1. Home ›› 
  2. Video ›› 
  3. Trading Floor ›› 

Eni in cerca di segnali, Euro Stoxx 50 al giro di boa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Analisi tecnica

FTSE Mib

Per il FTSE Mib i livelli statici a 16.617 e 16.500 punti continuano a respingere i tentativi di allungo, costringendo il basket dentro la fase di lateralità che caratterizza i corsi da metà settembre. Ormai sembra assodato quindi che quest’avvio d’ottava non dovrebbe riservare sorprese, e per chi fosse intenzionato a perseguire strategie rialziste dovrebbe attendere il test del supporto tecnico a 16.180 punti.

Euro Stoxx 50

Area tecnica di interesse per l’Euro Stoxx 50, chiuso al rialzo dalla trendline discendente che unisce i top intraday dell’8 e 22 settembre. Il triangolo in formazione con detta trendline e quella rialzista tracciata con i minimi crescenti del 3 agosto e 16 settembre dovrebbe determinare una direzionalità più netta per il basket. Se si andasse verso i top della scorsa settimana a 3.043 punti il segnale generato d’acquisto aprirebbe ad opportunità long che avrebbero come target i 3.100 e successivamente i 3.120 punti. 

Eni

Ottobre è cominciato alla ribalta per Eni. A favorire la ripartenza del titolo è intervenuta anche la trendline di medio periodo che unisce sul daily chart il top del 29 aprile ed il minimo del 2 agosto. La seduta del 5 ottobre ha poi generato un doppio segnale di forza, con il recupero dell’area psicologica dei 13 euro e la violazione al rialzo della trendline dinamica espressa dai minimi crescenti del 23 maggio e 3 agosto. Detta trendline dovrebbe ora contribuire alla tenuta del trend rialzista di medio periodo in atto. In tal senso un test del cambio di stato sarebbe funzionale per l’implementazione di strategie rialziste che avrebbero punto di ingresso a 13,10 euro, target primario a 14 euro e stop loss a 13 euro. Al di sotto di quest’ultima soglia si aprirebbero invece scenari ribassisti che nel medio periodo avrebbero come target un nuovo test dell’area statica a 12,25 euro.

 

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Commenti dei Lettori