1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

Ftse Mib cerca la conferma sopra 22.500. Telecom Italia torna ai livelli del 2008

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Apertura in positivo questa mattina per il Ftse Mib a 22.539 punti, al di sopra della resistenza statica a 22.450 punti. Analizzando un grafico daily si nota l’impegno dell’indice nel conservare il supporto dinamico espresso dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 13 e 14 ottobre scorso, transitante in area 22.500. Se il Ftse Mib dovesse confermare la tenuta di questi livelli, potrebbe spingersi a ritestare l’area resistenziale a 22.715/22.730 punti che comprime l’indice dalla seduta del 23 ottobre. In caso contrario il Ftse Mib potrebbe violare al ribasso il supporto dinamico sopracitato e il supporto statico a 22.450 punti, tornando verso i minimi della seduta di ieri a 22.184 punti e, in seconda battuta, verso area 22.070 punti.  

La seduta è iniziata in forte rialzo per Telecom Italia, dopo le notizie societarie rilanciate dalla stampa. Il titolo ha aperto in gap rialzista e viaggia con un guadagno di circa 3 punti percentuali. Con la progressione che ha caratterizzato le ultime sette sedute, il titolo delle telecomunicazioni ha superato i livelli resistenziali statici posti a 1,18 euro e, con l’apertura di oggi, quelli si quota 1,28. La violazione di quest’ultimo livello, vigente dal settembre 2009, ha permesso al titolo di tornare a quotazioni che non raggiungeva dal lontano luglio del 2008. Il pull-back sull’ex resistenza a 1,28 euro potrebbe precedere l’estensione di Telecom Italia verso area 1,3875 euro e, in seconda battuta, 1,51 euro. Solo un ritorno dei corsi al di sotto di 1,28 euro potrebbe portare il titolo a testare i supporti statici posti a 1,170 e 1,118 euro.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori