramsci, al tempio della cultura, ecc.

    Supera qualsiasi commento su quanto accaduto ieri. Comunque sia l'insegnante si dimostrato un pollo nella gestione della cosa. Si messo nella logica "qui comando io e voi fate quello che dico io", dimenticando che la prima regola per un insegnante l'autorevolezza (quella che si conquista giorno per giorno in classe ma si perde molto rapidamente se la si da per scontata) mentre ad essere autoritari sono capaci tutti, ma non detto, nella scuola di oggi, che la cosa paghi.

    Quanto a poi la scuola come tempio della cultura, oggi, vi inviterei a farci uno stage di insegnamento di un mesetto per vedere quanto faccia ridere questa uscita, non tanto per colpa degli insegnanti, anzi, quanto per colpa di ministero, famiglie e studenti
    Ultima modifica di torre1; 30-11-21 alle 14:17

  6. #26
    L'avatar di torre1
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    38,953
    Blog Entries
    8
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    5858 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da mordekayn Visualizza Messaggio
    Il sottoscritto disposto a retrocedere dalle sue posizioni soltanto quando gli saranno dimostrati razionalmente e logicamente (secondo il "logos") i seguenti 3 assunti:
    1) Che per manifestare contro la violenza che colpisce le donne occorra vestirsi da donna.
    2) Che non solo occorra vestirsi da donna, ma che ci vada fatto durante le lezioni scolastiche.
    3) Che tutto questo non significhi svilire l'istituzione scolastica trasfomandola nel carnevale di Viareggio.
    Fino a quel momento non saranno gli insulti, le proteste, la raccolta di firme, n la minaccia di sanzioni disciplinari a smuoverlo di un millimetro. Perch esistono dei principi che non sono negoziabili.
    Aggiungo che qui vi un paradosso di enorme entit. La scuola italiana stata pensata e impostata da quattro essenziali figure storico-culturali, tre delle quali furono anche ministro della Pubblica Istruzione: Francesco De Sanctis (1817-1883), Benedetto Croce (1866-1952), Giovanni Gentile (1875-1944) ed Antonio Gramsci (1891-1937,il cui modello di pensiero plasm la cultura politica egemone nella scuola del Secondo dopoguerra).
    Il sottoscritto non si riconosce negli ideali di nessuno dei quattro, che per erano grandi uomini di cultura, dei quali la cui sola unghia del piede sinistro varrebbe pi di tutta la paccottiglia sub-culturale anglosassone e politicamente coretta che sta prendendo il sopravvento anche qui. Ebbene, io che sono tradizionalista e anticomunista, difendo la scuola di Gramsci da chi sta trasformandola nella scuola dei videoclip, degli hastag, dei telefonini, dei clown e dell'assenza di ogni pensiero.
    Sono costretto a difendere la scuola di Gentile e di Gramsci dalla scuola di Lady Gaga.


    90 minuti di applausi
    In linea di principio sono d'accordo sostanzialmente su tutto. Resto perplesso sul quadro pregresso quanto meno di misoginia che venuto fuori dell'insegnante, proprio perch incompatibile con il rispetto verso tutti che la scuola dovrebbe insegnare prima ancora delle abilit, conoscenze, competenze.

  7. #27
    L'avatar di _top_gun_
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    8,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5539 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Ma se io volessi protestare contro la violenza sulle donne sottolineando la complicit ed il menefreghismo dello stato tramite il non pagare le tasse, secondo voi riceverei appoggio mediatico?

  8. #28
    L'avatar di torre1
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    38,953
    Blog Entries
    8
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    5858 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da _top_gun_ Visualizza Messaggio
    Ma se io volessi protestare contro la violenza sulle donne sottolineando la complicit ed il menefreghismo dello stato tramite il non pagare le tasse, secondo voi riceverei appoggio mediatico?
    Possibile, probabile. Con una piccola differenza rispetto ai ragazzi

    L'appoggio mediatico (e sembra dell'istituto) basta ai ragazzi per protestare rischiando poco, almeno per ora, nelle loro rivendicazioni (boicottaggio del prof, ecc), ma il fisco o la giustizia non busseranno alla loro porta, mentre alla tua sicuramente busseranno.

    Che l'appoggio mediatico ti sia comunque di consolazione ....

  9. #29
    L'avatar di biavo001
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    18,123
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1793 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da mordekayn Visualizza Messaggio
    Oramai si perso il lume della ragione.

    Delegittimiamo la funzione di un docente a favore di ragazzini scappati di casa con la minigonna...

    La scuola non un circo equestre.

  10. #30

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,815
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    955 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da mordekayn Visualizza Messaggio
    Oramai si perso il lume della ragione.

    Delegittimiamo la funzione di un docente a favore di ragazzini scappati di casa con la minigonna...

    La scuola non un circo equestre.
    Uno indossava 1 Tutu'.....

    Quando frequentavo io ci avrebbero pensato i compagni di classe a Distruggerlo....

    Altri tempi... probabilmente eravamo -senza saperlo- TUTTI FASCISTI.... anche quelli pro BRIGATE ROSSE.... e/o col libretto rosso di Mao nella tasca dell'Eskimo...

Accedi