1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

FTSE Mib: possibili rialzi dopo rottura dei 22.717 punti. Moncler: possibile test area 15,50 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta strategica dal punto di vista tecnico per l’indice italiano FTSE Mib. Con l’apertura odierna il paniere ha infatti violato al rialzo l’importante resistenza statica posta in area 22.717 punti. Tale livello resistenziale, sotto il quale si è posta la chiusura di ieri, respingeva le quotazioni dal 26 ottobre. L’apertura odierna è solo il completamento di una progressione iniziata il 25 novembre che ha portato le quotazioni a violare al rialzo l’importante resistenza dinamica espressa dalla trendline discendente che unisce i top del 12 e del 13 agosto, originata da un gap ribassista posto fra a i 23.700 e i 23.530 punti. Tale resistenza dinamica, transitante a 22.560 punti, è stata violata il 27 novembre. Il quadro delineato è rialzista per il medio periodo, considerando che gli investitori potrebbero implementare strategie long su pull-back dell’area resistenziale a 22.717 punti con ingresso a 22.890 punti, massimo della seduta del 23 ottobre. Lo stop loss scatterebbe sotto 22.700 punti. Obiettivi a  23.320 punti e, in seconda battuta, 23.500. Un ritorno sotto la resistenza statica a 22.717 potrebbe per contro causare un ritracciamento in area 22.500.

Mattinata positiva per il titolo del lusso Moncler, in rialzo di quasi 3 punti percentuali. Dal punto di vista tecnico i corsi sono caratterizzati da un quadro ribassista di medio periodo, dettato dalla tenuta della forte resistenza statica posta in area 16,30 euro, scoglio per i compratori dal 21 agosto scorso e che ha manifestato la sua validità in occasione delle sedute a cavallo fra il 21 agosto e il 9 ottobre. Per mettere in cantiere un nuovo test della resistenza indicata, le azioni dovranno prima avere ragione della linea di tendenza ribassista tracciabile dai massimi del 4 e del 6 agosto, ritestata senza successo lo scorso 11 novembre e attualmente discendente a 15,50 euro, test che diventerebbe possibile su superamento di quota 15 euro. Verso tale livello i corsi stanno muovendo nelle ultime sedute. Operatività al rialzo potrebbe essere avviata da 15,10 euro, con stop sotto 14,95 euro e primo target price 15,50 euro. In seconda battuta i titoli potrebbero portarsi a ridosso di area 16 euro.  
 

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori