1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

FTSE Mib al pullback della trendline, sotto 13,96 euro nuovi sell possibili su Leonardo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rimbalzo registrato dai minimi dello scorso 29 agosto da parte del FTSE Mib ha riportato i corsi dell’indice in prossimità dell’area di transito della trendline tracciata sul daily chart con i minimi del 24 di febbraio e del 30 di giugno. La seduta odierna sarà dunque interessante per capire le prospettive di medio termine dell’indice di riferimento di Piazza Affari. Osservando come detta linea di tendenza sia nel corso delle ultime sedute sia nei mesi precedenti abbia sempre svolto un ruolo strategico per il FTSE Mib, ecco che per chi volesse sviluppare nuove strategie ribassiste è possibile collocarsi in vendita nell’intorno dei 21.650 punti. Se solo ritorni oltre i 21.810 punti potrebbero cambiare il mood negativo presente sull’indice negli ultimi giorni, i target sono collocabili dapprima in area 21.350 punti e successivamente in area 21.150 punti. A livello di singole storie societarie, impostazione negativa anche per Leonardo e Telecom Italia. L’ex Finmeccanica lo scorso 11 agosto ha completato sul daily chart una figura tecnica di matrice ribassista quale il testa e spalle. Da allora le quotazioni scambiano sotto quelli che in precedenza erano i supporti statici di area 14,40-14,50 euro. Nel corso delle ultime sedute i corsi hanno inoltre violato al ribasso i supporti dinamici espressi sul daily chart dai minimi crescenti del 14 e 28 marzo. In questo scenario, il cedimento dei 13,96 euro potrebbe portare a nuove pressioni in vendita. Chi volesse posizionarsi in vendita potrebbe dunque farlo proprio qualora i corsi scivolassero sotto detto prezzo. Target intermedio a 13,50 euro e finale a 12,85 euro. Stop in caso di ritorni oltre i 14,65 euro. Per quanto riguarda invece Telecom Italia, i ribassi maturati il 29 agosto hanno spinto le quotazioni a violare i supporti dinamici forniti sul daily chart dalla linea di tendenza disegnata con i minimi del 22 febbraio e 19 marzo. In quest’ottica ecco dunque che si possono considerare strategie di vendita da aprire nell’intervallo 0,7985-0,8025 aventi target a 0,763 e 0,694 euro. Stop con allunghi oltre 0,82 euro.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori