Agora Investments SGR torna in live meeting su FOL - Pagina 3
BTP Italia tornerà a far breccia tra le famiglie? Emissione al via tra tante certezze e qualche incognita
Tutto pronto per il Btp Italia. Il collocamento della quindicesima emissione del titolo di stato indicizzato all?inflazione (FOI meno tabacchi) dedicato ai piccoli risparmiatori italiani avrà luogo dal 21 al …
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Dott. Ceccaroni buongiorno.

    Perchè i suoi fondi hanno performance non propriamente "brillanti"?

    Agora Investments SGR Spa

    Contesto storico? Mancanza di ricerca e sviluppo?Sfortuna?

    Grazie se vorra rispondere

  2. #22
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da vwpower Visualizza Messaggio
    salve, quali sono le prospettive di piazza affari per il 2013, considerando che si sono le elezioni politiche a marzo/aprile?
    Pensa che il titolo Generali possa essere una interessante opportunità di investimento grazie al nuovo capo, tale Mario Greco, già pifferaio magico per i titoli Ras negli anni che furono?

    grazie per le risposte
    Direi che da un po' di tempo la borsa italiana segue l'andamento del rischio sovrano, ossia le vicissitudini della zona euro, del debito pubblico ecc.
    Con le banche che fanno da battistrada. Temo che rimarra' questa tendenza, poiché le banche italiane (e spagnole, irlandesi ecc.) hanno fatto il pieno di titoli di stato del proprio Paese, aumentando la leva ed i rischi di portafoglio. Forse faranno un buon bilancio nel 2012, ma sono soggette ai destini del debito sovrano (non proprio un comportamento prudente). La borsa idem.
    Sarei alquanto cauto. Non vedo ulteriori margini di compressione dei rendimenti dei Bot, Btp ecc. né dello spread con i paesi "core".

  3. #23
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da wall-y Visualizza Messaggio
    salve,
    volevo chiederle se pensate:
    1)che le commodity abbiano ancora spazio x un ulteriore rialzo e se si, su quali siete posizionati.
    2)se puntate sulle infrastrutture dei paesi emergenti
    3)se puntate anche sui consumi dei paesi emergenti
    grazie
    Salve, non siamo specializzati sui mercati emergenti, quindi non mi sento titolato a darle un parere qualificato. Mi faccia solo dire che il comparto è, per così dire, "affollato", ossia molti vi hanno puntato e non da oggi, pertanto c'è sempre il pericolo di entrare al momento sbagliato. Oppure quando gli investitori meglio informati stanno uscendo.
    Attenzione ad avventurarsi in comparti che non si conoscono bene. Io seguo sempre questa regola.

  4. #24
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da andrea64 Visualizza Messaggio
    Vorrei sapere quale percentuale date all'ipotesi di una rottura dell'euro e ritorno alla lira italiana svalutata?Il vostro fondo Agoraflex mi pare sia ricco di titoli di stato italiani e penso non creda all'ipotesi di una rottura dell'euro.
    Bella domanda, richiederebbe un paio d'ore per la risposta.
    Intanto le premetto che in Agoraflex trova zero titoli di stato italiani (al momento e a questi livelli di rendimento per noi poco interessanti).

    Quanto alla rottura dell'euro, questo, essendo la moneta della Germania, credo che avrà lunga vita. Come spesso si dente dire: è irreversibile.
    E, aggiungo io, sarà anche una moneta forte, quindi attenzione a scommettere contro l'euro, magari comprando dollari.

    Quanto al fatto che i partecipanti all'euro rimangano 17, ne dubito alquanto. L'Italia, col suo debito pubblico non ancora stabilizzato ed una incertezza politica pressoché totale, è un'ottima candidata all'uscita dalla moneta unica, preceduta da Grecia e Spagna.

    Sicuramente torniamo sull'argomento nel prosieguo.

  5. #25
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Marchesone Visualizza Messaggio
    Buongiorno dott. Ceccaroni, stavo guardando i video introduttivi su FOL dove lei ha rimarcato di non considerare interessanti i titoli italiani agli attuali rendimenti ma contemporaneamente si è detto favorevole all’acquisto di schatz per proteggersi dall’eventuale uscita di Roma da Eurolandia: ritiene conveniente investire a zero (o addirittura prestare con rendimenti negativi) scommettendo su uno scenario, l’uscita dell’Italia dalla Zona Euro, che attualmente appare così poco realizzabile (anche alla luce della determinazione di evitare una Grexit)?
    Nei video cercavo di spiegare che i titoli a breve della Germania contengono una opzione gratuita: se tutto va bene mi ridanno il capitale investito in euro (senza interessi, rendono zero); se invece succede il crack - o l'Italia ridenomina in lire - allora i miei euro rimangono euro e - a meno di una rivalutazione della lira sull'euro - faccio un bel capital gain.
    Testa non perdo, croce vinco parecchio. Di solito queste scommesse si pagano. Noi l'abbiamo gratis.

    Poi è importante il timing, ossia fare la scommessa al momento giusto, senza sacrificare troppo rendimento. Ora non sembrerebbe un buon momento, in quanto sono tutti tranquilli, anzi "c'è luce in fondo al tunnell", come ha detto il premier. Infatti stiamo riducendo la quota di germania ed investendo in depositi bancari al 3% ed oltre. Non crediamo sia il caso di spingere sul rishio ora dopo il rally delle ultime settimane.
    Attendiamo eventi e sorprese, che non mancheranno.

  6. #26
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Marchesone Visualizza Messaggio
    Buongiorno dott. Ceccaroni, come reagirà Wall Street all’esito delle elezioni a stelle e strisce? Come valuta l’operato di Obama? Alla luce delle critiche dei repubblicani alla gestione Bernanke, la vittoria di Romney è destinata a spingere al rialzo il dollaro nonostante l’open-ended qe?
    Non pretendo di saperne abbastanza di elezioni USA. Mi pare però che per il meccanismo elettorale - contano gli Stati e non la maggioranza delle teste - Obama dovrebbe prevalere.

    Durante la presidenza Obama gli USA hanno continuato nella loro politica di consumi oltre i propri mezzi, hanno aumentato la loro posizione debitoria e il peso dello Stato nell'economia è cresciuto. Darei pertanto un voto negativo a Obama.

    Il fatto che Bernanke abbia annunciato QEIII un mese prima delle elezioni la dice lunga sull'indipendenza della Fed ed è un comportamento scandaloso e senza precedenti. Ma è un segno dei tempi.

  7. #27

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    338
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    45 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Gentile dott. Ceccaroni,
    la mia è una domanda un po' meno "tecnica":

    cosa consiglia Lei ad un ragazzo (tale sono) che si laurea tra pochi mesi in Economia (triennale) e ha una forte passione per i mercati finanziari, real estate e gestione del risparmio??

    Quali figure professionali richiede oggi maggiormente il mercato (gestione del rischio, investimenti, project ecc ec)??

    Meglio un master o una specialistica in finanza quantitativa? a risposta affermativa, quale consiglia Lei personalmente??

    Scusandomi a posteriore dell'argomento, saluto calorosamente!

  8. #28

    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,174
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    6 Post(s)
    Potenza rep
    26556965
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Ceccaroni Visualizza Messaggio
    La risposta richiede una buona sfera di cristallo....comunque la sua domanda mi consente di dire che dopo il recente rally - sia obbl. che azionario - i mercati a noi vicini hanno raggiunto delle valutazioni "piene" e pertanto meglio essere cauti. Direi che i pericoli maggiori vengono dalla situazione dell'eurozona, dove stiamo vivendo una fase apparentemente tranquilla ma dall'equilibrio instabile. certamente torniamo sulla questione durante questo Forum.
    Guardano i "fondamentali" non mi sembra proprio che le valutazioni attuali rispecchiano i reali valori.
    Vi sono titoli che valgono solo una frazione del loro patrimonio ed altri in cui il rapporto Utili/capitalizzazione è estremmente vantaggioso.

  9. #29
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Sal.Vi Visualizza Messaggio
    Gentile Dr.Alessandro buondì e grazie del suo tempo.
    Vorrei porle due domande, la prima sul rapporto Au/Cu (oro/rame) e la seconda sul settore casa U.S.A.

    Au/Cu - A fine settembre ho redatto dei grafici (fatti in casa) sulla situazione di tale ratio metallico sul lungo termine (>30y).
    Dal 2006 (circa 1 anno prima dello start dei ribassi sui listini azionari) l'oro si sta progressivamente (ed imponentemente in alcune fasi come 2008/2009) rafforzando rispetto Cu, una delle commodity metalliche industriali per eccellenza. I minimi del resto sono molto evidentemente crescenti.
    Dai grafici allegati, sembrerebbe che sia in procinto un nuovo e forse forte ramo rialzista (Au >> Cu); ciò ovviamente solo dopo il superamento (consistente & persistente) di quella linea orizzontale gialla, secondo la mia interpretazione.
    In caso affermativo (Au >> Cu) dobbiamo aspettarci una nuova fase 2008/2009 sull'azionario, oppure il ratio proposto potrebbe non funzionare più come in passato a causa di una perdita parziale della correlazione inversa ???

    House - Ad inizio ottobre ho notato che il settore case in U.S.A., da alcune settimane, mostra nuovamente segni di stress, ovvero sta nuovamente entrando in una fase di scarsa liquidità. Ciò l'ho valutato (qualitativamente) sulla base di due indicatori che seguo periodicamente:
    a) Median Number of Months on Sales Market for Newly Completed Homes (not Seas.Adj.) (grafico con sfondo nero);
    b) '' Median Number of Months on Sales Market for Newly Completed Homes (not Seas.Adj.) '' vs. '' All-Transactions U.S. House Price Index (not Seas.Adj.) '' [Chart 'A'] or vs. '' S&P Case-Shiller 10-City Home Price Index (Seas.Adj.) ''.
    Lei può confermarmi l'indicazione che ho letto da tali grafici oppure è forse prematura ???
    In caso di nuova fase di illiquidità del settore 'House U.S.', quale sarebbe lo scenario da attendersi su oro e azionario ???

    Grazie e chiedo scusa se sono risultato prolisso.

    Sa!Vi

    Mi scusi lei se le dico che l'analisi tecnica non è il mio forte e le commodities non fanno parte del mio universo investibile. Poi lei ne sa molto più di me sulla materia. Mi permetta di defilarmi. Saluti.

  10. #30
    L'avatar di Alessandro Ceccaroni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Junco71 Visualizza Messaggio
    Gentile sig. Ceccaroni

    Sono un trader "part time" (2-3 movimenti al mese) in procinto di abbandonare l'attività a causa degli scarsi risultati ottenuti negli ultimi anni.

    Pensavo di dirottare una parte dei miei risparmi in un conto di deposito oppure in un fondo comune di investimento che abbia un livello di rischio prossimo allo zero.

    Di quali vantaggi potrei godere scegliendo uno dei vostri fondi comuni (per es. l'Agora Cash) rispetto a parcheggiare la mia liquidità su un conto di deposito?
    I rendimenti dei Vs prodotti a basso rischio sono paragonabili a quelli dei conti di deposito?

    Grazie,

    Gianluca
    Intanto il riconoscere i propri errori è un ottimo punto di partenza per preservare il proprio capitale (perseverare diabolicum).

    Ottima la scelta dei conti di deposito. Stia attento alle clausole di uscita come penali ecc. o a non legarsi troppo a lungo (oltre sei mesi). Qualche banca dà anche il 3% sui conti correnti. Coi Bot tra l'1 e il 2% meglio un deposito.

    Quanto ai nostri fondi comuni, guardi la storia dei rendimenti e giudichi lei. I fondi comuni sono smobilizzabili, all'occorrenza, in due-tre giorni, quindi hanno dei vantaggi sui conti vincolati. Attenzione sempre ai costi.

Accedi