1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

Ftse Mib in difficoltà anche contro quota 22.000. STMicro non rimedia la long black della vigilia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo aver fallito, ieri, il superamento delle resistenze di quota 22.290 punti, l’indice Ftse Mib arretra oggi e torna al di sotto del prolungamento della linea di tendenza risalente dai minimi del 16 dicembre e del 7 gennaio che aveva resistito fino al 21 agosto. Il Ftse Mib sembra non essere in grado, al momento, neanche di mantenere la soglia psicologica di quota 22.000 punti. Se le pressioni al ribasso dovessero proseguire e portare alla caduta dei minimi odierni a 21.875 punti è possibile che l’arretramento prenda la direzione dei minimi di inizio mese a 21.343 punti. Il pericolo verrebbe allontanato con il recupero del prolungamento di trendline indicato mentre un segnale positivo arriverebbe con una chiusura di contrattazioni forte oltre 22.290.

STMicroelectronics non riesce a porre rimedio alla lunga black candle disegnata ieri. L’azione ha provato a portarsi in territorio positivo ma ha trovato presto un ostacolo non superabile a 6,50 euro, dimostrando al momento di non essere in grado nemmeno di recuperare la media mobile a 14 giorni. Rimangono così in pericolo i minimi della seduta di inizio mese a 6,29 euro, livello da conservare per evitare un aumento delle pressioni al ribasso in grado di riportare le quotazioni in direzione della soglia psicologica dei 6 euro e dei minimi di agosto a 5,85 euro. Il recupero di quota 6,50 euro, se confermato in chiusura di seduta, non sarebbe risolutivo ma darebbe comunque fiato al titolo. La svolta arriverebbe invece solo sopra 6,87 euro, ex-supporto verso il quale discende anche la media mobile a 55 giorni, attualmente a 6,90 euro. 

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori