Ue, via libera al Prosek, il prosecco croato. Produttori furibondi. - Pagina 5
Mercati alle prese con tre nodi da qui a fine anno, focus sugli asset meglio posizionati in ottica rialzo tassi
Il mercato del lavoro, le catene di approvvigionamento e la Cina. Sono questi i tre fattori da tener ben monitorati in questo momento dell?anno per superare senza particolari problemi la …
Titolo Telecom Italia sottovalutato? Mercato non dà retta a Gubitosi e in Borsa la tlc rivede gli inferi di ottobre 2020
Per Telecom Italia si sta materializzando un altro autunno da dimenticare in Borsa e anche le parole di Luigi Gubitosi non stanno riuscendo a dare fiato al titolo che segna …
Nasce il Mib ESG: funzionamento dell’indice e lista dei 40 titoli più sostenibili di Piazza Affari. Non mancano sorprese e differenze vs Ftse Mib
Prende vita oggi il primo indice Esg sulle blue chip di Piazza Affari. Il nuovo indice Mib ESG, annunciato oggi da Euronext, è infatti il primo indice Esg (Environmental, Social …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41
    L'avatar di 2001-2010
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    15,613
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    4561 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Se è vero che UE ha dato parere positivo al Prosek, fanno letteralmente schifo!! Vi ricordate che fine ha fatto il nostro Tokai friulano? Lo fecero sparire!!

  2. #42
    L'avatar di catilina61
    Data Registrazione
    Nov 2003
    Messaggi
    29,311
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2561 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da biavo001 Visualizza Messaggio
    Stiamo comunque paragonando un vino fatto in pentola a pressione, con dei vini rifermentati in bottiglia, in cui sono necessari minimo 18 mesi (anche se non ne ho mai visti venduti con meno di 30 mesi) di invecchiamento in bottiglia. Diciamo che il miglior Cartizze non dovrebbe mai costare quanto un mediocre metodo classico.
    sì e no perché il metodo di fermentazione non determina da solo il costo e la qualità del prodotto finale: più caro e pregiato ad esempio un vino da uve selezionate a basso rendimento per ettaro e che beneficiano di terreni ed esposizioni peculiari fermentate in autoclave ( ad esempio quelle delle colline di Cartizze) che far rifermentare in bottiglia un trebbiano di pianura da 200quintali per ettaro….

  3. #43
    L'avatar di biavo001
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    18,041
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1757 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da catilina61 Visualizza Messaggio
    sì e no perché il metodo di fermentazione non determina da solo il costo e la qualità del prodotto finale: più caro e pregiato ad esempio un vino da uve selezionate a basso rendimento per ettaro e che beneficiano di terreni ed esposizioni peculiari fermentate in autoclave ( ad esempio quelle delle colline di Cartizze) che far rifermentare in bottiglia un trebbiano di pianura da 200quintali per ettaro….
    Non sono d'accordo, a Cartizze hanno le rese per ettaro tra le più alte in assoluto, con un vino pronto in poche settimane. Nessun metodo charmat può costare più di 5 euro alla bottiglia.
    Con un metodo classico hai il peso del magazzino per diversi anni.
    Ovviamente in base alla resa per ettaro e alla qualità il mercato deciderà il prezzo.
    Quando vedo in offerta all'Esselunga un Cesarini Sforza o un Rotari a 6/7 euro, e sono metodi classici, con dei Cartizze a 15/20 penso sia assurdo.
    Ultima modifica di biavo001; 14-09-21 alle 17:10

  4. #44
    L'avatar di Galerkin
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    23,463
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    13714 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Meno male che adesso c'è Draghi con la sua autorevolezza

  5. #45
    L'avatar di catilina61
    Data Registrazione
    Nov 2003
    Messaggi
    29,311
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2561 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da biavo001 Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo, a Cartizze hanno le rese per ettaro tra le più alte in assoluto, con un vino pronto in poche settimane. Nessun metodo charmat può costare più di 5 euro alla bottiglia.
    Con un metodo classico hai il peso del magazzino per diversi anni.
    Ovviamente in base alla resa per ettaro e alla qualità il mercato deciderà il prezzo.
    Quando vedo in offerta all'Esselunga un Cesarini Sforza o un Rotari a 6/7 euro, e sono metodi classici, con dei Cartizze a 15/20 penso sia assurdo.
    il disciplinare Cartizze è uguale , se non sbaglio, a quello della Franciacorta con un max di 120 quintali ettaro

  6. #46

    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    40,080
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    17560 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da //_\\ Visualizza Messaggio
    Il mio pensiero è semplice: se questi usano il termine prosek da 150 anni giusto per dire una cifra, arriviamo noi e gli diciamo che non lo possono più usare...??

    mi sembra una puntanata
    I nomi servono a qualcosa, chi ci pensa prima registra

    Da dire che però il PROSEK lo fanno in Istria, e in Istria si parla veneto (più che italiano)

    Quindi sono due vini con la propria storia e disciplinare

    Si mettono in scia del prosecco per sfruttare l'onda

  7. #47
    L'avatar di Umbert0
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    756
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    402 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    E ancora non avete degustato le bollicine portoghesi dall’alta valle del Douro, sopra Porto.
    Bianchi, rosé e verdi. Con 8/12 euro ti porti a casa della bottiglie di qualità assoluta.
    Noi siamo qui a blaterare sul termine prosecco, gli altri invece si rimboccano le maniche per produrre vini di qualità.

  8. #48
    L'avatar di zazen
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    19,774
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    7570 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    chiaramente spero che i produttori italiani la vincano,
    almeno per compensare i furti di gallo nero e tocai,

    ma oggettivamente il nome prosek
    i croati lo usavano già da anni
    non l'hanno inventato ora

  9. #49
    L'avatar di dave75
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    1,300
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    185 Post(s)
    Potenza rep
    28303008
    Citazione Originariamente Scritto da catilina61 Visualizza Messaggio
    il disciplinare Cartizze è uguale , se non sbaglio, a quello della Franciacorta con un max di 120 quintali ettaro
    Dipende dalle zone DOC o DOCG ecc

  10. #50
    L'avatar di dave75
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    1,300
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    185 Post(s)
    Potenza rep
    28303008
    Citazione Originariamente Scritto da biavo001 Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo, a Cartizze hanno le rese per ettaro tra le più alte in assoluto, con un vino pronto in poche settimane. Nessun metodo charmat può costare più di 5 euro alla bottiglia.
    Con un metodo classico hai il peso del magazzino per diversi anni.
    Ovviamente in base alla resa per ettaro e alla qualità il mercato deciderà il prezzo.
    Quando vedo in offerta all'Esselunga un Cesarini Sforza o un Rotari a 6/7 euro, e sono metodi classici, con dei Cartizze a 15/20 penso sia assurdo.
    Il prezzo lo decide il mercato, evidentemente le vendono anche a quel prezzo

Accedi