In Turchia sono felicissimi della svalutazione della liretta - Pagina 13
Notti insonni pensando alle proprie finanze, ecco cosa occorre per gestire al meglio i risparmi
Il 27% degli italiani ha dichiarato di non aver dormito di notte almeno una volta negli ultimi sei mesi per problemi legati alla sfera finanziaria e a soffrire di questa …
L’inflazione pesa su tutti, Ŕ tempo di cambiare le abitudini di spesa. Il crollo di Walmart & co. Ŕ pi¨ che un indizio
L?impennata dell?inflazione si fa sentire sempre di pi¨ sui consumatori. All’iniziale batosta legala al caro energia tra bollette record e costo della benzina, adesso le ricadute sono a macchia d’olio. …
Tol Expo 2022, chiusa la ventesima edizione: un successo per contenuti e partecipazione
Un successo, per i contenuti espressi e il pubblico presente all?evento. Si pu˛ riassumere cosý questa ventesima edizione della Trading Online Expo, organizzata da Borsa Italiana e tenutasi fisicamente a …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #121
    L'avatar di Sency
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    3,399
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1655 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Negli USA l'inflazione Ŕ al 7% e i tassi stanno ancora a zero, quindi in termini matematici i detentori dI USD stanno nella stessa situazione dei detentori di lire turche: perdono il 7% l'anno di potere d'acquisto. Certo le aspettative sono differenti, ma giÓ Powell ha dovuto dire che l'inflazione non Ŕ transitoria.
    Dovesse venir fuori che le banche centrali sono in trappola e non possono alzare i tassi, pena il fallimento degli stati, potrebbe partire la corsa a liberarsi da bond con tassi reali negativi e il dollaro finirebbe come la lira turca. ╚ solo un'ipotesi.

  2. #122
    L'avatar di gmc
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    21,343
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    7393 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Sency Visualizza Messaggio
    Negli USA l'inflazione Ŕ al 7% e i tassi stanno ancora a zero, quindi in termini matematici i detentori dI USD stanno nella stessa situazione dei detentori di lire turche: perdono il 7% l'anno di potere d'acquisto. Certo le aspettative sono differenti, ma giÓ Powell ha dovuto dire che l'inflazione non Ŕ transitoria.
    Dovesse venir fuori che le banche centrali sono in trappola e non possono alzare i tassi, pena il fallimento degli stati, potrebbe partire la corsa a liberarsi da bond con tassi reali negativi e il dollaro finirebbe come la lira turca. ╚ solo un'ipotesi.
    si ,ma non campata in aria.

  3. #123
    L'avatar di Michael Oliver
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    7,030
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4415 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    voi ci ridete sopra ma la situazione turca mi ricorda vagamente " l'uccisione dell'arciduca Francesco Ferdinando "

    voi blaterate di liretta turca , non avete idea di cosa pu˛ succedere se dovesse saltare il banco in Turchia.

  4. #124

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    20,562
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    13033 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Kovalsky Visualizza Messaggio
    Gli europei devono essere felicissimi dei governanti e commissari vari di vaga ispirazione nazista che fanno esplodere l'inflazione dei prezzi energetici e mettono gli schiavi liberi al freddo e gelo .


    :yes :

  5. #125
    L'avatar di Michael Oliver
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    7,030
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4415 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    @Kovalsky il somaro Krugman sostiene che l'inflazione non Ŕ negativa per chi vive di salari e basta

    Questo pagliaccio dovrebbe dirlo ai turchi.

  6. #126
    L'avatar di Michael Oliver
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    7,030
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4415 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    intendiamoci bene , l'inflazione del sistema euro-dollaro Ŕ un'arma finanziaria degli USA + l'Europa occidentale contro gli interessi di 7 miliardi di persone.

  7. #127
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    56,793
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    10981 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Michael Oliver Visualizza Messaggio
    intendiamoci bene , l'inflazione del sistema euro-dollaro Ŕ un'arma finanziaria degli USA + l'Europa occidentale contro gli interessi di 7 miliardi di persone.
    Si, dollaro (e di riflesso euro, sterline, jen) sono imposti nel mondo e visti i tassi reali (tassi nominali meno inflazione reale) i debitori stanno derubando i creditori.
    Altri stati non possono fare lo stesso con le loro valute a tassi reali negativi e i creditori si sbarazzano dei capitali in tali valute. Cosa devono fare questi paesi? (Turchia, Brasile, Sudafrica, ecc...) Pagare tassi di interesse reali positivi o perdere il controllo delle loro valute con iperinflazione.

    E pensare che il petrolio costa (relativamente) poco...

  8. #128
    L'avatar di Michael Oliver
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    7,030
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4415 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da oneone Visualizza Messaggio
    Si, dollaro (e di riflesso euro, sterline, jen) sono imposti nel mondo e visti i tassi reali (tassi nominali meno inflazione reale) i debitori stanno derubando i creditori.
    Altri stati non possono fare lo stesso con le loro valute a tassi reali negativi e i creditori si sbarazzano dei capitali in tali valute. Cosa devono fare questi paesi? (Turchia, Brasile, Sudafrica, ecc...) Pagare tassi di interesse reali positivi o perdere il controllo delle loro valute con iperinflazione.

    E pensare che il petrolio costa (relativamente) poco...
    gli usurai sono al comando , cosa ti aspetti ?

    ad ogni modo ... pensare che USA ed Europa occidentale possano uscirne fuori con tassi reali negativi Ŕ una grande illusione.

    Gli USA dal 45 al 50 ebbero bisogno di tassi reali che andavano dal -5 al -14
    e dal 50 al 54 dal -3 al -7

    OGGI non esistono 3 condizioni


    Energia a basso costo ( per l'europa )
    demografia ( guarda la traiettoria demografica in europa )
    assenza di obbligazioni statali fuori bilancio con una curva drammatica

    il terzo punto Ŕ il pi¨ importante

    la repressione finanziaria pu˛ soltanto contenere l'aumento esponenziale delle prestazioni pensionistiche e sanitarie , non pu˛ in alcun modo incidere in maniera significativa.

    Del resto abbiamo il nostro esempio davanti agli occhi...

    Nonostante tassi reali negativi in 10 anni abbiamo imbarcato 50% di debito in pi¨

    Ŕ finita per questo sistema e il botto avrÓ conseguenze drammatiche

  9. #129
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    56,793
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    10981 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Michael Oliver Visualizza Messaggio
    gli usurai sono al comando , cosa ti aspetti ?

    ad ogni modo ... pensare che USA ed Europa occidentale possano uscirne fuori con tassi reali negativi Ŕ una grande illusione.

    Gli USA dal 45 al 50 ebbero bisogno di tassi reali che andavano dal -5 al -14
    e dal 50 al 54 dal -3 al -7

    OGGI non esistono 3 condizioni


    Energia a basso costo ( per l'europa )
    demografia ( guarda la traiettoria demografica in europa )
    assenza di obbligazioni statali fuori bilancio con una curva drammatica

    il terzo punto Ŕ il pi¨ importante

    la repressione finanziaria pu˛ soltanto contenere l'aumento esponenziale delle prestazioni pensionistiche e sanitarie , non pu˛ in alcun modo incidere in maniera significativa.

    Del resto abbiamo il nostro esempio davanti agli occhi...

    Nonostante tassi reali negativi in 10 anni abbiamo imbarcato 50% di debito in pi¨

    Ŕ finita per questo sistema e il botto avrÓ conseguenze drammatiche
    Condivido tutto e ti ringrazio.
    Non so come finirÓ per˛, i creditori (almeno in area Euro e Giappone) sono gli stessi cittadini che a quanto pare sono disposti a farsi fregare con i bond a tassi negativi da tempo e potrebbe continuare a lungo, forse per sempre visto che aumenta il risparmio per l'invecchiamento della popolazione.

    Per avere uno scossone vero servirebbe secondo me che i creditori (chi ha bond in usd e euro) avessero bisogno di liquidare le loro posizioni, penso ai paesi come Arabia Saudita o Qatar che vanno in crisi di deficit e vendono riserve valutarie o i fondi pensione o i cittadini occidentali autonomamente che si impoveriscono e consumano patrimonio (che vendano bond e comprino solo equity, crypto e metalli preziosi non lo ritengo probabile).
    La situazione Ŕ assurda comunque, basta pensare anche alla SNB (banca nazionale svizzera) che Ŕ azionista importante di tante aziende americane, o al fondo sovrano norvegese che Ŕ un creditore gigantesco.

  10. #130
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    56,793
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    10981 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da oneone Visualizza Messaggio
    Condivido tutto e ti ringrazio.
    Non so come finirÓ per˛, i creditori (almeno in area Euro e Giappone) sono gli stessi cittadini che a quanto pare sono disposti a farsi fregare con i bond a tassi negativi da tempo e potrebbe continuare a lungo, forse per sempre visto che aumenta il risparmio per l'invecchiamento della popolazione.

    Per avere uno scossone vero servirebbe secondo me che i creditori (chi ha bond in usd e euro) avessero bisogno di liquidare le loro posizioni, penso ai paesi come Arabia Saudita o Qatar che vanno in crisi di deficit e vendono riserve valutarie o i fondi pensione o i cittadini occidentali autonomamente che si impoveriscono e consumano patrimonio (che vendano bond e comprino solo equity, crypto e metalli preziosi non lo ritengo probabile).
    La situazione Ŕ assurda comunque, basta pensare anche alla SNB (banca nazionale svizzera) che Ŕ azionista importante di tante aziende americane, o al fondo sovrano norvegese che Ŕ un creditore gigantesco.
    Saudi Arabia eyes first budget surplus in eight years as spending on strategic projects continues | Upstream Online

    Vedi, il petrostato creditore USA di riferimento ha messo a posto i conti quindi pu˛ (o deve) continuare a comprare dollari per le sue riserve e continuare quindi a sussidiare il debitore di Washington (Saudi Arabia presta denaro agli Usa a tassi negativi)

Accedi