Live meeting: come realizzare un portafoglio Etf con Moneyfarm - Pagina 3
Raggiunta intesa parziale Usa-Cina su commercio, mercati sorvolano le minute di Bce e Fed
Lasciati per il momento da parte i timori di un rallentamento globale dopo l?ultima tornata di dati macroeconomici deboli sulla salute dell?economia americana ed europei, i mercati azionari hanno ripreso …
Guerra commerciale: toni trionfanti di Trump su intesa Usa-Cina, ma analisti Wall Street scettici
Più una tregua che non l’imminente fine della guerra commerciale di cui Donald Trump si sta vantando: così la maggior parte degli analisti di Wall Street descrive l’intesa tra Usa …
Mercati di frontiera: chi sono e cosa hanno in più rispetto agli emergenti
La nuova sfida per gli investitori si chiama mercati di frontiera. Nuove aree geografiche, confinate fino a pochi anni fa alla periferia dei mercati globali e accessibili solo a operatori …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    53
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    26276
    Buon pomeriggio MoneyF,

    In un contesto come quello attuale gli ETF long a leva stanno garantendo interessanti ritorni. In un portafoglio abbastanza aggressivo qual è il peso giusto da dare a questa tipologia di ETF?

    grazie

  2. #22
    L'avatar di MoneyFarm
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,257
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    467 Post(s)
    Potenza rep
    21791879
    Citazione Originariamente Scritto da heyman Visualizza Messaggio
    Spett. Moneyfarm
    Ho un quesito da porvi..
    sta aumentando l'offerta di ETF con copertura dal rischio cambio. Oltre alle valutazioni strategiche, sono in grado di offrire la stessa qualità a livello di spread e tracking error di quelli a replica tradizionale?
    Grazie per la domanda. Tendenzialmente la risposta è no. La qualità infatti dipende sempre molto dalla tipologia di replica dell'ETF se sintetica o fisica e dalla modalità e strumenti utlizzati per fare la copertura. In genere la copertura dal rischio di cambio viene fatta con una cadenza mensile o settimanale che potrebbe portarli a scostarsi maggiormente rispetto agli ETF tradizionali. Dall'altro lato però sono secondo noi comunque uno strumento interessante e da valutare che in certe situazioni (vedi giappone) avrebbe dato ottimi risultati.

    A presto, Giovanni.

  3. #23

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    53
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    26276
    Sta crescendo l'offerta di ETF legati a indici non a capitalizzazione di mercato, in particolare sento molto parlare di quelli low volatility. Li consigliate?

  4. #24
    L'avatar di MoneyFarm
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,257
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    467 Post(s)
    Potenza rep
    21791879
    Citazione Originariamente Scritto da nexvox Visualizza Messaggio
    Sarei interessato ad utilizzare ETF per le seguenti necessità:
    - evitare una eccessiva esposizione verso Italia, in particolare obbligazionario bancario;
    - differenziare il portafoglio con titoli obbligazionari stranieri;
    - accedere a titoli obbligazionari high yeld;
    - differenziare il portafoglio con titoli di altri comparti e di economie non europee.

    In particolare ritengo gli ETF utili nel mio caso poichè il costo informativo per realizzare in proprio un portafoglio del genere è da me ritenuto troppo elevato.
    Grazie per l'osservazione. Gli etf sono assolutamente lo strumento giusto per diversificare un portafoglio con costi di transazione bassi e evitare una esposizione eccessiva ai mercati domestici (cosidetto Home Bias). Esistono ETF obbligazionari che permettono di avere una esposizione diversificata globalmente, per rating e per area valutaria, investment grade o high yield. In ogni caso la scelta di un etf obbligazionario richiede una competenza professionale non sempre indifferente, poichè occorre saper valutare il rischio creditizio dei titoli presenti nel paniere, il rischio valutario e l'esposizione al rischio tasso (duration). Detto questo sicuramente procedere nella direzione di un portafoglio diversificato per aree geografiche, valute etc e' la scelta giusta.


    A presto, Giovanni

  5. #25

    Data Registrazione
    Apr 2001
    Messaggi
    374
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    L'oro e le commodity in generale stanno soffrendo molto, nei vostri portafogli a quali ETC affidate più spazio nell'attuale contesto?

  6. #26

    Data Registrazione
    Apr 2001
    Messaggi
    374
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Approfitto della sua preziosa presenza per farle un'altra domanda...

    Personalmente ritengo che il trend di crescita del dollaro è destinato a perdurare quest'anno. Quali ETF ritenete più idonei a cavalcare questo movimento?

  7. #27
    L'avatar di MoneyFarm
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,257
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    467 Post(s)
    Potenza rep
    21791879
    Citazione Originariamente Scritto da carlo_paramatti Visualizza Messaggio
    Eg. dott. Daprà

    Nella costruzione dei portafogli quali sono i trend che seguite?

    Grazie

    Carlo
    Grazie per la domanda. La struttura dei portafogli è fatta una volta all'anno con il processo che noi chiamiamo Strategic Asset Allocation dove andiamo a valutare i rendimenti attesi delle singole Asset Class inquadrando il quadro macro-economico di riferimento sul medio/lungo periodo. Durante l'anno vengono poi ribilanciati e aggiustati, sottopesando e sovrappesando gli investimenti, in base ai trend di breve periodo e aiuta ad evitare errori nella gestione del portafoglio chiamato Asset Allocation Tattica.

    In generale noi guardiamo i trend macro economici e fondamentali senza pero tralasciare quelli che sono i movimenti tecnici dettati dai flussi e dinamiche di supply & demand del mercato.

    Se vuoi approfondire qua cè il link alla spiegazione piu dettagliata del nostro processo d'investimento e a breve rilasceremo un paper dove entriamo ancora più in dettaglio su quali sono i nostri cosidetti "belief" e cosa guardiamo quando prendiamo le decisioni.

    https://www.moneyfarm.com/perche-mon...o-investimento

    A presto, Giovanni.

  8. #28

    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    800
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Con mercati poco volatili l'effetto compounding è decisamente mitigato nei prodotti a leva. Li si può ritenere anche un'opzione per investimenti di medio termine?

  9. #29
    L'avatar di MoneyFarm
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,257
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    467 Post(s)
    Potenza rep
    21791879
    Citazione Originariamente Scritto da heyman Visualizza Messaggio
    Una domanda d'attualità visto la costante evoluzione del settore in cui operate.

    Quale è, secondo lei, il futuro della consulenza finanziaria in Internet in Italia?
    Grazie per la domanda. Secondo noi il futuro della consulenza finanziaria sarà sempre più orientato verso modelli internet-based. La consulenza su internet vedrà una continua crescita mano a mano che si diffonderà la cultura finanziaria e tecnologica nel paese. Per questo ci stiamo impegnando in prima linea e siamo convinti che l'aumento di efficienza creera grande valore per il sistema e, sopratutto, per i risparmi degli Italiani.

    Siamo poi certi che nella consulenza finanziaria, internet o non, verranno premiati dalla clientela modelli indipendenti e realmente senza conflitti di interessi, come il nostro.

    A presto, Giovanni.

  10. #30
    L'avatar di MoneyFarm
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,257
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    467 Post(s)
    Potenza rep
    21791879
    Citazione Originariamente Scritto da BuyInMay GoAway Visualizza Messaggio
    Con mercati poco volatili l'effetto compounding è decisamente mitigato nei prodotti a leva. Li si può ritenere anche un'opzione per investimenti di medio termine?
    Grazie per la domanda. Nel medio lungo termine gli etf a leva presentano alcune inefficienze nel modo in cui sono costruiti, ma se ben utilizzati possono comunque permettere di implementare view di mercato specifiche con minor capitale. A presto, Giovanni

Accedi