Napoli: Elezioni, laboratorio M5S PD - DEBITO a 5 miliardi...
Mps-UniCredit: le trattative collassano, è ufficiale. Cronaca di un flop annunciato? Le richieste di Orcel ‘troppo punitive’
La conferma della rottura delle trattative tra il Mef, azionista di maggioranza di Mps con una partecipazione del 64% e UniCredit – rottura di cui si vociferava da ieri ma …
Siamo all’inizio dello Squid Game dei mercati, resta da vedere chi sopravviverà al rialzo dei tassi
Di seguito riportiamo l’analisi di Mark Dowding, CIO di BlueBay, relativa all’ultima settimana sui mercati.  Quando non sono stati seduti a fantasticare sulla surreale serie di Netflix, Squid Game, gli …
Analisti danno ragione a Gubitosi, Telecom Italia tra i titoli più sottovalutati del Ftse Mib. C’è chi vede oltre +100% di upside
Telecom Italia si appresta a diffondere settimana prossima i risultati del 3° trimestre (cda il 27 ottobre) e tra gli analisti c’è un cauto ottimismo dettato dal traino del Brasile …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686

    Napoli: Elezioni, laboratorio M5S PD - DEBITO a 5 miliardi...

    https://www.msn.com/it-it/notizie/ot...m5s/ar-AAONAF1


    Napoli e il fardello del debito. Ma qui c'è il laboratorio politico Pd-M5s


    Il buco è così profondo che nessuno riesce a misurarlo con precisione. A spanne, facendo la media ponderata di varie ed eterogenee stime, parliamo di 5 miliardi di euro. Un sesto di una manovra economica nazionale pre-Covid. Una metà, 2,5 miliardi, è debito "puro", soldi che il Comune di Napoli deve al resto del mondo, in primis imprese, fornitori, professionisti.




  2. #2
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    E guarda il caso o presuntamente hanno fatto apposta a sbagliare sicchè cassassero la Lega dalle elezioni OPPURE presuntamente ALTRO...

    Che a ben guardare potrebbe essere la stessa cosa.

    Non ne posso piu' di questa illegalità diffusa e poteri dello stato che si voltano dall'altra parte e qui al Nord ti stracciano le palle per ogni stupidaggine peggio della Germania.

  3. #3
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Un’altra metà è considerata "credito difficilmente esigibile", cioè risorse che l’amministrazione non riesce e molto probabilmente non riuscirà mai ad incassare.

    Sia chiaro: il sindaco uscente, il Masaniello della rivoluzione arancione, l’ex pm Luigi de Magistris, gran parte di questo debito l’ha ereditato dai suoi predecessori (i quali a loro volta hanno ereditato una ultradecennale malamministrazione). Con altrettanta chiarezza si può dire che De Magistris non ha dato un contributo incisivo, per usare un eufemismo, a un percorso di risanamento. Anche per questo motivo la stagione del primo cittadino proto-populista finisce senza gloria, sull’orlo di un dissesto e di un commissariamento dei conti pubblici sfiorato ed evitato con manovre d’aula da crepacuore.

    Resta, della sua era, un simbolo potente, il "Lungomare liberato", la pedonalizzazione completa della metafisica via Caracciolo. Ma non basta a coprire vorticosi cambi di assessori, lo stato di guerriglia permanente con la Regione di Vincenzo De Luca anche durante l’emergenza Covid, il tempo sprecato a ipotizzare cose come la "moneta napoletana", movida sregolata e violenta, cantieri eterni. Fatti che fanno assumere alla sua pupilla ed erede, la giovane candidata a sindaco Alessandra Clemente, le vesti della vittima designata.

    Da qui si parte. Da un debito monstre che spiega ogni cosa. A partire dalla difficoltà dei grandi partiti a trovare un candidato. Avvicinarsi ai conti di Napoli fa paura. Il centrodestra, alla fine, a essere precisi, un suo candidato non l’ha trovato. È Catello Maresca, il pm anti-camorra in aspettativa (sino a pochi mesi fa è stato in servizio nella stessa città che ora vuole guidare da sindaco, ndr), ad aver trovato il centrodestra lungo il suo cammino da candidato "civico".

    A essere ancora più precisi, Maresca non ha alle sue spalle nemmeno tutto il centrodestra. Una componente moderata di Forza Italia si è staccata ed è andata a rifugiarsi nel centrosinistra di Gaetano Manfredi. Inoltre, nelle ore in cui occorreva presentare le liste, è arrivata la doccia gelata: "Prima Napoli", la lista della Lega, è stata esclusa dalla competizione per ritardi e documentazione incompleta. Qui il Carroccio alle Europee del 2019 aveva fatto il record del 12 per cento.

    In due anni il credito accumulato da Matteo Salvini si è disperso. Prima la scelta di non presentare il simbolo, poi l’harakiri burocratico. Accompagnato dall’assalto comunicativo del "Capitano" al Reddito di cittadinanza, segno che forse il suo progetto di una Lega "nazionale" è alle battute finali. Molto probabilmente, se il Carroccio fosse rimasto in corsa, sarebbe arrivato ben dietro Fdi.

    Per capirsi: a Napoli sono interessati dal Reddito quasi 160mila famiglie a copertura di circa 460mila persone, più dell’intero Nord Italia. D’altra parte il dato sul Reddito di cittadinanza spiega (in parte) il seguito che M5s continua ad avere in città. Giuseppe Conte fa l’elastico tra Napoli e il resto d’Italia: qui può unire una vittoria a un buon risultato personale, prospettiva che non ha, ad esempio, a Bologna dove anche corre con i dem. L’ex premier, sostenuto pienamente da Luigi Di Maio e Roberto Fico, è riuscito a imporre ai suoi l’alleanza con il Pd, l’arcinemico De Luca e la galassia di centrosinistra. E chi si è opposto è uscito dal Movimento.

    Se c’è un’idea di cosa vogliano fare "l’avvocato del popolo" ed Enrico Letta nel 2023, bisogna proprio passare da Napoli. Anche la scelta del candidato-sindaco è emblematica: Gaetano Manfredi, ex rettore della Federico II e "tecnico" da sempre considerato di area centrosinistra, che però il suo incarico più prestigioso, quello da ministro dell’Università, l’ha svolto proprio con Conte premier. La sintesi precisa tra i due partiti che vogliono diventare «alleanza strutturale».

    Il test sembra funzionare: Manfredi è in pole position e non nasconde di voler provare a vincere al primo turno. Maresca lo insegue con ammaccature, al punto che qualcuno nel centrodestra teme che l’outsider Antonio Bassolino, dall’alto dei suoi 74 anni e mille battaglie, possa superarlo e prendersi lo "sfizio" di un ballottaggio tutto interno al centrosinistra. Quanto tutto ciò interessi davvero alla città è l’enigma irrisolto. La stanchezza della gente si percepisce. E l’astensione per disincanto è dietro l’angolo.

    https://www.msn.com/it-it/notizie/ot...m5s/ar-AAONAF1

  4. #4
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    E' semplicemente pazzesco.

  5. #5
    L'avatar di JacksonT
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    20,874
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    10698 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Ahahahahaha e questi li avevamo al governo, povera Italia.
    Ennio e Soledad che dicono?
    Religioso silenzio?
    I sinistri vari hanno qualche notizia in merito?

  6. #6
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Si badi bene: Napoli tecnicamente un feudo della SINISTRA dal 1993:

    Sindaci di Napoli - Wikipedia

    5 miliardi di euro x 938000 abitanti!!! Ma è roba da matti.

  7. #7

    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    14,363
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    8229 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    49 milioni di euri, Mister papeetaro, 7 a 0, ecc.. e' gia stato detto?

  8. #8
    L'avatar di lorenzov1963
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    22,918
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7490 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Azz... fanno pure il laboratorio PD+5S dopo aver prodotto 5 miliardi di debiti e 160.000 famiglie che percepiscono RDC... E' roba da matti.

    E ci sono ancora "signori" che a questi li votano ancora!!!

  9. #9
    L'avatar di Waller70
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    1,925
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1592 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da lorenzov1963 Visualizza Messaggio
    Azz... fanno pure il laboratorio PD+5S dopo aver prodotto 5 miliardi di debiti e 160.000 famiglie che percepiscono RDC... E' roba da matti.

    E ci sono ancora "signori" che a questi li votano ancora!!!
    Il signore sarai tu che voti gente che propone Berlusconi PDR.
    A Lorè, facce tarzan

  10. #10
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    55,095
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    9945 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Oltre un certo di livello di debito bisogna commissariare tutto, altro che elezioni

Accedi