Spaccio a Milano: tenta di uccidere carabiniere investendolo, arrestato marocchino
Mattone, azioni, oro o bitcoin? La classifica delle differenti preferenze d’investimento di Millennials, donne e Over 55
Nonostante il lockdown e l’emergenza Covid, gli italiani continuano a considerare il mattone come un investimento sicuro e redditizio. Il settore sta vivendo un importante rilancio che gli ha permesso …
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Spaccio a Milano: tenta di uccidere carabiniere investendolo, arrestato marocchino

    Milano – Arrestato per droga spacciatore di cocaina.

    Prima aveva tentato di investire un carabiniere per forzare l’alt a un posto di blocco nel Comasco. Poi, una volta scoperto, ha cercato di sfuggire aggrappandosi penzoloni al balcone.


    E’ stato posto in stato di fermo dalla polizia di Stato, infatti, con un complice, nel corso di un’indagine antispaccio di un commissariato milanese, un marocchino 25enne.


    Il ricercato, in particolare, quando gli agenti hanno suonato alla sua porta, a Paderno Dugnano (Milano), ha tentato di nascondersi correndo sul balcone, e, non trovando via di fuga, si è sporto penzolini dal settimo piano. I fermati sono due cittadini marocchini, H.A.Y. di 30 anni e C.B. di 25 anni, ora accusati di spaccio e, il 25enne, indiziato di delitto per resistenza e tentato omicidio.



    Arrestato per droga spacciatore di cocaina – “Su di lui – si legge in una nota – pendeva infatti una nota di rintraccio per il fermo di indiziato per tentato omicidio emesso dal sostituto procuratore di Como, in quanto, lo scorso maggio a Limido Comasco (Como) aveva investito un carabiniere della Stazione di Mozzate (Como)”. Gli agenti del Commissariato Scalo Romana hanno sequestrato una sacca in un campo con 8 etti di cocaina e un 288 grammi di eroina. “



    Arrestato per droga spacciatore di cocaina

  2. #2

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Cinisello, straniero con coltello in strada: “vi ammazzo tutti”

    Cinisello, straniero con coltello in strada: “vi ammazzo tutti”.


    lunedì, 29, giugno, 2020




    Cinisello Balsamo – Uomo con un coltello bloccato dai carabinieri in via Grandi. Nelle scorse ore i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Sesto San Giovanni hanno bloccato a Cinisello, in via Grandi, un folle che brandiva un coltello e urlava che voleva uccidere tutti.

    I militari sono stati attratti dalle urla e dalla fuga dei passanti che cercavano di evitare il soggetto. L’uomo, straniero, aveva in mano una lama e, in evidente stato di alterazione psicofisica, sbraitava dicendo che li avrebbe uccisi. I carabinieri, con rapidità, sono riusciti a disarmarlo e a bloccarlo.

    L’uomo è stato portato in camera di sicurezza in caserma in attesa di valutazione medica per Tso.

    Cinisello Balsamo - notizie da Cinisello Balsamo

  3. #3
    L'avatar di ForexNick
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    51,185
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    14420 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    sembra un episodio di rassismo

  4. #4
    L'avatar di ForexNick
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    51,185
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    14420 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da idi-v-jopu Visualizza Messaggio
    Cinisello, straniero con coltello in strada: “vi ammazzo tutti”.

    .

    L’uomo è stato portato in camera di sicurezza in caserma in attesa di valutazione medica per Tso.

    [url=htrl]
    quindi 'sto phenomeno rischia di essere curato a spese del contribuente

  5. #5
    L'avatar di leon2
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,552
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    320 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    stanno cercando disperatamente di pagarci la pensione!!!!!

  6. #6
    L'avatar di JacksonT
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    11,876
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    5945 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Subito le sardine in strada a protestare contro il razzismo

  7. #7

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

    <<La gang nigeriana che traffica e spaccia eroina si è impadronita dei giardini di piazza Sant’Antonio, nel cuore di Marghera».

    A denunciarlo è Gianfranco Bettin, presidente della Municipalità di Marghera, sottolineando una situazione che sembra essere cominciata dopo il lockdown. Prima, infatti, i pusher nigeriani erano presenti soprattutto nell’area della stazione ferroviaria di Mestre ma, da qualche settimana, molti di loro sembrano essersi spostati.

    «Occupano di solito i quattro punti cardinali della piazza, agiscono con cautela e freddezza, mascherine e distanziamento compresi – dice Bettin -.


    Le staffette si muovono in bici o motorino tra la stazione, piazzale Giovannacci e lungo via Rizzardi, dove funge da snodo un negozio gestito da un loro complice (non nigeriano). Nei dintorni le sentinelle si muovono a piedi, soprattutto tra la piazza e la sala scommesse di piazzale Foscari e dintorni». A differenza di nordafricani e italiani, i pusher nigeriani sono organizzati quasi militarmente, non sono tossicodipendenti e cercano di non creare troppo allarme.



    «Serve una nuova, dura stretta contro questa gang, ma l’azione delle forze dell’ordine va integrata con interventi socio-sanitari e di prevenzione che tolgano l’acqua a questi pescicani – dice Bettin -. Invece, il Serd, i cui operatori fanno miracoli, è al minimo storico del personale e la Regione, da cui dipende, sono anni che non investe, nel silenzio del Comune che pure non ha mai creduto all’intervento a bassa soglia e quindi non ha davvero investito in questi anni.


    Il terreno delle dipendenze in questa città è fin troppo fertile perché chi le combatte ha poche risorse e poco personale. Anche per questo, Venezia e Mestre sono diventate in questi anni un epicentro delle morti di eroina».


    «Lo denunciamo da tempo – sostiene Monica Sambo rifacendosi all’ultima morte per droga a Mestre – i dati negli ultimi nel veneziano sono terribili e in peggioramento. Ribadiamo che i dati dell’osservatorio sulle tossicodipendenze dell’Asl 3 degli ultimi anni parlano chiaro: aumentano i giovani che fanno uso e che si rivolgono al SerD. Lo stesso osservatorio riferisce la riduzione del lavoro di strada e di prevenzione, lanciando l’allarme sui comportamenti di consumo dei ragazzi più giovani.



    Questa città è stata per anni un modello per tutta Italia per la gestione del fenomeno: aveva uno dei servizi meglio organizzati per far fronte in strada al problema. Il Comune che governa la città ha affrontano in questi anni il problema solo dal lato della repressione. È necessario invece con assoluta urgenza investire sul campo dei servizi sociali e sanitari, con una grande campagna di informazione e prevenzione sul territorio, con un approccio diverso rispetto alle varie zone che certamente presentano rischi diversi. I giovani e i giovanissimi sono sempre più soli e purtroppo stanno perdendo la vita in questi anni».“

    VeneziaToday - cronaca e notizie da Venezia

  8. #8

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Migranti, Ocean Viking chiede porto sicuro: 118 a bordo

    Migranti, Ocean Viking chiede porto sicuro: 118 a bordo.


    lunedì, 29, giugno, 2020



    La nave Ocean Viking, battente bandiera norvegese, “è in stand-by tra Malta e Italia da domenica mattina”. “Finora, non abbiamo ricevuto risposta dalle autorità marittime alle 2 richieste di un porto sicuro per fare sbarcare 118 persone soccorse il 25 giugno”. Lo scrive la Ong Sos Mediterranee su Twitter.

    Intanto “Alle 6.20 di questa mattina la nave Mare Jonio ha soccorso 43 persone, tra cui donne e minori, a circa 40 miglia a nord di Zuara (Libia)”. E’ quanto scrive su Twitter Mediterranea Saving Humans. “Erano a bordo di un’imbarcazione piena d’acqua e sovraccarica, a rischio di affondare – scrive la ong su Twitter -. Adesso sono sani e salvi sulla nostra nave. Benvenuti!”.

  9. #9

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Migranti, Sea Wath: decolla aereo per documentare “violazioni di diritti umani”

    Migranti, Sea Wath: decolla aereo per documentare “violazioni di diritti umani”.


    lunedì, 29, giugno, 2020


    “Seabird decolla da Lampedusa per la sua prima missione!”. Così sui social Sea watch. “Il nostro nuovo aereo di ricerca è operativo a partire da oggi, Mentre Moonbird ha dovuto lasciare l’isola per lavori di manutenzione, effettuiamo le nostre ricerche con Seabird su un’ampia area del Mediterraneo centrale” – spiega Sea watch

    “Con il nostro nuovo aereo potremo restare attivi ancora più a lungo per individuare imbarcazioni in difficoltà, prestare assistenza nelle operazioni di soccorso e, nei casi più sfortunati, documentare le sempre più frequenti violazioni di diritti umani”.

  10. #10

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    15,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1083 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Bologna: carabiniere investito dai ladri, è grave

    Bologna: carabiniere investito dai ladri, è grave.


    lunedì, 29, giugno, 2020




    Un carabiniere di 48 anni è stato investito, stanotte, intorno alle 4, da un’auto in fuga nella zona di Mordano, nell’Imolese. Ora è ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna in prognosi riservata, anche se non sarebbe in pericolo di vita: ha riportato un forte trauma cranico e diverse contusioni.


    A bordo della vettura c’erano quattro uomini che, poco prima, avevano tentato una spaccata a Lugo, nel Ravennate. I militari avevano allestito un posto di blocco per intercettarli: due sono scappati a piedi mentre gli altri sono rimasti a bordo. L’auto, dopo aver fatto finta di fermarsi, è ripartita investendo il carabiniere. Un veicolo simile, un’Alfa Romeo 159, rubata venerdì a Imola, è stata poi incendiata in via Rivani a Bologna.

    I due sono ricercati per tentato omicidio. I carabinieri sono alla caccia di tutti i membri della banda. adnk

Accedi