Il concorso di colpa esistenziale. - Pagina 3
Franklin si mangia Legg Mason nella lotta per sopravvivere ad avanzata fondi passivi a basso costo
Colpo grosso nel mondo del gestito. Franklin Templeton ha annunciato l’acquisizione di Legg Mason in un’operazione in contanti del valore di 4,5 miliardi di dollari. Franklin Templeton pagherà 50 dollari …
Etf: afflussi rallentano a inizio 2020 complice coronavirus, l’azionario è l’asset class più gettonata
Gli ETF europei hanno registrato afflussi per 11,6 miliardi di euro a gennaio 2020. Lo si legge nel “Money Monitor January 2020?, un?analisi approfondita pubblicata da Lyxor ETF Research, rivolta …
Ops di Intesa SanPaolo manda in orbita Ubi Banca: titolo +24%. Italia apre danze risiko bancario in Europa
Nozze Intesa SanPaolo-Ubi Banca, con ripercussioni su Bper, Unipol e UnipolSai: come la vedono gli analisti? Nel caso in cui l’Ops (offerta pubblica di scambio) di Intesa SanPaolo si dovesse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di cocorito
    Data Registrazione
    Nov 2004
    Messaggi
    23,050
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    26 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Mattra Visualizza Messaggio
    Sono ragionamenti partoriti da chi ha la mafia dentro.

    Non esiste alcun "concorso di colpa esistenziale" in uno stato di diritto.
    concordo
    se applichi il concorso di colpa esistenziale allora è normale che uno che abbia una ricchezza superiore a quella del cittadino medio venga derubato o rapinato da persone più povere di lui. se uno sposa una bella ragazza non può lamentarsi se gli fa le corna o se qualcuno la stupra, etc
    il caso citato prima dei due blogger australiani, arrestati in iran per aver violato una legge iraniana è paragonabile ad uno che vada in francia a rapinare una banca e venga arrestato dalla polizia, non ad uno che lascia il rolex su un'auto a quartoggiaro

  2. #22
    L'avatar di Zedemel
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Messaggi
    127,513
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7346 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da enjoyash Visualizza Messaggio
    Ma non si giustifica un bel niente, si dice semplicemente che certi comportamenti, in sé leciti, sono imprudenti e come tali agevolano i delinquenti. Delinquenti che rimangono tali sia che siano agevolati, sia che siano ostacolati dalla potenziale vittima.

    Per fare un altro esempio banale, se lasci l'auto in un posto malfamato di una città qualsiasi con una bel iphone X in bella vista sul cruscotto, e ti spaccano i vetri e te lo fregano, se poi qualcuno ti dice che te la sei cercata, che sei stato un pollo, ecc., tu ti offenderesti? Non credo, mi daresti ragione e non credo che si offenderebbe nessuno.

    invece guai a dirlo alla ragazza ubriaca vestita in modo sexy che gira di notte con un magrebino sconosciuto e che viene stuprata.
    E perché?
    Perché in questo secondo caso sono coinvolte non solo cose (l'auto e il telefonino), ma anche persone e in particolare donne e immigrati di colore, verso i quali una parola che non sia solo di bontà e vicinanza viene subito vista come razzismo e sessismo.
    quello che volevo dire è che la cosa cambia in base a chi lo dice e al suo ruolo. Se sei in un "ruolo pubblico" non puoi dire te la sei cercata, perchè un furto non va bene in nessun quartiere. Se tu fossi un poliziotto e tra me e te ci diciamo se l'è cercata, ci può stare, se poi come poliziotto lo andassi a dire per esempio in tv, è come alzare bandiera bianca.

  3. #23
    L'avatar di enjoyash
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    19,141
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    9170 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da frankyone Visualizza Messaggio
    beh dai son stati rilasciati dopo 3 mesetti di detenzione in un simpatico carcere iraniano

    Rilasciati dall’Iran i due blogger australiani arrestati a luglio per aver fatto volare un drone senza permessi - Corriere.it

  4. #24
    L'avatar di enjoyash
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    19,141
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    9170 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Zedemel Visualizza Messaggio
    quello che volevo dire è che la cosa cambia in base a chi lo dice e al suo ruolo. Se sei in un "ruolo pubblico" non puoi dire te la sei cercata, perchè un furto non va bene in nessun quartiere. Se tu fossi un poliziotto e tra me e te ci diciamo se l'è cercata, ci può stare, se poi come poliziotto lo andassi a dire per esempio in tv, è come alzare bandiera bianca.
    ok, si su questo ci posso anche stare. Il ragionamento è sottile e il 90% delle persone non lo capisce.
    Però è altrettanto vero che il 90% delle persone cerca di evitare il concorso di colpa esistenziale, adottando precauzioni per difendersi da situazioni potenzialmente pericolose.
    Il furto è vietato, ma non per questo molte persone non installano inferriate, allarmi e porte blindate, non legano la bicicletta o lo scooter con una catena e non evitano di girare di notte da soli (specie le donne) in quartieri pericolosi.

    La polizia stessa consiglia caldamente di ostacolare i ladri, evitando quindi il concorso di colpa esistenziale:

    Siamo in piena estate e tra chi parte cresce il pericolo di ritornare a casa e trovare l'abitazione svaligiata dai ladri. Come difendersi? Quali regole vanno seguite per rendere difficile la vita dei delinquenti? Ci sono alcuni accorgimenti che è bene tenere presenti, anche se a volte è necessario solo un po' di buon senso.
    Ad esempio scegliete con un po' di inventiva i posti dove nascondere oggetti di valore, e fotografateli, perché in caso di furto o di rapina, dopo la denuncia, saranno inseriti nella bacheca online, per facilitarne il ritrovamento.

    Ma ricordate anche, quando siete assenti, di farvi ritirare da qualcuno la posta e la pubblicità accumulata nella cassetta ed evitate di lasciare messaggi sui social network (ad esempio facebook) che svelino i vostri programmi di viaggio.
    È sempre utile lasciare una o più luci accese e di rendere sicure porte e finestre. E se rientrando trovate la porta di casa accostata, non entrate! Potrebbero esserci i ladri nell' appartamento. Se avete qualsiasi dubbio, chiamate sempre il 113.
    Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto recente. Utilizza lo spioncino prima di aprire.
    Se puoi installa in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento.
    In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste, con serrature di sicurezza recenti e che lo spazio tra le sbarre sia minimo.
    Se l'interruttore della luce è all'esterno, proteggilo con una cassetta metallica chiusa a chiave per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.
    E' meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore.
    Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.
    Se sei in casa chiudi la porta con la chiave. Puoi anche tenere la porta protetta con il paletto o con la catena di sicurezza.
    Se ti senti in pericolo chiama subito il 113 o il numero unico d'emergenza 1 1 2 .

    Se hai bisogno della riproduzione di una chiave e non puoi farlo personalmente incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.
    Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura.
    Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.
    Non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme.


    Per brevi periodi

    Lascia qualche luce accesa, la radio, l'impianto stereo o il televisore in funzione. Ci sono in commercio anche spine con timer per programmare accensione e spegnimento di una lampada
    Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
    Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno.
    Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
    Sensibilizza anche i vicini affinché ci sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113 o il numero unico d'emergenza 1 1 2
    Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare azioni avventate e telefona subito al 113 o al numero unico d'emergenza 1 1 2
    Per lunghi periodi

    Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze. Evita di pubblicare su social network (Facebook o altri) i tuoi programmi di viaggio poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili;
    Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione.
    Evita l'accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla durante la tua assenza.
    Non divulgare la data del tuo rientro e, anche nella segreteria telefonica, non fornire informazioni specifiche sulla tua assenza.

  5. #25
    L'avatar di Gigirock1
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    45,980
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    9172 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Articolo corretto, va solo precisato che questo non deve diminuire la pena al colpevole ma solo ammonire la vittima.

  6. #26
    L'avatar di Zedemel
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Messaggi
    127,513
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7346 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da enjoyash Visualizza Messaggio
    ok, si su questo ci posso anche stare. Il ragionamento è sottile e il 90% delle persone non lo capisce.
    Però è altrettanto vero che il 90% delle persone cerca di evitare il concorso di colpa esistenziale, adottando precauzioni per difendersi da situazioni potenzialmente pericolose.
    Il furto è vietato, ma non per questo molte persone non installano inferriate, allarmi e porte blindate, non legano la bicicletta o lo scooter con una catena e non evitano di girare di notte da soli (specie le donne) in quartieri pericolosi.
    Ma infatti mi sembra più fastidioso quando il politically correct comincia a sentirsi magari in una pizzata tra amici, o tra colleghi di lavoro, etc., rispetto appunto se lo fa un politico, un'autorità, una persona con eco mediatico.

  7. #27
    L'avatar di Il Cambiavalute
    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    1,230
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    559 Post(s)
    Potenza rep
    27706754
    L'introduzione di questo concetto
    è una palese limitazione alla libertà
    individuale ed un evidente vulnus
    allo stato di diritto.

  8. #28
    L'avatar di enjoyash
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    19,141
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    9170 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Il Cambiavalute Visualizza Messaggio
    L'introduzione di questo concetto
    è una palese limitazione alla libertà
    individuale ed un evidente vulnus
    allo stato di diritto.
    lo Stato di diritto ti obbliga ad usare cinture di sicurezza e casco, anche se servono solo alla tua salute, perché statisticamente, usandoli, in caso di incidente ci si fa meno male e tutta la comunità ne ha un vantaggio (meno spese mediche, meno risarcimenti assicurativi, meno orfani).
    Quest'obbligo è la traduzione in norma cogente del principio del concorso di colpa esistenziale.

    I consigli della Polizia per difendersi dai ladri, sono ancora solo consigli che si basano sullo stesso principio. Se un domani lo Stato obbligasse i cittadini a dotarsi tutti di allarme in casa, per ridurre i furti (e quindi l'attività e i costi connessi alla polizia e giustizia), tu diresti che è lo Stato di diritto e non una limitazione della libertà?

  9. #29
    L'avatar di Redroom
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    14,121
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4100 Post(s)
    Potenza rep
    42520187
    Citazione Originariamente Scritto da enjoyash Visualizza Messaggio
    quello a cui ti riferisci tu è il concorso di colpa in senso giuridico; nel codice civile è proprio previsto che il creditore si veda ridotto il suo credito se, per sua colpa, ha concorso a cagionare o ad aggravare il danno.

    Qui il concorso di colpa in senso giuridico non c'entra. E' evidente che la ragazza violentata o l'automobilista derubato non hanno nessuna colpa, giuridicamente parlando, del danno subito, perché il furto e lo stupro sono tali e quali a prescindere dalle condizioni di luogo, tempo e dalle altre circostanze in cui si verificano. Queste circostanze sono però rilevanti eccome dal punto di vista logico razionale, perché quelle circostanze in cui si mette incautamente la vittima, determinano notoriamente un notevole aumento di probabilità di subire un danno.
    Infatti si parla di concorso di colpa esistenziale, nel senso spiegato dall'articolo di Albanesi.
    Questo mi pare un discorso un po' ipocrita: si il colpevole va punito severamente... eh ma la vittima poteva stare attenta... Bisognerebbe avere il coraggio di dire, ad esempio: se violento una ragazza ubriaca e in minigonna ho diritto allo sconto di pena e lei a una multa per avermi provocato. Accetterei piu' questo punto di vista, chiaro, netto, anche se non mi trova d'accordo. Qui invece si cerca di salvare capra e cavoli perche' non parliamo di ridurre le pene al carnefice ne' di aumentarle alla vittima, solo una predica moraleggiante che non porta a nessun atto concreto per migliorare le cose.
    Il concetto sopra della minigonna esiste gia' nelle nostre leggi sotto forma di attenuanti e aggravanti. Per esempio se lascio la porta aperta di casa e mi rubano il televisore e' furto, se per entrare rompono la porta e' furto con scasso, peggiore. Quindi significa che a parita' di furto la mia negligenza nel lasciare la porta aperta comporta uno sconto di pena al ladro. La logica conclusione dello stupro in minigonna e' la stessa, basta avere il coraggio di dirlo chiaramente.

  10. #30
    L'avatar di cocorito
    Data Registrazione
    Nov 2004
    Messaggi
    23,050
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    26 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da enjoyash Visualizza Messaggio
    lo Stato di diritto ti obbliga ad usare cinture di sicurezza e casco, anche se servono solo alla tua salute, perché statisticamente, usandoli, in caso di incidente ci si fa meno male e tutta la comunità ne ha un vantaggio (meno spese mediche, meno risarcimenti assicurativi, meno orfani).
    Quest'obbligo è la traduzione in norma cogente del principio del concorso di colpa esistenziale.

    I consigli della Polizia per difendersi dai ladri, sono ancora solo consigli che si basano sullo stesso principio. Se un domani lo Stato obbligasse i cittadini a dotarsi tutti di allarme in casa, per ridurre i furti (e quindi l'attività e i costi connessi alla polizia e giustizia), tu diresti che è lo Stato di diritto e non una limitazione della libertà?
    l'obbligo della cintura di sicurezza è solo una limitazione della libertà personale con la scusa della riduzione dei danni alla comunità, che poi è solo una riduzione di spesa

Accedi