Tecnologia USA
Mattone, azioni, oro o bitcoin? La classifica delle differenti preferenze d’investimento di Millennials, donne e Over 55
Nonostante il lockdown e l’emergenza Covid, gli italiani continuano a considerare il mattone come un investimento sicuro e redditizio. Il settore sta vivendo un importante rilancio che gli ha permesso …
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Claudio1979
    Data Registrazione
    Dec 2000
    Messaggi
    2,707
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    111 Post(s)
    Potenza rep
    42949692

    Lightbulb Tecnologia USA

    Ciao Ragazzi,
    credo che sia uno dei settori più promettenti in base ai fondamentali; ecco alcune caratteristiche che accomunano molte big del settore:

    - posizione finanziaria molto positiva
    - oligopolio di fatto
    - multipli p/e depressi
    - buyback e crescita dividendi in continua progressione
    - generazione di cassa crescente

    alcuni nomi: Microsoft, Cisco, Intel.

    Se interessa a qualcuno possiamo approfondire l'argomento.

    Nota del 9 aprile. In data 10/3 il valore di riferimento dei titoli citati era:
    Cisco 21.83 $
    Intel 21.58 $
    Microsoft 28.00$
    Ultima modifica di Claudio1979; 09-04-13 alle 21:38

  2. #2
    L'avatar di maste
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    16,019
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    53 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Claudio1979 Visualizza Messaggio
    Ciao Ragazzi,
    credo che sia uno dei settori più promettenti in base ai fondamentali; ecco alcune caratteristiche che accomunano molte big del settore:

    - posizione finanziaria molto positiva
    - oligopolio di fatto
    - multipli p/e depressi
    - buyback e crescita dividendi in continua progressione
    - generazione di cassa crescente

    alcuni nomi: Microsoft, Cisco, Intel.

    Se interessa a qualcuno possiamo approfondire l'argomento.
    Intel è il top! anche se il mercato nn la nota...

  3. #3
    L'avatar di fred perry
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    5,830
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    455 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    su CISCO aspetterei almeno che si scarichi l.ipercomprato...
    non sarebbe male la chiusura del gap a 19,76.

  4. #4
    L'avatar di Claudio1979
    Data Registrazione
    Dec 2000
    Messaggi
    2,707
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    111 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Ecco in breve perché mi piace Microsoft e credo sia in un periodo di sottovalutazione di lungo termine (io ho aperto delle posizioni LONG):

    al prezzo di poco meno di 28 dollari capitalizza 233 miliardi.
    Di questi 233 miliardi ben 53 sono rappresentati dalla posizione finanziaria netta; ne deriva un enterprise value di 180 miliardi.

    nel 2003 fatturava 32 miliardi e nel 2012 ha fatturato 73 miliardi
    nel 2003 utile netto di 10 miliardi e nel 2012 utile netto di 15.5 miliardi (più di 20 se non ci fossero state svalutazioni straordinarie)
    nel 2003 Free CF di 15 miliardi e nel 2012 Free CF di 29 miliardi
    nel 2003 le azioni circolanti erano 10.7 miliardi mentre nel 2012 erano 8.4 miliardi
    nel 2003 staccarono dividendi per 0.24 USD per azione mentre nel 2012 erano 0.83 USD per azione (e la crescita dovrebbe essere progressiva nei prossimi anni);

    detto ciò le quotazioni del 2003 erano le stesse di oggi!
    Ultima modifica di Claudio1979; 12-03-13 alle 11:59

  5. #5

  6. #6

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    332
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    11417150
    Il problema di aziende come Intel e Microsoft è che dopo decenni di monopolio indiscusso, questo viene messo in discussione, mettendo in crisi il loro modello di business.

    Ad esempio, Intel è entrato con molto ritardo sul mobile, in un mercato nel quale le vendite di PC diminuiscono sempre di più e si vendono sempre più smartphone e tablet. ARM in questo contesto domina. Riuscirà Intel a riconquistare il posto perso?

    Per Microsoft, anche in questo caso, il mercato sente la sua posizione monopolistica in pericolo, infatti meno PC vuol dire meno licenze di windows, office e così via. Microsoft è entrata molto in ritardo sul mercato mobile e con un successo sotto le aspettative, almeno per il momento. Riuscirà a risollevarsi?

    Il mercato quindi prezza queste ed altre considerazioni. Se siete long su questi titoli scommettete che vinceranno la loro sfida e riprenderanno il controllo del mercato.

    Google è ai massimi perché un nuovo segmento di business (Android) sta letteralmente esplodendo.

    Citazione Originariamente Scritto da maste Visualizza Messaggio
    Intel è il top! anche se il mercato nn la nota...

  7. #7

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,925
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    260 Post(s)
    Potenza rep
    42520189
    Il problema di aziende come Intel e Microsoft è che dopo decenni di monopolio indiscusso, questo viene messo in discussione, mettendo in crisi il loro modello di business.

    Ad esempio, Intel è entrato con molto ritardo sul mobile, in un mercato nel quale le vendite di PC diminuiscono sempre di più e si vendono sempre più smartphone e tablet. ARM in questo contesto domina. Riuscirà Intel a riconquistare il posto perso?

    Per Microsoft, anche in questo caso, il mercato sente la sua posizione monopolistica in pericolo, infatti meno PC vuol dire meno licenze di windows, office e così via. Microsoft è entrata molto in ritardo sul mercato mobile e con un successo sotto le aspettative, almeno per il momento. Riuscirà a risollevarsi?

    Il mercato quindi prezza queste ed altre considerazioni. Se siete long su questi titoli scommettete che vinceranno la loro sfida e riprenderanno il controllo del mercato.

    Google è ai massimi perché un nuovo segmento di business (Android) sta letteralmente esplodendo.
    L'analisi di cosimo è giusta... sono le aspettative future quelle che contano davvero e che il mercato ha sempre in considerazione.

    Ecco in breve perché mi piace Microsoft e credo sia in un periodo di sottovalutazione di lungo termine (io ho aperto delle posizioni LONG):

    al prezzo di poco meno di 28 dollari capitalizza 233 miliardi.
    Di questi 233 miliardi ben 53 sono rappresentati dalla posizione finanziaria netta; ne deriva un enterprise value di 180 miliardi.

    nel 2003 fatturava 32 miliardi e nel 2012 ha fatturato 73 miliardi
    nel 2003 utile netto di 10 miliardi e nel 2012 utile netto di 15.5 miliardi (più di 20 se non ci fossero state svalutazioni straordinarie)
    nel 2003 Free CF di 15 miliardi e nel 2012 Free CF di 29 miliardi
    nel 2003 le azioni circolanti erano 10.7 miliardi mentre nel 2012 erano 8.4 miliardi
    nel 2003 staccarono dividendi per 0.24 USD per azione mentre nel 2012 erano 0.83 USD per azione (e la crescita dovrebbe essere progressiva nei prossimi anni);

    detto ciò le quotazioni del 2003 erano le stesse di oggi!
    invece, caro claudio;
    performance passate non sono garanzie di performance future...è quindi inutile che dici che microsoft nel "2003"...bla bla bla...
    il mercato sempre guarda avanti, il passato non interesa più nessuno, un investitore odierno non beneficia affatto di quello accaduto 10 anni fa.

  8. #8
    L'avatar di Claudio1979
    Data Registrazione
    Dec 2000
    Messaggi
    2,707
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    111 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da Aerodynamik Visualizza Messaggio
    L'analisi di cosimo è giusta... sono le aspettative future quelle che contano davvero e che il mercato ha sempre in considerazione.

    invece, caro claudio;
    performance passate non sono garanzie di performance future...è quindi inutile che dici che microsoft nel "2003"...bla bla bla...
    il mercato sempre guarda avanti, il passato non interesa più nessuno, un investitore odierno non beneficia affatto di quello accaduto 10 anni fa.
    io la penso in modo abbastanza diverso (ma io conto poco). Ti cito alcune frasi di Benjamin Graham relativamente alle "aspettative future":
    -the investor can scarcely take seriously the innumerable predictions which appear almost daily and are his for the asking.............. There is no basis either in logic or in experience for assuming that ANY TYPICAL OR AVERAGE INVESTOR CAN ANTICIPATE MARKET MOVEMENTS more successfully than the general public.

    mentre relativamente ai dati fondamentali di alcune società che avevano subito forti diminuzioni di prezzo nel 1962-1963 (esempio di IBM e Xerox ma che potrebbe a mio avviso anche essere appropriato per Microsoft oggi):
    - These strinking losses did not indicate any doubt about the future long-term growth of IBM and Xerox; they reflected instead a LACK OF CONFIDENCE in the PREMIUM VALUTATION that the stock market itself had placed on these excellent prospects.

    In seguito nel famoso capitolo sul margine di sicurezza ti cito:
    - the function of the margin of safety is, in essence, that of RENDERING UNNECESSARY an accurate estimate of the future
    - in growth stock the market has a tendency to set prices that will not be adequately protected by a conservative projection of future earnings. the margin of safety idea becomes much more evident when we apply it to the field of undervalued or bargain securitues.

    PEr margine di sicurezza ricordo che Graham intende l'inverto del p/e; al netto della svalutazione straordinaria il P/e di Microsoft è attorno a 9% da cui deriva una "resa" dell'11% ed il margine di sicurezza si ricava sottraendo il rendimento del decennale USA maggiorato di uno spread nell'ordine del 2%. Il margine in Microsoft è davvero alto.

    Ribadisco il mio ottimismo su Microsoft che credo sia ben lontana dal tramonto (l'andamento del settore tabacco dovrebbe fare scuola in tal senso; società date per morte da decenni che in realtà sono poi risultate essere le best performers degli ultimi anni!)

  9. #9
    L'avatar di fred perry
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    5,830
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    455 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da fred perry Visualizza Messaggio
    su CISCO aspetterei almeno che si scarichi l.ipercomprato...
    non sarebbe male la chiusura del gap a 19,76.


  10. #10
    L'avatar di Claudio1979
    Data Registrazione
    Dec 2000
    Messaggi
    2,707
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    111 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da fred perry Visualizza Messaggio
    cisco interessante; speriamo ci torni sotto i 20 usd!

Accedi