Numero di azioni massime in un portafoglio
Mattone, azioni, oro o bitcoin? La classifica delle differenti preferenze d’investimento di Millennials, donne e Over 55
Nonostante il lockdown e l’emergenza Covid, gli italiani continuano a considerare il mattone come un investimento sicuro e redditizio. Il settore sta vivendo un importante rilancio che gli ha permesso …
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di massimo972
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    203 Post(s)
    Potenza rep
    8050740

    Numero di azioni massime in un portafoglio

    Secondo voi, considerando che parliamo di Value Investing
    (comunque comprare azioni di ottima qualità e tenerle fino a che continuano essere di qualità ... diciamo quindi per lungo periodo)

    esiste un numero max di azioni da tenere e perchè?

  2. #2
    L'avatar di braccinecorte.87
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    1,857
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    682 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Per una buona diversificazione 20 sono sufficienti. Oltre non si hanno vantaggi significativi.

    How many stocks should you own in your portfolio?

  3. #3
    L'avatar di massimo972
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    203 Post(s)
    Potenza rep
    8050740
    Citazione Originariamente Scritto da braccinecorte.87 Visualizza Messaggio
    Per una buona diversificazione 20 sono sufficienti. Oltre non si hanno vantaggi significativi.

    How many stocks should you own in your portfolio?
    Ottimo articolo.
    L'articolo parla di zona di comfort, cui tale regola empirica suggerisce un minimo di 25 titoli nel portafoglio anche fino a 100.
    In effetti aumentando il numero di azioni (supponendo di avere un capitale adeguato) si ha maggiore differenziazione geografico e di settore ... non trovi?

  4. #4
    L'avatar di nemo17
    Data Registrazione
    Feb 2000
    Messaggi
    7,095
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    538 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    Dipende da tante cose secondo me.
    Ovviamente più azioni compri e più diversifichi e più abbassi il rischio ma possibile anche il rendimento.
    Se sai molto bene quello che fai potresti concentrare il capitale in pochissime azioni che conosci benissimo.
    Se compri ad esempio Berkshire Hataway e Tamburi è come se avessi investito anche in altre decine di azioni.
    Se hai intenzione di comprare decine e decine di titoli puoi valutare ad esempio l'acquisto di etf specifici.
    Insomma non è facile la risposta e varia sensibilmente da persona a persona.

  5. #5
    L'avatar di braccinecorte.87
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    1,857
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    682 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da massimo972 Visualizza Messaggio
    Ottimo articolo.
    L'articolo parla di zona di comfort, cui tale regola empirica suggerisce un minimo di 25 titoli nel portafoglio anche fino a 100.
    In effetti aumentando il numero di azioni (supponendo di avere un capitale adeguato) si ha maggiore differenziazione geografico e di settore ... non trovi?
    Sì ci sono vari articoli in proposito, anche contrastanti, più sul numero minimo di azioni per una diversificazione adeguata che su quello massimo; tempo fa ne avevo trovato uno ancora più dettagliato e interessante che non riesco a recuperare.

    Volendo si potrebbero anche comprare 1.000 azioni diverse, ma la situazione sarebbe molto complessa e costosa da gestire.
    Per ovviare a questo, sono piuttosto comodi gli ETF (poi ci sarebbe da aprire un discorso a parte su come selezionarli) con cui però non sempre si ha un quadro chiaro dei titoli inclusi.
    Insomma in entrambi i casi c'è un rovescio della medaglia.

  6. #6
    L'avatar di massimo972
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    203 Post(s)
    Potenza rep
    8050740
    Citazione Originariamente Scritto da nemo17 Visualizza Messaggio
    Dipende da tante cose secondo me.
    Ovviamente più azioni compri e più diversifichi e più abbassi il rischio ma possibile anche il rendimento.
    Se sai molto bene quello che fai potresti concentrare il capitale in pochissime azioni che conosci benissimo.
    Se compri ad esempio Berkshire Hataway e Tamburi è come se avessi investito anche in altre decine di azioni.
    Se hai intenzione di comprare decine e decine di titoli puoi valutare ad esempio l'acquisto di etf specifici.
    Insomma non è facile la risposta e varia sensibilmente da persona a persona.
    Era un discorso più generale
    per esempio io nel mio portafoglio l'azione più consistente è quella di berkshire hataway ed ho anche un ETF azionario globale ...
    ma devo dire che trovo più soddisfazione usare gli ETf con gli obbligazionari.

    Francamente più che investire tutto ciò che è destinato alle azioni in un paio di etf preferisco azioni singole, opportunamente scelte ovviamente.

    Quindi tornando al discorso numero di azioni in portafoglio, ritengo che 20 sia un numero basso per ottenere una differenziazione ottimale

  7. #7
    L'avatar di massimo972
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    203 Post(s)
    Potenza rep
    8050740
    Citazione Originariamente Scritto da braccinecorte.87 Visualizza Messaggio
    Sì ci sono vari articoli in proposito, anche contrastanti, più sul numero minimo di azioni per una diversificazione adeguata che su quello massimo; tempo fa ne avevo trovato uno ancora più dettagliato e interessante che non riesco a recuperare.

    Volendo si potrebbero anche comprare 1.000 azioni diverse, ma la situazione sarebbe molto complessa e costosa da gestire.
    Per ovviare a questo, sono piuttosto comodi gli ETF (poi ci sarebbe da aprire un discorso a parte su come selezionarli) con cui però non sempre si ha un quadro chiaro dei titoli inclusi.
    Insomma in entrambi i casi c'è un rovescio della medaglia.
    vero ... il fatto che non si ha un quadro completo dei titoli non mi piace ... poi affidare una buona percentuale di capitale alla Blackrock o Vanguard o Invesco o ...ecc ... non è che mi fa stare tranquillo
    sarebbe interessante l'articolo di cui parli

    io per esempio ho qualche etf, poi sul reparto azionario li ho diviso in azioni di lungo periodo (circa 25 in questo momento) e max 10 azioni in ambito energia (soprattutto petrolio) e settore ciclico che vendo e compro più volte nel corso dell'anno

  8. #8
    L'avatar di braccinecorte.87
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    1,857
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    682 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da massimo972 Visualizza Messaggio
    ...
    Lo avevo postato col mio precedente nickname (uguale a questo ma senza il .) in una discussione su Bio-On, quando era vicino ai massimi, per mettere un pò in guardia chi magari era all-in su quel titolo con tutti i suoi risparmi, ingolosito dalle prospettive del triplete (115€ ad azione o giù di lì).
    Poi hanno cancellato qualche post e mi hanno bananato a vita senza alcuna motivazione... così, semplicemente perchè ai fanatici del titolo dava fastidio quel che dicevo.
    Magari cercando su google lo ritrovo cmq si trattava di uno studio/ricerca di qualche istituzione seria, che metteva in relazione rendimenti + volatilità con il numero di azioni in ptf, sulla base dei dati passati.
    Ultima modifica di braccinecorte.87; 19-02-20 alle 13:46

  9. #9
    L'avatar di massimo972
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    203 Post(s)
    Potenza rep
    8050740
    Citazione Originariamente Scritto da braccinecorte.87 Visualizza Messaggio
    Lo avevo postato col mio precedente nickname (uguale a questo ma senza il .) in una discussione su Bio-On, quando era vicino ai massimi, per mettere un pò in guardia chi magari era all-in su quel titolo con tutti i suoi risparmi, ingolosito dalle prospettive del triplete (115€ ad azione o giù di lì).
    Poi hanno cancellato qualche post e mi hanno bananato a vita senza alcuna motivazione... così, semplicemente perchè ai fanatici del titolo dava fastidio quel che dicevo.
    Magari cercando su google lo ritrovo cmq si trattava di uno studio/ricerca di qualche istituzione seria, che metteva in relazione rendimenti + volatilità con il numero di azioni in ptf, sulla base dei dati passati.
    Sono molto d'accordo con te, infatti lo spirito di questo post è proprio quello di differenziare anche se siamo sicuri ...
    se riesci a ritrovare lo studio sarebbe interessante

  10. #10
    L'avatar di pmc
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    1,637
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    151 Post(s)
    Potenza rep
    41900257
    Per me il fatto che la maggior parte preferisca le azioni agli etf è perchè tutti vogliamo di più.
    Prendere ad esempio un etf con sottostante un indice si sa già in partenza che la performance sarà uguale all'indice, il che rende noioso l'approccio all'investimento.

    La diversificazione serve per limitare le perdite, ma allo stesso tempo limita anche le salite. Il più delle volte si traduce in una performance simile a quella di un etf che raggruppa un paniere di titoli, senza contare che ci sono anche le varie commissioni dei singoli titoli presi.
    Maggiori titoli si acquistano e maggiori sono le probabilità che la performance sia uguale ad un semplice indice.
    In più, come non bastasse, vendere un etf in perdita rimane perdita, mentre per le azioni si accumula minus che andrà poi recuperato dai guadagni futuri.
    Ultima modifica di pmc; 19-02-20 alle 20:36

Accedi