Situazione Grecia vs turchia - Pagina 10
Piazza Affari si sgonfia nel finale, banche di nuovo KO. Volano Enel e Atlantia
Giornata tiepidamente positiva per il Ftse Mib che ha ridotto notevolmente i guadagni nell?ultima parte di seduta complice l?andamento negativo di Wall Street e l?ennesimo calo dei titoli bancari. Il …
Certificates Room: performance e sostenibilità con i certificati
Mancano pochi giorni all?evento Wall Street Italia dedicato al mondo degli investimenti ESG e dei certificati: iscriviti subito al link. Il webinar Certificates Room, frutto della collaborazione tra WSI, Certificati …
Pop Bari e l’idea Regione Puglia nel capitale rilanciata da Emiliano. E si parla di Alitalia del credito
Regione Puglia nel capitale di Popolare di Bari, come rilanciato dal governatore Michele Emiliano appena qualche giorno fa? Per i commissari straordinari Enrico Ajello e Antonio Blandini, sul punto di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #91
    L'avatar di JacksonT
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    12,668
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    6365 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da magnamagna Visualizza Messaggio
    Ma quale dialogo ... coi turchi ci si fa capire solo sparando
    Non solo con i turchi, però sì hai ragione.

  2. #92
    L'avatar di NaPa
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    6,941
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    464 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Altri rumors, sembra sia stata attaccata in qualche modo la nave di ricerca turca dai greci, e i turchi hanno risposto, anche se ancora non si capisce come.

    Erdogan minaccia, Riunione di emergenza dei greci.

    In attesa di conferme

  3. #93
    L'avatar di rikirix
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    14,089
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    8304 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Chiaramente la macchina delle propaganda ha la sua importanza, comunque la situazione é caldissima. Il califfetto parla di una "risposta" mandat ad Atene dopo un tentativo di attacco alla nave da prospezione......chi lo sa, l'unica cosa per ora che sembra confermata é una nave turca riportata a casa da un rimorchiatore.....

  4. #94
    L'avatar di gmc
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    15,789
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4648 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da rikirix Visualizza Messaggio
    Chiaramente la macchina delle propaganda ha la sua importanza, comunque la situazione é caldissima. Il califfetto parla di una "risposta" mandat ad Atene dopo un tentativo di attacco alla nave da prospezione......chi lo sa, l'unica cosa per ora che sembra confermata é una nave turca riportata a casa da un rimorchiatore.....
    e' una questione di faccia ,erdogan rispondera'.

  5. #95
    L'avatar di cipensounpo
    Data Registrazione
    Nov 2004
    Messaggi
    12,369
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    5027 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da gmc Visualizza Messaggio
    e' una questione di faccia ,erdogan rispondera'.
    dipende, se i greci verranno lasciati soli, si.

  6. #96

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    16,713
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    9819 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Mediterraneo orientale: collisione tra fregate greca e turca - 14/08/20 17:20
    MILANO (MF-DJ)--Due navi da guerra appartenenti alla Turchia e alla Grecia si sono scontrate nel Mediterraneo orientale, hanno dichiarato i funzionari dei due Paesi, nel mezzo di un confronto navale innescato dalla recente decisione di Ankara di avviare l'esplorazione petrolifera in acque contese. L'incidente, avvenuto mercoledi' e non reso pubblico da nessuna delle parti, evidenzia quanto i due alleati dell'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord (Nato) siano vicini a un conflitto aperto. La collisione e' avvenuta tra la fregata Limnos della Marina greca e il Tgc Kemalreis della Turchia. Poco dopo il presidente francese, Emmanuel Macron, ha tenuto una conversazione telefonica con il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis,e ha ordinato il dispiegamento di navi da guerra e caccia a reazione francesi nell'area. La Grecia ha in programma di sollevare la questione al Consiglio Affari esteri di oggi pomeriggio. La crisi nel Mediterraneo orientale si e' intensificata dopo che la Turchia e il Governo di accordo nazionale libico, sostenuto da Ankara, hanno firmato a novembre un accordo di delimitazione marittima di gran parte delle aree che la Grecia considera da tempo la propria zona economica esclusiva. Il piano della Turchia di inviare la sua nave da esplorazione sismica Oruc Reis nell'area contesa e' stato inizialmente bloccato dalla mediazione offerta dalla Germania. Incoraggiati dalla cancelliera Angela Merkel, i funzionari turchi e greci hanno pianificato di riprendere i colloqui su rivendicazioni marittime, riportate a galla dopo anni. Tuttavia, quando la Grecia e l'Egitto hanno firmato l'accordo di delimitazione marittima il 6 agosto, provocando una sovrapposizione alle rivendicazioni turche e libiche, Oruc Reis si e' diretta verso quella che Atene considera Zee greca, accompagnata da una flottiglia della Marina turca. "Ci siamo sentiti traditi", ha detto un funzionario turco. fux (fine) MF-DJ NEWS 14-ago-2020 17:19

  7. #97

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    50,847
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    7176 Post(s)
    Potenza rep
    0
    La Grecia potrebbe mandare una flotta telecomandata di motopesca prossimi alla rottamazione dritti contro le navi turche, se sono acque greche hanno tutto il diritto di farlo, se si schiantano danneggiano le navi turche e male che vada i motopesca vanno a fondo

  8. #98
    L'avatar di fever7
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    25,399
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    2669 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da oneone Visualizza Messaggio
    La Grecia potrebbe mandare una flotta telecomandata di motopesca prossimi alla rottamazione dritti contro le navi turche, se sono acque greche hanno tutto il diritto di farlo, se si schiantano danneggiano le navi turche e male che vada i motopesca vanno a fondo
    Il problema è che appunto c'è una conflittualità sull'estensione dei confini, roba vecchia di decenni

  9. #99
    L'avatar di _top_gun_
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    3,321
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1912 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da oneone Visualizza Messaggio
    Dinaro d'oro, petrolio venduto senza dollari, leadership africana, rete idrica sotterranea, bilancio pubblico da petrolio in ordine e sviluppo per la popolazione.
    Tutte cose che davano fastidio ai soliti noti
    Avrebbe stabilito un pericoloso precedente non solo per l'area nord africana ma per tutte le nazioni ricche di risorse quindi hanno deciso di farlo fuori.

  10. #100

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    50,847
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    7176 Post(s)
    Potenza rep
    0
    È dura far rivivere l’impero ottomano oggi
    Scritto il 15 AGOSTO 2020
    George Ades E-News

    Vedo presenza e coinvolgimento militare turca nella regione del Mediterraneo orientale e oltre. Quello che non riesco a vedere, è dove l’esercito turco vinca.
    In Siria? Ogni volta che i turchi decidono di essere avventurosi, finiscono per essere umiliati dovendo implorare il governo di Damasco di consentire agli elicotteri turchi di evacuare i turchi morti e feriti. Tanto per “prendere” Damasco!
    In Libia? Per quanto cerchino di nasconderlo al popolo turco, arrestando e incarcerando giornalisti per tradimento quando rivelano le loro perdite, resta il fatto che i sistemi di difesa aerea turchi non resistono 5 minuti, distrutti dagli stessi aerei da cui dovrebbero difendersi. La notizia è che esauriscono i terroristi siriani da arruolare e attualmente reclutano somali pagati dal Qatar e coll’ulteriore promessa della cittadinanza qatariota… se sopravvivono. L’ultimatum di 10 giorni emesso da Erdogan al LNA di consegnare Sirte e al Jufra senza combattere, è scaduto (da tempo) senza alcuna azione delle forze terroristiche guidate dalla Turchia e delle forze fedeli al regime islamista di Tripoli. L’aviazione del LNA ha imposto di fatto una “no-fly zone” ai tanto pubblicizzati droni turchi che avrebbero dovuto fare la differenza.
    In Grecia? Dopo il fiasco di cercare di spingere migliaia di migranti illegali oltre il confine greco nel tipico tentativo turco di “guerra ibrida”, mossa contrastata da guardie di frontiera, polizia e agricoltori greci, la frustrazione di Ankara è cresciuta. Tali migliaia di migranti musulmani volarono in Turchia con voli speciali della Turkish Airlines, dall’Africa e dall’Asia centrale, per tale azione che non ha avuto successo! Sullo “scacco matto” di Erdogan firmando un memorandum illegale col regime islamista di Tripoli secondo cui le acque territoriali greche sarebbero state divise tra essi, fu distrutta quando Atene firmò un accordo conforme al diritto marittimo internazionale con Cairo che tagliava le ambizioni di Ankara sulle isole greche. Ora c’è la “passeggiata” delle navi turche in acque internazionali, ma nella ZEE greca, fingendo di condurre una ricerca di risorse naturali al fine di istigare una risposta militare dalle forze armate elleniche, che la Turchia possa usare come “punto di crisi” per imporre “negoziati” alle proprie condizioni. Atene non abboccava e la Marina ellenica col minimo sforzo, circondava quella turca e “non istigando il nemico mentre commette un errore”.
    In Iraq? Dopo il bombardamento dei villaggi curdi causando la morte di civili (donne e bambini), le forze (molto) speciali della Turchia erano bloccate sul terreno montagnoso impegnate a tenere la testa bassa per non perderle per mano dei cecchini curdi che conoscono la (loro) terra. Con una dimostrazione di incompetenza militare turca, due giorni fa i turchi uccisero per errore due alti ufficiali iracheni, cosa che non gradita da Baghdad che ora chiedeva l’immediato ritiro delle truppe turche dal suo territorio.
    In Azerbaigian? Dopo aver dato grande spettacolo inviando F-16 turchi sul confine azerbaigiano-armeno in “solidarietà” coi “fratelli” azeri, tali uccelli dovettero tornare di nascosto in Turchia quando gli armeni semplicemente dichiararono di aver attivato i sistemi da difesa aerea S-300.
    È dura far rivivere l’impero ottomano oggi.

    Traduzione di Alessandro Lattanzio

    E dura far rivivere l’impero ottomano oggi – Aurora

Accedi