Revisione Ptf con analisi fondamentale
Stellantis va all’attacco, Tavares indica un futuro tutto elettrico e lancia l’Electrification Day
Stellantis ha solo pochi mesi di vita ma deve già correre per non restare indietro nella serrata corsa dei big dell'auto verso un futuro sempre più incentrato sull'elettrico. Lo sa …
Orcel supera lo scoglio assemblea, Unicredit nelle mani del banchiere d’oro. M&A e non solo, le sfide del nuovo ceo
Come da attese è stata un esito sul filo di lana quello relativo alla politica di remunerazione 2021 di Unicredit con il tanto discosso maxi-stipendio garantito al nuovo ceo Andrea …
Coinbase sbarca a Wall Street e fa subito la storia, infiamma Bitcoin e batte il Nasdaq. Solo 93 società S&P 500 hanno capitalizzazione maggiore
Lo sbarco di Coinbase sul Nasdaq, indubbiamente, ha fatto e continuerà a fare la storia del Bitcoin e delle criptovalute: per la prima volta in assoluto una piattaforma di trading …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,478
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    413 Post(s)
    Potenza rep
    22085340

    Revisione Ptf con analisi fondamentale

    Ciao a tutti,
    Come ogni anno, vorrei revisionare il mio portafoglio investimenti in vista del nuovo anno ma prima mi piacerebbe confrontarmi con voi e chiedervi un consiglio.
    I titoli che avevo intenzione di acquistare a gennaio sono:
    Enel, Terna, Snam
    e incrementare i già presenti nel mio ptf da anni:
    Eni (anche per abbassare il mio brutto pmc a 14.6) e Intesa (pmc attuale 2)
    oltre a un paio di ETF che mi hanno dato buone soddisfazioni quest'anno (Ishares EMBE e Ishares SDGPEX)

    L'approccio che vorrei applicare è quello (che ho letto nel libro che mi hanno regalato a Natale su Warren Buffett) che parlava di scegliere titoli solidi meglio se con quotazioni basse o sottovalutati (valutando i vari parametri del bilancio tra cui i soliti eps, p/e, utili, capitale, debiti...) purtoppo non sono così capace di leggere i bilanci... quindi quello che vi chiedo:
    tra i titoli che ho indicato, su quale investireste di più? ne scartereste qualcuno a priori? ne aggiungereste altri? l'orizzonte temporale è medio/lungo (come dicevo ISP, ENI e gli ETF li posseggo da anni)
    Grazie in anticipo per l'attenzione e la disponibilità

  2. #2

    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    1,947
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    465 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Enel, Terna e SNAM hanno discreti fondamentali ma con il difetto di una leva finanziaria piuttosto alta , sono esposti a eventuali turbolenza su tassi e spread peraltro improbabili.
    Ne comprerei 2 soli e inserirei un terzo titolo magari del risparmio gestito oppure Prysmiam , Interpump o FCA.

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,478
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    413 Post(s)
    Potenza rep
    22085340
    Citazione Originariamente Scritto da topixx Visualizza Messaggio
    Enel, Terna e SNAM hanno discreti fondamentali ma con il difetto di una leva finanziaria piuttosto alta , sono esposti a eventuali turbolenza su tassi e spread peraltro improbabili.
    Ne comprerei 2 soli e inserirei un terzo titolo magari del risparmio gestito oppure Prysmiam , Interpump o FCA.
    Niente Eni e Isp? Risparmio gestito intendi tipo Azimut?

  4. #4
    L'avatar di Berl
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    621
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    179 Post(s)
    Potenza rep
    7897027
    Citazione Originariamente Scritto da diegoturbo Visualizza Messaggio
    Niente Eni e Isp? Risparmio gestito intendi tipo Azimut?
    dal punto di vista fondamentale non saprei...ma da quello grafico, a mio avviso, sia ENI che ISP hanno una serie di figure bearish.... ancora ancora ENI, se sta sopra agli 8,30, ha possibilita' di cavarsela (tempi lunghi eh...) ma se perde 8,30 va a 4,50/5,00 e nemmeno la' entrerei perche' per ritornare a 8,30 ci metterebbe minimo un anno... Questa mia opinione, graficamente parlando eh...

  5. #5

    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    171
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    5154315
    Citazione Originariamente Scritto da diegoturbo Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    Come ogni anno, vorrei revisionare il mio portafoglio investimenti in vista del nuovo anno ma prima mi piacerebbe confrontarmi con voi e chiedervi un consiglio.
    I titoli che avevo intenzione di acquistare a gennaio sono:
    Enel, Terna, Snam
    e incrementare i già presenti nel mio ptf da anni:
    Eni (anche per abbassare il mio brutto pmc a 14.6) e Intesa (pmc attuale 2)
    oltre a un paio di ETF che mi hanno dato buone soddisfazioni quest'anno (Ishares EMBE e Ishares SDGPEX)

    L'approccio che vorrei applicare è quello (che ho letto nel libro che mi hanno regalato a Natale su Warren Buffett) che parlava di scegliere titoli solidi meglio se con quotazioni basse o sottovalutati (valutando i vari parametri del bilancio tra cui i soliti eps, p/e, utili, capitale, debiti...) purtoppo non sono così capace di leggere i bilanci... quindi quello che vi chiedo:
    tra i titoli che ho indicato, su quale investireste di più? ne scartereste qualcuno a priori? ne aggiungereste altri? l'orizzonte temporale è medio/lungo (come dicevo ISP, ENI e gli ETF li posseggo da anni)
    Grazie in anticipo per l'attenzione e la disponibilità
    fai molto bene a seguire un metodo basato sull'analisi fondamentale, il concetto di buffet è di comprare azioni con buoni fondamentali a prezzo conveniente, aspettando che il mercato si accorga della cosa e faccia salire il prezzo.
    Il problema è che i 'buoni fondamentali' sono due paroline che per essere messe in pratica necessitano parecchio studio, ma in generale dovresti almeno studiare il signoficato di 'price to book' , 'ev/ebitda' , 'roe', 'roic'. Guardarli per ciascuna delle tue azioni su yahoo finanza e scegliere.

Accedi