Il Qe mette in crisi Svezia e Danimarca: il Nord Europa si scopre più povero
Tecnologia a prova di Covid-19: i titoli più sottovalutati sul price/book value (P/Bv)
In linea con i due articoli dedicati al settore delle Utilities e dell?HealthCare europeo, vi proponiamo uno studio sui titoli del settore tecnologico europeo mirato ad evidenziare quelli che sono …
FCA prepara la ripartenza produttiva in Italia, i punti dell’accordo con i sindacati
Fiat Chrysler Automobiles ha siglato oggi un accordo con le organizzazioni sindacali nazionali FIM-CISL, UILM-UIL, FISMIC, UGLM, AQCFR e FIOM-CGIL per attuare in tutte le proprie sedi italiane ogni possibile …
Chiusura Piazza Affari: marcia in più per Enel e Fca, male Telecom. Pasqua incombe e Borsa riaprirà il 14
Piazza Affari archivia l’ultima seduta prima della pausa per Pasqua con un convinto rialzo. L’indice Ftse Mib segna un progresso dell’1,39% in area 17.621 punti. In attesa dei responsi che …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di pasquino
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    52,289
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    42949686

    Exclamation Il Qe mette in crisi Svezia e Danimarca: il Nord Europa si scopre più povero

    Il Qe mette in crisi Svezia e Danimarca: il Nord Europa si scopre più povero

    Copenhagen come Stoccolma è impegnata nella difesa della divisa locale: a gennaio ha registrato il nuovo record di riserve in valuta estera dopo aver abbassato quattro volte i tassi da inizio anno

    di GIULIANO BALESTRERI e RAFFAELE RICCIARDI


    09 marzo 2015

    (ansa)
    MILANO - Dopo la Svizzera, è la volta di Danimarca e Svezia. Il Quantitative easing lanciato dalla Bce, che da oggi fino al settembre 2016 inietterà nell'economia europea 60 miliardi di euro al mese, mette in crisi le grandi banche centrali del Nord: da Copenhagen a Stoccolma gli economisti si chiedono come difendere le proprie valute dalla svalutazione dell'euro.

    Per la Danimarca il problema è immediato: in base agli accordi con la Ue il cambio con l'euro non può oscillare più del 2,25%. A un deprezzamento della moneta unica deve quindi seguire quello della corona e viceversa. Per Stoccolma, invece, il problema è legato alla deflazione in cui è caduto il paese che ha bisogno di spingere i consumi per poter ripartire. Di certo, oggi, il ricco nord Europa si scopre più povero per una svalutazione "imposta" dalla debolezza dell'euro.

    La prima ad alzare bandiera bianca era stata la Svizzera che lo scorso 15 gennaio ha annunciato l'addio a quota 1,2 contro l'euro: troppo caro per la Banca centrale elvetica difendere la parità, acquistando valuta estera per un Paese che non vuole mettere in crisi il proprio bilancio. La situazione è diametralmente opposta a quella dell'Eurozona che ha bisogno di svalutare l'euro per spingere l'export, i consumi e l'occupazione.

    Adesso sono molti gli economisti che si chiedono quale possa essere il prossimo Paese a seguire le orme delle Svizzera. La Danimarca è il primo indiziato: da inizio anno la Banca centrale ha già tagliato quattro volte i tassi d'interesse portando quello sui depositi delle banche a -0,75%. A gennaio, inoltre, è stato registrato un incremento a livelli record delle riserve in valuta estera. Dal 1999, infatti, la valuta danese è agganciata all'euro con un intervallo di oscillazione teorica del 2,25%, che di fatto però non ha mai superato l'1%, cosa che si traduce in un rapporto di cambio che in genere viaggia poco lontano da quota sette: oggi con un euro si comprano 7,4 corone.

    Il maxi programma di acquisto di titoli soprattutto pubblici è destinato a deprezzare ulteriormente la valuta europea: gli addetti ai lavori si chiedono fino a che punto la Danimarca sarà in grado di sostenere l'impegno preso con Bruxelles. Anche perché l'eventuale allargamento della banda di oscillazione andrebbe discusso con l'Unione europea: la Danimarca, infatti, non è entrata nell'euro, ma ha vincolato la propria valuta alla moneta unica all'interno di una banda di oscillazione, proprio come fanno - per almeno due anni - i paesi che chiedono di aderire alla valuta comunitaria.



    L'andamento del cambio tra la corona danese e l'euro, dall'annuncio del Qe


    Non c'è solo la Danimarca a lottare strenuamente. Parlando sempre di corone, anche la Svezia ha fatto di tutto per tenere basso il livello della valuta. Quella di Stoccolma, ad esempio, è stata una delle Banche centrali più attive recentemente: ha portato il tasso di rifinanziamento principale in terreno negativo (-0,1%) e non è escluso che possa agire di nuovo. Ha anche lanciato un proprio piano di Qe, senza precedenti nella storia del Paese nordico. Come ricordano a Bloomberg, infatti, dalla metà di febbraio la corona svedese ha guadagnato il 5% verso l'euro, che si è indebolita con l'approssimarsi del Qe. Eppure, per dirla con le parole del vice governatore Per Jansson, alla Riksbank (Banca centrale) hanno accolto "con disappunto" l'evoluzione recente del cambio.

    Secondo la principale banca scandinava attiva sul Forex, la Seb, la soglia di 9 corone per 1 euro è quella indicativa della necessità di agire di nuovo: ormai ci siamo. Il problema della Svezia è che in queste condizioni non riesce a risollevare la dinamica dei prezzi verso il target del 2%, che condivide con la Bce: a gennaio l'inflazione è scesa dello 0,2% e solo due delle ultime 13 rilevazioni hanno mostrato una crescita annua dei prezzi. Al board del prossimo 29 aprile potrà prendere le contromisure necessarie.




    L'andamento del cambio tra la corona svedese e l'euro, dall'annuncio del Qe
    Condividi


    Il Qe mette in crisi Svezia e Danimarca: il Nord Europa si scopre più povero - Repubblica.it

  2. #2

    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    5,236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1950 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il vantaggio per la maggior parte delle persone, quelle con reddito fisso, dall' aumento dell' inflazione fino al 2% causa qe? Perché a me sembra la solita in,culata

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    33,602
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3942 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da chiesa2 Visualizza Messaggio
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il vantaggio per la maggior parte delle persone, quelle con reddito fisso, dall' aumento dell' inflazione fino al 2% causa qe? Perché a me sembra la solita in,culata
    con la deflazione spariranno altri milioni di posti di lavoro
    e la spesa pubblica diventa insostenibile
    ti basta?

  4. #4

    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    11,011
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1105 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da chiesa2 Visualizza Messaggio
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il vantaggio per la maggior parte delle persone, quelle con reddito fisso, dall' aumento dell' inflazione fino al 2% causa qe? Perché a me sembra la solita in,culata
    Il vantaggio è che era meglio quando c'era l'inflazione al 19% con i tassi al 16% di adesso che ci sono i tassi all'1 o al 2 e l'inflazione allo 0. Prima era sostenibile per lo Stato e di riflesso per il sistema economico, ora no. Il danno con l'alta inflazione ce l'hanno i detentori di capitale, il danno con la bassa inflazione paradossalmente ce l'hanno proprio i salariati, anche se la pagano quasi totalmente quelli che perdono il lavoro.

    Di fatto i salariati italiani con la bassa inflazione si sono trovati una perdita del potere di acquisto, negli anni di inflazione rampante c'era un aumento continuo del potere di acquisto.

    In Germania il discorso è diverso perchè hanno sempre avuto un'inflazione più alta della nostra e maggiore dei loro tassi. Ecco perchè non è sostenibile avere una moneta in comune, si generano queste assurdità.

  5. #5

    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    3,745
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    che articolo pieno di sciocchezze

    allora...
    il principio è che un popolo è ricco se la sua moneta è forte, giusto?
    bene, si dice che siccome l'euro inflaziona (stoca ma facciamo finta...) allora devono svalutare pure loro...

    scusa ma perchè?
    se non svalutano rispetto all'euro finisce che, senza fare niente, la loro coroncina si rivaluta e diventano più ricchi, sempre se il concetto nell'articolo corrisponde a verità (non corrisponde ma loro sembrano crederci quindi io accetto la cosa per buona)

    la soluzione?
    semplicissima, danesi, svedesi, NON SVALUTATE, approfittate della rivalutazione delle vostre monete nei confronti dell'euro che vi ha resi più ricchi, godetene, non svalutate KOG.LIONI!!

    è tanto semplice

  6. #6

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    31,483
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    10146 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da thegryfus Visualizza Messaggio
    Citazione Originariamente Scritto da chiesa2 Visualizza Messaggio
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il vantaggio per la maggior parte delle persone, quelle con reddito fisso, dall' aumento dell' inflazione fino al 2% causa qe? Perché a me sembra la solita in,culata
    Il vantaggio è che era meglio quando c'era l'inflazione al 19% con i tassi al 16% di adesso che ci sono i tassi all'1 o al 2 e l'inflazione allo 0. Prima era sostenibile per lo Stato e di riflesso per il sistema economico, ora no. Il danno con l'alta inflazione ce l'hanno i detentori di capitale, il danno con la bassa inflazione paradossalmente ce l'hanno proprio i salariati, anche se la pagano quasi totalmente quelli che perdono il lavoro.

    Di fatto i salariati italiani con la bassa inflazione si sono trovati una perdita del potere di acquisto, negli anni di inflazione rampante c'era un aumento continuo del potere di acquisto.

    In Germania il discorso è diverso perchè hanno sempre avuto un'inflazione più alta della nostra e maggiore dei loro tassi. Ecco perchè non è sostenibile avere una moneta in comune, si generano queste assurdità.
    Affermi l'esatto contrario della realtà

  7. #7
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    48,678
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    5849 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Ancorare il cambio della propria valuta a una straniera più grossa è sempre fonte di guai
    Danimarca, Svezia e Svizzera devono lasciare libera la loro moneta o adottare direttamente l'euro
    il peg fa danni

  8. #8
    L'avatar di Zedemel
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Messaggi
    128,089
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7699 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    ma la moneta non era neutra rispetto all'economia reale?

  9. #9
    L'avatar di Zedemel
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Messaggi
    128,089
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    7699 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da chiesa2 Visualizza Messaggio
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il vantaggio per la maggior parte delle persone, quelle con reddito fisso, dall' aumento dell' inflazione fino al 2% causa qe? Perché a me sembra la solita in,culata
    esatto... se sale l'inflazione e non fanno salire gli stipendi in proporzione è solo un'in,culata.

  10. #10
    L'avatar di oneone
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    48,678
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    5849 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    l'inflazione in italia serve per tagliare le pensioni senza tagliarle formalmente

Accedi