La palombelli costretta all'abiura - Pagina 2
Ftse Mib chiude a un soffio dai 27.000 punti. Interpump, ENI, Poste e Banca Generali tra i protagonisti di oggi
Nuovo allungo per Piazza Affari sulla scia ai nuovi record di Wall Street e all?ottimismo dettato dalla tornata positiva di trimestrali. In Europa bene oggi i numeri di UBS. Il …
Preview trimestrali Piazza Affari: Telecom Italia cerca sponda nei conti, ecco cosa dice consensus per 3° trimestre e sull’intero 2021
Entra nel vivo la stagione delle trimestrali anche a Piazza Affari e da domani si inizierà a fare sul serio con i cda per l’approvazione dei conti del 3° trimestre …
Certificate Academy 2021: torna l’iniziativa educational di Unicredit per fare conoscere il mondo dei certificati
Dopo il successo riscontrato l?anno scorso, UniCredit ha deciso di lanciare l?iniziativa formativa ?Certificate Academy 2021?, dedicata agli investitori e ai consulenti finanziari italiani con l?obiettivo di accrescere la conoscenza …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di Manaos
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    10,376
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da pulviscolo Visualizza Messaggio
    ma che domande fai? uno stupratore è uno stupratore, un omicida un omicida, se ci saranno delle condizioni attenuanti alla pena è tema giudiziario che non sposta di una virgola il reato
    io non so manco chi sia la Palombelli ma da quello che ho letto lei ne ha parlato come tema giudiziario; lei dice che quando si deve giudicare un reato bisogna cercare anche le cause che hanno portato al reato, vale per tutti i crimini.

    A me sembrano cose scontate ma dal polverone che ne è uscito a quanto pare non lo sono, forse è più semplice dire uno stupratore è uno stupratore, un omicida un omicida; magari poi è meglio così, si fa prima anche a fare i processi.

  2. #12
    L'avatar di Galerkin
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    23,557
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    13801 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da apposta supposta Visualizza Messaggio
    chissa' quante domande vorresti farti sulle cause che hanno spinto il povero soggetto X se ci fosse tua figlia su un tavolo d'obitorio o sulla giostra di una vicenda di sturpo
    Nessun familiare di nessun figlio, genitore, fratello, sorella, coniuge ucciso si farà mai domande sui motivi che hanno portato un assassino a uccidere qualcuno a cui vogliamo bene.
    Ma se il mondo fosse così digitale, allora per QUALUNQUE OMICIDIO non colposo ci sarebbe il massimo della pena e amen. Invece non è così, in quanto ogni caso è diverso dagli altri e il giudice, proprio perché non è il familiare che vuol faesi giustizia da solo, deve giustamente valutare il contensto e le eventuali circostanze attenuanti.
    Invece per il femminicidio il contesto è tabù, chi era l'omicida e le circostanze in cui si è verificato l'omicidio sono irrilevanti: un violento abituale che ha ucciso la moglie solo perché l'ha picchiata più forte del solito è uguale a chi fino al giorno prima si è sempre comportato in maniera irreprensibile e gli si chiude la vena durante una furiosa litigata con la moglie, che magari lo ha tradito, che gli ha tolto la casa, minaccia di non fargli vedere più i figli e di educarli a odiarlo.
    Io boh...

  3. #13
    L'avatar di _top_gun_
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    7,932
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    4932 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Che un omicidio sia un omicidio penso siamo tutti d'accordo, discorso diverso è stabilire le cause che hanno portato a quel fatto.

    Penso che un tabaccaio che uccide un ladro e un marito geloso che uccide il vicino seppur entrambi omicidi siano guidati da ragioni diverse.

    Nello stesso modo farei un distinguo fra un uomo che uccide la moglie perchè dopo essere stata picchiata per anni questa decide di lasciarlo rispetto ad un uomo dopo anni portato ad uno stato di pazzia da una moglie bisbetica...sia ben chiaro entrambi sono omicidi ma sanzione, processo e trattamento ne dovrebbero sicuramente tenere conto.

  4. #14
    L'avatar di Manaos
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    10,376
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Galerkin Visualizza Messaggio
    Nessun familiare di nessun figlio, genitore, fratello, sorella, coniuge ucciso si farà mai domande sui motivi che hanno portato un assassino a uccidere qualcuno a cui vogliamo bene.
    Ma se il mondo fosse così digitale, allora per QUALUNQUE OMICIDIO non colposo ci sarebbe il massimo della pena e amen. Invece non è così, in quanto ogni caso è diverso dagli altri e il giudice, proprio perché non è il familiare che vuol faesi giustizia da solo, deve giustamente valutare il contensto e le eventuali circostanze attenuanti.
    Invece per il femminicidio il contesto è tabù, chi era l'omicida e le circostanze in cui si è verificato l'omicidio sono irrilevanti: un violento abituale che ha ucciso la moglie solo perché l'ha picchiata più forte del solito è uguale a chi fino al giorno prima si è sempre comportato in maniera irreprensibile e gli si chiude la vena durante una furiosa litigata con la moglie, che magari lo ha tradito, che gli ha tolto la casa, minaccia di non fargli vedere più i figli e di educarli a odiarlo.
    Io boh...


    ci sono dei argomenti tabù che sono incomprensibili.

    tra l'altro indagare sulle cause aiuta a fare quello che bisognerebbe fare: prevenire situazioni di esasperazione, perchè è in quella condizione che vengono fuori le bestie.

  5. #15
    L'avatar di Maupassant
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    27,120
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5547 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    L'abiura, nientemeno: ha detto una strònzàta, una delle tante, mica la parola di Dio

  6. #16
    L'avatar di Kovalsky
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    11,698
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5438 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    È abbastanza logico che queste genie del moralismo piccoloborghese a loro volta ne restino inviluppate e siano valutate su quella base specie se toccano questioni spinose.

  7. #17
    L'avatar di pulviscolo
    Data Registrazione
    Sep 2002
    Messaggi
    13,837
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4646 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da _top_gun_ Visualizza Messaggio
    Che un omicidio sia un omicidio penso siamo tutti d'accordo, discorso diverso è stabilire le cause che hanno portato a quel fatto.

    Penso che un tabaccaio che uccide un ladro e un marito geloso che uccide il vicino seppur entrambi omicidi siano guidati da ragioni diverse.

    Nello stesso modo farei un distinguo fra un uomo che uccide la moglie perchè dopo essere stata picchiata per anni questa decide di lasciarlo rispetto ad un uomo dopo anni portato ad uno stato di pazzia da una moglie bisbetica...sia ben chiaro entrambi sono omicidi ma sanzione, processo e trattamento ne dovrebbero sicuramente tenere conto.
    c'è sempre un motivo personale, tranne nel caso si incappi in un serial killer, in quel caso sarebbe di 'genere'.

    Allora varrebbe per t quello che spara in testa al vicino di casa dopo, 10 anni di angherie sul parcheggio e quello che uccide, quello che ha ucciso il padre, per l'angheria del parcheggio.

    Allora ritorniamo alla bellaemeglio alle faide familiari dove il sangue si doveva lavare col sangue o a epoche pre salomoniche.

    Però ocio c'è sempre uno che spara per primo e sarebbe un posto di vivere terrificante, messicano dove l'omicidio non basta più ma devi aggiungerci la tortura, nella vendetta

  8. #18
    L'avatar di _top_gun_
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    7,932
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    4932 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da pulviscolo Visualizza Messaggio
    c'è sempre un motivo personale, tranne nel caso si incappi in un serial killer, in quel caso sarebbe di 'genere'.

    Allora varrebbe per t quello che spara in testa al vicino di casa dopo, 10 anni di angherie sul parcheggio e quello che uccide, quello che ha ucciso il padre, per l'angheria del parcheggio.

    Allora ritorniamo alla bellaemeglio alle faide familiari dove il sangue si doveva lavare col sangue o a epoche pre salomoniche.

    Però ocio c'è sempre uno che spara per primo e sarebbe un posto di vivere terrificante, messicano dove l'omicidio non basta più ma devi aggiungerci la tortura, nella vendetta
    Ti si da un dito e ti prendi tutto il braccio rilassati, i sistemi penali avanzati parlano di attenuanti e aggravanti per motivi ben precisi cosi come di stato cosciente o incapace di intendere e volere.

    E te lo dice uno che probabilmente verrà ammazzato dalla compagna perchè non sta mai a casa.

  9. #19
    L'avatar di pulviscolo
    Data Registrazione
    Sep 2002
    Messaggi
    13,837
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4646 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da _top_gun_ Visualizza Messaggio
    Ti si da un dito e ti prendi tutto il braccio rilassati, i sistemi penali avanzati parlano di attenuanti e aggravanti per motivi ben precisi cosi come di stato cosciente o incapace di intendere e volere.

    E te lo dice uno che probabilmente verrà ammazzato dalla compagna perchè non sta mai a casa.
    forse non ci siamo intesi, l'attenuante in un omicidio è significativa solo a fronte della legittima difesa\eccesso di legittima difesa. Dare delle letture come ha fatto la Palombelli, richiamando vecchi diritti come quello del delitto d'onore, rischia, a ragion veduta di dare una distorsione della questione 'omicidio'.


    Non è che quando ci si prende 30 anni, 3 in meno facciano la differenza. Che poi in Italia si sconti realmente il reato in carcere e per quanto tempo è una scommessa.

    Se uno ammazza, si prenderà la responsabilità civile e penale del reato e si spera sia massimo per disincentivare altri comportamenti

  10. #20

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    14,777
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    5123 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da pulviscolo Visualizza Messaggio
    c'è sempre un motivo personale, tranne nel caso si incappi in un serial killer, in quel caso sarebbe di 'genere'.

    Allora varrebbe per t quello che spara in testa al vicino di casa dopo, 10 anni di angherie sul parcheggio e quello che uccide, quello che ha ucciso il padre, per l'angheria del parcheggio.

    Allora ritorniamo alla bellaemeglio alle faide familiari dove il sangue si doveva lavare col sangue o a epoche pre salomoniche.

    Però ocio c'è sempre uno che spara per primo e sarebbe un posto di vivere terrificante, messicano dove l'omicidio non basta più ma devi aggiungerci la tortura, nella vendetta
    A Roma se dice che la stai a buttà in caciara....

Accedi