Ue, via libera al Prosek, il prosecco croato. Produttori furibondi. - Pagina 7
Inflazione alta: Credit Suisse indica i settori migliori dove investire e tre azioni top pick
  L’inflazione è uno dei temi più dibattuti di questo momento dall’industria finanziaria, specie perché si teme possa rivelarsi più persistente e sostenuta del previsto. Anche in questo tipo di …
Elezioni presidente Repubblica prossimo scoglio del governo Draghi. A rischio futuro dell’Italia con fondi NGEU
Conclusa la parentesi delle elezioni amministrative, il prossimo appuntamento cruciale per la politica italiana, e soprattutto per la stabilità del governo Draghi, è l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica all’inizio …
Netflix regina dello streaming. Utili III trimestre meglio delle attese. E Squid Game si conferma gallina dalle uova d’oro
Netflix batte le stime sulla crescita dei nuovi abbonati nel terzo trimestre e annuncia di essere ancora più ottimista sui numeri del quarto trimestre, grazie al successo di Squid Game, …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #61
    L'avatar di biavo001
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    18,043
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1757 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Cholo Simeone Visualizza Messaggio
    domanda, io ogni tanto mi bevo un prosecchino e non credo che per confusione comprerò un prosek. Magari lo assaggerò, ma lo acquisterò volontariamente.

    Quindi mi chiedo: il marchio prosek realmente può distogliere i consumatori che cercano il prosecco?
    No, il prosek, da quello che ho letto, è un passito a tiratura decisamente limitata. Di prosecco ne fanno più di 100 milioni di bottiglie. Nessuna possibilità.

  2. #62

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    556 Post(s)
    Potenza rep
    36277779
    Citazione Originariamente Scritto da fdg86 Visualizza Messaggio
    La questione è più lunga di come viene detta qui, esiste un paesino di nome prosecco (prosek in Sloveno) sul carso triestino e in teoria le uve vengono da li, di conseguenza anche in Istria sarebbe possibile coltivarle
    Come la penso io, l'Istria non sarebbe mai dovuta essere parte della Croazia, doveva partire da Fiume, ma vabè, noi abbiamo l'alto Adige e loro hanno l'Istria ormai...
    Quando si e disgregata la Jugoslavia avremmo dovuto premere per riprenderci l'istria utilizzando il ns Veto per quelli staterelli che volevano/vogliono entrare in europa...

    insomma il ns SI in cambio dell'ISTRIA....

    Questo se fossimo 1 paese con 1 PROGETTO..... e nn 1 REPUBBLICA DELLE BANANE che si scanna per il GP o menate simili...

  3. #63

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    556 Post(s)
    Potenza rep
    36277779
    Citazione Originariamente Scritto da biavo001 Visualizza Messaggio
    No, il prosek, da quello che ho letto, è un passito a tiratura decisamente limitata. Di prosecco ne fanno più di 100 milioni di bottiglie. Nessuna possibilità.
    Quindi costera' pure parecchi soldi..... e magari e' di migliore qualita'....

  4. #64
    L'avatar di Cholo Simeone
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    24,060
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    6911 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da //_\\ Visualizza Messaggio
    Quindi costera' pure parecchi soldi..... e magari e' di migliore qualita'....
    come fai a paragonarli, uno è un vino frizzante secco, l'altro è un vino passito fermo.

    Se fosse così allora non si comprende dove potrebbe esserci l'errore da parte del consumatore, ovviamente salvo un uzbeko di un villaggio sperduto che non sa distinguere uno spumante da un passito

Accedi