Il disastro del centrodestra
Emirates paventa gelata sui viaggi a dicembre e nuovo inverno perso. Omicron fa ripiombare le compagnie aeree nell’incertezza
La variante Omicron fa ripiombare l'industria dei viaggi nell'incertezza. Le compagnie aeree si preoccupano che la nuova variante metterà fine alla breve ripresa dell'industria. Solo poche settimane fa, sembrava che …
Plus500 aggiunge 4 nuove criptovalute alla propria piattaforma di trading
Negli ultimi anni le criptovalute sono diventate una delle opzioni di investimento più diffuse tra i trader. Sulla scia di questa tendenza Plus500, gruppo fintech globale multi-asset, ha recentemente integrato …
Bce e TLTRO: Lagarde & Co pronti a ritirare sussidio pandemico sui tassi. Le conseguenze sul risparmio gestito
Quali saranno le conseguenze delle nuove mosse di politica monetaria della Bce di Christine Lagarde sulle società italiane attive nel risparmio gestito, ergo Fineco, Banca Generali, Banca Mediolanum? A rispondere …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di J. Sean Mallory
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    11,394
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3823 Post(s)
    Potenza rep
    42949681

    Il disastro del centrodestra

    Quello attuale intendo, può essere sintetizzato in tre punti fondamentali:
    - Leadership
    - Incoerenza
    - Comunicazione

    Leadership: tramontato da un secolo il mito berlusconiano, si è sempre alla ricerca di una persona fortemente credibile e rappresentativa. Pensare che la Meloni possa essere il nuovo astro nascente è pura follia. Non ce la vedo alla presidenza del consiglio e sopratutto a rappresentare l'Italia in Europa o nelle relazioni con la Nato o con i paesi del G7. Troppo inadeguata e non sufficientemente preparata per tale ruolo.
    Salvini, ai tempi del governo gialloverde, da ministro dell'interno, aveva palesato una buona autorità nello svolgere quel ruolo, ma si è bruciato con poco, in una commistione tra politica e vita privata, molte volte imbarazzante. Aggiungerei i suoi cambiamenti di umore all'interno del governo attuale che ne delineano una personalità poco credibile.
    Forza Italia è sempre un partito padronale, tutto ruota attorno alla galassia berlusconiana, difendere questi interessi è il verbo principale, poi eventualmente, vengono quelli degli italiani.
    Problema di leadership che viceversa non si pone per il centrosinistra che nel caso, firmerebbero ad occhi chiusi un assegno in bianco a Draghi.

    Incoerenza: tre partiti, due al governo uno all'opposizione, penso che questo sia un forte segno di disorientamento per l'elettorato del centro destra. Non puoi votare Meloni e poi pensare di costruire una alleanza di governo con gli altri due soggetti politici, quando questi ultimi attualmente, fanno l'esatto opposto di quello che dice la Meloni. Semplicemente tutto imbarazzante.


    Comunicazione: lo abbiamo visto con le elezioni comunali e l'esito di Milano e Roma con due personaggi, uno assolutamente sconosciuto, l'altro mediaticamente inguardabile.
    Gli elettori del centro destra in massima parte si sono astenuti, mentre quelli del centrosinistra come sempre molto più fedeli al loro partito hanno vinto agevolmente le ultime elezioni.
    Perciò, la comunicazione è un fattore importantissimo e ce lo ha insegnato Grillo col M5S che dal 2013 al 2018 è passato da zero al 30% di parlamentari. Perciò che vuol fare il centrodestra? Affidarsi ancora a un ultra ottantenne come Silvio? O puntare su un Salvini che è diventato l'incoerenza in persona? La Meloni recita discretamente il ruolo di opposizione, ma dal punto di vista mediatico non ha la capacità di catturare così tanti consensi.

    Morale della favola: al centrodestra serve un talento che oggi come oggi non c'è in nessuno dei tre partiti, perciò anche invocare le elezioni secondo me sarebbe una partita persa in partenza.
    Dovrebbero invece cercare disperatamente quel talento e leadership che manca, entro il 2023 o altrimenti rivedremo il csx al governo o nella peggiore delle ipotesi governi di larga intesa come quello attuale.

  2. #2

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    28,706
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    23136 Post(s)
    Potenza rep
    42949679


    Secondo me il cdx non esiste. Sono divisi su ogni questione importante. Forse l’unico collante è la questione migranti e sicurezza.
    Ultima modifica di fallugia; 22-10-21 alle 08:26

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2004
    Messaggi
    31,260
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    3655 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Le recenti elezioni riguardavano l'elezione a sindaci ma la cosa sembra essere stata dimenticata da tutti infatti non uno ha parlato della citta e di cosa avrebbe voluto fare, tutti e solo a parlare di no vax di dx di sx do gp etc ....

    Un sindaco ha problemi reali e molto dipende dalla sua capacità e dalla sua squadra avere successo o il contrario.

    Non c'è da stupirsi se la schiera dei non votanti cioè dei vincitori è sempre piu ampia.

    Non ho risposto alla domanda perchè la sovrapposizione di due questioni diverse, cioè elezioni sindaci citta e politiche ha determinato un corto circuito nel quale viene identificato un valore politico specie nei grossi centri falsificando il valore dell'elezione nonostante sia del tutto legittima e legittimata.

    Voglio dire che l'elettorato si è fatto ingabbiare dai partiti e non dai valori individuali e questo è grave molto piu del valore attribuibile alle singole forze politiche.

  4. #4
    L'avatar di spozzxzzops
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    15,419
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    4688 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Pensare che la Meloni possa essere il nuovo astro nascente è pura follia. Non ce la vedo alla presidenza del consiglio e sopratutto a rappresentare l'Italia in Europa o nelle relazioni con la Nato o con i paesi del G7. Troppo inadeguata e non sufficientemente preparata per tale ruolo.
    Dopo il Di Maio chiunque è meglio.

  5. #5
    L'avatar di apposta supposta
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    63,484
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    13641 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da J. Sean Mallory Visualizza Messaggio
    Quello attuale intendo, può essere sintetizzato in tre punti fondamentali:
    - Leadership
    - Incoerenza
    - Comunicazione

    Leadership: tramontato da un secolo il mito berlusconiano, si è sempre alla ricerca di una persona fortemente credibile e rappresentativa. Pensare che la Meloni possa essere il nuovo astro nascente è pura follia. Non ce la vedo alla presidenza del consiglio e sopratutto a rappresentare l'Italia in Europa o nelle relazioni con la Nato o con i paesi del G7. Troppo inadeguata e non sufficientemente preparata per tale ruolo.
    Salvini, ai tempi del governo gialloverde, da ministro dell'interno, aveva palesato una buona autorità nello svolgere quel ruolo, ma si è bruciato con poco, in una commistione tra politica e vita privata, molte volte imbarazzante. Aggiungerei i suoi cambiamenti di umore all'interno del governo attuale che ne delineano una personalità poco credibile.
    Forza Italia è sempre un partito padronale, tutto ruota attorno alla galassia berlusconiana, difendere questi interessi è il verbo principale, poi eventualmente, vengono quelli degli italiani.
    Problema di leadership che viceversa non si pone per il centrosinistra che nel caso, firmerebbero ad occhi chiusi un assegno in bianco a Draghi.

    Incoerenza: tre partiti, due al governo uno all'opposizione, penso che questo sia un forte segno di disorientamento per l'elettorato del centro destra. Non puoi votare Meloni e poi pensare di costruire una alleanza di governo con gli altri due soggetti politici, quando questi ultimi attualmente, fanno l'esatto opposto di quello che dice la Meloni. Semplicemente tutto imbarazzante.


    Comunicazione: lo abbiamo visto con le elezioni comunali e l'esito di Milano e Roma con due personaggi, uno assolutamente sconosciuto, l'altro mediaticamente inguardabile.
    Gli elettori del centro destra in massima parte si sono astenuti, mentre quelli del centrosinistra come sempre molto più fedeli al loro partito hanno vinto agevolmente le ultime elezioni.
    Perciò, la comunicazione è un fattore importantissimo e ce lo ha insegnato Grillo col M5S che dal 2013 al 2018 è passato da zero al 30% di parlamentari. Perciò che vuol fare il centrodestra? Affidarsi ancora a un ultra ottantenne come Silvio? O puntare su un Salvini che è diventato l'incoerenza in persona? La Meloni recita discretamente il ruolo di opposizione, ma dal punto di vista mediatico non ha la capacità di catturare così tanti consensi.

    Morale della favola: al centrodestra serve un talento che oggi come oggi non c'è in nessuno dei tre partiti, perciò anche invocare le elezioni secondo me sarebbe una partita persa in partenza.
    Dovrebbero invece cercare disperatamente quel talento e leadership che manca, entro il 2023 o altrimenti rivedremo il csx al governo o nella peggiore delle ipotesi governi di larga intesa come quello attuale.
    un bel riassunto generale di una situazione che evidenzia un lungocorso disastroso dell'epopea berlusconiana
    da vincitore e condottiero
    a desertificatore della classe dirigente a destra

  6. #6
    L'avatar di torre1
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    38,683
    Blog Entries
    8
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    5681 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Analisi accurata e ineccepibile. Il punto è però che alla destra non manca solo un leader ma anche e soprattutto una classe politica credibile.

    Sarebbe interessante un partito di centro destra fondato da Draghi che raccolga il meglio della classe dirigente del paese, un partito basato su programmi e merito, ma sarebbe da capire quanto dovrebbe pagare a lobbies e interessi forti di vario tipo, a livello nazionale ed internazionale.
    Ma non ce lo vedo Draghi a girare l'italia facendo comizi, non ne ha il carattere e forse anche l'età

    Non che a sinistra siano messi tanto meglio, ma da quelle parti si vede qualcosa che almeno sembra avere l'apparenza della credibilità e della competenza, ripeto, niente di stravolgente, ma abbastanza da stravincere contro il nulla che si vede a destra.

    Molto del non voto, a cui appartengo, almeno a livello nazionale, nasce da questo, il nulla da una parte e il poco dall'altra ma con proposte che continuano ad andare nella direzione di affondare il ceto medio.

  7. #7
    L'avatar di BlackM
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    159,251
    Mentioned
    77 Post(s)
    Quoted
    94055 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Secondo questa idea che la Meloni non sia "adatta" a fare il PDC o a parlare con gli altri Capi di Stato o di Governo, o di stare al tavolo nella NATO...è una cavolata atomica
    Scusate, ma nessuno è nato imparato e nessuno è nato stando al tavolo della Nato.
    Quando prendi i voti per la politica che chiedi di attuare, ottieni la carica che ne consegue e inizi ad avere relazioni con gli altri del mondo che hanno la tua carica. La prima volta sarai emozionato, magari ti cachi pure sotto, però andrà sempre meglio. Soprattutto se poi è una che fa politica da anni.

    Questa strana idea che per fare il PDC serva una figura di chissà quale profilo...che poi è sempre un profilo "moderato", "istituzionale"...ma che vuol dire? Boh?

  8. #8

    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    19,876
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    6469 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    a me sembra molto più semplice di quello che possa apparire

    il CDX era paladino delle libertà, delle tasse e del ceto medio e contro la sinistra
    ebbene in pochi mesi con Draghi e il CSX al governo hanno fatto quello che non dovevano fare accodandosi alla linea della maggioranza

    questi passi sono costati l'astensionismo record e la sconfitta tutto il resto non conta

  9. #9

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    28,706
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    23136 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da torre1 Visualizza Messaggio
    Analisi accurata e ineccepibile. Il punto è però che alla destra non manca solo un leader ma anche e soprattutto una classe politica credibile.

    Sarebbe interessante un partito di centro destra fondato da Draghi che raccolga il meglio della classe dirigente del paese, un partito basato su programmi e merito, ma sarebbe da capire quanto dovrebbe pagare a lobbies e interessi forti di vario tipo, a livello nazionale ed internazionale.
    Ma non ce lo vedo Draghi a girare l'italia facendo comizi, non ne ha il carattere e forse anche l'età

    Non che a sinistra siano messi tanto meglio, ma da quelle parti si vede qualcosa che almeno sembra avere l'apparenza della credibilità e della competenza, ripeto, niente di stravolgente, ma abbastanza da stravincere contro il nulla che si vede a destra.

    Molto del non voto, a cui appartengo, almeno a livello nazionale, nasce da questo, il nulla da una parte e il poco dall'altra ma con proposte che continuano ad andare nella direzione di affondare il ceto medio.
    Secondo me, mancano anche idee comuni.
    Salvini e la Meloni esprimono sfiducia nelle istituzioni, sia quelle economiche che politiche che scientifiche.
    La loro retorica è infarcita di idee di complotti e trappole imbastite dai poteri forti verso l’Italia, con il pd raffigurato come il rappresentante politico di questi poteri forti.
    Salvini diceva nel 2017 «Draghi complice di chi massacra gli italiani»
    Questo è quanto più distante possa esistere da un centrodestra liberale, moderato ed europeo, ormai nel cdx rappresentato solo da Forza Italia.

  10. #10
    L'avatar di BlackM
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    159,251
    Mentioned
    77 Post(s)
    Quoted
    94055 Post(s)
    Potenza rep
    42949695
    Citazione Originariamente Scritto da fallugia Visualizza Messaggio
    Secondo me, mancano anche idee comuni.
    Salvini e la Meloni esprimono sfiducia nelle istituzioni, sia quelle economiche che politiche che scientifiche.
    La loro retorica è infarcita di idee di complotti e trappole imbastite dai poteri forti verso l’Italia, con il pd raffigurato come il rappresentante politico di questi poteri forti.
    Salvini diceva nel 2017 «Draghi complice di chi massacra gli italiani»
    Questo è quanto più distante possa esistere da un centrodestra liberale, moderato ed europeo, ormai nel cdx rappresentato solo da Forza Italia.
    Eh ma vedi...a TE non va bene che non ci sia un cdx liberale, moderato ed europeo...ma cribbio Salvini e Meloni hanno preso i voti proprio perchè NON SONO così. Non devono andare bene a te, che non li voti.

Accedi