EXPERT SYSTEM: Cogito ergo gain - La Consacrazione
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di smaltex
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,394
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1981 Post(s)
    Potenza rep
    42949689

    EXPERT SYSTEM: Cogito ergo gain - La Consacrazione

    E' giunta l'ora che dimostrino di che big data son fatti !!!

    precedente thread : EXPERT SYSTEM: Cogito ergo gain - La Svolta

  2. #2
    L'avatar di gllndr
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    1,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    742 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Mi inorgoglisce di molto l'aver inventato a suo tempo questo grazioso e sapido giuco di parole ("cogito ergo gain"), e che venga reiterato per la terza volta!

    Grassie
    ... e avanti, EXPERT!

  3. #3
    L'avatar di palazzinaro
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    1,249
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    356 Post(s)
    Potenza rep
    13480503
    facendo una media degli scostamenti e giri di titoli durante questi mesi oggi si puo' arrivare anche a 2,99

  4. #4
    L'avatar di palazzinaro
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    1,249
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    356 Post(s)
    Potenza rep
    13480503
    ma anche 2,50.

    TITOLO PRIVO DI COMPRATORI VERI E VENDITORI VERI. le truffe dell'aim

  5. #5
    L'avatar di Paul The Rock
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    1,248
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    625 Post(s)
    Potenza rep
    19386712
    Citazione Originariamente Scritto da palazzinaro Visualizza Messaggio
    ma anche 2,50.

    TITOLO PRIVO DI COMPRATORI VERI E VENDITORI VERI. le truffe dell'aim
    Secondo me deve entrare in testa che l'AIM non è un mercato come gli altri (MIB, STAR, etc.), ma di fatto è tutt'altro dove semplicemente viene fornita da Borsa Italiana una struttua dove fare trattazione. Ma finisce qui...

  6. #6
    L'avatar di MarcoDelGS
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    2,572
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    446 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Paul The Rock Visualizza Messaggio
    Secondo me deve entrare in testa che l'AIM non è un mercato come gli altri (MIB, STAR, etc.), ma di fatto è tutt'altro dove semplicemente viene fornita da Borsa Italiana una struttua dove fare trattazione. Ma finisce qui...
    Rispetto al vecchio Expandi è un lusso

  7. #7

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    9,286
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    4900 Post(s)
    Potenza rep
    34992243
    Non la seguo da quando sono uscito a 320 circa........ Le quote azionarie rilevanti sono sempre le stesse?

  8. #8
    L'avatar di smaltex
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,394
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1981 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da Paul The Rock Visualizza Messaggio
    Secondo me deve entrare in testa che l'AIM non è un mercato come gli altri (MIB, STAR, etc.), ma di fatto è tutt'altro dove semplicemente viene fornita da Borsa Italiana una struttua dove fare trattazione. Ma finisce qui...
    Si l aim e'da sempre pieno di scommesse...che possono anche finir male...o nel limbo per anni...

    Costui comunque ci prese piu di due anni fa quandonera piu evidente la sottovalutazione

    "EXPERT SYSTEM: Cogito ergo gain"

    Ora e' nella fase in cui deve mostrare i requisiti per passare al mercato superiore come e' ancora loro intenzione....e puntare a fare gli utili promessi da tempo...aspettiamo il nuovo piano che presuminilmente ufficializzeranno al cda.

  9. #9

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    955
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    490 Post(s)
    Potenza rep
    37121480
    Si le partecipazioni rilevanti sono sempre le stesse.
    Il programma prosegue anche se manca l'info su Cogito 2.0 ma, come dice Smaltex, se ne saranno perse le tracce

    L'unica cosa che stona nei forum è questo compulsivo e ossessivo desiderio che i titoli salgano all'infinito, senza rifiati, senza storni, senza scarichi....insomma diventare tutti ricchi

  10. #10
    L'avatar di smaltex
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,394
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1981 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    L’Intelligent Automation è una priorità crescente per il settore Energy & Utility in Italia
    18/02/2020 10:00 RSF
    For best results when printing this announcement, please click on link below: Read the announcement

    Riduzione dei costi, una migliore gestione degli asset e la necessità di liberare risorse sono tra i driver trainanti

    MILANO, Italia, Feb. 18, 2020 (GLOBE NEWSWIRE) -- Appian presenta i risultati di una ricerca condotta da NetConsulting cube per conto di Appian nel settore Energy & Utility italiano che evidenzia come le soluzioni di Intelligent Automation, costituite da funzionalità di workflow management, robotic process management e intelligenza artificiale, siano oggi principalmente utilizzate in singoli dipartimenti o ambiti di business ben definiti, con poche installazioni largamente diffuse in più aree aziendali, evidenziando un panorama IT scarsamente integrato, e processi complessi con ampi spazi di miglioramento in termini di efficienza operativa.

    Lo studio, condotto tra settembre e novembre 2019, ha visto la partecipazione di 29 aziende italiane del settore Energy & Utility con più di 300 dipendenti, e ha coinvolto per il 79% figure di IT Management e per il 15% ruoli di Innovation Management - funzioni il cui obiettivo è rispondere alle esigenze di innovazione e ricerca di maggiore efficienza nel business.

    L’innovazione digitale risulta un driver fondamentale a supporto della profonda trasformazione di questi settori e tra i progetti digitali prioritari per il biennio 2019-2020 il tema della modernizzazione applicativa è indicato come fondamentale per la realizzazione di nuovi progetti e servizi.

    In forte crescita prospettica vi sono l’adozione di soluzioni IoT (Internet of Things) e l’introduzione di algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale in grado di analizzare dati di diverso formato e provenienti da svariati fonti – per utilizzo in ambiti disparati, dal trading alla gestione degli impianti.

    L’Intelligent Automation si rivela fondamentale in un contesto che risulta caratterizzato da sistemi poco connessi, processi complessi e la presenza di task ripetitivi – come emerso dalle risposte del panel intervistato. Tra le aree più indicate per l’automazione di processi e attività vi sono le Operations, il Customer care, l’IT, seguite da Produzione e Distribuzione e da Amministrazione, Finanza e Controllo. La progettualità oggi è ancora limitata ad alcune aree aziendali. Innumerevoli le potenzialità per l’implementazione di casi d’uso su larga scala che consentano di sfruttare appieno i benefici di un’automazione completa dei processi.

    A guidare l’adozione di sistemi di Intelligent Automation vi sono la riduzione dei costi, una migliore gestione operativa degli asset principali, immediatamente seguita dalla necessità di liberare risorse da attività a basso valore aggiunto. Diverse le priorità indicate dalle funzioni intervistate, core, corporate e customer service, quest’ultima storicamente con un maggiore livello di digitalizzazione, grazie all’alta competitività nel settore.

    Gli ambiti di applicazione si collocano all’interno di un panorama più ampio che i rispondenti identificano nell’accelerazione del processo di innovazione, ostacolato da un’operatività ancora basata su fogli di calcolo che non consente ad esempio di ottenere una vista unificata degli asset e, per quanto riguarda gli ambiti corporate, da sistemi ERP non facilmente adattabili alle rinnovate esigenze – con ampi spazi di miglioramento negli ambiti della gestione dei contratti (54%), dei processi di procurement (46%), e del billing e fatturazione (39%).

    Tra le sfide e gli ostacoli all’adozione dell’Intelligent Automation vi sono, secondo il 42% dei rispondenti, il timore di dover ridisegnare una serie di attività complesse con le nuove tecnologie, seguito dalla resistenza al cambiamento da parte dei dipendenti (39%) e dalla scarsità delle competenze interne necessarie (26%).

    Dalla survey emerge che le aziende finora si sono limitate ad introdurre sistemi di robotic process automation senza reingegnerizzare il processo e limitandosi ad ambiti circoscritti senza intrapredere progetti su ampia scala afferma Rossella Macinante, Practice Leader di NetConsulting cube.

    “L’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale apre anche a scenari di automazione più complessi, anche se al successo di queste iniziative contribuisce in primo luogo una corretta ridefinizione dei processi in ottica digitale”.

    “L’Energy & Utility sono due settori importanti per Appian, nei quali stiamo crescendo come presenza a livello italiano ed europeo” commenta Silvia Fossati, Area Vice President Southern Europe di Appian. “Possiamo aiutarli a potenziare le loro applicazioni legacy e ad orchestrare end-to-end i processi chiave del core business, delle operation e del customer service, in tempi contenuti grazie alla nostra piattaforma di automation low-code”.

    Il report completo è disponibile qui (NetConsulting cube: Intelligent Automation e Agility per il settore Energy and Utility | Appian Italia).

    A proposito di Appian
    Appian fornisce una piattaforma di automazione low-code che accelera la creazione di applicazioni aziendali ad alto impatto. Molte tra le più grandi organizzazioni al mondo utilizzano le applicazioni Appian per migliorare l'esperienza del cliente, raggiungere l'eccellenza operativa e semplificare la gestione globale del rischio e la compliance. Per ulteriori informazioni, visita Appian: Low-Code - Sviluppo di applicazioni aziendali - Software BPM.

    Per informazioni: Graziella Rossi, Sr. Marketing Manager, South Europe pr.it@appian.com

Accedi