1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

FTSE Mib recupera i 17.000 punti, ribassi su Enel dopo il pull back

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

FTSE Mib

Apertura positiva per il FTSE Mib che torna sopra i 17.000
punti in scia al sentiment positivo sulle piazze europee. Il recupero dei
17.000 punti rappresenta un segnale psicologico forte sull’indice italiano
perché apre a scenari rialzisti, almeno fino a giovedì. Infatti aumenta la
probabilità di nuovi allunghi creso la trend line rialzista tracciata con i
minimi dell’11 febbraio e 24 maggio e transitante in area 17.600 punti.
Ulteriori allunghi oltre tale soglia potrebbero riportare l’indice
all’importante traguardo dei 18.000 punti; in caso contrario la trend line
potrebbe fungere da resistenza e respingere l’indice nuovamente in area 17.000.

 Enel

Il movimento ribassista di oggi per il titolo Enel segue il
pull back effettuato con la seduta di venerdì e arrestatosi a 4,05 euro sulla
trend line rialzista tracciata con i minimi del 7 aprile, 17 e 24 maggio e
rotta al ribasso in occasione del 10 giugno. Con tale rottura si è completato
il triangolo ottenuto con la trend line di lungo periodo tracciata a partire
dai minimi del 12 gennaio 2015 e i massimi ascendenti del 30 marzo, 28 aprile, 30
maggio. L’uscita da questa importante figura suggerisce un’operatività
ribassista con possibili target a 3,50 euro e successivamente test dei 3,40
euro sul supporto tracciato con i minimi del 2015 e 2016. 

Telecom Italia

Già nella seduta di venerdì il titolo Telecom Italia aveva
reagito alle vendite che nelle sedute precedenti lo avevano portato
all’importante test dei 0,73 euro, toccato l’ultima volta il 16 ottobre del
2014. Con l’apertura di oggi il prezzo ha recuperato di fatto la soglia
psicologica degli 0,80 euro e recuperato un livello superiore al supporto di
lungo periodo tracciato con i minimi prima menzionati.

Se lo slancio positivo dovesse trovare seguito, possibile un
ulteriore allungo verso i 0,86 euro ad incontrare la trend line ribassista tracciata
con i top decrescenti del 22 aprile e 9 giungo.

 

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori