In Vino Veritas - Pagina 8
Banche in frenata a Piazza Affari, volano Atlantia e Webuild
Piazza Affari cede alle vendite alla vigilia dell’annuncio Fed sui tassi. Il Ftse Mib segna a fine giornata -0,08% a 25.736 punti . In attesa dei responsi che arriveranno domani …
Webuild a segno negli USA con commessa da 16 miliardi $ per mobilità sostenibile in Texas. Titolo vola in Borsa
Arriva da oltreoceano un contratto miliardario per Webuild. Il colosso italiano delle costruzioni, insieme alla sua controllata statunitense Lane Construction, ha firmato il contratto del valore di 16 miliardi di …
Per Poste Italiane si avvicina il ricco dividendo, titolo +45% Ytd e tra analisti plebiscito di buy con target ambiziosi
Poco mosso oggi il titolo Poste Italiane che si mantiene poco sopra i 12 euro (+0,04% a 12,02 euro), nei pressi dei top storici.  Da inizio anno Poste risulta tra …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    948
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Tratto da italiaatavola.net

    Prezzo medio, grande pubblico
    Nella fascia di prezzo medio, la graduatoria premia Cantine Riunite&Civ che, con 600 milioni di ricavi stimati, si posizione davanti a Caviro (363 milioni, +10%) e Botter (230 milioni). A seguire, fuori dal podio, compaiono a pari merito Fratelli Martini e Cavit. Tuttavia la migliore prova dell'anno è stata quella di Italian Wine Brands, salita in sesta posizione con una crescita del +30% (in cui l'online ha giocato un ruolo chiave). Chiudono la Top 10 Enoitalia, Mezzacorona, Zonin 1821 e Terre Cevico.

    Per quanto riguarda l'eCommerce, la best practice da seguire è stata senza dubbio quella di Iwb che ha messo a segno un +74% per il canale online e pure un +36% in quello wholesale che le ha permesso di archiviare l'anno finanziario a 204,3 milioni di ricavi. L’incremento anno su anno ha sfiorato il 30% e determinante è stato l’apporto delle esportazioni, cresciute da 123,5 a 164 milioni di euro, arrivando a un’incidenza di circa il 75% sul fatturato complessivo.

  2. #72

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    948
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Ultimi TP emessi:

    Akros € 40,00 (15/04/21)
    ‘IWB is set to be become the largest Italian wine operator excluding the coop world. The shares in our opinion are still trading at an attractive level on a stand-alone basis. The M&A will only add to the already existing upside.’

    Equita € 38,00 BUY (18/04/21)

    Prossimo appuntamento: assemblea bilancio Mercoledì 21 Aprile

  3. #73

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    948
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Confermato dall’assemblea odierna il dividendo di 0,25 in pagamento il 28/04

    Dichiarazione dell’AD a seguito dell’assemblea: “In un anno di crescita determinata e in prospettiva di ulteriore accelerazione di crescita anche per acquisizioni nella convinta strategia di rendere Italian Wine Brands il primo gruppo vinicolo italiano, per cui intendiamo dotarci, attraverso l’emissione del prestito obbligazionario recentemente approvato dal Consiglio di Amministrazione, di adeguate risorse finanziarie , la società afferma capacità strutturale di dividend payment, forte della sua solidità patrimoniale e capacità di generazione di cassa”.

    Avanti così!

  4. #74

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    948
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Chiusa questa mattina in anticipo grazie alla forte richiesta la sottoscrizione per il prestito obbligazionario che garantirà alla società 130 milioni.

    Commento del Presidente Mutinelli:
    “Siamo molto soddisfatti del successo riscosso dal nostro primo prestito obbligazionario che ha raggiunto in pochi minuti la soglia massima di offerta grazie ad un ampio e diversificato parterre di investitori istituzionali. Le risorse finanziarie raccolte permetteranno a Italian Wine Brands di proseguire con una potenziata capacità di investimento il processo di aggregazione di altre società vinicole intrapreso in questi anni e di diventare in breve tempo il primo gruppo italiano vinicolo non cooperativo per dimensione e redditività. Considero questo Prestito Obbligazionario il perfetto esempio di finanza a servizio della crescita dell’impresa e lo strumento finanziario ideale per gli stakeholders che hanno deciso di supportarci in questo progetto imprenditoriale ambizioso e di successo.”

    Molto bene, ora inizia il bello! Speriamo la ‘campagna acquisti’ possa proseguire velocemente. Avanti così!

  5. #75

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    948
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Cassa Depositi e Prestiti e SACE sostengono i piani di crescita e sviluppo in Italia e all’estero di Italian Wine Brands sottoscrivendo, durante il periodo di offerta sul Mercato Telematico delle Obbligazioni (MOT) organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Borsa Italiana”) e sull’Irish Stock Exchange, un ammontare pari a 25 milioni di euro del prestito obbligazionario offerto da Italian Wine Brands S.p.A., beneficiando pro-quota della garanzia SACE.

    Il Presidente del Consiglio di Amministrazione di IWB, Alessandro Mutinelli, dichiara “IWB è orgogliosa che Cassa Depositi e Prestiti e SACE abbiano voluto investire nella sua prima emissione obbligazionaria aderendo all’offerta di obbligazioni IWB sul MOT. IWB ha trovato in Cassa Depositi e Prestiti e SACE degli interlocutori attenti e preparati, con profonda conoscenza delle dinamiche della filiera vinicola italiana che ha compreso il progetto industriale di IWB e il suo ruolo di punto di riferimento per il processo di consolidamento del settore vinicolo italiano, affinché il nostro Paese possa competere in modo strutturale e nel lungo termine sui mercati internazionali.”

    Molto bene: ennesima dimostrazione della credibilità e dell’interesse che questa azienda sta suscitando. Avanti così!

    Chiusura odierna a €32,40 (+2,86%)

Accedi