Fontana - [Treddo unico] - Pagina 7
Piazza Affari sale nonostante batosta Eni. Sul Ftse Mib impennata per STM e Banco BPM
Giornata senza verve oggi per Piazza Affari che alla fine strappa un tiepido segno più. Il Ftse Mib apre il nuovo mese e l’ultimo trimestre dell’anno con un +0,24% a …
Eni su minimi da brivido e -53% Ytd. Possibile buy opportunity che può far da traino a tutto il Ftse Mib
Ennesima giornata difficile per il comparto oil complice il violento dietrofront del petrolio con WTI arrivato fino a -5%. A Piazza Affari sono sotto il fuoco delle vendite ENI (oltre …
Borsa Usa: settembre da dimenticare, ma Big Tech fanno la fortuna nel III trimestre. Nasdaq +11% con Tesla +245%
Un settembre da dimenticare, ma un terzo trimestre di tutto rispetto per la Borsa Usa. Wall Street ha fatto bene nel periodo compreso tra luglio e settembre, grazie ai guadagni …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #61

    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    5,703
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2045 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da ForexNick Visualizza Messaggio
    visto che li ha regolarizzati nel 2015, deve avere pagato le sanzioni dovute in base alla provenienza dei soldi e agli altri parametri stabiliti dal fisco per questi casi
    Infatti non e' illegale.
    Pero' fa schifo ed e' uno schiaffo a chi paga tutte le tasse.

  2. #62
    L'avatar di rational
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    11,785
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    3071 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da ForexNick Visualizza Messaggio
    visto che li ha regolarizzati nel 2015, deve avere pagato le sanzioni dovute in base alla provenienza dei soldi e agli altri parametri stabiliti dal fisco per questi casi
    Non lo ha mai reso pubblico

  3. #63
    L'avatar di ForexNick
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    52,591
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    15193 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da _Warlock_ Visualizza Messaggio
    Infatti non e' illegale.
    Pero' fa schifo ed e' uno schiaffo a chi paga tutte le tasse.
    le tasse , pure arretrate, le ha dovute pagare regolarizzando la cifra, oltre alle sanzioni previste per il caso specifico.

    non capisco il problema sui soldi , ha pagato le tasse, e' in regola.

    tra l' altro seguendo la normativa voluntary disclosure legiferata dal piddi', quindi di sinistra

  4. #64
    L'avatar di ForexNick
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    52,591
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    15193 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da rational Visualizza Messaggio
    Non lo ha mai reso pubblico
    tu rendi pubblico quello che c' hai in banca ? facci sapere quello che c' hai che siamo curiosi

  5. #65
    L'avatar di goodseeds
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    25,596
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4119 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    fontana fà quello che fanno tutti gli amministratori pubblici.non è certo il caso di sottilizzare di quale colore sia la sua casacca.i 15000 che prende legalmente sono nulla rispetto a quello che arriva dalla luna.
    comunque la cura è :aumentare le tasse senza alcuna velleità di diminuirle.gli schiavi stringeranno un buco alla cinghia.

  6. #66
    L'avatar di Pococurante
    Data Registrazione
    Jul 2002
    Messaggi
    14,999
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    4006 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da ForexNick Visualizza Messaggio
    tu rendi pubblico quello che c' hai in banca ? facci sapere quello che c' hai che siamo curiosi
    Gli amministratori pubblici devono farlo. L'emaciato Fontana li aveva dichiarati?

  7. #67
    L'avatar di enjoyash
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    26,452
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    14231 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Commissariamento della Lombardia subito a commissario straordinario piddigrillino che risolverà tutto in 5 minuti come Zingaretti.

  8. #68
    L'avatar di ForexNick
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    52,591
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    15193 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Pococurante Visualizza Messaggio
    Gli amministratori pubblici devono farlo. L'emaciato Fontana li aveva dichiarati?
    quello che hanno in banca ?

    non mi pare , hai la normativa precisa ? riguarda i presidenti delle regioni ? quindi sappiamo quanto c' ha in banca zingarello ? e siamo sicuri che il legajolo non abbia mai dichiarato i suoi averi, nel caso fosse obbligatorio ?

    comunque sia i soldi li deteneva regolarissimamente, l' eventuale dichiarazione pubblica, che pero' non mi risulta , e' una cosa diversa.

  9. #69
    L'avatar di Kovalsky
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    8,398
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    3715 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Il Fontana, che manco sa indossare una mascherina, e l'affarista Gallera del due per uno per tutto quello che hanno già combinato e detto e controdetto presto li rinchiudono.
    Inoltre per essere amichetti del Salvini che ormai per la magistratura ha i giorni contati finiscono male e prima si levassero dai piedi meglio forse sarebbe . Il Maroni in compenso lo lasceranno in pace

  10. #70
    L'avatar di tista60
    Data Registrazione
    May 2002
    Messaggi
    10,416
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    190 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da rational Visualizza Messaggio
    “Frode in pubbliche forniture”. È questa l’accusa con la quale, in concorso con il cognato, Andrea Dini, che gestisce la Dama spa, e il dg dimissionario di Aria Spa (la Centrale acquisti regionale), Filippo Bongiovanni, la Procura di Milano ha iscritto nel registro degli indagati il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nell’inchiesta sulla fornitura di camici durante l’emergenza coronavirus resa pubblica da due inchieste di Report e del Fatto Quotidiano.
    Camici alla Lombardia dal cognato, indagato il governatore della Regione Attilio Fontana
    Leggi Anche
    Camici alla Lombardia dal cognato, indagato il governatore della Regione Attilio Fontana

    E al centro delle verifiche dei pm dell’aggiunto Maurizio Romanelli e della Guardia di Finanza c’è proprio il ruolo svolto dal governatore che, fino al 7 giugno, si era dichiarato estraneo alla procedura: “Non ne sapevo nulla e non sono mai intervenuto in alcun modo”. Ma come racconta il Corriere della Sera, con parte dei soldi di un conto in Svizzera a suo nome, sul quale nel 2015 aveva fatto uno “scudo fiscale” per 5,3 milioni detenuti fino ad allora da due trust alle Bahamas, il leghista cercò di effettuare già il 19 maggio, allertato da un’intervista di Report quattro giorni prima, un bonifico sospetto da 250mila euro in favore della Dama spa del cognato e, per il 10%, della moglie Roberta: in poche parole, la cifra corrispondente al mancato profitto del parente causato dal provvedimento che Fontana prenderà il giorno dopo, ossia quello di trasformare la vendita dei 75mila camici alla Regione in donazione e la rinuncia dell’azienda a farsi pagare dalla Regione i 49.353 camici e i 7.000 set già consegnati.

    Un’operazione che ha fatto scattare l’allarme nell’Unione Fiduciaria, incaricata da Fontana del bonifico, che così blocca il pagamento perché in base alla normativa antiriciclaggio non ravvisa una causale coerente con il bonifico, disposto oltretutto da un soggetto “sensibile” per l’incarico politico. E così la fiduciaria, in segreto, fa una segnalazione di operazione sospetta all’Unità di informazione finanziaria di Banca d’Italia, che la gira alla Guardia di Finanza e alla Procura che iniziano a indagare sul ruolo di Fontana nella vicenda. Poco dopo, i finanzieri si recano nella sede dell’Unione Fiduciaria, acquisiscono gli atti e il 9 giugno ascoltano il responsabile della Funzione antiriciclaggio. Due giorni dopo, l’11 giugno, Fontana chiede alla fiduciaria di non effettuare più il bonifico richiesto con grande urgenza.

    L’ipotesi degli inquirenti è che quindi il governatore lombardo, a differenza di quanto dichiarato fino al 7 giugno, sapesse da almeno tre settimane cosa stesse succedendo con l’affare camici, pur continuando a dichiarare la propria estraneità ai fatti. Se questo venisse confermato, costituirebbe una violazione del “Patto di integrità” contro il conflitto d’interesse. Secondo il Corriere, Fontana ha saputo fin da subito dell’affare, dato che a informarlo fu il suo assessore Raffaele Cattaneo, capo dell’unità di emergenza che cercava di reperire il maggior numero di camici possibili nei giorni dell’emergenza Covid.

    Nel frattempo, il cognato invece di regalare ad Aria spa anche i 25mila restanti camici degli iniziali 75mila tramutati in donazione alla Regione, per rifarsi del mancato guadagno cercò di rivenderli alla casa di cura varesina Le Terrazze a 9 euro l’uno anziché 6. Nell’interrogatorio di Bongiovanni si è capito che i pm stanno infatti verificando se Dini potesse sottrarsi al dovere contrattuale di fornire alla Regione l’intera quantità di dispositivi come da accordo. Resta il fatto, però, che Palazzo Lombardia non li pretese. Ecco perché Bongiovanni e Dini, sinora indagati per turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente, lo sono ora anche per l’ipotesi di frode in pubbliche forniture.

    Rimane infine la questione della provenienza dei soldi per il bonifico. Come detto, questi sono stati recuperati da un conto svizzero di Fontana nella banca Ubs Ag completamente lecito. L’aspetto più delicato è che questi 5,3 milioni, senza che il governatore ne avesse mai parlato pubblicamente, sono frutto di una voluntary disclosure, cioè della legge per favorire il rientro di capitali illecitamente detenuti all’estero. Nel settembre 2015, dopo la morte in giugno della madre Maria Giovanna Brunella, Fontana “scudò” i 5,3 milioni, detenuti in Svizzera da due trust, creati alle Bahamas nel 2005 quando Fontana presiedeva il Consiglio regionale, e nei quali la madre dentista figurava “intestataria”, mentre Fontana risultava in uno il “soggetto delegato” e nell’altro il “beneficiario economico”.

    “Da pochi minuti ho appreso con voi di essere stato iscritto nel registro degli indagati – ha commentato Fontana poco dopo la pubblicazione della notizia – Duole conoscere questo evento, con le sue ripercussioni umane, da fonti di stampa. Sono certo dell’operato della Regione Lombardia che rappresento con responsabilità”. In sua difesa è accorso anche Matteo Salvini che si è scagliato contro i pm: “Attilio Fontana ‘indagato’ perché un’azienda ha regalato migliaia di camici ai medici lombardi. Ma vi pare normale? La Lombardia, le sue istituzioni, i suoi medici, le sue aziende e i suoi morti meritano rispetto. Malagiustizia a senso unico e ‘alla Palamara’, non se ne può più”, ha scritto il leader del Carroccio su Twitter.
    Camici Lombardia, "Fontana sapeva della fornitura fin dall'inizio". Quando l'affare salto, provo a rimborsare il cognato usando i soldi di un conto in Svizzera frutto di voluntary disclosure - Il Fatto Quotidiano
    Che c'è di male, sarà un NoEuro al quale gli Euro fanno schifo solo quando sono pochi

Accedi