Value Investing: Senza dati come si fa?
Analisti danno ragione a Gubitosi, Telecom Italia tra i titoli più sottovalutati del Ftse Mib. C’è chi vede oltre +100% di upside
Telecom Italia si appresta a diffondere settimana prossima i risultati del 3° trimestre (cda il 27 ottobre) e tra gli analisti c’è un cauto ottimismo dettato dal traino del Brasile …
Trump SPACca a Wall Street, il titolo della sua piattaforma social raddoppia ancora dopo folgorante +350% di giovedì
Rialzo stellare quello che sta registrando a Wall Street un titolo, quello della società SPAC Digital World Acquisition Corp che ha chiuso ieri le contrattazioni a +350%e oggi preannuncia un …
Societe Generale: sei nuovi certificati Cash Collect Plus+ su valute emergenti
Societe Generale, banca leader nel mercato degli strumenti quotati in Italia, porta su EuroTLX di Borsa Italiana sei nuovi certificati Cash Collect PLUS+ su valute emergenti. Grazie a questi nuovi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    36
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    17 Post(s)
    Potenza rep
    13

    Value Investing: Senza dati come si fa?

    seguo questo forum da un pò però sono perplesso perchè, a parte i supporti formativi, non ci sono indicazioni di banche dati che forniscano informazioni numeriche per perseguire il cd value investing, ovvero acquistare titoli sottovalutati e che abbiano crescenti prospettive di mercato

    Trovo spesso indicazioni di "sentiment" di vari autori che, per carità, non voglio a priori criticare, ma mi piacerebbe sapere su cosa sono basati, perchè potrebbero essere nella migliore delle ipotesi fuorvianti

    Sono abbonato ormai da molti anni a marketscreener, già 4-traders, che fornisce molte utili analisi oltre a periodiche indicazioni di portafoglio
    mancano però dati su insider trading e acquisti/vendite da parte di fondi ed ETF

    Su tradingview ho trovato alcuni utili confronti di valutazioni di mercato di azioni ma ad es non trovo marketscreener, che si basa su uno dei più grandi fornitori di servizi di informazione, la Reuters.
    Quindi mi piacerebbe aprire una discussione sul tema:

    Quali "data bank" sono più utilizzati da chi persegue il cd value investing?
    Quali dati cercate come più rilevanti?
    Come li analizzate?

    grazie

  2. #2
    L'avatar di ScientiaPotentiaEst
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    303 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Senza dati non si fa.

    Se vuoi db che siano allo stesso tempo ampie ma anche rigorose ti tocca pagare, neanche poco. Personalmente uso Datastream (ce l'ho convenzionato) e lo trovo formidabile, molto simile a Bloomberg Professional. Chiaramente a meno che tu non abbia davvero un grande capitale è difficile che tu possa recuperare il costo dell'abbonamento grazie a extra-rendimenti che potresti ottenere.

    Un po' più economico (ma limitato al mkt italiano e meno rigoroso) è il db Aida di Bureau Van Dijk. Se invece vuoi andare free c'è yahoo finance che è molto ampio ma poco rigoroso e morningstar. Oppure su evaluation.it trovi i dati di bilancio principali (non armonizzati per IFRS16, però) delle quotate.

  3. #3

    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    180
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    6222647
    In realtà banche dati ottime e gratuite ce ne sono
    1) Koyfin | Free comprehensive financial market data for investors
    2) TIKR Terminal (fantastico)
    (in più io uso anche GuruFocus a pagamento ...nel mio caso abbonato a Europa, USA, Canada, Asia, Oceania)

    Ma il problema che vedo (mia semplice opinione) è determinato da quanto hai scritto: "acquistare titoli sottovalutati e che abbiano crescenti prospettive di mercato"
    Se pensi di poterli trovare semplicemente utilizzando queste banche dati (numeri storici e magari anche proiezioni di analisti o maghi) mi sa che sei sulla strada sbagliata. Se fosse così semplice....

    L'unica è imparare a conoscere bene un business (il settore, i prodotti, il management) ...ci vuole tempo, nel senso che anche senza troppa fatica dopo anni che segui alcune società le comprendi secondo me in modo sufficiente da poterti fare un'idea di come vengono gestite, se il business è di qualità (diciamo in grado di produrre una buona redditività sui capitali impiegati, genera cassa che ha ancora buone prospettive di essere reinvestita nel business per molti anni a venire)

    Fare un investimento solo perché il P/BV è 0,5 o il P/E 8 (numeri a caso) o perché le serie storiche sono interessanti non ha nessun senso. Prima o poi lo impari sulla tua pelle.

    Comunque tutte mie considerazioni. Non c'è alcuna Verità oggettiva.
    Spero che i 2 link ti possano essere di aiuto in qualche modo

  4. #4

    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    36
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    17 Post(s)
    Potenza rep
    13
    grazie
    entrambi notevoli,

    anch'io ho avuto Gurufocus per 1 anno poi l'ho tolto nonostante le loro insistenze (uscirne non è stato facile)

    quindi mi lascia perplesso la scelta di averlo: cosa ti da Gurufocus in più per giunta dovendolo pagare?
    forse solo come termine di paragone a supporto delle tue scelte?

    e poi forse un ingenuità: quale broker usi per negoziare su Asia?

  5. #5

    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    180
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    6222647
    Gurufocus per questioni di abitudini (ed ogni tanto uso gli stockscreeners ...mi interessano solo parametri qualitativi. Giusto per avere una lista di società potenzialmente interessanti su cui fare poi mie analisi più approfondite e magari seguirle per un po' di tempo).
    Ormai lo uso da anni ed a livello visivo riesco a farmi un'idea sui numeri in un'attimo (comunque ripeto che lo storico è solo un assaggio e spesso non dice manco nulla di utile ...visto che la bontà di un investimento dipende da quello che accadrà nel futuro, nn da quello che è avvenuto in passato).

    Gli altri 2 li ho scoperti solo lo scorso anno, quindi ho bisogno di tempo per creare un'abitudine (soprattutto a livello visivo) e capire se mi possono essere sufficienti (sono gratuiti adesso, non vi è alcuna certezza che lo continuino ad essere anche in futuro)

    Koyfin per ora l'ho usato poco. Quando guardo i numeri dei bilanci mi è meno intuitivo (cosa assolutamente soggettiva)

    TIKR lo trovo fantastico ed i numeri mi sembrano più affidabili rispetto a Gurufocus (mai fidarsi al 100% dei numeri che presentano queste piattaforme). Anche la sezione "Ownership" mi è veramente utile. (per ora quindi lo sto usando sempre di più in parallelo a Gurufocus)

    (Gurufocus per 1 anno non l'ho avuto ...non ho usato nessuna banca dati e ti assicuro che si può tranquillamente investire anche senza. Per la disdetta non ho avuto problemi ...ho semplicemente bloccato il pagamento dalla mia carta di credito)

    magari per rispondere in modo più esaustivo alla tua domanda (quindi mi lascia perplesso la scelta di averlo: cosa ti da Gurufocus in più per giunta dovendolo pagare?) è giusto indicarti anche il fatto che per me non è assolutamente un problema spendere 1.000€ per il loro servizio.

    Se non ti servissero Stockscreeners (non mi pare di averli visti nei 2 siti che ti ho linkato), direi che quei 2 possono andare benissimo

    Per l'Asia/Oceania uso Interactive Brokers: permette di negoziare su Hong Kong, Singapore, Giappone e Australia (peccato non sia ancora possibile negoziare su Nuova Zelanda, Sud Corea, Taiwan, Indonesia, Filippine, etc...) Commissioni | Interactive Brokers Luxembourg SARL

    Volendo c'è anche il Broker Degiro: Prodotti & Mercati | Opera su mercati mondiali | DEGIRO
    Ultima modifica di B.luca; 28-04-21 alle 10:17

  6. #6
    L'avatar di DoctorT
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    2,715
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1117 Post(s)
    Potenza rep
    42949693

    Red face

    salve,
    grazie a tutti per i link molto interessanti, vorrei sapere se siete a conoscenza di fornitori che permettano di esportare dati fondamentali con uno storico
    di almeno 10 anni possibilmente anche per i mercati europei, e con una spesa massima intorno ai 20 € al mese

    ... so che ho fatto un bel pò di richieste però ci provo

  7. #7

    Data Registrazione
    Apr 2021
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    io per analisi dei dati fondamentali utilizzo TIKR (account BETA), richiede un codice d'invito obbligatorio alla registrazione, io ho trovato REDDIT e hai accesso gratuito.

  8. #8
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    17,618
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    8328 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    io sto provando da un po' stockrover, costa tipo 7 euro al mese.. (piano base base) è uno stockscreener con una buona mole di informazioni utili per fare delle buone scremature..

  9. #9

    Data Registrazione
    Feb 2021
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    6 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da B.luca Visualizza Messaggio
    In realtà banche dati ottime e gratuite ce ne sono
    1) Koyfin | Free comprehensive financial market data for investors
    2) TIKR Terminal (fantastico)
    (in più io uso anche GuruFocus a pagamento ...nel mio caso abbonato a Europa, USA, Canada, Asia, Oceania)

    Ma il problema che vedo (mia semplice opinione) è determinato da quanto hai scritto: "acquistare titoli sottovalutati e che abbiano crescenti prospettive di mercato"
    Se pensi di poterli trovare semplicemente utilizzando queste banche dati (numeri storici e magari anche proiezioni di analisti o maghi) mi sa che sei sulla strada sbagliata. Se fosse così semplice....

    L'unica è imparare a conoscere bene un business (il settore, i prodotti, il management) ...ci vuole tempo, nel senso che anche senza troppa fatica dopo anni che segui alcune società le comprendi secondo me in modo sufficiente da poterti fare un'idea di come vengono gestite, se il business è di qualità (diciamo in grado di produrre una buona redditività sui capitali impiegati, genera cassa che ha ancora buone prospettive di essere reinvestita nel business per molti anni a venire)

    Fare un investimento solo perché il P/BV è 0,5 o il P/E 8 (numeri a caso) o perché le serie storiche sono interessanti non ha nessun senso. Prima o poi lo impari sulla tua pelle.

    Comunque tutte mie considerazioni. Non c'è alcuna Verità oggettiva.
    Spero che i 2 link ti possano essere di aiuto in qualche modo
    grazie molto utili.
    Mi sapete indicare un buon stockscreener, meglio se fosse gratuito,
    grazie

  10. #10
    L'avatar di tour
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    244
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    94 Post(s)
    Potenza rep
    5206608
    Citazione Originariamente Scritto da Spezle Visualizza Messaggio
    grazie molto utili.
    Mi sapete indicare un buon stockscreener, meglio se fosse gratuito,
    grazie
    Un pò di tempo fa usavo finziv.com che gratuito

    prova a vedere se ti può andar bene

Accedi